Benvenuti ad una nuova puntata di Main Event. Non ritardo più, giuro (è Estate anche per me pt20000). Oggi uno degli argomenti principali sarà l’arresto shock di Stephanie McMahon. Ora Seth Rollins en tra nel ring accompagnato dalle immagini di Battleground che lo hanno visto perseguitato da Dean Ambrose. Lo sfidante di oggi di Seth sarà Fandango.

Pubblicità

 

Fandango vs Seth Rollins (2.5/5)

Al via le scommesse per la durata del match. You Sold out per Rollins. I due si studiano e ha la meglio Rollins. Rollins viene atterrato da un Dropkick. Fandango comunque sembra essere leggermente tifato. Fandango viene portato all’angolo con una serie di calci e pugni. Fandango viene schiantato con la faccia su uno dei paletti. Poi viene portato al centro del ring e si becca una Headlock che dura pochissimo. Prova a liberarsi, ci riesce, prova lo schienamento che arriva a 2. Poco dopo ci riprova ed arriva con un roll-up ancora a due. Fandango è ai paletti con Rollins, il quale riesce a schiantare con la classica powerbomb l’avversario all’angolo e poi a connettere la Blackout. VINCITORE: SETH ROLLINS.

 

RAW Rebound su Lesnar, pubblicità sui soliti programmi del Network e poi subito secondo match.

 

Jey Uso vs Ryback (W/Curtis Axel) (2.75/5)

Basta, dico sul serio.  Ok fare questi incroci fra i due team, ma hanno rotto. Il pubblico urla “booring”. Nei primi minuti non vediamo niente, poi parte una sfida di chop che ovviamente vince Ryback. Poco dopo sembra riproporsi la sfida ma Ryback viene bloccato in un roll up per due volte consecutive, e tutt’e due arrivano a un timido 2. Poco dopo ANCORA un roll-up che arriva a 2. I due si rialzano e serie di chop di Jey, che prova lo splash dai paletti ma si becca una Spinebuster al volo. Sembra tutto finito quando Jey blocca la clothesline di Ryback con una telefonatissima Samoan Drop. Classico tributo a Rikishi con schianto sull’avversario ai paletti. Axel distrae Jey, ma viene atterrato da Jimmy. Ryback ne approfitta e va a vincere con una Clothesline. VINCITORE: RYBACK.

 

Oggi avremo Rusev vs Jack Swagger. Vedremo.

 

Intanto siamo nell’area interviste e Renee ci presenta Titus O’Neil e Heat Sleater. Renee chiede ai due cosa ne pensano del match che avranno tra poco contro Big E e Kofi. Allora Heat dice che non importa quel che è successo due settimane fa. Slater è convinto di aver fondato il tag team più forte. Allora Titus risponde che prima cosa questo non è un team, e seconda che per vincere deve stare zitto a un angolo ad ascoltarlo. Heat comunque non sembra tanto afflitto e continua a crederci.

 

Titus O’Neil & Heat Slater vs Kof E (2/5)

Aiutatemi col nick per il team di Kofi & Big E. Kofi & Titus in da houe per iniziare il match. Kofi prova a fare lo spavaldo ma viene massacrato da Titus. Allora Slater si prende il tag e Titus è abbastanza contrario. Serie di kick e avversario ancora a terra, poi segue una Headlock. Kofi riesce ad alzarsi ma viene portato all’angolo. Kofi si riesce a ribellare ma non riesce a dare il tag. Allora Titus si prende il tag e Heat litiga con lui. Kofi intanto sgattaiola su Big E che ha il tempo di dare il cambio. Big E massacra tutto e tutti. Classico comeback. Kofi con la Trouble in Paradise abbatte Heat. Mossa di coppia tra Big E e Kofi su Titus che viene distrutto. Stessa cosa si ripete su Heat Slater. Big E allora schiena entrambi gli avversari insieme per schernirli. VINCITORI: KOF E

 

Intanto review di Battleground dove abbiamo visto Jack Swagger perdere per count out.

 

Siamo ancora nella sala interviste dove Renee ci presenta Jack e Zeb Colter. Renee chiede a Zeb cosa ne pensa del rematch di oggi. Zeb non perde l’occasione per svalutare la Russia, definendo gli USA superiori e capaci di smontare la Russia appunto in qualsiasi momento. Zeb non si risparmia il WE THE PEOPLE finale.

 

Torniamo nella zona interviste dove Renee accoglie  gli sconfitti Heat e Titus. Titus offende Heat e definisce questo team one night only. Dice di tenere Slater lontano da lui. Sleater però dice che questo team deve continuare a vivere, ed è proprio questo che vuole il WWE Universe, in seguito se ne va esultando.

 

RAW Rebound sull’arresto di Stephanie.

 

E’ il momento del nostro main event.

 

Rusev (W/Lana) vs Jack Swagger (W/Zeb Colter) (3/5)

Jack viene schiacciato agli angoli. Viene distrutto dalla potenza del russo. Rusev prova l’ennesimo attaco ma viene spedito fuori dal quadrato e comincia a zoppicare. Il pubblico incita gli USA a gran voce. Rusev finalmente decide di rientrare nel ring. Al ritorno dalla pubblicità troviamo Rusev subire. Rusev però riesce a convertire un Irish Whip in una Clothesline. Jack è a terra e si becca svariate ginocchiate da Rusev. Jack finisce fuori dal ring e Rusev lo insegue. Rusev lancia Jack sulle barricate e sui pali di sostegno del ring, e infine sulle scale d’acciaio. Viene portato nel ring e viene colpito numerose volte alla testa e poi viene chiuso in svariate sottomissioni. Jack si alza e colpisce alla testa Rusev, prima con la testa e poi con un calcio. Rusev prova la Clothesline ma fallisce il colpo e proprio lui si becca una Clothesline dall’avversario. Finalmente Rusev a terra. 1,2, niente. Swagger prova la Swagger Bomb ma viene alzato un piede da Rusev, che viene acciuffato e viene chiuso nella Patriot Lock. Poco dopo però riesce ad acchiappare le corde. Rusev si sente in difficoltà ed usa la bandiera della Russia per colpire illegalmente l’avversario. Zeb toglie la bandiera dalle mani a Rusev e lo va a colpire con un Big Boot. VINCITORE PER DQ: JACK SWAGGER.

 

La puntata giunge al termine.

 

Considerazioni Generali: Tutti match abbastanza bruttini tranne il ME che è stato abbastanza piacevole. Altre note positive sono state i siparietti di Heat e Titus abbastanza divertenti, il promo sempre bello e velenoso di Zeb Colter ed anche il tifo che oggi non è stato niente male.

 

smileyCosa mi è piaciuto: Siparietti di Heat e Titus, promo di Zeb , ME e tifo.

 

angryCosa non mi è piaciuto: Tutti i match tranne appunto il ME, troppo corti o troppo ripetitivi.

 

Voto finale: 5 e mezzo/6.

 

Per oggi è tutto, ci si vede Mercoledì.