Due sole settimane a Takeover Brooklyn e a NXT si decidono gli ultimi dettagli sulla card e gli atleti cercano di migliorare il loro momentum in vista degli incontri principali.

Pubblicità

Partiamo rivedendo quato successo settimana scorsa con la Black Mass di Aleister Black su Johnny Gargano, per la gioia riflessa di Tommaso Ciampa; stasera i due si affronteranno sul ring per sistemare le loro pendenze.

Sigla, entriamo alla NXT Arena e si parte subito con un match femminile.

Match 1: Amber Nova vs Nikki Cross (2 / 5)

Il pubblico a gran voce ricorda a Amber che farà una brutta fine nelle mani di Nikki Cross e la nostra pazzoide scozzese preferita non delude le aspettative, subendo solo un po’ gli attacchi molto fisici della palestratissima Nova che resta sicuramente da rivedere in altri contesti in quanto c’è del potenziale su cui lavorare, ma poi parte in quarta con la sua aggressività e chiude la contesa senza troppi convenevoli con la sua Fisherman Neckbreaker.

Vincitrice: Nikki Cross

Promo di presentazione per Keith Lee, che vedremo debuttare sul ring di NXT proprio stasera.

Match 2: Ricochet vs Jobber Johnson

Parte la theme di Ricochet ma al suo posto appaiono gli Undisputed Era che hanno attaccato Ricochet proprio prima del suo ingresso. Adam Cole ha ovviamente il microfono in mano e dice di non essere un codardo ma pronto proprio ora a combattere senza nascondersi dietro a nulla ed è pronto ad abbatterlo dopo stasera anche dopo Takeover Brooklyn dove manterrà la sua cintura di campione Nord Americano.

Andiamo nel Backstage dove Vanessa Bourne si sta preparando al suo match di stasera contro Taynara Conti per uno spazio nel Mae Young Classic e la ragazza si dice carica,quasi disgustata di non esser stata invitata, ma è pronta a far vedere come sia meritevole di un posto nel torneo.

Match 2: Adrian Jaoude vs Kassius Ohno (2 / 5)

Adrian è un maestro di arti marziali brasiliani tra i più rinomati e si presenta con la divisa classica da lottatore e sicuramente un debutto più complesso non poteva avere, contro un Ohno che vuole dare continuità al suo periodo positivo. Partenza buona per Adrian che va vedere una serie di proiezioni da wrestling classico, ma Ohno con un solo big boot riporta la contesa dalla sua parte, continua il lavoro sempre a suon di calci e senton e chiude con la sua rolling Elbow.

Vincitore: Kassius Ohno

Ed eccoci al confronto tra EC3 e Velveteen Dream che si tiene a bordo di una sfarzosissima piscina dove Dream sa prendendo il sole tutto vestito. EC3 si accomoda sulla sdraio a fianco a lui ma i due si mettono a camminare e EC3 teme che lo voglia buttare in piscina ma Dream lo rassicura che qui non gli succederà nulla; EC3 dice che i due comunque hanno qualcosa in comune data l’opulenza della location ma è meglio tenere lo scontro fisico per Brooklyn dove sarà The Purple Rainmaker vs The Golden One, una sfida che renderà tutti e due più grandi dell’evento stesso. Dream gli ricorda che lo ha invitato nella sua piscina ma non sta ottenendo il rispetto che meriterebbe; nel parlare con la mano fa cadere gli occhiali a EC3 che si china a raccoglierli. Velveteen tenta allora un’attacco ma EC3 lo para e manda l’avversario per le fresche e piene di cloro acque. Dream sembra affogare ma EC3 gli fa notare che si tocca e se ne va lasciando umido il suo futuro avversario.

Match 3: Marcel Barthel vs Keith Lee (2 / 5)

Marcel è un crucco che entra con una base di musica classica, ergo non può che essere un heel per definizione. Ottima accoglienza per Keith Lee che di sicuro ha un ottimo carisma naturale e il pubblico che canta la sua catchphrase “bask in the glory” sul ritmo di Seven Nation Army. Il buon Marcel fa addirittura Nein col ditino e ciò è ovviamente causa di fischi e colpi di Keith che ci fa poi vedere un saggio della sua agilità incredibile per una uomo di quella massa. Barthel si defende e mette a segno anche un buon step up enziguri che blocca Lee fra le corde e ne approfitta per una double knee strike in corsa che gli vale anche un conto di 2. Keith si riprende con una head butt e una double mongolian chop al petto che abbatte Marcel, ma va a vuoto con lo splash al paletto ma si riprende con un front suplex e una POOOOOOUNCE a cui fa seguire una jackhammer slam che gli vale la vittoria, più sudata del preventivato.

Vincitore: Keith Lee

Davanti a un bancomat, gli Street Profits si bullano di aver fatto perdere i Mighty contro gli Heavy Machiuery e presto anche loro li sconfiggeranno sul ring la prossima settimana.

Match 4: Mae Young Classic Qualify Match: Vanessa Bourne vs Taynara Conti (1 / 5)

Due atlete ancora molto indietro nella curva di crescita e si nota subito dall’inizio a terra molto forzato e dagli scambi decisamente legnosi, senza che nessuna delle due riesca a comandare la contesa in maniera decisa. Vanessa prova con aggressività a mettere in difficoltà la brasiliana bloccandola a terra ma Taynara riesce a reagire e ottiene la vittoria rovesciando in maniera non pulitissima, per non dire botchata, una presa in crucifix in una sideslam.

Vincitrice: Taynara Conti

Settimana prossima: Kairi Sane vs “occupounospazioaroster” Aliyah, Tyler Bate vs Roderick Strong, Velveteen Dream in azione

L’ex campione UFC dei pesi massimi Bro..ehm Cain Velasquez è fra il pubblico,pronto a godersi il main event.

Match 5: Aleister Black vs Johnny Gargano (2 / 5)

I due sono decisamente carichi e partono subito a mille all’ora, con Black a suon di calci e Gargano che risponde a suon di forearm e con il suo calcio rotante a terra che manda Aleister fuori ring e Johnny che subito si fionda su di lui con il suicide dive. Mr. Wrestling tenta anche la spear dall’apron ma Black lo para con una gran ginocchiata e gli permette di lavorare di striking all’angolo. I due si confrontano a centro ring e per 3 volte si colpiscono all’unisono con dei lariat che lasciano entrambi stesi al tappeto. Lesto come una faina, accorre sul ring Tommaso Ciampa cintura alla mano e attacca entrambi, causando il no contest.

Vincitore: no Contest

Scatta un rissone di epiche proporzioni con i tre che si attaccano a vicenda senza esclusioni di colpi, con Gargano che come sempre ha un occhio di riguardo con Ciampa ma anche Black vuole la sua vendetta per il titolo perso. Arrivano gli arbitri a bloccare tutto e sull’apron arriva Regal che non può fare altro che accettare lo stato di guerra e dichiara che a Takeover Brooklyn ci sarà un match a tre per il titolo tra Black, Ciampa e Gargano.

Come però già sappiamo, Black è stato “attaccato” in un parcheggio e quindi Regal su WWE.com ha già variato il match titolato che ora sarà un Last man Standing tra Ciampa e Gargano.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
5
Qualità promo
6
Evoluzione storylines
6
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.