A poche ore ormai da War Games, NXT affila le armi in vista della battaglia e ci propone l’ultima puntata prima della trasferta texana.

Pubblicità

Dopo la sigla entriamo alla NXT arena piena come sempre in ogni ordine di posto, con la grafica che ci ricorda il faccia a faccia tra McIntyre e Almas e il match tra Ember Moon e Mercedes Martinez e poi partiamo col primo match di serata.

Match 1: Street Profits vs Tino Sabbatelli & Riddick Moss (2 / 5)

Avevo capito la settimana scorsa che sarebbe stato un match uno contro uno, scopro ora che è invece un tag team regolare, cosa che pensavo avrebbero tenuto per il pre show di War Games. Dawkins mette subito in chiaro le cose tenendo a terra Tino grazie alla sua tecnica e poi lavora bene di coppia con Ford per mantenere il controllo, ma Montez si distrae per voler colpire anche Moss fuori ring e Tino riesce a interrompere gli attacchi e portare l’avversario al suo angolo. I due benestanti rallentano il ritmo e con cambi frequenti lavorano bene sull’avversario ma Ford con un grande scatto si libera dalla morsa e dà il cambio a Angelo che con un paio di valanghe in rotazione attacca entrambi gli avversari, il suo socio tiene fuori ring Riddick che non è l’uomo legale ed ottiene il conto di 3 per poi scattare subito a far festa fra il pubblico.

Vincitori: Street Profits

In vista del live event, mi sa che in sta puntata ci toccheranno una serie di video recap delle faide, la prima che riviviamo è quella tra Aleister Black e The Velveteen Dream.

Match 2: Lars Sullivan vs Raul Mendoza (1,5 / 5)

Puro e semplice riscaldamento per Lars che livella il povero Mendoza nel più canonico degli squash match.

Vincitore: Lars Sullivan

Lars vorrebbe continuare il pestaggio anche post match ma arriva Kassius Ohno a salvare il messicano. Ohno e Sullivan rimangono faccia a faccia sul ring ma Lars si fa una grassa risata del suo futuro avversario e si allontana dal ring.

Johnny Gargano entra nell’ufficio del GM Regal e si scusa per il suo rendimento ultimamente e Regal ha la sfida giusta per rilanciarlo, in quanto Pete Dunne ha lanciato una sfida aperta a tutti per il suo titolo UK e il General Manager pensa che Mr. Wrestling sia l’uomo adatto al compito. Gargano accetta e questo match lo vedremo nella puntata di settimana prossima; peccato perchè sarebbe stato perfetto nella card al posto di Ohno\ Sullivan che invece era molto più adatto al preshow.

Mauro Ranallo e Nigel McGuinness più la zavorra al loro fianco ci fanno da guida verso il video di introduzione ai War Games, con le dinamiche che si son create tra i 3 team che si sfideranno sul doppio ring circondato da una sola gabbia.

Match 3: Ember Moon vs Mercedes Martinez (2,5 / 5)

Match decisamente interessante tra due ragazze con parecchia esperienza nel circuito indie. Buona partenza di Mercedes che sfrutta la stazza per aver la meglio nelle fase iniziali e tener bloccata Ember in una serie di prese a terra. Moon fa fatica a mettersi in modo e deve usare tutta la sua creativit e una chop block per mettersi in carreggiata ma Mercedes è un osso duro che risponde colpo su colpo e ottiene un due dopo una spinebuster. Ember cerca di trovare il suo ritmo ma fa fatica contro una avversaria che per una volta la sovrasta come potenza, ma la cui tecnica è comunque rispettabile, vista anche la tripletta di suplex à la Eddie con il terzo in delay che vale un altro conto lungo. Moon reagisce con un enziguri e un hurracanrana che manda l’avversaria fuori ring ed è lesta a raggiungerla con il suicide dive. Mercedes con un big boot evita che Moon salti per la Eclipse e colpisce con una Tower of London con cui va davvero vicino alla vittoria; cerca poi di chiudere con un fisherman buster ma Ember la rovescia in un roll up e poi attacca con tutte le sue forze sfruttando anche le corde, creandosi il tempo necessario per salire sul paletto e mettere a segno la sua micidiale Eclipse che vale la vittoria.

Vincitrice: Ember Moon

Ember resta a celebrare sul ring ma una alla volta le altre 3 ragazze che la sfideranno per il titolo ovvero Nikki Cross, Peyton Royce e Kairi Sane si palesano a bordo ring a ricordarle che se vorrà il titolo dovrà passare su tutte e 3.

La grafica ci conferma che, oltre a Dunne vs Gargano, settimana prossima vedremo Ruby Riot affrontare la mia spezzacaviglie preferita, ovvero Sonya Deville.

Eccoci al faccia a faccia finale prima di War Games tra i contendenti alla cintura massima. Il primo ad arrivare è il campione Drew McIntyre che si complimenta con Andrade, o meglio con Zelina, in quanto hanno ottenuto ciò che volevano, ovvero una shot al titolo, ma ora sono nei guai perchè ora tutto è reale e da ora si vedrà di che pasta son fatti e quando la pressione a Houston salirà vedremo se Almas saprà esser all’altezza della chance capitatagli e Zelina dovrà far seguire qualche fatto alle tante parole, perché ora si trovano davanti a una montagna e tutto ciò che vuole e veder da uomo a uomo il suo futuro rivale, sempre che la sua padrona lasci la sua bestiola un po’ libera dal guinzaglio.Ovviamente è Zelina a presentarsi sullo stage a rispondere ma poi arriva anche Andrade e scatta la scazzottata a centro ring; la Vega ritenta il numero del crossbody ma viene presa al volo da Drew che la appoggia delicatamente a terra per non farla male ma da dietro Almas lo fa franare a terra con una carica alle gambe. Il messicano infierisce sul campione e gli somministra anche la sua Hammerlock DDT prima di posare a centro ring con la cintura e la manager.. vedremo la stessa scena tra pochi giorni in Texas?

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
5,5
Qualità promo
6
Evoluzione storylines
5,5
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.