Intervistato in occasione dei suoi vent’anni di carriera in WWE, l’ex campione del mondo Mark Henry ha parlato di quali sono le lezioni più importanti che insegna ai giovani che vengono introdotti nello spogliatoio della federazione.

Pubblicità

L’ex atleta olimpico ha spiegato: “Per prima cosa gli spiego la cultura dello spogliatoio. Questa è la cosa più importante che devono imparare. Rispettare e onorare chi è venuto prima di loro, non parlare troppo, ascoltare. Devono essere umili, riuscire ad accettare consigli senza pensare di sapere tutto – ha raccontato Henry, che po ha proseguito con il suo programma – Una volta imparato questo, cominciano le lezioni di psicologia. La gente pensa che il nostro sport stia nella capacità di saltare, rotolarsi, le prese e tutto il resto. In realtà è tutta una questione di psicologia. Certe volte è qualcosa di semplice: grande contro piccolo, veloce contro lento, buono contro cattivo. Certe volte però le cose si complicano, con i tuoi movimenti, le tue azioni, il tuo aspetto ed i tuoi sguardi devi essere in grado di dire cose che solitamente la gente spiega a parole”.

Henry ha poi spiegato chi è stato in questi tanti anni il suo miglior allievo: “Ce ne sono stati tanti. Mi pregio di aver predetto a Daniel Bryan quale sarebbe stato il suo futuro già prima che arrivasse qui, quando l’ho visto nel circuito indipendente. Lui ha riso e ha detto, ‘Ok, sono già felice di essere qui’. Io allora gli ho risposto: ‘No fratello, non devi essere felice di essere qui, devi prendere l’iniziativa per essere quello che ti sto dicendo che puoi diventare’. Potrei dirvi altri nomi, Randy Orton, Kofi Kingston, e vantarmi di averli guidati verso la grandezza, ma non posso prendermi tutto il merito per il lavoro che hann ofatto. Posso solo dire di aver visto qualcosa in questi ragazzi e di aver fatto del mio meglio per aiutarli”.

FONTEwwe.com
Giuseppe Calò
Webmaster di Zona Wrestling, quando non è sul ring lavora in un'agenzia di comunicazione di Palermo. Ama il calcio, le serie televisive e la sua adorata Ambra. Se il sito non funziona al 99% è colpa sua.
  • Believe in the Shield

    Grande Mark

  • MizThunder

    insegnagli anche a mettersi una giacca color salmone per fare il promo della vita XD

    • LORD_SUNSHINE

      quel promo , rimarra una delle cose più belle che abbia mai visto in 12 anni che seguo la wwe.

  • wakko

    Da stimare assolutamente

  • Lucky

    Un grosso applauso! Mark obbiettivamente non mi ha mai colpito come lottatore, però bisogna stimare veramente tutta la sua professione e disponibilità

  • Gai Dillinger Maito

    Certo che è una questione di semplicità, almeno in WWE.
    Altrimenti come avrebbero fatto a renderlo un top heel con i controca*zi?

  • Alessandro_91

    Fosse più giovane,nel pieno della forma e con il character del 2011 allora sarebbe oro per la WWE attuale altro che quella pippa di Strowman.

    • Il bello è che la WWE si sia fatta sfuggire Bubba Ray che aveva ancora tanto da dare e invece era rilegato alla divisone di coppia.

      • Alessandro_91

        Visto che avevano ripreso anche D-Von allora penso sia stato giusto così.
        Poi una volta sciolta la coppia allora si poteva proporre Bubba in singolo.

        • Il Becchino

          Si dice che D-Von sia rimasto in WWE

  • TheBone

    Stimo Henry, ma lui a Bryan non aveva proprio niente da insegnare, semmai era il contrario, Bryan superiore in tutto a tutti, psicologia, storytelling, tecnica, abilità in ring.

    • Asylum Ambrose

      Quello è vero, ma Henry cosa ha detto? Ha detto che in WWE devi ascoltare coloro che ci stanno da più tempo, cosa che nelle indies non sei tenuto a fare.

      • TheBone

        Io parlo della seconda parte dell’intervista, quella in cui parla di “allievi guidati verso la grandezza”.

        • Asylum Ambrose

          È tutto vero. Bryan lo ha semplicemente superato. C’è anche un detto che dice così: l’allievo che supera il maestro.

    • Matt16

      Henry ha predetto un grande futuro a Daniel, non è stato suo allievo nel senso stretto del termine, semplicemente gli avrà fatto da guida quando era appena arrivato in WWE.

      • TheBone

        Gli avrà indicato dov’erano i bagni, perché altro a Bryan non poteva insegnare xD

        • Son of a Bleach!

          Non dal punto di vista “wrestling”in ring..ma il come muoversi nell ambiente..l atteggiamento da tenere nello spogliatoio..con chi parlare e come..cose di questo genere…e magari anche il come porsi con il pubblico..anche se non credo..

        • Alessandro Tulelli

          Avrò pure una memoria dimmerda, ma a Bryan chi lo alzò il braccio in una fatidica puntata di RAW ? Padella De Facioli. Henry ha detto di aver visto qualcosa d’importante nell’ex American Dragon già dal suo periodo Indy. Anche i migliori possono sempre imparare cose nuove

  • Contro Nessuno

    Ecco spiegato perché Roman Reigns (suca) è scarso sia nel ring che quando scrive i tweet…
    Io sarei un ottimo wrestler dal punto di vista psicologico…e in quanto a mimica…visto ce sono attore.

  • Eddie Guerrero

    Grande Mark Henry condivido in pieno, da stimare e rispettare ha detto cose tutte giuste.

  • Caro Henry ti voglio bene, ma l’umiltà, il saper ascoltare e l’onorare i più anziani è una cosa che potevi insegnare prima, a quelle persone che non avevano alle spalle anni e anni di tantissima gavetta, ma non a questi wrestler delle indy. Se questi ragazzi non fossero umili, non verrebbero bookati dalle federazioni indipendenti, perché sarebbero difficili da gestire e quindi si giocherebbero la carriera. Quei consigli oggi servono solo a quei lottatori che non vengono dal pro wrestling, ma da altre discipline.

  • TylerWolf

    discorsi mai scontati,dovrebbero prenderli a mantra

  • Frank

    Gran persona. Tanta umiltà e disponibilità ad aiutare i giovani, così devono fare i “vecchi”.

  • G.S.B

    ha fatto anche un’altro record essere in wwe da vent’anni perchè so che ha combattuto sempre in wwe ed aver vinto solo 3 titoli una volta per ognuno.

    • Alessandro Tulelli

      Il Titolo Europeo glielo regalò Jeff Jarrett perchè Henry lo aveva aiutato a battere D’Lo Brown a Summerslam nel 1999 per le due Cinture ( Europea ed Intetcontinentale ) detenute dal suo ex compagno di Stable nella Nation of Domination e Double J decise di ricompensarlo in tal modo. Le vittorie dell’ECW Championship contro Big Show ed il Campione Kane a Night of Champions nel 2008 e del World Heavyweight Championship sempre a NOC nel 2011 sconfiggendo Randy Orton sono state decisamente più prestigiose e significative. Fonti: MyShitMemory ft Wikipedia. Henry ha davvero, come molti altri, dovuto partecipare ad Angle e Storyline demmerda, ma pur non essendo un fenomeno nel ring, si è meritato il successo che ha ottenuto e di certo è una figura di riferimento per molti

      • G.S.B

        può essere un maestro di vita forse, ma di wrestling per gli altri non credo soprattutto per come è cambiato il wrestling.

  • Stex14

    Stima assoluta per un grandissimo professionista!

  • Tiger Mask

    Caro Mark, Bryan sARebbe arrivato a quei risultati li’ con o SENZa te, semplicemente perche’ e’ un fenomeno, punto.