Pubblicità

E’ da un po di tempo che non puntavamo i riflettori sulla Lucha e il Messico, ma credo sia tempo di colmare questa lacuna.

Partiamo dalla AAA, fresca fresca di Guerra De Titanes, primo Show del 2018, che ha visto quasi tutti i titoli passare di mano, fra grandi sorprese e alcune conferme.

La AAA dal 2016 a oggi ha vissuto una lunga serie di cambi di roster che avrebbero messo in crisi molte altre compagnie (qualcuno ha detto TNA?); dall’avere 3 ex-WWE come El Patron, Rey Mysterio e Myzteziz (Alias Mistico/Sin Cara) che monopolizzarono la scena, salvo vederli andare via nel giro di pochi mesi per screzi tutti interni (e con il clamoroso ritorno di Mistico in CMLL, ora Caristico), nel 2017, dopo aver vinto la scommessa col progetto Lucha Underground, aveva incentrato il suo Roster coi protagonisti del progetto di El Rey Network: Jhonny Mundo, Fenix, Pentagon Jr. Taya, Sexy Star erano le punte di diamante del Roster AAA; poi varie vicende di rapporti deteriorati con alcuni lottatori (Pentagon, Fenix) e spiacevoli episodi (Sexy Star) hanno portato i lottatori impegnati con LU a lasciare la federazione.

(Dr. Wagner Jr.)

E due anni con partenze di vertice avrebbero messo in crisi molti, ma la AAA ha colto l’occasione per affidare a nuovi volti in ascesa (Psycho Clown, Pagano, Lady Shani) e nuovi debutti (Lanzelot, Carta Brava, ecc) e sulle certezze di alcuni veterani di lungo corso (Averno, Texano Jr., Wagner Jr.) su cui ripartire.

Al momento, l’alchimia fra nuovo e vecchio sembra funzionare:a Guerra de Titanes, fra la sorpresa generale, Wagner ha riconquista per la terza il AAA World HW Title ai danni di Mundo, quando tutti, dopo la perdita della Mascara contro Psycho Clown, lo davano in rapida discesa nelle grazie della Asistencia; anche una veterana come Fabi Apache ha riconquistato per la terza volta il Reina de Reinas, detenuto per quasi tutto il 2017 da Shani, che è stato un’ottima campionessa, adatta a riportare la divisione femminile alla tranquillità, dopo la grave vicenda fra Sexy Star e Rosemary a Triplemania.

Ha finalmente conquistato il suo primo alloro AAA Australian Suicide, ponendo fine al regno di Lanzelot, mentre il Nuevo Poder del Norte ha conquistato i AAA World Trios ai danni di Averno, Chessman e Superfly.

Ma il prossimo grande scossone potrebbe gettarlo l’annunciato Mascara Vs Caballera fra Hijo del Fantasma e Texano Jr. per Rey De Reyes 2018 il prossimo 4 Marzo, un Match che oltre al titolo Latinoamericano, potrebbe mettere sul piatto un drastico cambio di carriera e ambizioni per i contendenti.

La CMLL, che negli ultimi 3 anni sembrava accusare il passo sulla AAA, sembra rimessa in carreggiata, complice anche arrivi dalla AAA (come L.A Park, il rientrante Caristico e altri) e una certa ventata di novità.

Sta sorprendendo abbastanza positivamente il regno come CMLL World HW Champion Marco Corleone (l’ex Jindrak in WWE), al suo primo regno massimo dopo anni di onorata gavetta e carriera nel Consejo, un vero toccasano dopo il lungo (e non esaltante) regno di Maximo.

Conferme per  El Sky Team nei Trios e di Dalys come CMLL Women’s Champion, sembra che insomma l’età media dei campioni stia finalmente svecchiando un po, coi veterani come Atlantis, Negro Casas o altri relegati ai titoli secondari e col tentativo di lanciare i propri giovani nei piani alti, dopo passi falsi come far perdere la Mascara a Volador Jr. o La Sombra, per citare due storici esempi di passi falsi.

Nuovi talenti interni ed esterni stanno prendendo alquanto piede fra il pubblico e nelle Arene della CMLL, come ad esempio Sam Adonis, fratello di quel Corey Graves visto ad NXT come lottatore prima e attualmente come commentatore: da un’anno è stato coinvolto in feud di livello, arrivando anche ad avere un Caballera Vs Caballera contro Casas, perso ma con una grande prestazione, grazie anche al personaggio del fan di Trump.

Ma un grosso ago della bilancia di come potrà svilupparsi il futuro CMLL dipenderà dall’esito di un Match molto atteso e temuto allo stesso tempo: quel Mascara Vs Mascara fra Caristico e Mistico annunciato per lo Show dell’85° anniversario.

L’Originale contro l’Erede, chi la spunterà? E che conseguenze avrà per entrambi? Una vittoria di Caristico risolverebbe molte grane a lui e alla CMLL: tornerebbe a indossare la sua maschera originale probabilmente, la CMLL non avrebbe più conflitti sul caracter con il luchador, la AAA avrebbe carta bianca per far uscire un nuovo Myzteziz (l’identità usata da Caristico in Asesoria) dal cilindro, senza temere problemi col Consejo; la vittoria del secondo Mistico chiuderebbe la questione con Caristico (che potrebbe fare anche armi e bagagli e tornare in AAA magari) sul caracter e magari consacrare come futuro Main Eventer la seconda incarnazione della Lejenda de Oro y Plata; di sicuro, l’attesa per questo Match è molto alta.

(Mistico Vs Caristico)

Le altre realtà che fanno nel frattempo?

 

L’IWRG continua la sua collaborazione stretta con la AAA, ma per il resto non si sposta dal suo feudo a Naucalpan, con poche novità rilevanti, a parte aver avuto la possibilità di mandare diversi talenti a esordire in AAA, resistono come atleti di punta i Las Traumas, l’Ex AAA Mr. Electro e continua la tradizione di essere la fed con la più alta stipulazione annuale di Mascara o Caballera Match della Lucha messicana.

(Trauma I e II in IWRG)

La DTU continua a sfornare show, ma non sembra calamitare più l’attenzione che aveva negli anni passati, anche se vanta la presenza di atleti come Desmond Xavier fra i suoi campioni, soppiantata anche da nuove realta come The Crash e l’ultima nata, l’AroLucha.

In entrambe, la firma e lo zampino di Konnan, che ha portato molto dei suoi protetti ed atleti di Lucha Underground (Rey Mysterio, Pentagon Jr, Fenix) e atleti da collaborazioni importanti con IMPACT (i LAX su tutti o gli Hardyz) o NOAH nella prima, ma che adesso sta trasferendo contatti e atleti dalla Crash alla AroLucha, cosa che potrebbe creare molti problemi (anche in termini di accordi con IMPACT, ad esempio) alla federazione di Tijuana, mentre la AroLucha ha tutto da guadagnare, dalla partnership con Konnan.

Insomma, il 2018 sembra riservare molta carne al fuoco in Messico come non si vedeva da molto tempo.

 

Foto © AA, CMLL, IWRG, The Crash, AroLucha.

 

Enrico Bertelli “Taigermen”