Takeover Chicago si fa sempre più vicino e a NXT si affilano le armi in vista delle future battaglie.

Pubblicità

Ad aprire la puntata,dopo la sigla, è la campionessa femminile Shayla Baszler che ha alla vita la cintura nonostante il furto di settimana scorsa sul finale di puntata da parte di Nikki Cross. E proprio di settimana scorsa Shayna parla,dicendo che ha distrutto Dakota Kai sul ring dimostrando la sua forza e la sua grandezza e consiglia a Nikki Cross di non infilarsi più nei suoi affari o queste azioni saranno le ultime che sarà in grado di fare. Nikki non si fa pregare e arriva sul ring bardata per combattere e pronta a ripartire da dove si era fermata sette giorni fa. Baszler le dice che se ripete lo scherzetto della scorsa settimana gliela farà pagare e non cadrà nei suoi giochetti mentali, unico posto in cui forse ha una chance di batterla. Nikki resta ferma a fissare la campionessa e ride alle minaccie di Shayna che le lancia addosso il microfono e anzi lo prende in mano e la incoraggia a fare qualcosa urlando in maniera ossessiva e pregandola di attaccare con tanto di risata isterica. Scatta l’immancabile rissa tra le due e Nikki sembra avere la meglio e Baszler sembra non in grado di gestire una avversaria cosi imprevedibile come Cross anche se riesce a colpirla e a mandarla fuori ring ma Nikki si riprende e la abbatte con una crossbody dal paletto e la campionessa è costretta per la seconda volta alla ritirata lasciando la cintura sul ring alla mercè dell’avversaria.

Match 1: TM61 vs Mike Ugly & James Evenuglier (1,5 / 5)

Continua la discesa sul lato oscuro dei due australiani che non si fanno alcun scrupolo nell’usare ogni trucco del libro per sbatacchiare da una parte all’altra del ring i due jobbers e vincere senza alcuna fatica.

Vincitori: TM61

I TM61 prendono il microfono e dicono che stanno dimostrando di esser i migliori perchè stanno vincendo e son pronti a sfidare anche i pesi massimi della categoria e da ora saranno gli altri a dover inchinarsi davanti a loro che da ora si faranno chiamare The Mighty.

Rivediamo quanto successo settimana scorsa tra Lars Sullivan e Aleister Black e vediamo come il primo sfidante al titolo NXT si è allenato al Performance Center distruggendo senza alcuna pietà i rookies che si son messi alla prova contro di lui.

Match 2: Roderick Strong vs Danny Burch (2,5 / 5)

Ingressi singoli per tutti e due, senza i rispettivi compagni con cui si giocheranno i titoli di coppia a Chicago. Buona partenza con lottato a terra per entrambi i lottatori ma Danny sembra esser un passo avanti all’avversario impostando il match a suo favore e lavorando al braccio sinistro di Strong, che deve ricorrere a un calcio improvviso ai reni per ribaltare l’inerzia del match. Roderick riesce a colpire con le sue violente chop e i suoi backbreaker alternati a prese a terra ma ottiene solo dei conteggi di 2 per la grande resistenza di Burch. Strong manca una ginocchiata in corsa all’angolo e Danny ne approfitta per stenderlo con una violenta testata che lo riporta in carreggiata e una serie dii uppercut e un bel missile dropkick lo portano vicino alla vittoria ma dal backstage arrivano O’Reilly e Cole a cercare l’interferenza ma da dietro arrivano anche Dunne e Lorcan e scatta il super rissone fuori ring in cui alla fine restano tutti a terra colpiti. Sul ring Burch applica la Crossface a Strong ma arriva Cole a interrompere il tutto e Roderick riesce a colpire alle spalle con una delle sue backbreaker e a ottenere il conto di 3 vincente.

Vincitore: Roderick Strong

Strong non fa a tempo ad esultare che alle sue spalle appare un vagamente irritato Pete Dunne che lo riempie di mazzate e cerca anche di metter a segno la Bitter End ma da dietro O’Reilly lo abbatte con un colpo di cintura al ginocchio e Strong può mettere con la sua finisher e avere per il momento la meglio sui suoi futuri avversari.

Kassius Ohno è nel bel mezzo di uno shooting fotografico nel backstage quando arriva EC3 che comincia a bullarsi di sè stesso; Kassius come sempre apprezza il solito e i due si lanciano una sfida per la prossima settimana.

Un bel video mette a confronto Ricochet e Velveteen Dream che si sfideranno in quel di Takeover Chicago II.

Match 3:Lacey Evans vs Kairi Sane (2,5 / 5)

Gara 3 tra le due ed è in sostanza la bella dato che stanno una vittoria a testa. Partenza lanciata di Kairi che riesce subito a metter a segno diverse mosse in velocità e prende di mira la mano destra di Lacey. Evans riesce a difendersi e a colpire con un notevole springboard elbow che le permette di passare all’attacco riportando la contesa su ritmi più bassi e congeniali al suo stile di lotta ottenendo un conto di 2 dopo la broncobuster all’angolo.

Kairi sembra in difficoltà ma blocca il backfist avversario ma non riesce a far partire una vera e propria controffensiva e anzi deve difedersi da un altro schienamento dopo una powerslam di Lacey che prova a chiudere dal paletto con un moonsault di rimbalzo dall’angolo ma va a vuoto; Sane ne approfitta subito per colpire con tre Interceptor di fila a cui fa seguire la sliding D e il forearm volante dalla terza corda ottenendo però solo un conteggio corto.Tentativo di armbar di Kairi da cui Lacey esce solo con un tentativo di schienamento ma Sane è lanciata, mette a segno anche l’Alabama Slam, che essendo lei giapponese potrebbe esser rinominata Hokkaido Slam, e l’Insane Elbow portando a casa la vittoria e chiudendo presumibilmente la faida a suo favore.

Vincitrice: Kairi Sane

A chiudere la puntata abbiamo Tommaso Ciampa che ,accolto come sempre come quello che ha rubato tutte le autoradio ai presenti, sale sul ring e dice il pubblico lo ha abbandonato molto prima che lui abbandonasse loro e li disgusta nei loro cori di insulti. Dopo un altro giro di insulti, Ciampa comincia a parlare di Gargano e di come si sia permesso di interrompere un match per mettersi per l’ennesima volta al centro dell’attenzione e ora voglia diventare un duro accettando lo Street Fight, solo per non far vedere i danni che ha fatto a sua moglie e la cosa migliore è che è tutta colpa di Gargano perchè per lui la cosa era finita e anche Candice gli aveva detto di lasciare perdere e gli consiglia di non presentarsi a Chicago perchè la sua favola finirà e non sarà un finale felice ma tutto il contrario e farà compagnia a sua moglie all’ospedale. Gargano arriva di corsa e parte subito la rissa fuori e dentro il ring con Johnny che è una vera furia ma Ciampa non è da meno ma Gargano vola dalla platea su Ciampa bloccato dalla sicurezza. Non c’è modo di fermare la furia di Johnny e Tommaso approfitta di un momento di blocco per colpire il nemico alle spalle e poi applicare la Gargano Escape al suo inventore. Ciampa sembra aver avuto la meglio e fa il suo solito saluto sarcastico nell’allontanarsi ma Gargano riparte, lo prende alle spalle e lo manda a sbattere contro tutti i led dello stage aprendo una vasta ferita sul viso di Ciampa e, non contento, gli rende il favore applicando la sua mossa di sottomissione e ci vogliono 5 arbitri per fermarlo. Se le premesse sono queste lo Street Fight sarà una guerra senza regole.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
6,5
Qualità promo
7
Evoluzione storylines
7
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.