Nuova puntata di NXT, in cui abbiamo un bel match e poco altro. Per scoprire di più eccovi il report di Simone "Marsupilami" Saleri

Pubblicità

 

Niente sigla oggi perchè si parte col turbo e risuona King of Kings e il sempre elegantissimo COO della WWE Triple H arriva sul ring accolto come sempre da molti applausi ma anche qualche isolato fischio.

Come sempre Hunter è felice di esser qui stasera perchè ha un annuncio: il 24 Febbraio parte l'esperimento del WWE Network e il 27 Febbraio NXT sarà live dalla Arena( YES del pubblico), e dimostreremo come NXT è il futuro, e il futuro è oggi!

Sigla e si parte subito con un match!

Match 1: Adrian Neville vs Tyler Breeze(4/5)

Accoglienza non incredibile per Neville da parte del pubblico(non fischi eh, semplicemente pochi applausi e una bambina a bordo ring che non l'ha salutato), che invece segue più calorosamente l'ingresso del nostro modello preferito. Un breve video ci fa riveder gli screzi tra i due nel lumberjack match di qualche settimana fa che han fatto nascere la faida.

Partenza del match favorevole a Neville che con la sua agilità mette in difficoltà Tyler, lanciando fuori ring e poi fintando il volo fra le corde giusto per far correr uno spavento all'avversario.Rientrato sul ring, Tyler riesce a riportare in equilibrio la contesa grazie ad attacchi calibrati e potenti, rallentando il ritmo e addirittura lanciando l'avversario fuori ring dopo un bel springboard step up enziguri.

Dopo il break, Breeze continua a controllare il tempo del match ma si perde via con il suo cellulare e dà tempo all'avversario di recuperare e di metter a segno alcune manovre decisamente interessanti ma un suo tentativo di volo dalle corde viene parato dal modello con un altissimo dropkick che gli vale però solo un conto di 2.

Tyler va a vuoto subito dopo con la Beauty Shot e Neville fa lo stesso con la Red Arrow; Breeze ci riprova ma viene rovesciato in una powerbomb che vale solo il due all'ex campione di coppia.

L'azione si sposta sulla terza corda dove i due si scambino mosse e contromosse; alla fine risulta decisiva la resistenza posta da Neville al tentativo di Hurracanrana di Breeze, che finisce rovinosamente al tappeto dando tempo all'inglese di connettere finalmente con la Red Arrow che gli vale la vittoria dopo una autentica battaglia.

Vincitore: Adrian Neville

Ndr: io lo ripeto, un Tyler Breeze alla Rumble sarebbe un gran momento..

Stasera:il match che pensavamo di aver evitato sarà tra noi, il campione NXT contro Mojo Rawley

Match 2: CJ Parker vs Jason Jordan(sv)

Ritroviamo dopo diverse settimane il figlio della luna che si trova davanti Jordan, che è un mix tra l'omonimo Orlando e Darren Young. Il ragazzo di colore dimostra un buon atletismo e di possedere discrete doti tecniche di base ma in poco tempo si ritrova a mal partito contro il rastone, che lo abbatte con la sua Third Eye che gli vale la veloce vittoria.

Vincitore: CJ Parker

Match 3:Bo Dallas vs Mojo Rawley(1/5)

Match non valido per il titolo di NXT, ma sicuro candidato a match più odiato da parte di chi scrive, che si sacrificherà per voi nel farvi un report: se volete, potete mandarvi dei Winner Taco come ringraziamento.

Comunque..inizio a favore di Rawley che usa la sua forza e la sua esperienza da ex giocatore di football per mettere in difficoltà il campione che prima cerca di scappare e poi reagisce a modo suo ma si trova veramente a mal partito contro la potenza dell'avversario, che però sbaglia uno splash al paletto e il campione NXT fa un roll up tenendo per le mutande l'avversario per il 3 vincente.

Vincitore.: Bo Dallas

Ndr: no, non ho eliminato mosse di Coso, ha fatto 3 pugni e un roll up.

Match 4: Kofi Kingston vs Alexander Rusev(1/5)

 

Ecco il rematch della sfida di qualche settimana fa, in cui il bruto bulgaro aveva battuto in maniera netta il più esperto e zompante avversario. Ovviamente la buona Lana ci ricorda che Li Magna( a voi stabilire cosa) prima dell'ingresso del suo assistito.Buona l'accoglienza anche per Kofi che sembra molto più deciso dell'altra volta, anche se il blu gli sta veramente male.

L'inizio del match è sulla falsariga del loro primo incontro, con Kofi che punta tutto sui suoi zompi e Rusev che risponde con potenza e metodicità. Kingston prova allora di variare il suo gameplan ma ad ogni suo tentativo di attacco arriva di risposta un contrattacco più potente dell'avversario. Dopo un buon volo fuori dal ring, l'ex campione intercontinentale cerca di aprirsi la strada nelle difese nemiche, ma una potente powerbomb ne azzera ogni tipo di momentum.Il bulgaro continua nei suoi attacchi lenti che generano anche un coro di boring da parte del pubblico e anche la ola, segno di un match che non ha per nulla catturato il pubblico. Ci scappa pure un mezzo botch sulla Samoan Drop, ed è bravo Kofi a convertirlo in un tentativo di pin. Il buon Kofi gioca anche la carta della SOS a sorpresa, ma gli vale solo un conto di due, e riesce per la prima volta a colpire con continuità.il gigante a lui avversario. Al momento della Trouble in Paradise, Lana prova a distrarlo ma Kofi resta concentrato, evita la valanga di Rusev e connette la finisher che vale la vittoria.

Vincitore: Kofi Kingston

Voto: 5/10

Cosa mi è piaciuto: il primo terzo di show è stato ottimo, con l'annuncio della puntata live di NXT sul Network e un bellissimo match tra Neville e Breeze, magari un pò slegato tra una mossa e l'altra ma assolutamente godibile. Peccato che da li in poi…

Cosa non mi è piaciuto: …è stato uno scempio con uno squash match di Parker inutile, il match tra Dallas e Rawley imbarazzante, con il campione che fa una mossa e il suo avversario che più che parlare e far splash all'angolo non fa. Il main event poi è stato orrido, ha messo in mostra tutte le carenze di un Rusev che non è pronto a fare match sopra i 5 minuti.

E' tutto, ci si rilegge la settimana prossima sperando di tornare a vedere uno show degno di questo nome e che questo sia stato solo un passaggio singolo a vuoto.

 

Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.