E' arrivato il momento della resa dei conti tra Son of Havoc/Ivelisse/Angelico e la Crew: riuscirà il nostro strambo trio a mantenere i titoli o i rudos di Cueto finalmente la spunteranno? La risposta è in cima ad una scala…

Vampiro e Matt Striker danno il via ad una nuova puntata di Lucha Underground, che avrà come main event il Ladder Match per i trios title: Son of Havoc, Ivelisse & Angelico vs. The Crew. Ma ora concentriamoci sul ring, dove il simpatico Marty "The Moth" Martinez sta aspettando il suo avversario, annunciato dalla bellissima Melissa Santos…PRINCE PUMA!
 
Singles Match: Marty Martinez vs. Prince Puma (w/Konnan) (2/5)
The Moth sorprende inizialmente il campione, facendo finta di essere un suo fan per poi colpirlo a tradimento. Prince Puma subisce inizialmente ma poi pian piano prende le misura all'avversario, il quale non demorde ma perde troppo tempo a gasarsi col pubblico (ol quale lo fischia sonoramente). Il campione chiude la pratica in pochi inuti grazie alla sua 630° Splash. Debutto amaro per Martinez.
Vincitore: Prince Puma
Konnan sale sul ring a festeggiare la vittoria del suo protetto. Hernandez fa capolino in cima alla rampa di scale, pronto ad interrompere la festa. Konnan prende un microfono e si rivolge al suo ex alleato, dicendogli che lo reputava un suo alleato ed amico ma alla fine si è rivelato solo un gran figlio di putt**a. Se Hernandez vuole il titolo detenuto da Prince Puma non deve far altro che scendere le scale ed entrare sul ring. L'ex LAX sembra convinto ma a metà scalinata ci ripensa e rimanda lo scontro ad un altra puntata.
 
Vampiro intervista Johnny Mundo dopo i fatti avvenuti la settimana scorsa (l'attacco ad El Patron n.d.r.). L'intervistatore va subito al sodo e chiede il perché delle azioni compiute a Mundo, il quale risponde che è venuto nel Tempio per dimostrare a tutti di essere il migliore e l'ha fatto, perché poche persone posso reputarsi migliori di lui dopo quanto fatto. Vampiro concorda con quanto detto da Johnny ma lo riporta alla domanda principale. L'ex Morrison risponde che conosce El Patron da tanto tempo ed ha fatto tutto ciò per mettere un punto esclamativo e per lanciare un chiaro messaggio ad Alberto. Vampiro ripone le domande e parla a Mundo sinceramente, dicendogli che nel corso della sua carriera ha viagiato molto, combattuto in numerosissime federazione e visto tanti ragazzi comportarsi come Mundo; gente che lancia chiari messaggi ma che lo fa perché c'è qualcosa sotto. la domande che Vampiro si pone e che quindi pone a Mundo è questa: per caso Johnny è geloso di Alberto El Patron? Mundo risponde che combatte in Lucha Underground fin dal primo episodio, lavorando e faticando per provare a tutti di essere il volto della federazione; El Patron non può arrivare dal nulla e sovvertire tutto ciò che Mundo ha creato con tanta fatica: per Johnny, Alberto è sopravvalutato come atleta, oltre che pagato eccessivamente. Vampiro allora lo incalza e gli chiede come procederà adesso. Mundo risponde che con quanto fatto ad El Patron ha chiarito la sua posizione: è presente nella federazione dal primo giorno perché lo ha voluto e non perché nessun altro posto lo voleva. Alberto sarà pure un talentuoso wrestler di seconda generazione ma a Mundo non interessa niente di tutto ciç: né da chi discenda, né da dove provenga, né cosa abbia fatto finora. Il messaggio era indirizzato all'ex WWE Champion ma allo stesso modo può essere girato a Dario Cueto ed a tutto il backstage: Johnny Mundo è la più grande star di Lucha Underground e questo è il SUO mondo. Poi c'è il tocco di classe per concludere l'intervista, con Mundo che esclama "…but you already know that!" facendo esplicitamente il verso (compreso l'occhiolino) ad Alberto El Patron.
 
Dario Cueto dà una lezione di storia alla Crew, ricordando loro di come gli atzechi fossero soliti fare dei sacrifici in cima a delle piramidi, estraendo i cuori dalle vittime per poi buttarne giù i corpi. I tre sfidanti ai trios title stasera hanno la possibilità di emularli, di vincere i titoli e di compiere tre sacrifici, usando come vittime Ivelisse, Angelico e Son of Havoc. Se stasera i tre rudos non riusciranno a fare quanto ordinato, faranno arrabbiare non solo Dario ma anche gli dei ed i tre di sicuro non vogliono che ciò accada, perché in caso contrario Cueto li spedirà da qualcuno che non si farà problemi ad utilizzare The Crew come vittime sacrificali.
 
Singles Match: Delavar Daivari vs. Texano (2/5)
Match molto piatto tra i due. Daivari subisce la maggior forza dell'avversario ma riesce comunque a metterlo in difficoltà lavorando su braccio dell'avversario. Texano, supportato dal pubblico (nonostante il palese allineamento tra i rudos) si riprende e sfianca l'avversario, in attesa di finirlo. Per Daivari la sorte sembra segnata ma dal nulla sbuca fuori Big Ryck, il quale atterra Texano con una Clothsline dall'apron ring.
Vincitore: Texano by DQ
Big Ryck continua la sua opera di distruzione ai danni dell'ex AAA Megachampion. Delavar Daivari conclude il tutto con una Super Frankensteiner, con Ryck che obbliga l'arbitro ad effettuare il conteggio (nonostante l'incontro sia già terminato per squalifica). Il pubblico intona i classici "You sold out!" all'indirizzo dell'ex Big Zeke, il quale risponde loro simbolicamente con il gesto dei soldi. Daivari si è trovato una guardia del corpo veramente pericolosa.
 
Dario Cueto osserva tutta la scena dal suo ufficio quando viene raggiunto dalla sensuale Catrina, la quale gli fa capire che Mil Muertes sta tornando, più forte di prima, e che ha una richiesta: vuole Fenix. Cueto, ammaliato dalla sua bellezza (come dargli torto), accontenta la richiesta della manager, la quale scegli pure la stipulazione: Deathmatch. Cueto fa per girarsi ma Catrina si è già dileguata nel nulla.
 
Black Lotus sta camminando nei pressi di alcuni binari, ovviamente diretta verso il Tempio e verso Matanza. Mentre scorrono le immagini di lei che si dirige al Tempio, in sottofondo sentiamo le sue parole, dove si rivolge a El Drago Azteca, ringraziandolo per gli insegnamenti e spiegandogli che è arrivato ormai il tempo di compiere il suo destino ed uccidere il fratello di Dario Cueto. EDA è ancora sconvolto dalla cosa quando dal nulla appare una figura nell'ombra, la quale si rivolge all'uomo mascherato e gli dice che se vuole evitare a morte probabile di Black Lotus, avrà bisogno del suo aiuto. La figura misteriosa poi si rivela…è CHAVO GUERRERO! (what a return!) Chavo si siede a bere con El Drago Azteca e parla di come i GUerreros, i Cuetos, ecc. siano famiglie storiche e con molti attriti in passato tra loro. EDA risponde che i Guerreros sono dei bugiardi e dei traditori. Chavo riprende il discorso, dicendo che i Guerreros sono pur sempre una famiglia e molto pericolosa; El Drago Azteca ha conoscenze in Messico e può evitare ulteriori conflitti; in cambio Chavo proteggerà Black Lotus per lui. EDA accetta la proposta ma avverte Chavo di non provare a fregarlo o passerà dei grossi guai.
 
Lucha Underground Trios Title Ladder Match: Son of Havoc, Ivelisse & Angelico (c) vs. The Crew (Cortez Castro, Mr.Cisco & Bael) (4/5)
I rudos attaccano fin dai primi istanti dell'incontro, sfruttando il 3 vs 2 visto l'infortunio di Ivelisse (che comunque partecipa al match, diciamo nel finale). SoH ed Angelico si difendono come possono ma l'inferiorità numerica e gli oggetti come scale e singapore cane danno ben presto ragione alla Crew. In un match del genere non possono mancare gli spot ed i cinque protagonisti non si risparmiano, tra voli, tavoli fracassati ed ottime combinazioni. Cueto ha appena aggiustato la finestra dell'ufficio con dei pezzi di legno in attesa del vetro? Nessun problema perché Cisco rimuove delicatamente il tutto prima di finirci dentro spinto da Angelico. Lo stesso wrestler sudafricano vuole ripetere il leap of faith dell'ultimo incontro ma Cortez Castro lo attacca da dietro e glielo impedisce. SoH si ritrova in 3 vs 1 ma riesce a mettere ko sia Cisco che Bael, con la complicità dei tavoli. Cortez Castro sistema Havoc e si trova la strada spianata per la cintura, sale alcuni gradini ed accade nuovamente l'impensabile: Missile Dropkick di Angelico dal tetto dell'ufficio di Cueto. Altro OMG Moment, sempre lui. Ormai non ci sono più aggettivi per descrivere le gesta atletiche di Angelico. Ivelisse rientra in gioco e procede con una gamba sola verso la cintura, arrivando con molta fatica a staccarla ed a vincere l'incontro, mentre SoH ed Angelico bloccano gli ultimi tentativi dei rudos. 
Vincitori: Son of Havoc, Ivelisse & Angelico
Grande vittoria dei campioni e grande prima difesa titolata; il pubblico è in delirio, Dario Cueto ha invece uno sguardo di tristezza mista a rabbia. Ora son guai per la Crew…
 
Cosa mi è piaciuto: il lottato si salva per il main event, sempre bello spottoso; grande puntata invece per i segmenti extra-ring, in cui si proseguono le rivalità principali (Mundo/Alberto), si hypa il main event e le storyline future; da valutare per bene il ritorno di Chavo, che potrebbe avere ancora cartuccie da sparare se gestito meglio dell'ultima faida con Blue Demon jr. e Sexy Star; hype anche per il sempre più vicino incontro di Black Lotus con Matanza (soprattutto voglio vedere chi si cela dietro questa figura misteriosa);
Cosa non mi è piaciuto: avevo ragione a dubitare di Daivari ed il match pessimo ne è la riprova: proveranno a rigirare la minestra con l'aggiunta di Big Ryck ma la faida proprio non mi convince.
 
Anche per oggi abbiamo terminato il nostro spazio settimanale, appuntamento tra sette giorni, sempre con Lucha Underground, sempre su zonawrestling.net.
Have a nice day,
8-Bit
8-Bit
Appassionato di wrestling fin da quando trasmettevano Velocity su Italia 1, col tempo ho ampliato il parco di federazioni da seguire, tra major e indies, andando a recuperare pure federazioni storiche come la ECW (di cui ne ripercorro la storia sul mio blog). Da ottobre 2012 scrivo report per il sito: sono partito da Superstars fino a toccare un po' tutti gli show (WWE e non); attualmente mi dedico a tempo pieno a Main Event.