Buon salve, lettori di Zona Wrestling. Senza troppe aspettative, il vostro Tenshi Neko è pronto a offrirvi il report di Monday Night Raw. In quel di Greenville, South Carolina, ci attendono due match di grande spessore, ovvero lo scontro tra Roman Reigns e Seth Rollins e il Triple Treath tra Finn Balor, Bray Wyatt e Samoa Joe. Da entrambi gli incontri mi aspetto molto, anche perché hanno il compito non dichiarato di trasmettere almeno un minimo di hype in vista di Extreme Rules, che si terrà questa domenica. Purtroppo per questo PPV l’attesa è per lo più ai minimi storici, complici il booking schizofrenico in certe faide (come per il titolo intercontinentale, passato dalle stelle alle stalle nel giro di una settimana), la palese mancanza di voglia nel gestirne alcune (vedi il titolo femminile) e il midcarding, che al momento riesce a suscitare lo stesso interesse di un cubetto di ghiaccio nel bel mezzo dell’Antartide. Si salvano la faida per i titoli di coppia e, in parte, quella dei pesi leggeri (hanno allungato un po’ troppo il brodo), mentre per quella per stabilire il number one contender al WWE Universal Championship… il giudizio, al momento, è sospeso. Diciamo soltanto che stasera, a seconda di come gestiranno il tutto, potrebbe elevarsi, stabilizzarsi o “andare a pagare l’amore mercenario lungo un’autostrada buia”. Chi vuole intendere intenda.

Pubblicità

La puntata si apre con un video celebrativo per il Memorial Day, che cade appunto il 29 maggio. In questo giorno i bellicosi statunitensi rendono omaggio ai soldati caduti in tutte le guerre… solo i loro, ovviamente, mica quelli da loro assassinati per il loro spirito neocolonialista. Subito dopo entra sul ring The Miz, accompagnato dalla moglie Maryse, pronto per il suo Miz TV. Il Magnifico, dopo alcune allusioni sessuali alla moglie, si dichiara felice perché riconquisterà il proprio titolo a Extreme Rules, dopo che Dean “Ricamino” Ambrose, a suo avviso, si è fatto squalificare apposta all’ultimo incontro titolato. Poco dopo fa partire un video del suo attacco a Samson di settimana scorsa, che ha causato la sconfitta di Ambrose per squalifica. Si dichiara quindi pronto a diventare un 7 volte campione intercontinentale. I suoi ospiti stasera sono nientemeno che i futuri campioni di coppia dello show rosso: Cesaro e Sheamus.Cesaro sembra divertirsi sempre più in questa sua nuova veste da cattivo. Mizanin tesse le loro lodi per un po’ e ricorda come gli Hardy abbiano rubato al duo le luci della ribalta a Wrestlemania. Sheamus prende la parola e afferma che i fan hanno voltato immediatamente le spalle a Cesaro quando si sono fatti vedere gli Hardy. Partono dei cori “Delete” e l’irlandese ne approfitta per sottolineare la scarsa lealtà dei fan. Al WWE Universe piacciono sempre i nuovi giocattoli, ma loro distruggeranno quei “giocattoli” e si riprenderanno i titoli di coppia. Sentire definire “nuovi” gli Hardy è un po’ strano. Miz, dopo aver detto che gli Europei sono stato vittimizzati da tutto il WWE Universe, rivela che il titolo intercontinentale ha bisogno di un comeback e, quando lo riconquisterà, inizierà il proprio “comeback tour”. Qualsiasi cosa voglia dire, è comunque Magnifico. Il delirio dell’ex main eventer di Wrestlemania viene interrotto dall’arrivo di Ricamino, che rimane a bordoring e pare aver preso qualche tazza di caffè (per non dire altro) di troppo. Il WWE Intercontinental Champion afferma di non aver sempre preso le migliori decisioni, ma che, quando ha visto quei tre tizi sul ring, ha pensato che qualcuno dovesse semplicemente uscire fuori per chiudergli la bocca. Il pubblico approva. Miz gli fa notare che è solo contro 3. Partono i cori Delete, seguiti dall’arrivo degli Hardy Boyz. I tre campioni salgono sul quadrato e scacciano gli Europei dal ring, con Mizanin fuggito ben prima dello scontro. Ambrose butta via pure uno degli sgabelli. Perché può. Un segmento iniziale sicuramente buono e funzionale per riassumere le motivazioni delle due faide.

-Match 1: Cesaro & Sheamus & The Miz w/Maryse vs WWE Intercontinental Champion Dean Ambrose & WWE Raw Tag Team Champions Matt Hardy & Jeff Hardy (1,5 / 5)

Vediamo Matt e Jeff dominare Cesaro infierendo sul braccio, fino al momento in cui Matt viene distratto da Sheamus e abbattuto dall’Uppercut dello svizzero. Ora è Matt ad essere dominato dal team heel. Hot tag per Ricamino, che abbatte Cesaro e Mizanin. Tenta la Dirty Deeds, ma Cesaro la evita. Entra Sheamus, ma la situazione non cambia, con l’irlandese che subisce la Swinging Neckbreaker di Ricamino. Il campione intercontinentale sale sulla terza corda ma, distratto da The Miz, viene buttato fuori dal ring da Sheamus con una ginocchiata alta al volto. Ritornati dalla pubblicità vediamo Miz eseguire i calci di Bryan su Ambrose, che, come sempre, evita l’ultimo, ma rischia la sconfitta in seguito a un Big Boot. Entra Cesaro, che vola subito fuori dal ring. Ambrose vuol dare il cambio agli Hardy, Ma Mizanin li blocca entrambi. Sheamus e Cesaro eseguono una White Noise combinata su Ambrose, che però riesce a salvarsi al due. L’irlandese tenta la White Noise dalla terza corda, ma Ambrose lo respinge a pugnazzi e testate, per poi eseguire il Flying Elbow Drop. Tag per Cesaro, che però viene abbattuto dal Rebound Lariat del Lunatic Fringe. Doppio cambio, con Jeff che controlla Miz. Tenta la Twist of Fate ma viene respinto e lanciato contro Matt, che si prende il cambio, stordisce Miz e permette a Jeff di eseguire la Poetry in Motion. Matt atterra quindi il Magnifico con la  Side Effect, ma Sheamus blocca lo schienamento. Arriva Jeff, che  neutrallizza Sheamus con la Twist of Fate ma viene mandato a gambe all’aria dall’Uppercut di Cesaro. Lo svizzero non ha il tempo di approfittarne che arriva Ricamino, che lo stende con una Dirty Deeds per poi lanciarsi contro Sheamus con un Suicide Dive. Piccolo botch di Matt, che si scorda di dover dare un calcio a Mizanin, cui segue un botch più evidente di Miz, che dovrebbe subire una Twist of Fate (confermato da Cole al commento), ma fa il movimento per subire una Neckbreaker. In ogni caso, segue la Swanton Bomb di Jeff, che porta la vittoria per il suo team. Match estremamente lento e macchinoso, con numerosi errori piccoli e grandi. I 6 atleti sul quadrato sembravano scazzati, più che frenati. Sul serio, pareva quasi un Dark match. Non mi bassta la scusa che “devono preservarsi per il PPV”. Un vero peccato.

Vincitori: WWE Intercontinental Champion Dean Ambrose & WWE Raw Tag Team Champions Matt Hardy & Jeff Hardy

Corey Graves al tavolo di commento riceve un SMS e se ne va senza dire il motivo agli altri due. Che non sopporti più Michael Cole? Possibile

Viene annunciato che Alexa Bliss più tardi ci mostrerà una cosa chiamata “Bayley: questa è la tua vita”. Non vedo l’ora, guarda.

Vediamo un Kurt Angle parecchio preoccupato nel backstage. Corey Graves è con lui e gli mostra il famoso SMS. L’eroe olimpico, chiaramente turbato, afferma che quello che c’è scritto potrebbe imbrattare il suo status di medaglia d’oro olimpica e chiede a Graves come abbia ricevuto quel messaggio. Corey si limita a dire che le persone “gli dicono cose”, afferma di essere dalla parte di Angle e che è pronto ad aiutare il GM. Angle è visibilmente turbato e afferma che ciò che c’è scritto nel messaggio potrebbe rovinarlo.

Jojo annuncia Elias Samson, ovviamente sul ring per cantarsi e suonarsi la theme song da solo. Il Drifter è contro un jobber a caso chiamato Zac Evans. Un nome degno di una star di Disney Channel.

-Match 2: Elias Samson vs Zac Evans (1 / 5)

Elias mostra la sua forza e bullizza il povero Zac “braghe blu” Evans, che non riesce ad opporre alcuna resistenza. Due minuti dopo, tutto finisce con la Snap Swinging Neckbreaker.

Vincitore: Elias Samson

Intanto torna Corey, che decide di non rivelare il motivo della sua assenza ai colleghi… che potevano vedere il tutto dal titantron, ma dettagli.

Samoa Joe è nel backstage a guardare un video di fan che esultano per Finn Balor. Curioso. Viene raggiunto dalla Caruso. Il samoano che, mentre tutti guardavano lo speciale di “24” su Finn Balor, lui apprendeva da esso. Ha già rotto Finn e lo romperà di nuovo. Viene interrotto da Bray Wyatt, sul titantron… anzi no, sullo schermo del televisore lì vicino. Bray Wyatt: divoratore di mondi e signore supremo del via cavo. In ogni caso il Guru afferma che lui è un demonio che Joe non conosce. Joe è un uomo cieco, ma gli occhi di lui, Bray Wyatt, sono aperti e ha visto il futuro e venir meno il male che è la Bestia. Lui può vedere un mondo in cui le bestie urlano. Solo uno può farcela: Bray Wyatt, il Divoratore di mondi. Quando sarà finita io sarò in piedi, mentre tu, Finn Balor e tutti gli altri soccomberete alle vostre paure e… run!

Subito dopo entra sul ring… Finn Balor? Fanno ADESSO il Triple Treath? Quindi i vincitori di settimana scorsa alla fine della prima ora come terzo match e i perdenti nel main event? Wow: conviene proprio vincere a Raw.

-Match 3: Finn Balor vs Samoa Joe vs Bray Wyatt (3,5 / 5)

Bray esordisce lasciando il ring e Finn ne approfitta per… attaccare alle spalle Joe? Really face, man! In ogni caso l’irlandese è in controllo su Joe ma, infastidito dal comportamento di Bray, che applaude a bordo ring, lancia il samonao contro il Divoratore di Mondi. la Samoan Submission Machine manda Wyatt sul ring e quest’ultimo, inizialmente, pare cavarsela, ma Finn non ci mette molto a stabilire le gerarchie a suon di pugni, calci ed Enziguri. Joe interviene per bloccare uno schienamento e butta fuori Balor, per poi tentare di attaccare Bray. I tre iniziano a battagliare fra di loro, scambiandosi l’offensiva, fino a quando Wyatt non si porta in leggero vantaggio con uno Shoulder Block sul Demone. Il Guru porta l’avversario sulla terza corda, ma Finn si ribella. Joe attacca alle spalle Bray e tenta il Superplex sull’irlandese, ma ritorna Bray, che afferra Joe e connette la Tower of Doom. Bray tenta la Sister Abigail su Finn, ma Joe lo blocca eseguendo la Coquina Clutch  ai danni dell’ex leader della Family. Interviene Balor, che spedisce entrambi fuori dal ring a calci, per poi atterrarli con un Somersault Suicide Senton. Ritornati dalla pausa pubblicitaria, scopriamo che Joe e Bray si sono alleati contro Finn, che fatica a reagire. I due heel sembrano intendersela e un tentativo di reazione dell’irlandese viene arrestato in tempo 0. Finn la ritenta a gomitate, ma Joe esegue un’ottima combo di Atomic Drop, Big Boot e Running Senton, cui segue la Running Senton di Wyatt. Joe tenta di eseguire nuovamente la Senton, ma Bray rompe improvvisamente la loro alleanza e lo abbatte con una Clothesline. Tenta l’Uranage su Balor, che però reagisce e atterra il Guru con un Pelè Kick. Comeback di Finn, interrotto dalla Clothesline di Joe, che poi ripaga Bray della sua stessa moneta con un Pelè Kick all’angolo. Nuovo comeback di Balor, che abbatte il samoano con il suo violento calcio dall’apron e poi esegue ai danni dei due avversari un Running Dropkick a testa contro le barricate. Chop all’angolo di Finn ai danni di Joe, che però reagisce con un’Uranage, cui segue la Coquina Clutch. Counter di Balor, che riesce anche ad atterrare l’avversario con un Double Stomp. Bray interviene e tenta la Sister Abigail sull’irlandese, che però reagisce e lo colpisce con la Double Stomp. Balor tenta la Slingblade su Joe, ma il samoano la countera con un Suplex. La SSM si avvicina a Wyatt, ma si fa intimorire dal ponte del Divoratore di Mondi, che poco dopo lo abbatte con la Sister Abigail. Interviene Finn, che esegue la sua combinazione di Slingblade, Dropkick all’angolo e Coup de grace. Prima che Finn possa andare per lo schienamento, arriva Joe che, dopo aver lanciato l’irlandese contro il paletto,schiena Wyatt e vince l’incontro. Match molto bello, soprattutto nella parte finale. Vittoria di rapina un po’ incoerente con la gestione iniziale di Joe, ma non mi lamento troppo: al samoano serviva come l’oro una vittoria in singolo.

Vincitore: Samoa Joe

Mike Rome intervista Seth Rollins, con quest’ultimo che ammette che la storia tra lui e Reigns è “complicata”. Dopotutto i due si son fatti la guerra perché entrambi puntavano ad essere i migliori. Lui sa come gestire Roman e stasera manderà un messaggio a lui e a tutti i partecipanti al Fatal Five-Way. Non è nuovo al cambiare in corsa la storia della WWE e lo farà di nuovo a Extreme Rules.

Vediamo Rich Swann parlottare con Sasha nel backstage. A quanto pare, la Boss accompagnerà l’ex campione dei pesi leggeri, che affronterà Noam Dar. A proposito: vi piacciono i Mixed Tag Team Match? Neanche a me! In ogni caso la WWE ci “delizierà” con un match del genere a Extreme Rules, con Noam Dar e Alicia Fox contrapposti a Rich Swann e Sasha Banks.

-Match 4: Rich Swann w/ Sasha Banks vs Noam Dar w/ Alicia Fox (1 / 5)

Inizialmente Noam Dar è in pieno controllo sul Ricco Cigno, grazie a una serie di manovre al braccio del rivale, ma l’ex campione non ci mette molto a reagire a suon di calcioni. Sale sulla terza corda ma viene distratto dalla Fox. Interviene Sasha Banks, che abbatte Foxy. Nel frattempo Swann esegue la Phoenix Splash e vince l’incontro. Così. Nel post match i due ballano a centro ring. Piangete più tardi per lo status della Boss.

Vincitore: Rich Swann w/ Sasha Banks

La Caruso intervista… I REVIVAL!!! I top guys sono tornati! Charly fa notare che i due sarebbero dovuti stare via molto più a lungo e Dawson risponde che Dash ha ancora l’interno della bocca bloccato dai punti metallici, anche se presto verranno tolti e potranno tornare sul ring. L’intervistatrice chiede loro se hanno un “alibi” per l’attacco a Enzo “Chihuahua” Amore e Dawson arriva a dire che non erano presenti. La Caruso fa quindi vedere ai due un video di un’intervista alla Banks. I due appaiono sullo sfondo e ciò prova che i due erano a Raw già la scorsa settimana. Questa contraddizione lascia un po’ interdetto Dawson, che però afferma che sono i top guys: non sprecano tempo per uno come il Chihuahua. Subito dopo se ne vanno. Ok, a meno che non si realizzi la supercazzola dell’attacco fatto da Big “Alano” Cass, sono stati loro.

Il team di commento parlotta della cosa e Cole si augura che Kurt abbia la possibilità di vedere quello stesso video. Graves afferma di sapere che l’Alano è sicuramente già al corrente della cosa. Broken Booker pretende maggiori dettagli, ma Cole taglia corto e parte un video recap del match di 205 Live tra Tozawa e Kendrick. Verso la fine del filmato, il trio viene raggiunto dall’Alano del Jersey. Quest’ultimo si rivolge a Corey in modo apertamente minaccioso: ritiene infatti che il commentatore abbia insinuato che lui abbia qualcosa a che fare con l’attacco subito dal Chihuahua, che lui considera come un fratellino. Graves rassicura il big man dicendogli che il GM sta investigando e che sa che Cass farà del suo meglio a sua volta. Alla fine, in maniera sempre piuttosto minacciosa, Cass stringe la mano al commentatore e si allontana. Sento odore di capolavoro.

Entra la Technolucha, ovvero Kalisto. Il messicano è tornato a indossare la maschera vecchia. Bene, ora non gli resta che tornare alla vecchia theme song per essere di nuovo l’anonimo luchador di prima. A quanto pare Titus vuole mostrare a Apollo Creed/Crews che col potere del Titus Brand possono vincere… credo.

-Match 5: Kalisto vs Titus O’Neil w/ Apollo Crews (1 / 5)

Kalisto usa l’agilità, Titus la potenza. Kalisto tenta dopo pochissimo la Salida del Sol, ma viene respinto da O’Neil. Il messicano non si arrende e tenta uno schienamento, ribaltato però da Titus, che vince aggrappandosi al costume del rivale. A meno di un minuto dall’inizio di questo “incontro”. Nel post match i due sul brand si fanno il selfie sul ring. La noia più totale.

Vincitore: Titus O’Neil w/ Apollo Crews

Sale sul ring la Dea Alexa Bliss. Sul quadrato ci sono: la struttura per il Kendo Stick on a Pole Matc, un tavolo con sopra foto, libri e oggetti che suppongo siano su/di Bayley. Ah, ci sono anche una vecchia, una squinzia e un tizio a caso. Cominciamo bene. La Bliss non sembra condividere la mia negatività e inizia a cercare di mettere hype per il suo match contro Bayley a Extreme Rules (in una stipulazione talmente ridicola da non farmici credere). Afferma inoltre che Bayley non è riuscita a premere il grilletto (ovvero colpire Alexa) nemmeno quando ha avuto nelle proprie mani la Kendo Stick, la scorsa settimana. Afferma quindi che per conoscere Bayley ha dovuto scavare davvero in profondità nel suo passato e presenta il “Bayley this is Your life”. Sembra uno di quei programmi da quattro soldi che fanno sui canali che stanno per tirare le cuoia. Per prima cosa, la campionessa prende la prima bambola di Bayley, afferma che probabilmente ci sta ancora giocando e poi la lancia via. Prende dalla tavolata anche un trofeo… che si rivela essere per la sportività. Passa quindi ai tre estranei che stazionano sul quadrato, affermando che fanno parte del passato dell’ex campionessa di Raw. La prima è l’insegnate di Bayley in quarta elementare: Mrs. Flapper. La vegliarda afferma che Bayley era una brava ragazza con una condotta impeccabile, che era sempre in prima fila proprio vicino a… suo padre? La maestra afferma che Bayley non poteva stare lontana dal padre troppo a lungo senza piangere. Mi sono sentito in imbarazzo nel capire dove vogliono andare a parare. La Dea passa quindi alla squinzia, ovvero la migliore amica d’infanzia di Bayley, Tracy. Anche lei afferma che era la più dolciotta delle ragazze, ma aggiunge che certe persone si avvantaggiavano della cosa, con Bayley che si ritrovava a fare i compiti per casa altrui e ottenendo solo biasimo quando gli altri finivano nei guai. La loro amicizia finì perché la californiana voleva guardare Raw e Smackdown, invece che uscire con lei. L’imbarazzo sale. L’ultima persona che ci presenta Alexa è nientemeno che Phil Johnson. Non avete la più pallida idea di chi sia? Mi pare ovvio, visto che si tratta del primo fidanzato di Bayley. Anche lui conferma che è una brava ragazza. Alexa chiede dettagli del loro primo appuntamento e quest’ultimo, da vero cafone, acconsente: rivela che si è portata i padre ovunque. A un certo punto, per tentare di baciare Bayley, chiuse gli occhi… quando li ha riaperti ha visto il padre di Bayley di fronte a lui. Poi rivela che era uscito con Bayley perché voleva uscire con Tracy (la squinzia sopra riportata) e i due iniziano a limonare. Questo schifo viene interrotto da Bayley, che riesce a salire sul ring e a stendere Alexa, attaccandola con molta aggressività… giustamente, vista la figura di merda a cui l’ha sottoposta la WWE. Bayley tenta di raggiungere la Kendo Stick appesa sopra la struttura, ma la Dea l’attacca e, dopo aver recuperato da sotto il tavolo un’altra Kendo Stick, colpisce duramente l’ex campionessa. Una sola volta, ovviamente. Segmento noiosomper la lunghezza e imbarazzante per i contenuti. Alexa Bliss sarà anche una Dea (anche oggi l’ha confermato con un’ottima interpretazione al microfono), ma non può fare miracoli: l’idea stessa è stupida e insensata, oltre che gestita male. Bayley più che una bambina è sembrata una sfigata… più che altro una bambina sfigata. Il pubblico ha giustamente cantato “this is boring”. Sugli scudi Broken Booker che era fin troppo chiaramente annoiato a morte dal siparietto.

Enzo è stato nuovamente attaccato nel backstage. L’Alano accorre immediatamente per soccorrere il Chihuaha, facendo tutto il preoccupato. Arriva Kurt Angle e Cass, che pare incavolatissimo, chiede provvedimenti contro i Revival. Kurt però gli assicura che li ha visti lui stesso abbandonare l’edificio. Big Alano teorizza che siano tornati indietro per attaccare il suo compagno. Angle afferma che non ci sono prove, ma Cass insiste dicendo che i Revival sono stati a Raw in quelle due settimane e che ciò è coinciso con gli attacchi a Enzo (dicesi prove circostanziali). Kurt tenta di calmare l’esagitato Alano, che però non vuol sentire ragioni e torna dal Chihuahua, che non riesce a stare in piedi. Sarò io, ma ho notato che Enzo ha lanciato una strana occhiata al compagno. Tutto ciò mi ricorda sempre più Kane e il piano ventennale. Mi basta immaginare un possibile split dei Certified G perché sbocci sul mio viso un ghigno tra il satanico e l’angelico.

Cruiser moment di coppia. Pubblico morto alle entrate.

-Match 6: Austin Aries & Gentleman Jack Gallagher vs WWE Cruiserweight Champion Neville & TJP (2 / 5)

Inizio in cui i face sembrano farla da padroni, con Gallagher che riesce ad aver ragione prima di TJP e poi di Neville, che vuole evitare il confronto con Aries, l’unico che riesce a risvegliare il pubblico dormiente. Dopo la pubblicità, Neville domina il gentiluomo, le cui deboli reazioni non sembrano sufficienti contro il Re dei pesi leggeri. Entra TJP, che continua a controllare l’avversario. Presa di sottomissione prolungata dell’ex campione dei pesi leggeri, con Jack che riesce infine a liberarsi a gomitate, ma viene bloccato subito dopo. TJP approfitta di una distrazione dell’arbitro per colpire gli occhi del rivale, per poi eseguire un’altra mossa di sottomissione. Jack riesce a liberarsi e ad abbatterlo infine con un Headbutt. Doppio cambio, con Aries in pieno controllo su Neville. Tenta di eseguire la Last Chancery, ma l’inglese si libera. AA tenta la Discus Five Arm, ma TJP lo prende per le gambe dall’esterno del ring. Sale sull’apron, ma viene buttato giù da Gallagher. Neville tenta di attaccare Aries, ma viene spedito fuori dal ring da quest’ultimo contro Jack e TJ. Subito dopo Austin esegue un Suicide Dive su Neville e TJP. Riporta quindi sul ring il campione, sale sulla terza corda e tenta un Missile Dropkick. Neville lo evita e tenta di approfittarne per eseguire un Corkscrew Moonsault dalla seconda corda, ma Aries si sposta a sua volta, esegue la Last Chancery e vince così l’incontro. Match normale, nulla più, e non mi stupisce il finale per sottomissione, anche se pensavo che a perdere sarebbe stato Aries. Si vedrà a 205 live.

Vittoria: Austin Aries & Gentleman Jack Gallagher

Vediamo Roman Reigns nello spogliatoio con Mike Rome (curioso gioco di parole). Roman dice che non gli importa sapere se lui e Rollins sono migliori amici o nemici giurati. Non c’è uomo al mondo che possa gestirlo. Mostrerà a Rollins e al resto del mondo che è il grosso cane e che quello è il suo giardino.

Neville è arrabbiatissimo nel backstage e viene raggiunto dalla Caruso. L’intervistatrice gli fa notare come l’inglese abbia perso per la prima volta per sottomissione da quando è entrato nella categoria dei Cruiserweight. Poi gli chiede se la cosa lo preoccupa, visto il Submission match di ER contro Austin Aries. Neville si allontana inviperito… giustamente! Cosa mai dovrebbe risponderle a una domanda simile ?

Nuovo segmento con protagonista Goldust e la “Shattered Dreams Productions”. Il Bizarre One ricorda che ora è tornato sulla poltrona da regista, il ruolo che gli è sempre appartenuto. R-Truth sapeva “the truth” (parole sue), ovvero che una star come lui, Goldust, era troppo grande per un ruolo di supporto. Accusa quindi l’ex tag team partner di volere le luci della ribalta soltanto per se stesso! Afferma quindi che Truth è un uomo egoista e che i Golden Truth hanno raggiunto il loro finale in crescendo.

Subito dopo ci becchiamo i… “R-Truth Be Told Production”? Sì, R-Truth ha fatto una sua versione della “SDP” di Goldust. Il wrestler che si fece sconfiggere da un bicchiere d’acqua dice che se Goldust vuole giocare a fare film, questo gli permetterà di ribattere. Afferma quindi che i film gli hanno permesso di scappare da dove proveniva e conclude il tutto dicendo che tapperà la bocca a Goldust.

Ed eccoci arrivati al main event. Reigns non porta più fasciature.

-Match 7:  Roman Reigns vs Seth Rollins (4 / 5)

Inizio in un sostanziale equilibrio, con Seth che però sembra in leggero vantaggio, tanto che costringe il Big Dog a fuggire fuori dal ring dopo uno Standing Moonsault. Roman risale sul ring molto lentamente e poi tenta il Samoan Drop. Rollins lo evita, anche se poi viene mandato a terra da un colpo a mano aperta del samoano. L’azione si sposta sull’apron, dove Roman manda l’Architetto contro il paletto del ring con la Drive-By. Roman tenta la Spear, ma viene respinto da Seth con un calcio. Rollins lo manda quindi fuori dal ring con una Clothesline e l’atterra lanciandoglisi addosso. Dopo la pausa pubblicitaria, vediamo subito l’Architetto scagliato dal grosso cane contro le barricate. Ritornati sul ring, Roman manda l’avversario all’angolo con un Irish Whip, a cui seguono la sua serie di Clothesline e un Big Boot. Reigns tenta il Superman Punch, ma viene intercettato da un Superkick di Seth, che subito dopo lo stordisce scagliandolo contro il secondo turnbuckle e lo atterra con la Slingblade. Rollins, dopo un tentativo fallito di Suplex, manda Roman fuori dal ring con un calcio, e lo colpisce con Suicide Dive. Tornati sul ring, Rollins tenta di coronare il tutto con una mossa in Springboard, ma viene intercettato molto bene dal Superman Punch di Reigns, che ottiene un conto di due. Roman tenta la Spear, ma Seth la countera con uno schienamento che gli vale un due. Subito dopo atterra Reigns con l’Avada Kedavra, ma è ancora un due. Sale sulla terza corda, ma viene intercettato da un colpo a mano aperta di Roman, che subito dopo tenta un Samoan Drop dalla terza corda. Rollins countera la mossa con la Turnbuckle Powerbomb ma, sul rimbalzo, Reings atterra l’avversario col Superman Punch. Gran bella sequenza. Seth esce dal ring e Roman tenta di sorprenderlo passando dall’altro lato del quadrato, ma viene lanciato contro i gradoni. Seth sale sulla seconda corda e ottiene un due dopo una Blockbuster. L’Architetto risale sulle corde e connette la Frog Splash, ma è ancora soltanto due. Seth risale di nuovo sulla terza corda per la Phoenix Splash, ma stavolta Roman la evita e tenta la Spear. La finisher viene nuovamente  intercettata dal calcio di Seth, Roman risponde con un colpo a mano aperta, ma subisce l’Enziguri, venendo stordito. Rollins tenta la Ginocchiata Banale ™ ma Reigns la evita e riesce infine a connettere la Spear, sconfiggendo Seth Rollins. Gran bell’incontro, con un’offensiva ben bilanciata e diversi bei momenti. Paga purtroppo una parte iniziale poco dinamica, ma il resto, soprattutto il finale, è di altissimo livello. I due hanno una grandissima alchimia, che hanno confermato nuovamente.

Vincitore: Roman Reigns

La puntata si conclude con Roman Reigns che festeggia sul ring, mentre Rollins fatica a riprendersi.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
7
Qualità dei promo
5,5
Evoluzione delle storyline
6
Tenshi Neko
Nato nel bresciano, fin da piccolo fan della WWE e tifoso dell'Inter (lo so: le ho proprio tutte), nonostante sia fresco di reclutamento, il mio compito principale per Zona Wrestling è quello di analizzare le puntate di Raw. La gioia. Dei wrestler attuali della WWE, sono un blind mark di Bray Wyatt (per il potenziale), Kevin Owens, Aj Styles e Big Show (il perché di quest'ultimo è un mistero anche per me).