Sembra incredibile che dopo più di vent’anni di carriera si possa parlare ancora di prime volte, ma è proprio così: Jericho è riuscito a vincere uno dei pochi titoli assenti nella sua ricca bacheca, l’US championship. Per l’occasione riviviamo le altre prime volte di Y2J in WWF/WWE.

Pubblicità

Il primo titolo che andiamo a ripescare è anche quello vinto più volte in assoluto e di cui detiene il record, ovvero l’Intercontinental championship. Siamo nel 1999, da poco sbarcato in WWF (interrompendo nel famoso siparietto The Rock) raccolse l’open challenge dell’allora campionessa Chyna. Il primo duello avvenne alle Survivor Series dove però fu l’ex fidanzata di Triple H ad avere la meglio grazie ad una scorrettezza resa possibile dall’intervento della sua amica Miss Kitty che distrasse l’arbitro. Circa un mese dopo ci fu la rivincita dove Y2J riuscì a vincere la sua prima cintura nella federazione di Vince McMahon, costringendo Chyna a cedere una volta intrappolata nella Wall of Jericho. Il nuovo rematch combattuto a Smackdown ebbe un finale controverso (schienamento simultaneo con due arbitri sul ring), si decise in storyline che entrambi i contendenti fossero campioni, organizzando poi per la Rumble un triple threat match con anche Hardocore Holly per decretare il vero possessore della cintura. Di fatto però per l’avvenimento di Smackdown la WWF considerò la cintura vacante, per cui la successiva vittoria di Y2J nell’incontro a tre può considerarsi l’inizio del suo secondo regno. Chyna nella stessa sera si prese almeno la soddisfazione di eliminare il rivale dalla rissa reale.

La storia appena narrata è direttamente collegata a un’altra prima volta di Jericho. Il suo secondo regno da campione Intercontinentale terminò per mano di Kurt Angle nel match disputatosi a No Way Out. L’eroe olimpico era all’epoca già detentore del European Championship, così dopo la vittoria della nuova cintura iniziò ad autodefinirsi campione eurocontinentale. Si arrivò dunque a Wrestlemania 2000, nel quale venne stipulato un interessantissimo Two-fall triple threat match con Angle che metteva quindi in palio i due titoli contro Benoit e Y2J; il primo schienamento valeva per la cintura Intercontinentale, il secondo per quella Europea. Il povero Kurt perse entrambi i titoli senza essere schienato: Benoit vinse quello Intercontinentale schienando Jericho dopo un Flying headbutt, Y2J quello Europeo dopo un Lionsault sull’altro canadese. Il regno durò appena ventiquattro ore, difatti nell’episodio di Raw successivo a Wrestlemania Jericho venne battuto da Guerrero. Chyna dopo le tante sfide con Jericho ne era diventata alleata, ma nell’occasione dell’incontro contro Eddie tradì il canadese diventando la mamacita della leggenda latina.

Spostiamoci un annetto dopo, nel 2001, per vedere come Jericho vinse il suo primo titolo di coppia. A Wrestlemania 17 Stone Cold sorprese tutti alleandosi con McMahon, un turn heel pazzesco. Nell’episodio di Raw successivo nacque una stable, The Two-Man Power Trip, formata dal campione WWF Austin e quello Intercontinentale Triple H. I due vinsero il WWF Tag-Team Championship a Backlash nientemeno che contro i Brothers of Destruction, in un incontro dove erano in palio tutti i titoli posseduti dai quattro wrestler. E’ contro questo duo che andrà il buon Y2J insieme all’amico Benoit in un match titolato svoltosi a Raw. Tra scorrettezze varie dei due heel sembravano esserci poche speranze, ma il duo canadese riuscì a sfruttare il momento quando Triple H munito di martello colpì per sbaglio Austin. Particolarità dell’incontro fu che The Game si infortunò gravemente al quadricipite (lo si vede proprio zoppicare da un certo punto del match in poi) ma nonostante questo riuscì a proseguire fino alla naturale conclusione, subendo pure una Wall of Jericho che visto il dolore già presente non deve essere stata un toccasana. Il buon Ston Cold rimasto solo non ha avuto la possibilità di rematch, ciononostante si prese comunque la soddisfazione di interrompere il regno dei canadesi, colpendo Benoit con la cintura permettendo così ai Dudley di vincere l’incontro titolato svoltosi a Smackdown.

A soli sette giorni di distanza dal primo titolo di coppia di Jericho ci fu un’altra first time. Nell’episodio di Raw del 28 maggio il canadese cercò di ricattare McMahon pur di avere un match valevole per il WWF Championship (filmati di Vince che canta durante gli Slammy Awards 1997); questi pur titubante dà un’opportunità a Y2J, ma per l’Hardcore Championship. Si svolse quindi un incontro tra il canadese e Big Show, allora campione, e sfruttando un calcio contro i gradoni tenuti ad altezza testa dal gigante e un Lionsault riuscì ad aggiudicarsi la contesa. Peccato che mentre stava tornando festante nel backstage fu attaccato da una gore di Rhyno, che schienandolo divenne il nuovo campione. Per i pochi che non lo sapessero per questa cintura valeva la regola del 24/07, si poteva quindi conquistare in qualsiasi momento senza bisogno di ufficializzare i match.

Arriviamo dunque al primo successo mondiale. Siamo nel periodo dell’Invasion, con il canadese che nonostante i trascorsi in WCW e ECW decise di rimanere dalla parte della WWF. Durante un tag team match in cui lottava insieme a The Rock iniziarono i primi screzi per due che diedero il via a una vera e proprio faida; i rapporti si fecero via via sempre più tesi fino al loro incontro di No Mercy dove abbiamo potuto assistere a Y2J campione del mondo per le prima volta, dato che si lottava per il WCW World Championship. Fu un bel match con un po’ di overbooking finale complice Stephanie McMahon. Il regno durò poche settimane, nel rematch The Rock rivinse la cintura sfruttando un rapido roll-up. La ruota stava però tornando a girare per il canadese. Prendendo la decisione di unificare i due titoli mondiali si organizzò un torneo a Vengeance con Kurt Angle, The Rock, Stone Cold e Y2J. Nel match tra Jericho e The Rock vinse il primo sfruttando l’intervento di McMahon chiudendo con un low blow e una Rock Bottom, nella finale contro Austin (che aveva battuto Angle) fu decisivo l’attacco a sorpresa di Booker T. Abbiamo quindi raccontato anche il primo Undisputed Championship e WWF Championship in una volta sola.

Finita la carrellata dei ricordi, spero di non aver dimenticato nulla nelle prime volte titolate di Y2J (ci sarebbe anche l’altro Tag-team championship, ma essendo equivalente all’altro titolo senza una storia particolarmente interessante ho soprasseduto). E’ stato un piacere rivivere certe storie e andarmi a rivedere determinati match, sono la testimonianza del talento di un grande wrestler che ancora oggi a quartasei anni sa farci divertire. Il titolo degli Stati Uniti è l’ennesima ciliegina sulla gustosa torta che è la sua carriera.

Sergedge – EH4L

Sergedge
Rievocato durante una seduta spiritica è tornato a infestare il sito di Zona Wrestling con l'ardore di un tempo. Per la serie l'erba cattiva non muore mai.