La marcia verso Chicago di NXT prosegue ad ampi passi e oggi abbiamo una tappa fondamentale; scopriremo infatti chi sfiderà Bobby Roode per il titolo NXT in una sfida attesissima tra Roderick Strong e Hideo Itami.

Pubblicità

Dopo la sigla entriamo in una buia NXT Arena, ma questo è solo il segno dell’arrivo del primo lottatore di serata.

Match 1 : Aleister Black vs Cezar Bononi2 Stars (2 / 5)

Altra serata in ufficio per il sempre misterioso ed inquietante Black, una di quelle sere in cui ha voglia di calciare culi e masticare gomme, ma ha finito le gomme. Il suo sfortunato avversario, brasiliano con fisico che fa trasparire una certa passione per la palestra, cerca anche di provocare sul campo dello striking e mette anche a segno un buon dropkick, ma l’olandese una volta che si mette in moto è infermabile e connette con la Black Mass alla prima occasione disponibile. AAA Cercasi avversari provanti grazie.

Vincitore: Aleister Black

Ritorniamo sulla battle royale femminile di settimana scorsa, finita in caos dopo l’intervento di Asuka e la stipulazione di un match a 4 che comprenda come sfidanti Ember Moon, Ruby Riot e Nikki Cross. Vediamo proprio Regal che nel backstage riprende la campionessa e le comunica la sua decisione; purtroppo passiamo anche dall’infermeria e ci viene detto che, a causa del volo fuori ring, Ember Moon deve fermarsi per qualche settimana e non può far parte della battaglia. Ember è delusa per questo imprevisto ma farà di tutto per tornare ancora meglio. Ci viene confermato dalla grafica che il match diventa ufficialmente un match a 3.

Roderick Strong inizia il suo riscaldamento in vista del main event di serata.

Sempre in vista di Takeover Chicago, viene ufficialmente annunciato che verrà difeso il titolo UK, cosa che io già pensavo possibile in quel di Orlando, e scopriamo di più sullo sfidante al titolo, l’inquietante Pete Dunne.

Serata piena di video di approfondimento sui lottatori , cosa che certo non mi dispiace, e scopriam di più su Ruby Riot, dalle foto di lei quindicenne con l’apparecchio alla sua passione per i tatuaggi.

Passiamo a un tentativo di intervista seria a Nikki Cross, che malmena il tecnico audio a cui frega il microfono e poi si mette a giocare con la giraffa, ovvero il microfono, per poi continuare a chiedere urlando dove siano Ruby, Asuka e il suo titolo, minacciando le due di eliminarle in quel di Chicago. Inquietante, ma che altro ti aspetti da una cosi…

Itami è pronto alla battaglia e a riprendersi il suo posto nel main event.

Zona interviste per Drew McIntyre a cui viene chiesto un parere sul main event e lo scozzese è certo che vedremo un grande incontro visto il livello dei contendenti, anche se ovviamente è un pò scocciato di non esser stato ancora considerato dal GM per il titolo ma è pronto a farlo accadere da solo. Arriva un desaparecido Wesley Blake che vorrebbe anche lui una nuova possibilità ed è pronto a battersi per averla.

Rivediamo il promo del Velveteen Dream di Patrick Clarke, per cui vale sempre la regola per la quale se anche scrivi cinghiale sulla cacca, quella cacca resta.

Match 2: #DIY vs Tino Sabbatelli & Riddick Moss2.25 Stars (2,25 / 5)

Ingresso mozzato per Ciampa e Gargano,che prima del match chiedono ancora un rematch agli Authors of Pain per Chicago, mentre vediamo tutto l’ingresso di Tino e Rosmarino(battuta per gli amici che han giocato a Witcher 3) che provano anche a fare un promo per darsi un tono, ma sono meccanici e poco spontanei e infatti finiscono subito fuori ring. Sul ring, Moss prova a mettere a frutto la sua massa muscolare imponente, mentre Sabbatelli a me continua a sembrare un Chris Master con un paio di atmosfere in meno. Ciampa soffre molto gli attacchi di potenza ma non appena riesce a connettere con un suplex fa entrare il freschissimo Gargano che fa piazza pulita di tutto e tutti facendo vedere il meglio del suo repertorio e ottiene un 2 dopo la spear dall’apron ring. I DIY sono ormai caldi e attaccano a tutto fuoco dentro e fuori dal ring e colpiscono con la loro consolidata mossa combinata che vale la vittoria e da avvertimento ai campioni in carica.

Vincitori: #DIY

Subito dopo il match, Regal arriva sull’apron e prova a ufficializzare il match per i titoli di coppia per Takeover Chicago, ma viene interrotto da Ellering e gli AOP e il manager minaccia il GM che i suoi assistiti finiranno la carriera degli avversari. Regal ha un anno nella manica e rivela che gli AOP sfideranno gli DIY in un Ladder Match, ovviamente valido per le cinture.

Di nuovo nello spazio interviste e stavolta l’ospite è Kassius Ohno che si dice pronto a ricostruirsi le sue possibilità di andare per il titolo lavorando duro e facendosi strada per tutto il roster. Ad interromperlo arriva Almas e i due cominciano a battibeccare e Ohno lo sfida per settimana prossima e la sfida sembra accettata dal messicano.

Per i più distratti, abbiamo anche una vignetta per l’attuale campione UK Tyler Bate.

Poco prima dell’ingresso viene intervistato Strong che si dice pronto alla battaglia, lo stesso trattamento viene riservato a Itami che rispetta l’avversario ma è pronto a mandarlo a dormire pur di andare a Chicago.

Match 3: N°1 Contender for the NXT Championship Match: Roderick Strong vs Hideo Itami3.75 Stars (3,75 / 5)

Decisamente il clima delle grandi occasioni per questo match e i due partono con una fase iniziale di studio con i lottatori che si prendono le misure con prese e controprese ma senza vantaggi da ambo le parti. Itami prova per primo un attacco cercando la GTS subito ma Strong saggiamente si divincola e sfugge fuori ring. Il giapponese sembra aver approcciato il match in maniera più efficace e comanda le danze sul ring, alternando i suoi calci letali a prese a terra per fiaccare la resistenza di Strong, che sembra non avere le contromosse giuste, fino a quando blocca un suplex e lo rovescia mandando l’avversario a sbattere rovinosamente contro le corde. Roderick fa vedere il suo meglio con le sue chop e i suoi backbreaker, e punta alla spalla già infortunata di Itami per infliggere il massimo dei danni e ottiene un conto di due con un altro spezzaschiena in pumphandle.

I due si colpiscono in contemporanea con un big boot ma Roderick continua ad avere la meglio in questa fase, tenendo la battaglia al tappeto con una serie di variazioni sul tema della armbar, a cui Itami risponde con i suoi calci al corpo, ma nell’uscire dal ring Strong lo blocca e lo fa sbattere di schiena violentemente contro lo spigolo dell’apron. Hideo prova a riprendersi con un Jawbreaker e evitando un attacco al paletto, ma di nuovo i due hanno la stessa idea e si colpiscono violentemente con una lariat che lascia entrambi a terra. Itami è il primo a ripartire e con un suplex e i suoi calci va all’attacco deciso, seguendo con una tornado DDT con le corde e un lariat volante dal paletto che vale solo un conto di 2. Strong non sta a vedere e con una fallaway pumphandle slam ottiene lo stesso risultato dell’avversario. I due si scambiano colpi durissimo e Strong para un attacco con una altra backbreaker ma ancora una volta Itami riesce ad evitare lo schienamento . Roderick passa all’artiglieria pesante e cerca l’attacco dal paletto, ma Hideo rovescia le posizioni ed è lui a metter a segno una pazzesca Falcon Arrow volante e Strong con un miracolo riesce ad uscire dal pin. Altro scambio a centro ring tra i due, evidentemente esausti, e Strong prova con la ginocchiata al volto improvvisa ma ancora non è sufficiente per ottenere la vittoria. Itami reagisce a sua volta con un calcio in corsa e poi va a segno con il dropkick in esitazione al paletto; Strong tenta ancora una reazione ma è davvero devastato di fatica e Itami lo prende nella GTS che esegue perfettamente e gli vale la vittoria e il biglietto per Chicago dove lo attende il glorioso Bobby Roode.

Vincitore e N°1 Contender for the NXT Championship: Hideo Itami

Dopo i festeggiamenti, Itami aiuta Strong a rialzarsi e Roderick concede la vittoria all’avversario alzandogli il braccio al cielo.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
7
Qualità promo
6,5
Evoluzone storyline
7
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.
  • Per Strong mi è dispiaciuto, dopo i video strappalacrime e il match che ha fatto avrei voluto vedere lui vincere e andare contro Roode. Nessuno tra Strong e Itami riesce a trasmettere qualcosa, ma sarà per i video ma Strong c’era finalmente riuscito. Spero di rivederlo con questa occasione in futuro.
    Itami mi sembra uno sfidante di transizione, non ha speranze di vittoria e di quelli che ci sono ad NXT mi pare quello a cui meno interessa.
    Il video di Ruby è stato carino. L’intervistapromo di Nikki invece non mi è piaciuta, un character pazzo così non mi convince. Mi spiace per Ember Moon, senza di lei penso Asuka mantenga, dovrebbe essere lei a prenderle il titolo.
    La reazione del pubblico quando si è ufficializzato il rematch tra AoP e DIY mi ha un po’ sorpreso, ok che i DIY sono over e che era il match giusto, ma non è che fosse così sconvolgente. Anche la stipulazione, di nuovo ladder match, a me fa intuire che a vincere questa volta saranno i DIY, vederli riperdere contro gli AoP nello stesso match non penso serva.
    La vecchia nel ruestling in prima fila è stata stupenda.

    • Alessandro Varagone

      A meno che Gargano e Ciampa non debuttino a SD se perdono il ladder match. Tutto può essere.

      • Non penso sia il momento, un mese dal draft. A SD c’è il New Day tecnicamente pronto, vogliono comunque aspettare per Kofi, e sarebbe una bocciatura troppo grande per gli American Alpha.

        Poi tutto può essere, ma proprio lo stesso match, gli AoP non sono stati indeboliti minimamente in queste settimane, quindi non gioverebbero nemmeno della vittoria, sarebbe giusto per prendere tempo e togliersi i DIY, però mi sembrerebbe molto strano.

        • Alessandro Varagone

          E lo so però ti dirò dagli AA mi aspettavo un regno nettamente superiore e invece sono rimasto molto deluso. Peccato perché sono valevoli e tecnicamente sono eccezionali. Dovrebbero essere affiancati da qualcuno perché sennò la vedo nera per loro purtroppo.

          • Gli AA hanno fatto un regno fallimentare e per il momento nel main roster sono da bocciare, però non è giusto accantonarli così adesso. Dovrebbero farli interagire un minimo al microfono, di più Gable chiaramente, ma possono ancora funzionare. Ad esempio adesso farei continuare il feud tra Orton e Mahal così potrebbero unirsi a lui contro i Bollywood, almeno avrebbero attenzione in vista di un ritorno per i titoli.

  • Giordano

    Ottimo il main event , molto stiff e con tante manovre ottime. Il ladder match per i titoli tag potrebbe essere un serio candidato MOTY, con il prossimo Takeover che si prospetta molto molto buono.

  • Fringe

    Bel main event anche se da quei due possono uscire match decisamente migliori

  • Wailord

    “It’s time to kick ass and chew bubblegum…and I’m all out of bubblegum”

  • Styles era

    Main Event ottimo. Ma troppi video. Era meglio spezzettarli in diverse puntate alcuni

  • The Architect

    Aleister è tanta roba, spero lo gestiscano bene.
    La card di Takeover è ottima, restano da piazzare però ancora dei top name come McIntyre, Ohno, EY e Strong.

  • The Architect

    Aleister è tanta roba, spero lo gestiscano bene.
    La card di Takeover è ottima, restano da piazzare però ancora dei top name come McIntyre, Ohno, EY e Strong.

  • Tiger Mask

    Poche storie,. Kenta deve vincere sto titolo finalmente!

  • wakko

    Boh;KENTA torna ,manco un mese e bum…mentre Strong che è stato “reso interessante” dai video sta ancora là……………………………….
    boh

  • Stex14

    Si può chiamare puntata della “svolta” visto che è stata praticamente annunciata quasi tutta la card del prossimo event
    Il lottato ha visto un buon main event tra Strong-Itami, un discreto tag team match e il solito semi squash di Black
    Per Takeover Chicago, come detto, annunciati ufficialmente molti match: Roode contro Itami dopo che l’ex Kenta ha sconfitto Strong; il Fatal 4 Way confermato la scorsa settimana per il titolo femminile diventa triple threat per l’infortunio di Ember Moon; annunciato un match valido per il titolo UK tra Bate-Dunne e infine annunciata la rivincita tra gli Authors of Pain-#DIY in un ladder match
    Continua la striscia vincente di Aleister Black con la quarta vittoria consecutiva
    McIntyre-Blake all’orizzonte visto lo scontro verbale nel backstage?
    Ritornano a esibirsi i #DIY battendo Moss/Sabatelli
    Prossima settimana sembra esser stato annunciato, almeno a parole senza grafica, Ohno contro Almas