Ogni anno, oltre alla Hall of Fame WWE, c’è un altro moment in grado di iscrivere nella storia il nome di un professionista del wrestling. Parliamo della celebre lista del Pro Wrestling Illustrated, che ogni anno stila la classifica dei 500 migliori wrestler al mondo.

Pubblicità

Oltre alla celebre PWI 500, esiste anche una più stringata top 50, non meno prestigiosa, dedicata alle donne, giunta quest’anno alla sua decima edizione.

A beneficio di chi conosce poco questa classifica, è bene ricordare che si tratta di una classifica in stile “Pallone d’Oro”, che tiene conto principalmente dei risultati ottenuti sul ring dai wrestler e sulla qualità del loro lavoro durante gli ultimi 12 mesi. Ovviamente viene sempre presa in considerazione anche l’importanza del palcoscenico su cui i wrestler si esibiscono, il successo mediatico e tanti altri fattori.

Anche quest’anno il periodo considerato non è l’anno solare 2017 ma i 12 mesi che vanno da settembre a settembre.

La vincitrice

L’inarrestabile Asuka. Se continua così vincerà anche il prossimo anno.

Ad imporsi come numero uno è stata Asuka. Imbattuta da più di un anno, la giapponese era già arrivata terza nell’edizione 2016, guidata da Charlotte e Sasha.

Il titolo NXT è forse un po’ meno importante di quelli WWE, eppure il dominio di Asuka è stato così netto che in una classifica come questa non poteva non essere preso in considerazione.

La top ten

La campionessa di Raw Alexa Bliss. Un anno ricco di soddisfazioni per lei, che però non è bastato a garantirle il primo posto. Sfortuna?

La WWE da prova di essere diventata un punto di riferimento per il wrestling femminile. Non solo Asuka, ma tutte le prime 5 classificate sono dipendenti di Vince McMahon e tra le prime 10 solo in 2 non hanno prestato i loro servigi per la WWE.

La grande delusa di questa stagione è probabilmente Alexa Bliss. Dal ventinovesimo posto della classifica del 2016, la bionda campionessa di Raw è arrivata solo terza, sopravanzata da Charlotte e non premiata malgrado i notevoli traguardi raggiunti durante l’ultimo anno solare.

Il fatto che tra le top 5 siano rimaste Sasha Banks, Charlotte e Bayley esattamente come nel 2016, ci fa capire che negli ultimi 12 mesi non ci sono state grandi novità nel panorama del wrestling femminile che conta.

Kairi Sane premiata per aver vinto il Mae Young Classic. Alle sue spalle la trainer di NXT Sara Del Rey, che è stata stabilmente nelle prime 10-15 atlete della PWI top 50 fino al 2012

I nomi nuovi però ci sono e come, oltre alla sopra citata Alexa Bliss, abbiamo Naomi a rappresentare ancora la WWE e due “colpi” di Triple H: Shirai, che in molti definiscono la migliore wrestler del mondo, e Kairi Sane, che ha vinto il chiacchieratissimo Mae Young Classic.

Sienna, l’ex campionessa di Impact, con una delle tante versioni del titolo delle Knockout vista in questi mesi.

A completare la top 10 abbiamo l’unica “knockout” del lotto, Sienna, che ha a lungo indossato la cintura di campionessa nella tormentata divisione femminile di Impact. Riconoscimento assolutamente meritato per l’ex Allysin Kay, che ha ceduto il titolo durante Bound for Glory di domenica scorsa.

Le altre

Nicole Savoy (a sinistra), Shayna Bazsler (al centro) e Mercedes Martinez (a destra), tre delle protagoniste del Mae Young Classic, della SHIMMER e di questa classifica.

Dopo questa sbornia di WWE, vera dominatrice della classifica, scendendo oltre le prime 10 abbiamo finalmente rappresentanti di un numero maggiore di compagnie. Intanto al numero 11 la campionessa Shimmer Mercedes Martinez che conferma la posizione del 2016. Un riconoscimento anche questo alla costanza della veterana, che abbiamo apprezzato anche nel Mae Young Classic.

A proposito del torneo femminile WWE, l’altra finalista migliora di molto la posizione ottenuta l’anno scorso: parliamo di Shayna Bazsler, che dal 40° posto del 2016 raggiunge la dodicesima posizione.

Mayu Iwatani, considerata una delle più grandi performer al mondo: ha solo 24 anni ma vanta già diversi titoli

Poco dopo di lei in classifica, al 13° posto c’è la seconda Knockout della classifica di quest’anno, Rosemary, quindi anche Mia Yim (16°) ed Allie (17°). Buon quindicesimo posto per Mayu Iwatani, unica del magnifico trio della Stardom a non aver ancora firmato con la WWE.

Le deluse

Carmella ha conquistato il primo storico Money in the Bank femminile quest’anno ma la giuria del Pro Wrestling Illustrated gli ha conferito soltanto il 38° posto.

Tra le deluse, oltre ad Alexa che probabilmente poteva ambire anche al primo posto, abbiamo sicuramente la bella Carmella. Miss Money in the Bank non arriva nemmeno alle prime 30, registrando il 38° posto. In discesa libera anche l’ex campionessa Shimmer Nicole Matthews (32°), che dopo aver perso il titolo perde anche 16 posizioni.

Abbey Layth alias Kimber Lee, oggi ad NXT, all’epoca campionessa assoluta della Chikara

Lo stesso dicasi per Abbey Leith (35°), che oltre ad aver cambiato nome e federazione, non giova più dei benefici del prestigioso titolo assoluto Chickara conquistato quando si faceva ancora chiamare Kimber Lee e che rientrava nel periodo di valutazione dello scorso anno (è stata campionessa fino a giugno 2016).

Curiosità

La 7 volte campionessa di Impact Gail Kim, a Bound for Glory questa domenica ha disputato e vinto il suo ultimo match in carriera. Si ritirerà da campionessa?

Forse non sarà una delusione, ma non trovare la neo campionessa di Impact Gail Kim in questa classifica è un fatto più storico di quanto non si possa pensare. La canadese – infatti – è sempre stata presente nella top 50 fin dalla sua istituzione, nel 2008, ed oltre ad essere stata eletta migliore wrestler al mondo nel 2012, negli ultimi 5 anni è sempre stata nei primi 10 posti del ranking. “This is my house” direbbe Paige.

A proposito di Paige, per la prima volta dal 2012 non vediamo Paige nella classifica in cui è stata al vertice nel 2014. Fuori anche Sexy Star, che in effetti ha lottato pochissimo dopo l’incidente con Rosemary, ma che l’anno scorso era stata inserita nella top 10. Che sia stata una punizione per il comportamento poco professionale avuto in occasione di Triple Mania?

Per la prima volta ci sono ben tre atlete giapponesi tra le prime 10. Era forse necessario che la WWE cominciasse a pescare in quel mercato per dargli un po’ di spazio?

Questo 2017 è stato in assoluto l’anno del Giappone, come saprete, infatti, la stella della New Japan Pro Wrestling Okada è stato eletto numero 1 della PWI 500, evento storico per il puroresu, visto che nessun wrestler giapponese c’era mai riuscito.

Si tratta in fine anche di una prima storica volta in cui un wrestler di NXT si classifica al primo posto della Top 50.

La classifica completa (tra parentesi la posizione della scorsa edizione della classifica)

  1. Asuka (3)
  2. Charlotte Flair (1)
  3. Alexa Bliss (29)
  4. Sasha Banks (2)
  5. Bayley (5)
  6. Io Shirai (-)
  7. Natalya (7)
  8. Sienna (10)
  9. Naomi (25)
  10. Kairi Sane (-)
  11. Mercedes Martinez (-)
  12. Shayna Bazsler (40)
  13. Rosemary (14)
  14. LuFisto (30)
  15. Mayu Iwantani (-)
  16. Mia Yim (6)
  17. Allie (15)
  18. Ember Moon (37)
  19. Becky Lynch (4)
  20. Madison Eagles (12)
  21. Nicole Savoy (13)
  22. Nia Jax (23)
  23. Candice LeRae (18)
  24. Toni Storm (-)
  25. Hiroyo Matsumoto (-)
  26. Chelsea Green (-)
  27. Saraya Knight (-)
  28. Shazza McKenzie (-)
  29. Kay Lee Ray (28)
  30. Mickie James (-)
  31. Dakota Kai (21)
  32. Nicole Matthews (16)
  33. Alex Windsor (-)
  34. Deonna Purrazzo (-)
  35. Abbey Laith (17)
  36. Risa Sera (-)
  37. Viper (-)
  38. Carmella (44)
  39. Ruby Riot (20)
  40. Nikki Cross (-)
  41. Vanessa Kraven (35)
  42. Santana Garrett (24)
  43. Tessa Blanchard (38)
  44. Arisa Nakajima (-)
  45. Lady Lory (-)
  46. Shotzi Blackheart (-)
  47. Veda Scott (46)
  48. 48 Alpha Female (-)
  49. Marti Belle (32)
  50. Zoey Skye (-)
Giuseppe Calò
Webmaster di Zona Wrestling, quando non è sul ring lavora in un'agenzia di comunicazione di Palermo. Ama il calcio, le serie televisive e la sua adorata Ambra. Se il sito non funziona al 99% è colpa sua.
  • wakko

    Classifica che come al solito fa pena da tutti li pizzi…..
    Le uniche posizioni inattaccabili sono quelle di Sasha e Charlotte mentre per il resto N.S. ci salvi !!
    Ci sono 2 scandali assoluti e privi di ogni senso;
    –Asuka al primo posto(doveva esserci Alexa)
    –Rosemary al 13.mo(doveva come minimo stare al 7.mo posto)

    • ;Destiel

      Alexa al di sopra di Asuka?! Secondo quale criterio?

      • wakko

        Ogni criterio possibile e immaginabile;
        1°chi è di NXT è sotto contratto con la WWE o no ?
        2°in questo ultimo anno quanti regni ha avuto Alexa e quanti Asuka ?

        • ;Destiel

          Credo che un solo regno di quasi 2 anni sia considerabile ben più dominante di 4 regni, di cui un paio nati a caso. Poi Alexa non ha mai messo in piedi un match memorabile, quasi tutti sulla sufficienza o al di sotto di essa, mentre i match di Asuka sempre sotto la media. Alexa è tanto brava al microfono e nel ring non è tra le peggiori, per carità, ma il terzo posto va più che bene, così come è meritato il posto di Asuka.

          • wakko

            Guarda che io sottoscrivo tutto quel che hai scritto ora ma DEVI(e NON puoi)fare i conti NON col talento ma coi criteri di scelta di PWI e seguendo questi °*°*°*° di criteri Alexa DEVE stare al primo posto

        • Marco Di Genova

          Ah. Quindi conta di più avere tot numero di regni anziché farne soltanto uno in maniera dominante spodestando 3/4 di categoria? Ma dove sta scritto? Il numero dei regni conta, così come conta anche la durata di ciascuno. Asuka in un regno solo ha battuto Bayley, Nia Jax, Nikki Cross, Billie Kay, Mickie James e Peyton Royce ed’è stata campionessa per un anno e mezzo circa DA IMBATTUTA. Ti pare poco rispetto ai 4 regni di Alexa Bliss?

          • wakko

            Ragazzi stop;non ve la prendete con me ma con PWI

        • Alberto Iizuka

          Anche per record vittorie-scongitte (che la Bliss ha pure negativo)? Anche per qualità dei regni (i fantasmagorici 2 regni di Alexa a SDL, roba ricordata per…per…adesso mi tornerà in mente…un attimo per piacere…)? Anche per qualità degli incontri (un match almeno vicino al 7 per Alexa me lo si deve indicare)? Anche per qualità in ring (“secondaria” ma conta)? Giusto in mero numero di titoli e, di poco e solo per pochi mesi, c’è l’importanza nella fed. Direi che Asuka è immeritatamente prima ai danni della Bliss secondo tutti i criteri…

          • wakko

            –record di vittorie-sconfitte(conta;Asuka)
            –qualità dei regni(non conta)
            –qualità degli incontri(non conta)
            –qualità in ring(non conta)
            –numero di titoli(conta;Alexa)
            –importanza nella fed(conta;Alexa)
            Giudica tu

          • Alberto Iizuka

            Perchè tu fai la mera conta numerica e sbagli perchè non fanno così. C’è anche altro (come la qualità del regno, che influisce sullo status). Ti faccio l’esempio (e si vede così anche la distorsione di queste classifiche) col PWI 50 scorso. Bayley: un titolo Nxt per 7 mesi e vittorie. Becky: diamogli l’importanza nella fed perchè era nel MR seppur non fosse in cima alla piramide (Bayley era pure una delle attrazioni principali dello show giallo, invece). Becky 4 e Bayley 5. Come mai?

          • wakko

            Eh;e se domani piove ?
            Ci sono evidentissime discrepanze con i criteri di scelta ma la grande maggioranza delle volte è così come ho scritto io
            Rosemary con il suo “fortissimo” e credibilissimo regno di 8 mesi è 13.ma mentre Nattie che ha vinto il titolo a Slam è 7.ma .
            Come mai ?Scandalo assoluto

          • Alberto Iizuka

            In teoria tutti i parametri e le considerazioni dovrebbero portare a una classifica il più mark possibile e lì Asuka è intoccabile per come è stata gestita. Sulle posizioni di rincalzo hai ragione, ma è il discorso che esce ogni anno anche tra i maschi. Il fare figli e figliastri tra le fed in tanti casi rende questa classifica non tanto mark come si dice. Io ho fatto gli esempi di Toni Storm e Princesa, che hanno più o meno lo stesso valore del discorso di Rosemary. O lo scoprire magicamente fed che prima è già tanto se consideravano. Asuka è la prima giapponese a comparire per due anni di fila in classifica dopo Ayako Hamada (chissà come mai loro due…)e prima di loro l’unica ad apparire era stata la Sakai 10 anni fa. Adesso che lo joshi tira appaiono come funghi, con buona pace delle sorelle Shirai, la Satomura, Syuri, Asuka stessa, Alpha Female (non jappa ma che lì ha preso i suoi maggiori successi), Ayumi e compagnia cantante. Adesso è il Messico figlio di un Dio minore (cioè una Faby Apache non è mai apparsa così come gente come Marcela e La Amapola. La Saretta ringrazi di essere passata in TNA e Sexy Star in LU).

          • wakko

            Son sempre classifiche da prendere col giusto spirito critico ma non per questo dobbiamo chiedere gli occhi.
            Bisognerebbe fare una classifica che si basa effettivamente su tutto perché a ben guardare coi dovuti piccoli aggiustamenti le prime 4 posizioni ci possono stare ma dal quinto in giù si scade veramente di brutto

          • Alberto Iizuka

            Si può scadere di più. PWI 500 2012 Henry 9° e Tanahashi 11°. Da tramandare ai posteri.
            Fare classifiche del genere non è facile per mille ragioni e per tutti i paletti anche soggettivi che ci sono.

          • wakko

            Effettivamente lì c’era da spararsi solo a leggere certe cose.

          • wakko

            Edit;te lo ricordi il TT di WM ?C’era Bayley ?NO;ma c’era Becky e anche se non ha vinto quel TT ha rappresentato uno spartiacque mostruoso per la women revolution !
            Anche le presenze nei ppv contano per stilare questa classifica e a WM Alexa c’ stata

        • Matt16

          Che criteri sono? Asuka ha vinto ogni singolo incontro fatto. Con o senza titoli avrebbe vinto lo stesso.

          • wakko

            Non sono i miei criteri ma sono quelli che usa PWI e quali sono effettivamente ?
            –tenere conto principalmente dei risultati ottenuti sul ring
            –l’importanza del palcoscenico su cui i wrestler si esibiscono, il successo mediatico e tanti altri fattori(l’appartenza alle major + grandi,il numero delle vittorie)
            Tradotto;NXT è considerata una costola della WWE ergo se nel MR un atleta vince 3 volte e ad NXT un altro atleta nello stesso arco di tempo ne vince 1 secondo te PWI chi premia ?Chi ha vinto 3 volte !
            Comunque sia a ben vedere non è assurdamente scandaloso che Alexa sia al terzo posto ma(prendendo in considerzione tutto ciò che ho scritto sarebbe stato meglio vederla al secondo posto)il vero disastro inizia da sotto Sasha e lì NON c’è trippa per gatti per nessuna anche contando tutti sti cazzarola di criteri

  • _Romanov_

    Non sono d’accordo con la posizione di Charlotte. Un’ottima prima parte, ma totalmente anonima la seconda. La Bliss è stata al top per tutto l’anno solare.

  • 3:16

    ci può stare

  • Contro Nessuno

    Delusa Alexa???????
    Non doveva stare neanche tra le prime cinque ed è terza. Delusa?!!

    • Marco Di Genova

      E chi ci doveva stare? Sentiamo.

      • Contro Nessuno

        Non lei. Sul ring non è chissà chi e tutti questi titoli le sono stati un po’ regalati.

        • Newsted Head

          Pazzesco che dopo anni ed anni bisogna ancora spiegare che sia una classifica in chiave mark

        • Matt16

          Classifica che si basa comunque sui risultati ottenuti…
          Ci rivediamo al prossimo anno, più o meno nello stesso periodo, quando bisognerà rispiegarlo nuovamente a qualcun’altro.

          • Contro Nessuno

            C’è scritto anche sulla qualità dei match…

        • Marco Di Genova

          Vedo che ne capisci molto (no scherzo, non capisci una mazza).

          • Contro Nessuno

            Bravo, vuoi un applauso? O un biscottino? Perro!

  • Molto contento per Asuka e Alexa, ma sono parecchio contento dell’ottavo posto di Sienna. Gran bella lottatrice

  • Alberto Iizuka

    Sexy Star più che lottare pochissimo dopo l’incidente ha lottato pochissimo e basta 😀 Da notare anche l’assenza di Taya e Ivelisse, due nomi mica male. Comunque ora che tra le femmine hanno sdoganato il Giappone toccherà prima o poi al Messico (se c’è Marti Belle ci possono stare tranquillamente Princesa o Zeuxis a far presenza nella parte bassa).

  • Robin Zabriskie

    sono motlo sorpreso per Carmella e Gail Kim, poi fare una classifica del genere a inizio novembre quando ci sono ancora due mesi rimasti non rende assolutamente

    • Ysmsc

      Sempre un anno è, sono molte le classifiche che non vanno da gennaio a gennaio. Anche l’almanacco di FilmTV, ad esempio, va da ottobre a ottobre se non erro

      • Robin Zabriskie

        non sapevo partisse dal novembre dell’anno prima, mea culpa

        • Reyad

          Il periodo considerato non è l’anno solare 2017 ma i 12 mesi che vanno da settembre a settembre.

        • Ysmsc

          E comunque il “motivo” per cui si faccia questa cosa mi è totalmente oscuro XD

  • Reyad

    La classifica, come tutte le classifiche, fa discutere. Come ho scritto in sede di analisi, forse avrei dato peso maggiore alle prestazioni di Alexa nel main roster piuttosto che di Asuka nel roster di sviluppo. Alexa è in assoluto il top name della divisione femminile, ha del merchandising che vende tanto, ogni post che facciamo su di lei fa migliaia di like.

    Forse non avrei dato il secondo posto a Charlotte visto questo 2017 in chiaroscuro.

    Rosemary l’avrei vista più in alto, anche se le vittorie gli sono un po’ mancate ad Impact rispetto ad altre nella top 10. Troppo in basso Carmella, considerando la valigetta che in qualche modo era almeno da top 20 dai!

  • Gian1908

    Bayley 5°, mi sanguinano gli occhi