Tori, Stivali, Sceriffi, Sergio Leone e Chuck Norris (nelle vesti di Walker Texas Ranger) ci danno il “Welcome” al AT&T center di San Antonio nello stato del Texas (stato che ha dato i natali a gente come Undertaker, Shawn Micheals e Stone Cold giusto per citare persone di poco conto insomma). Io sono Attila e sono qui confermato anche per questa puntata di WWE Monday Night Raw numero 1287. Cosa importante #StayAttila #StayNext! la WWE qualche ora fà ha annunciato chi sarà la prima e la più importante celebrità che farà parte della classe 2018 della WWE Hall of Fame; (Incredibile, Proprio lui! cit.) William Scott Goldberg detto Bill.

Pubblicità

Lo Show ha spento 25 candeline il giorno 11 corrente mese e mancano 13 giorni a WWE Royal Rumble. Le immagini di due settimane fa dell’attacco di Kane con successiva emulazione di Undertaker da parte di Lesnar e soprattutto quelle del brutale attacco di Strowman verso entrambi della settimana scorsa sono l’incipit di questo episodio. Entriamo nell’arena accolti proprio dall’ex Black Goat della Wyatt Family, con Micheal Cole e Corey Graves che ci ricordano cosa ha combinato l’innocuo Braun proprio sette giorni fa. Strowman con un microfono in mano ci spiega che the Beast e the Red Machine hanno avuto un assaggio di cosa accadrà a WWE Royal Rumble quando lui diventerà WWE Universal Champion. Suoni olimpici seguiti dagli “You Suck” si odano nell’arena, Kurt Angle insieme a un bel pò di guardie del corpo arriva sul ring. Il General Manager di Raw è un tantino irritato verso Braun accusandolo di essere un pericolo per tutto il roster e che ha messo al tappeto alcune delle sue più importanti attrazioni. Strowman che quasi gli vorrebbe rispondere con uno bel “stica” si limita a dire che non gliene frega più di tanto perché Angle sa cosa lui vuole, diventare campione alla Royal Rumble. Kurt Angle risponde che sarebbe fortunato se lui avesse ancora il suo match il 28 Gennaio, perché non ci sarà nessun Triple Threat Match; Braun Strowman ……YOU’RE FIRED!!! E così l’eroe olimpico se ne va via dal ring furtivamente, seguito da un “tranquillo” Braun Strowman nello stage senza alcuno opposizione delle guardie del corpo,  sicuramente tra un Martini e un apetizer nell’ufficio del General Manager entrambi parleranno della situazione in maniera pacata. Prima della pubblicità il trio di commentatori oltre la shoccante notizia ci ricorda del match tra Nia Jax e Asuka, per poi vedere Braun che sempre “tranquillamente” seguito dai Bodyguards, non va nell’ufficio del General Manager ma verso l’uscita.

Dalla pubblicità torniamo direttamente nel Backstage dove un sempre “docile” Braun Strowman gentilmente si avvia all’uscita quando una guardia decide di mettere fine alla propria esistenza invitandolo a sbrigarsi ad andare via. E niente penso che a San Antonio avranno parecchie parti umane da ricompare. Con Micheal Cole, Booker T e Corey Graves che ci confermano di un Braun Strowman oramai fuori controllo (Really?).

Sheamus e Cesaro entrano nell’arena per il loro match di coppia. Un cartello ci conferma il match titolato tra i The Bar e Jordan/Rollins per WWE Royal Rumble.

Match 1: Sheamus e Cesaro vs Titus O’Neil e Apollo Crews (with Dana Brooke) (2,5 / 5)

Re-match dalla scorsa settimana, dove i the Bar hanno l’opportunità di rifarsi dopo una cocente sconfitta patita. Il match nelle sua fasi iniziali e molto tecnico ma non ci risparmia di alcune mosse di potenza. Comunque abbastanza equilibrato anche se Sheamus e Cesaro stavolta sembrano tenere di più la situazione in pugno manovrando cum grano salis. Apollo Crews con un calcio volante riesce a dare il cambio a Titus O’Neil portando il suo Team in una situazione di Vantaggio, tentando addirittura uno schienamento su Cesaro che termina al conto di 2. Sheamus torna alla carica e raddrizza la situazione. Cesaro che nel frattempo è tornato uomo legale chiama la Neutralizer, neutralizzata però da Titus che da il Cambio ad Apollo Crews che con un volo dal paletto tenta due volte lo schienamento, Kick-out l’esito del primo intervento salvataggio dell’Irlandese per il secondo. JASON JORDAN entra in scena, Sheamus e Cesaro si distraggono, Roll-up di Apollo 1-2-3!!! Il Titus World Wide sconfigge per la seconda settimana consecutiva i The Bar.

Vincitori: Titus O’Neil e Apollo Crews.

Con Jason Jordan divertito raggiunto da un contrariato Rollins e i the Bar nel ring incazzati si chiude questo segmento di Raw. Anche perché dobbiamo andare nello stage dove Braun Strowman trova l’ufficio del General Manager e una volta entrato non trovando Kurt Angle decide che bisogna cambiare l’arredamento dell’ufficio e quindi si prende la libertà di poter distruggere ogni oggetto possibile.

Mentre tutti sono intenti a ristorarsi nella sala Buffet un pazzo li raggiunge urlando “Braun Stowman is Coming”, nessuno pare intento a dargli peso. In un minuto non rimane più niente del Buffet con tanto di Curt Hawkins che si ritrova steso sul tavolo mentre gustava il suo spuntino. Il tutto si chiude con un goloso Braun che non risparmia alla sua dieta un fetta di torna al cioccolato che un povero chef stava portando sul Buffet che fù.

Mandolini e tricolore italiano il Cruiserweight Champion entra a suo modo nell’arena. Promo di Enzo Amore dove ovviamente ci annuncia che alla Royal Rumble uscirà campione. Cedric Alexander e Goldust a questo punto possono entrare nel ring visto che l’uomo dorato ha qualcosa da dire a Enzo. Cedric Alexander ti batterà fra due settimane e ci sarà una sola parola per definirlo mio caro Enzo “CHAMPION” gli ha da informare il buon Dustin. Allorchè Cedric gioca col pubblico contro Amore facendogli lo spelling della parola che meglio lo descriverà dopo il loro match titolato “S-W-A-F-T”.

Match 2: Tony Nese (with Cruiserweight Champion) Enzo Amore vs Cedric Alexander (with Goldust) (2,5 / 5)

Nel frattempo prima del match ci mostrano un Braun Strowman sempre pacatamente intento a distruggere tutto quello che può “Kurt ti faccio vedere io come mi licenzi”. Torniamo nel ring dove Tony Nese sembra essere in buona giornata contro il number one contender al titolo di categoria Cedric Alexander tanto da fare i crunch addominali mentre Cedric e appeso a testa in giù sul paletto con lui che lo scalcia. L’errore di Nese e fare troppa polemica col l’arbitro e giocare col pubblico dando modo al suo avversario di riprendersi. Schermaglie tra Goldust e il Cruiserweight Champion all’esterno del ring distraggono i due contendenti. Cedric con una gomitata volante dal paletto però tenta di porre fine al match, solo conto di due però. Allora torna sul suo avversario ma viene chiuso in una variante della Sleeper Hold. A questo punto Tony Nese sembra tornare in controllo totale del match ma Alexander riversa tutto nella sua mossa finale 1-2-3!!!

Winner: Cedric Alexander

Torniamo nell’ufficio del General Manager Kurt Angle insieme ad un arbitro contano l’ammontare economico del disastro combinato da Strowman (E io pago! starà pensando Vince da casa). Un altro arbitro informa l’eroe olimpico che Braun è diretto verso il camion della regia “Oh My god! Può fare danni per milioni di dollari!” e da lottatore di wrestling Angle indossa i panni di Husain Bolt e si fionda verso il parcheggio. Tornati dalla pubblicità troviamo Braun fare visita al camion regia intento sicuramente a scoprire le innovazione tecnologiche nel campo apposito. Stranamente stavolta Braun sembra non distruggere nulla e va via, tanto che gli addetti alla regia prima terrorizzati sembrano tornare ora comodamente nelle loro postazioni quasi increduli ringraziando Saint Gennary. AH NO! Braun dopo aver fatto un pò di studi di cinematografia vuole sgranchirsi i muscoli ribaltando la cabina di guida del TIR (Mente sana in corpore sane d’altronde). Arriva Kurt che pare dissuaderlo, nel frattempo riceve una chiamata del quale non è felice (Qualcuno ha detto Stephanie?), ma non può rispondere perché Strowman ritorna sui suoi passi e ribalta agevolmente la cabina di guida. Torna nell’arena fermandosi sullo stage si guarda intorno seguito sempre da due coraggiosi inservienti. Probabilmente affezionatosi nel tempo Braun non vuole andare via da Raw senza portarsi dietro Micheal Cole. Ma Angle lo raggiunge gli dice che non può portarsi via l’amatissimo commentatore e che Stephanie McMahon l’ha appena chiamato. Il General Manager ci informa che la Commissioner dello Show Rosso lo ha riabilitato e che riavrà il suo match a patto che lasci in pace Cole. Strowman finalmente felice sembra andare via ma giustamente perché andarsene senza lanciare prima Micheal Cole su tutti gli scagnozzi che Angle si porta al seguito? E’ così si chiude la prima ora di Raw forse rimasta orfana del suo telecronista principe.

E’ proprio così per il match tra Asuka e Nia Jax troviamo Tom Philips che ci informa sulle condizioni di Cole impossibilitato a continuare.

Match 3: Asuka vs Nia Jax (3 / 5)

Asuka sembra non voler perdere tempo e vuole partire forte ma la forza della Jax si sente e come. Sicuramente è un match molto atteso per la divisone femminile in generale della WWE. Tentativo di sottomissione con la Black Window da parte della giapponese. Nia riesce ad uscirne abbattendo Asuka con un Body Slam accompagnato. La Jax è in controllo del match quando ingenuamente cade nell’armbar della giapponese. Ma niente Nia Jax riesce a sollevare la giapponese e a sbatterla sul paletto tornando in totale controllo dell’incontro. Pubblicità. Al ritorno troviamo l’imbattuta ex campionessa femminile di NXT veramente in seria difficoltà al centro del ring dove Nia Jax tenta di indebolirla con una presa addominale. Colpo di astuzia di Asuka che riesce ad evitare un ulteriore Body Slam e a colpirla con un Kick volante a media altezza. La giapponese continua l’offensiva con degli YES! Kick, ma niente da fare. Nia Jax si rialza la solleva POWERBOMB su Asuka, 1-2-Kick-Out! Asuka si salva in corner, Nia Jax frustata tenta di riprenderla ma Asuka riesce a ribaltare la situazione in una presa a terra sulla caviglia stile armbar(onestamente non conosco la mossa sorry) ma  la presa della corda ferma la sottomissione. L’azione si sposta fuori del ring dove Asuka colpisce la Jax sul ginocchio che dolorante torna sul ring giusto sul conto di 9 e 30. Ma Nia Jax sembra troppo dolorante al ginocchio l’arbitro chiama il KO tecnico in un’ambiente surreale perché non è in grado di proseguire il match. Peccato la contesa era buona, c’era pathos e il pubblico stava reagendo bene all’incontro tanto da rimanerci male per il risultato.

Winner: Asuka per KO tecnico.

 

Al capezzale della Jax si affrettano i medici e anche la Campionessa di Raw Alexa Bliss preoccupata per le condizioni della titanica amica (sono abbastanza sicuro a questo punto che si tratti di un work).

Nell’ufficio del General Manager Kurt Angle è intento intanto a raccogliere i cocci del Terremoto Braun Strowman quando viene raggiunto da suo figlio (?) Jason Jordan (PS: avete presente Palla di Lardo col sergente Hartman in Full Metal Jacket, ecco lo stesso sorriso demenziale e sul volto di Jason). Kurt è a pezzi gli confessa subito che non è giornata che ha avuto un brutto periodo poc’anzi. Jason Jordan incurante dice di comprenderlo ma che lui non vede l’ora di difendere il suo titolo a Royal Rumble. Con tanto di difficoltà nel pronunciare il nome dello Special Event per l’emozione. Ma ribadisce WWE Royal Rumble è fra due settimane ma lui vuole far competere il suo partner stasera, ha paura che possa arrivare allo Special Event fuori condizione contro Finn Balor. Ovviamente Kurt glielo concede pur di essere lasciato in pace. Quindi avremo un replica del primo Universal Championship Match svoltosi a WWE Summerslam 2016 con Seth Rollins contro Finn Balor. Possiamo solo immaginare la felcità dell’Architetto del Ring a sapere cosa gli ha propinato il suo partner per caso.

Video alla memoria in tributo di Martin Luther King.

Negli spogliatoi femminili Alexa Bliss è intenta a prendersi cura di Nia Jax col del ghiaccio incredula per ciò che è successo e dispiaciuta per la situazione che si è venuta a creare per colpa sua (ok tranquilli è un work). Ma ecco che come un trottolino amoroso Enzo Amore viene a sincerarsi delle sue condizioni, dispiaciuto quanto sconsolato. Alexa Bliss dice ad Enzo che forse è meglio che si allontani che non è il momento ma Nia fa segno alla campionessa di smetterla. Quasi presa da gelosia Alexa Bliss abbandona lo spogliatoio lasciando i due da soli.

Match 4: Tag Team Match The Revival vs Local Competitors s.v.

Squash Match con vittoria scontata dei Revival in pochi minuti. Più interessante sicuramente l’intervista a fine match sul ring dove fanno intendere che loro non giocano su un pc a fare wrestling, lo hanno studiato per praticarlo su un ring. Allorché gli viene chiesto quale tipologia di wrestling hanno studiato quella di Shawn Micheals o Stone Cold Steve Austin. Noi non abbiamo studiato degli intrattenitori ribadiscono, loro hanno studiato la “vecchia scuola” sono dei lottatori professionali. Solo un team detterà legge per i prossimi 25 anni (solo così pochi?) a WWE Monday Night Raw e li abbiamo ora davanti agli occhi.

Winner: The Revival

Prima della pubblicità buone notizie, Elias si avvia sul ring con la sua immancabile chitarra per farci capire cosa troveremo al ritorno dalla stessa.

Tornati dalla pubblicità per i 25 anni dello Show Rosso ci viene proposto un famoso segmento con Daniel Bryan che nel 2014 #OccupyRaw pur di avere il suo match con HHH ed in caso di vittoria far parte del Main Event di Wrestlemania 30.

Arena al buio con l’occhio verso il centro del ring “Who wants to walk with Elias?“. Solito di dileggio verso la città di San Antonio e contro quelli che parteciperanno al Royal Rumble Match maschile da parte del Drifter Elias visto che anche lui sarà del match. La seconda parte del pezzo è un tripudio di elogi per introdurre la star di Hollywood insieme a tutto il suo Entourage. AWESOME! I come to Play. Il magnifico The Miz entra in scena. Al centro del ring vestito di tutto punto con un microfono in mano ci ricorda che lui settimana scorsa è tornato dopo 6 settimane di assenza. Sa che per 6 settimane abbiamo tutti sentito la sua mancanza in maniera terribile. Nemmeno per John Cena e per Brock Lesnar abbiamo patito tanto l’assenza come per lui, così Kurt Angle è stato felice di concedermi il mio re-match contro Roman Reigns per il titolo Intercontinentale. Io regalerò un momento per cui farò parlare per i prossimi 25 anni perché Roman il titolo tornerà mio e questo sarà sicuramente AWESOME. Risuona la fu theme song dello Shield per l’arrivo del Big Dog Roman Reigns che avrà un Handicap match contro le controfigure del magnifico. Ricordando a tutti che settimana prossima per il 25° anniversario di Raw il titolo sarà in palio fra i due.

Match 5: Handicap 2 on 1 match Bo Dallas e Curtis Axel (with The Miz) vs Roman Reigns (1,5 / 5)

Solo grazie alle distrazioni di The Miz, che si dimostra anche un ottimo allenatore, riescono a mettere in difficoltà Roman i due scagnozzi. Tanto da riuscirlo ad abbatterlo contro i gradoni d’acciaio all’esterno del ring. Per tanti minuti The Guy viene messo al tappetto con varie mosse di sottomissione e all’angolo da Curtis Axel prima da Bo Dallas poi. Il match rimane in questa fase di stallo finché Bo non prova una vertical DDT sul campione con tentativo di schienamento annesso. Risultato? Un misero conto di 2. Cori pro e contro Roman che si mischiano nell’arena intanto. Quando finalmente il campione Intercontinentale riesce a far fuori Bo Dallas e a mettere l’uomo legale Curtis Axel alle strette Miz prova a distrarlo senza successo. Roman riesce a far combinare una DDT di Bo su Curtis. UUUUAAAHHH pronto al Superman Punch ma The Miz tenta di distrarlo ancora una volta ancora senza esito positivo visto che Roman la connette comunque. Invece di schienare Curtis, esce dal ring per un Superman Punch su Bo Dallas e tentativo di oltraggio su The Miz. Nell’inseguimento finiscono nel ring dove Curtis Axel rischia il clamoroso con un tentativo di Roll Up su Reigns che termina al conto di 2 e 3/4. L’incontro viene chiuso da una spear di Reigns su Axel 1-2-3!! See You next week Miz.

Winner: Intercontinental Champion Roman Reigns

Sasha Banks (PS 2: permettetemi di andare completamente contro e in disaccordo verso qualsiasi commento come quelli che sto vedendo in questi giorni contro Sasha Banks sulla situazione Paige. Sperando di non vederli in questo report . Commenti triti e ritriti già contro Seth Rollins con Sting per far esempio) entra nel ring accompagnata da Mickie James e Bayley. Entrano le Absolution capitanate come sempre da Paige. Per ora non si fa nessun accenno alla storia che vorrebbe costretta ad un ritiro forzato l’Inglesina dopo l’incidente con Sasha in un Live Event, tra l’altro viene ancora mostrata come partecipante al Royal Rumble Match femminile.

Match 6: Sasha Banks (with Bayley e Mickie James) vs Sonya Deville (with Paige e Mandy Rose) (1 / 5)

Match veloce e abbastanza noioso onestamente. La Deville raggiunge la vittoria schierando Sasha Banks dopo che l’ex campionessa fallisce un attacco dal paletto subendo un calcione dritto sugli addominali. 1-2-3! Tutti a casa con le Absolution che festeggiano e le altre sul ring a sollevare il morale di un Banks dispiaciuta per la sconfitta.

Winner: Sonya Deville

Negli spogliatoi maschili Seth Rollins ricorda a Jason Jordan di essere disgustato da quello che ha fatto ai the Bar nel primo match di questa puntata. Jordan d’altro canto non sembra pentirsene più di tanto. Ma gli dice che per redimersi ha parlato col padre per far avere un match stasera a Seth che ovviamente non era quello che voleva. Rollins fa capire a Jason che la sua pazienza può arrivare al limite se per queste cose dovessero perdere il titolo.

DELETE! DELETE! DELETE! Finalmente Woken Matt Hardy con un titantron degno del personaggio arriva sul ring. Ancora rido di matto se ripenso al segmento tra lui e Bray Wyatt di settimana scorsa su chi aveva la risata più demenziale.

Match 7: Woken Matt Hardy vs Heath Slater (with Rhyno) (1,5 / 5)

Match che ci viene mostrato già in corso al ritorno dalla pubblicità. Slater per alcuni tratti riesce anche a mettere in difficoltà Woken Matt finché quest’ultimo non gli morde la mano riuscendo a non farsi vedere dal giudice di gara girando su se stesso. DELETE! random di Hardy che prova lo schienamento dono di una Side Effect connessa su Slater. Kick Out al conto di 2. Ma alla Twist of Fate Heath Slater viene DELETE! 1-2-3! DELETE! DELETE! DELETE! DELETE! DELETE!

Winner: Woken Matt Hardy

Video sull’annuncio del primo nome in lista per la WWE Hall of Fame 2018; GOLDBERG entrerà nell’arca della gloria Venerdi 6 di Aprile. Immagini del passato tra WCW e WWE per “The Next” con ovviamente un riassunto del suo ultimo stint avvenuto tra WWE Survivor Series 2016 e WWE Wrestlemania 33 dove ha avuto anche un regno come Universal Champion.

Carrellata dei match che ci attendono a WWE Royal Rumble. Seguita dalla solita grande entrata di Balor che in un intervista pre-registrata, ci ricorda per chi se lo fosse dimenticato l’ultima volta che abbiamo assistito a tale match è stato il momento più importante della sua carriera. WWE Summerslam 2016 first Universal Championship Match vinto proprio dal Demon King. Questa volta secondo Finn il risultato non sarà diverso visto che lui può contare su veri amici che sanno picchiare duro e non creare solo problemi. (Really?)

Main Event Match 8: Tag Team Champion Seth Rollins (with Tag Team Champion Jason Jordan) vs Finn Balor (with Luke Gallows e Karl Anderson) (3,5 / 5)

Match che nelle fase iniziali è solido, veloce e che si lascia guardare volentieri. Finn Balor sopratutto pure se non veste da demone oggi sembra comunque indemoniato con tanta voglia di dimostrare chi è il migliore. Ma Seth Rollins riesce a rinvigorire quando Balor si lancia dall’angolo per colpirlo con un drop kick sul paletto, riuscendolo però ad anticiparlo con un super kick. Solo conto di due per Rollins. Balor cerca allora di tornare in auge ma subisce un Enzeguri Kick. L’ex membro dello SHIELD tenta una giravolta dal paletto per colpire Balor che si scansa è provare a connettere a sua volta la Coupe de Grace. Nel frattempo Jason Jordan a bordo ring freme dalla voglia di intervenire nel match ed aiutare il suo partner. Rollins va a prender Finn dal Paletto Super-Suplex dalla terza corda con Suplex annesso. Frog Splash di Rollins che viene parata da Balor, 1-2-Kick Out. Ma ecco  Sheamus e Cesaro entrano in scena per restituire il torto subito come prevedibile. Ma più che con Jordan avviano una rissa contro quelli del Club. Finn Balor mette tutti al tappetto con un Suicide Dive. Tornando sul ring tenta la sequenza che porta alla Coupe de Grace, l’arbitro è però distratto e Jordan può fargli lo sgambetto. Seth si rialza Finn è in un’ottima posizione per il Curb Stomp (Really?). CURB STOMP! Anche se mi sembra proprio che il trio di commento non nomini la mossa finale dell’Architetto del Ring, forse Corey la nomina come Blackout. 1-2-3!!! Seth Rollins vince il match!

Winner: Tag Team Champion Seth Rollins.

I campioni di Coppia salgono verso lo stage con Seth Rollins che sembra felice dell’esito del match e del comportamento di JJ(Turn Heel in vista?). Finn Balor rimane invece scosso in mezzo al ring. Come ci mostrano i telecronisti in realtà durante un Roll Up l’arbitro avrebbe dovuto dargli il conto di 3 secondo loro. Con un Balor stordito e dispiaciuto in mezzo al ring consolato dagli amici del Club si chiude questa puntata di WWE Monday Night Raw tra gli applausi del pubblico di San Antonio.

Risultati ufficiali:
Match 1: Titus O’Neil e Apollo Crews battono dei distratti The Bar via Pin
Match 2: Cedric Alexander ha la meglio per schienamento su Tony Nese
Match 3: Asuka supera l’ostacolo Nia Jax per KO Tecnico
Match 4: Squash Match dei Revival su una coppia locale
Match 5: Roman Reigns esce vincitore dall’Handicap Match contro Dallas e Axel via Pin
Match 6: Woken Matt Hardy delete Heath Slater con la Twist of Fate
Match 7: Sonya Deville schiena 1-2-3 Sasha Banks
Match 8: Nel Main Event Seth Rollins vince su Finn Balor con una Curb Stomp e grazie all’intervento di Jason Jordan.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
6,5
Qualità dei promo
7
Evoluzione delle storyline
6,5
FONTEzonawrestling.net
Leafar Attila
La passione per la WWE è alla pari a quella per il Napoli. Vive alla giornata non si preoccupa dei problemi, sono i problemi che si preoccupano di lui. AJ Styles, Kevin Owens, HBK, Eddie Guerrero e CM Punk i Wrestler preferiti. Blindmark di Daniel Bryan, YES! YES! YES!