Puntata di NXT in cui gli Undisputed Era si prendono il centro della scena; riusciranno Strong e O’Reilly a riconquistare le cinture di coppia e a strapparle ai Moustache Mountain?

Pubblicità

Dopo la sigla entriamo nella Full Sail Arena ed è il leader degli Undisputed Era a prendersi la scena per il primo match.

Match 1: Adam Cole vs Danny Burch (3 / 5)

Sfida lanciata da Danny la scorsa settimana, raccolta prontamente da Cole con il benesatare del GM Regal e che non vede putroppo il titolo Nord Americano in palio. Buona partenza per Burch che cerca di tener il match al terreno ma Adam non si fa intimidire e risponde pan per focaccia e i due partono subito con scambi molto rapidi con Burch che ha la meglio lanciando l’avversario fuori ring ma Cole astuto come sempre lo manda a sbattere contro il paletto e poi lo colpisce con uno swinging neckbreaker che lascia Burch a terra fuori ring e costringendolo a un extra sforzo per evitare il count out. Cole cerca di capitalizzare il vantaggio che si è construito nella fase fuor ring lavorando sempre a collo e parte alta della schiena di Danny e colpendolo durissimo da angolo a angolo; Danny si libera e cerca con la forza più che con la tecnica di rispondere, attaccando con un bel missile dropkick dal paletto che gli dà dello slancio e ottenendo un due dopo un gran lariat e lo stesso accade dopo una omaggiosa Tower of London che tante gioie ha dato al buon Nigel McGuinness al commento. Cole reagisce con una serie di calci e poi la sua ginocchiata in caduta al collo ma ancora non ottiene lo schienamento vincente; Adam però ora è in controllo della contesa,mette a segno un suplex con ginocchiata veramente devastante a cui va seguire la Last Shot che gli vale la vittoria.

Vincitore: Adam Cole

Intervista registrata fuori dall’Arena per Candice LaRae che mentre sta parlando degli ultimi sviluppi della divisione vede appoggiata a un truck Shayna Baszler a cui tiene a dire che non ha apprezzato il fatto che nel promo della scorsa settimana l’abbia apostrofata come donnina di casa. La campionessa NXT le dice che farebbe meglio a seguire il suo consiglio e parte la rissa nel parcheggio blocta a fatica da arbitri, guardie della sicurezza e un paio di hipster di passaggio.

Zona intervista per Dakota Kai che anche lei non ha per nulla gradito le parole di Baszler e si dice pronta a lottare per riconquistare una shot titolata. Al suo fianco appare Lacey Evans, che deve essere sui trampoli dato che è una spanna più alta sia di Dakota che dell’intervistatrice che ovviamente vorrebbe avanzare delle pretese e il fatto che lei porterebbe classe e eleganza alla divisione, doti che a Dakota mancano. Kai le rinfaccia di averla insultata anche online e la sfida a trovarsi sul quadrato tra 7 giorni.

Match 2: Vanessa Borne vs Kairi Sane (2 / 5)

Sfida tra una lottatrice dal personaggio fin troppo carico e caratterizzato e una che..boh..ha il carisma di uno che gratta vernice via da un muro perchè annoiato. Kairi si permette qualche mind games data la maggiore esperienza e poi fa vedere la sua classe lavorando alla gamba destra di Vanessa che riesce a difendere bene una crucifix trasformandola in un tentativo di pin che va corto.

Bourne fa vedere qualcosa di buono come un twisting suplex ben eseguito e una aggressività maggiore del solito che la porta a comandare la contesa nella fase centrale ma esagera nella richieste di legittimazione da parte del pubblico e va a vuoto con l’attacco dal paletto. Sane si riprende e mette a segno un sommersault neckbreaker e una headscissor con l’aiuto delle corde che aprono la strada alla combo spear + sliding knee. Vanessa evità però l’attacco dal paletto facendo cadere l’avversaria dalle corde e cerca la vittoria in roll up, ma Sane la evita e metta a segno una boston crab ad altissimo angolo chiamata The Anchor e Borne non può fa altro che cedere.

Vincitrice: Kairi Sane

Post match anche Kairi ha da ridire sulla Baszler ricordandole che l’ha già battuta alla finale del Mae Young Classic ed è pronta a rifarlo ancora, ancora e ancora(o Ancora vista la finisher) e si andrà a prender il tesoro che è la cintura femminile NXT.

Regal deve aver ascoltato tutte le varie ragazze e decreta per settimana prossima un Fatal Four Way per il posto di prima sfidante. Le convocate sono proprio la Sane, Candice LaRae, l’imbattuta Bianca Belair e Nikki Cross.

Intervista al campione NXT Aleister Black che vorrebbe parlare della sfida che avrà tra 2 settimane contro Ciampa quando davanti a lui si palesa Johnny Gargano che gli ricorda che Ciampa non deve diventare campione e lo fa con una certa forza. Black sa che Gargano ha degli interessi personali sulla cosa ma sa come gestire la situazione e non ha bisogno di troppi consigli. Johnny gli ricorda ancora una volta di non far vincere Ciampa e dice che sa perfettamente quello che sta facendo. Aleister fa per entrare nel backstage quando viene attaccato proprio da Tommaso Ciampa che lo fa volare per tutta l’area del retro palco prima di assestargli una DDT sospesa che lascia il campione NXT a terra e salutarlo con la manina prima di abbandonare la scena del delitto.

Match 3: NXT Tag Team Championship : Moustache Mountain vs Undisputed Era (4 / 5)

Volano parole grosse tra i 4 già al momento dell’ingresso nel ring e durante la presentazione ufficiale del match. Strong e O’Reilly si giocano la carta dell’attacco immediato dopo la campanella ma i campioni sono in guardia e non solo limitano i danni ma contrattaccano con un paio di mosse combinate e costringono gli sfidanti fuori ring dopo un sucker punch combinato. I campioni continuano la loro offensiva anche fuori dal quadrato ma Strong fa cadere Seven dritto di ginocchio sui gradoni d’acciaio e riporta la contesa sul ring dove lui e Kyle continuano a lavorare sul ginocchio che già era coperto da una ginocchiera molto evidente che infatti viene levata da Roderick in modo che O’Reilly possa colpire l’obiettivo senza alcuna pietà. Trent resiste indomabile agli attacchi e a un certo punto sembra anche in grado di potersi liberare degli avversari spedendoli entrambi fuori ring ma, al momento del tag, Tyler Bate viene fatto cadere dall’apron da O’Reilly e gli Undisputed mantengono il controllo del match e continuando ad applicare sottomissioni su sottomissioni al ginocchio di Seven. Kyle continua il lavoro duro su Trent che con una serie di calci al volto si libera dalla presa e riesce finalmente a dare il cambio a Bate che molto più fresco parte all’attacco senza freni e ottiene un conto di due dopo la Standing SSP. Tyler da solo tiene in scacco gli avversari e li fa girare contemporaneamente in una Airplane Spin e poi ottiene un altro conto di 2 dopo un deadweght suplex su Strong con Seven che a bordo ring riceve dei controlli al ginocchio da parte dei sanitari. Strong reagisce ma Bate lo abbatte con il suo lariat di rimbalzo e mette anche a segno la Tyler Driver 97 ma O’Reilly rompe lo schienamento un attimo prima del 3. Roderick approfitta del momento di distrazione di Tyler che controlla lo stato di salute del compagno per rovesciare un altro lariat di rimbalzo in una backbreaker e dare il cambio a Kyle che va vicino alla vittoria dopo una Brainbuster da manuale ma Bate resiste per sé e il compagno; gli Undisputed cercano di chiudere la contesa ma Tyler evita la loro mossa combinata ma sul leg lariat successivo di Roderick finisce all’angolo e il malconcio Seven si prende il tag di puro orgoglio ed entrando sul ring a suon di chop e lariat e con il suo Seven Star Lariat ottiene un conto lungo. Trent con grande sforzo tenta una Torture Rack ma Strong ne esce, lo abbatte con un chop block sul ginocchio infortunato e lo chiude in una variazione quasi Clover Leaf della Kondi Cluch che sembra definitiva e viene fermato solo dal tentativo disperato di Bate. O’Reilly si prende il cambio da Strong, con una ginocchiata nel solito punto blocca l’agonico tentativo di Seven di arrivare al suo angolo e lo blocca in una strettissima Heel Hook con extra rotazione del ginocchio; Seven è nel dolore vero e non riesce a trovare la forza di arrivare all’angolo in tempo e cerca a suon di schiaffoni di liberarsi e interrompe per poco il suo martirio perché O’Reilly lo chiude in una ancora più dolorosa Double Heel Bar. Bate è all’angolo e non riesce ad aiutare il suo compagno e vedendo il suo amico e mentore soffrire le pene dell’inferno e non voler cedere mettendo a rischio la sua carriera getta l’asciugamano come se fosse la spugna della boxe concedendo la vittoria e i titoli ai loro avversari.

Vincitori e nuovi NXT Tag Team Championship: Undisputed Era

I trainer arrivano subito sul ring a controllare lo status di Seven e del suo ginocchio mentre sull’apron Strong e O’Reilly sono subito raggiunti dai raggianti Cole e Fish e la fazione può festeggiare il ritorno delle cinture di coppia nelle loro mani.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
7,5
Qualità promo
7
Evoluzione storylines
7
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.