Benvenuti ad un nuovo episodio di Monday Night Raw, oggi in diretta da Boston, Massachusetts. A raccontarvi l’episodio dello show rosso che precede la disputa di Extreme Rules, è Alessandro Buccarella, al suo primo report in assoluto e pronto ad essere linciato.

Pubblicità

 

La puntata si apre con un video che ripercorre la storia tra Roman Reigns e Bobby Lashley, due tra i protagonisti di questa domenica, seguito dall’ingresso del Big Dog, amatissimo a Boston come Higuaìn lo è al San Paolo. Reigns chiama sul ring Lashley, dicendo di essere curioso di ciò che è capace e di dimostrarglielo subito. Il Dominatore non tarda ad arrivare, e, nonostante i successivi tentativi del GM Kurt Angle e del “Constable” Baron Corbin, i due iniziano una rissa da bar, dove nemmeno mezzo spogliatoio riesce a contenere i due prossimi sfidanti a ER. Il tutto si conclude con un tope suicida di Reigns fuori dal ring su Lashley e alcuni dei wrestler che hanno tentato di fermare questa scazzottata, che è sempre un buon modo per aprire la serata e far scaldare (parzialmente) il pubblico.

 

Dopo la pubblicità, è arrivato il momento delle Womens.

Match No. 1: Alexa Bliss & Mickie James vs. Nia Jax & Natalya (usr 2)

Tag Team Match molto basilare, che, dopo un breve lavoro delle heel su Natalya, viene risolto dall’Hot Tag di Nia, che chiude le ostilità dopo un Legdrop ai danni di Mickie.

Winners: Nia Jax & Natalya

Dopo il match, la Bliss attacca Nia con una kendo stick, ma dopo tre o quattro colpi, l’ex campionessa prende possesso dell’oggetto, spezzandolo in due, facendo così fuggire la campionessa, seguita dall’amica Mickie. Teaser di ciò che ci aspetta a Extreme Rules.

 

Dopo un recap della faida tra Kevin Owens e Braun Strowman (3 minuti di recap, wtf?), vediamo il canadese fare la voce grossa nell’ufficio di Kurt Angle, dicendogli che nonostante tutto ciò che ha passato a causa di Strowman, lui è ancora lì. Ma ciò non preclude il fatto che il canadese sia in possesso di un certificato medico che lo dichiara impossibilitato a lottare, dicendo poi che resterà nell’ufficio di Angle per tutto il resto della serata. Angle muto, Owens sempre più geniale.

 

E siamo arrivati al match più atteso della serata.

 

Match No. 2: No Way José vs. Mojo Rawley (usr 1)

Povera l’offensiva di NWJ, che viene sovrastato dalla superiore forza fisica dell’ex Hype Bro in poco meno di 5 minuti. Che amarezza.

Winner: Mojo Rawley

 

Dopo il secondo stacco pubblicitario, ecco arrivare sul ring Seth Rollins, accolto come al solito molto calorosamente. Dopo aver elencato tutti i suoi soprannomi per comprarsi un pò di più la platea, Rollins parla del suo Ironman Match di questa domenica, dove riconquisterà (e se lo dice lui) di sicuro il suo titolo intercontinentale ai danni di Dolph Ziggler, dicendo anche che la presenza di Drew McIntyre non avrà alcuna importanza. E proprio qui viene interrotto dall’arrivo dei suoi due rivali, i quali sminuiscono le precedenti dichiarazioni di The Architect, con Dolph che afferma che lui potrà essere Seth “Freakin” Rollins, ma “you’re no Dolph Ziggler, brother”. Rollins quindi prende di mira lo scozzese, chiedendogli il perchè continua a seguire gli ordini di quella nullità (riferito allo Show Off), prendendo poi in giro le origini di McIntyre, il quale, ferito da tale perculata, lo sfida in un match questa sera!. Il pubblico inneggia il coro “Yes!”, e Rollins non esita ad accettare la sfida.

 

Successivamente, vediamo il B-Team, Bo Dallas e Curtis Axel, entrambi travestiti come i loro rivali, i campioni di coppia di Raw Matt Hardy e Bray Wyatt, i quali, dopo un breve e triste promo degli sfidanti, arrivano sul ring dopo lo spegnimento delle luci, con Hardy che dice che il tempo di giocare è finito. #Esticazzi?

Match No. 3: Matt Hardy vs. Bo Dallas (usr 2)

Match dal ritmo basso e noioso, con Hardy che domina il 90% della contesa, prima di essere gabbato dalla distrazione di Axel e dal successivo neckbreaker di Bo che mette fine al match.

Winner: Bo Dallas

Post match, Wyatt attacca Axel con una Uranage Slam e Hardy connette una Twist of Fate su colui che l’ha schienato 30 secondi prima. Wonderful.

 

Subito dopo, Bobby Lashley, intervistato da Renee Young, dissa Roman Reigns, dicendo che non lo rispetta, che odia come parla e come si comporta, credendo di essere lo sceriffo di Raw, e nonostante apprezzi il fatto che Reigns darà tutto pur di batterlo, lui sa che come Reigns salirà sul ring domenica, non tornerà più indietro, chiudendo con il “Believe that” del samoano.

 

Secondo match delle donne in arrivo.

Match No. 4: Liv Morgan vs. Ember Moon (usr 2,5)

Buon match tra le due, e sono rimasto molto sorpreso da Liv, che è una cosa molto positiva dal mio punto di vista. Il match si chiude con un tentativo di roll-up della Morgan, ribaltato però a sua volta da uno schienamento a jackknife di Ember, che gli vale il conto di tre vincente.

Winner: Ember Moon

 

Subito dopo, vediamo arrivare l’IC Champion Dolph Ziggler e Drew McIntyre nell’ufficio di Kurt Angle (dove c’è ancora Owens). Il GM dice allo scozzese che se non sconfiggerà Seth Rollins questa sera, sarà bandito da bordo ring domenica notte. Drew afferma che non c’è alcun problema, poichè sarà sicuramente lui a vincere.

 

Dopo un’altra pubblicità (troppo lunga) siamo pronti per il quinto match della serata.

Match No. 5: Baron Corbin & Elias vs. Bobby Roode & Finn Bàlor (usr 3)

Buon incontro di coppia, con gli heel che hanno lavorato molto bene insieme nella prima parte dell’incontro e buona anche la controffensiva dei buoni, soprattutto quella di Finn, la quale però non basta. Infatti, dopo una spinebuster di Roode ai danni di Elias (che non era l’uomo legale), sarà Baron Corbin a connettere la sua End of Days ai danni del glorioso che gli vale la vittoria. Ha senso far schienare Roode e non Bàlor, tanto Roode nel PPV non ci sarà (tristezza).

Winners: Baron Corbin & Elias

 

Subito dopo, ecco arrivare nell’ufficio del GM Kurt Angle il Mr. Money in the Bank Braun Strowman, il quale viene a sapere che affronterà Kevin Owens ad Extreme Rules in uno Steel Cage Match. Menzione d’onore ancora una volta per KO, che si è nascosto dietro Angle per tutto il tempo del segmento.

 

Subito dopo, vediamo Bayley e Sasha Banks parlare, ma non sentiamo nulla visto che i commentatori ci parlano sopra. Ok.

 

E siamo arrivati al Main Event della serata.

Match No. 6: Seth Rollins vs. Drew McIntyre (usr 3,5)

20 minuti belli e solidi tra questi due. Il pubblico non è ancora pienamente coinvolto da McIntyre, ma è solo una questione di tempo, visto che è appena arrivato nel main roster, e incontri di questo calibro possono soltanto rafforzare il suo personaggio e la sua relazione con le platee degli show settimanali. Ottimo anche il timing del finale, con Ziggler che si becca lo Stomp di Rollins, pur di avvantaggiare il suo alleato, che colpisce subito dopo il proprio avversario con il Claymore Kick, che risulta decisivo.

Winner: Drew McIntyre

 

Lo show si conclude con McIntyre e Ziggler che festeggiano sulla rampa, lasciando il povero Seth Rollins nel ring a leccarsi le ferite. Sarà lo stesso finale che vedremo domenica notte?

18enne, ragazzo che ama le lingue straniere e viaggiare. Fan di wrestling dal principio, adoratore di Crispen Wah sin dal principio e mark di Roman Reigns sin dai tempi dello Shield. Non uccitedemi.