Finalmente l'ora è arrivata, Samoa Joe e Kevin Owens si affrontano, senza titolo in palio, per determinare chi è il migliore. Chi l'avrà spuntata? Report a cura di Marsupilami

Pubblicità

 

 

Prima della sigla, rivediamo il video alla memoria di Dusty Rhodes..we miss you Dusty!E il destino sa esser ironico, in quanto nel main event vedremo due atleti che come Dusty non fanno dell'aspetto fisico, ma della forza e dell'energia il loro punto forte: Samoa Joe vs Kevin Owens.

 

Si entra finalmente alla NXT Arena ed è subito mandolino ignorante!

 

Match 1: Enzo Amore, Colin Cassidy & Carmella vs Blake, Murphy & Alexa Bliss(3/5)

 

Solito ingresso ignorante per il trio italoamericano, con Enzo che sfoggia una nuova giacca nera e con Carmella che ci va giù pesanti con gli insulti per i loro avversari e Colin che chiude con lo SWAFT d'ordinanza ma viene interrotto sul più bello dagli avversari che entrano, e con Blake che sfoggia dei censurabili codini degni del Taribo West dei tempi d'oro e riesce a esser il peggio pettinato in un match con Enzo, prestazione assolutamente incredibile. E' proprio tra i due malpettinati che parte il match che diventa a breve un rissone tutti contro tutti con i face che ripuliscono il ring. I campioni riescono a riprendere un pò il controllo sfruttando come sempre Amore come anello debole della catena e isolandolo dai due compagni di squadra. Con un pò di abilità e un pizzico di fortuna, Enzo riesce a liberarsi dagli attacchi e dà il cambio a Carmella, che se la vede ovviamente con Alexa avendo la meglio, tant'è che la biondina deve ridar il cambio a Murphy che si trova di fronte un Cassidy fresco come un Winner Taco appena tirato fuori dal frigo e fa piazza pulita degli avversari, permettendo a Amore di colpire con la sua Flying Enzo e portare a casa la vittoria.

 

Vincitori: Enzo Amore, Colin Cassidy and Carmella

 

Slide show dedicato a Cena\Owens di Money in the Bank, comprensiva di Powerbomb sull'apron ring.

 

In zona interviste Devin chiede a Samoa Joe se Kevin Owens è il vero motivo per il suo arrivo a NXT e a sorpresa riesce a finire la domanda, probabilmente brinderà stasera per l'evento. Il samoano dice che è una domanda complessa in quanto lui ha sempre voluto lottare in federazioni con un prodotto cutting edge, che fossero sulla bocca di tutti e che potessero permettergli di dare il meglio e tutti questi tre elementi li ha riscontrati in NXT; a lui non piace Kevin Owens, a lui piace intimidire gli avversari e dimostra cosi solo la sua forza, ma l'intimidazione è la tattica dei codardi che non vogliono lottare. Joe invece vuole fare un altro tipo di dichiarazione stasera, entrando sul ring e non avendo pietà del suo avversario.

 

Abbiamo la prima parte di un documentario chiamato "Chi è Finn Balor" in cui lo sentiamo parlar di sè stesso fuori personaggio, col suo nome vero, parlando della sua famiglia e delle sue origini, una famiglia normalissima, di come si sia innamorato del wrestling vedendo WWF Superstar il sabato mattina alla tv e di come da lì sia diventato il suo sogno diventare un lottatore professionista e vediamo anche degli spezzoni dalle federazioni indies da cui ha cominciato in Irlanda e anche video dalla Insane Championship Wrestling e della RevPro.Abbiamo anche degli spezzoni di Becky Lynch che ci dice come tutti han sempre ritenuto Fergal come uno portato naturalmente per la disciplina e, con la commozione nella voce, dice che se non ci fosse stato Devitt lei non sarebbe mai diventata una lottatrice aiutandola nei momenti di difficoltà e aprendo la prima scuola di wrestling in Irlanda. Dopo tanti successi in casa, il presidente della NJPW vide dei suoi video e gli propose di andare nel loro dojo, ma di questo vedremo la settimana prossima.

Match 2: Charlotte vs Cassie(2/5)

La giovane e neo arrivata Cassie prova con la sua agilità e freschezza a mettere in difficoltà l'ex campionessa di NXT, ma Charlotte non si fa sorprendere, mette in mostra tutto il suo arsenale e chiude la pratica senza troppi sforzi con la Figure Eight.

Vincitrice: Charlotte

Nel backstage Devin prova a intervistare Dana Brooke ma ovviamente questa non fa terminare la domanda( troppa grazie per stasera Devin) e si comincia a lamentare del fatto che l'hanno definita una ex concorrente di gare di fitness quando lei continua a partecipare alle competizioni, tipo l'Arnold Classic Brazil di cui si è parlato la settimana scorsa e che l'hanno tenuta impegnata nelle scorse settimana e ora è tornata e ciò è una cattiva notizia per Charlotte, visto che l'ultima volta l'ha lasciata stesa al tappeto. La Brooke continua a sfottere Charlotte per le sue origini e promette di rifarle ciò che ha già fatto, prima di andarsene con la Benny Hill move su Devin che è per la prima volta visibilmente seccata del trattamento ricevuto.

 

Altro promo fighissimo su Finn Balor, il suo demone e il 4 Luglio in Giappone..c'è puzza di cambio titolo, sappiatelo!

 

Match 3: Kevin Owens vs Samoa Joe(3/5)

 

Come sempre calda l'accoglienza per Owens, mentre ho trovato il problema della themesong di Joe; dopo la partenza tribale, parte un giro di basso che è assolutamente anticlimatico e poco fischiettabile che non permette di fare cosi o avere reazioni da parte del pubblico. Owens prova la solita uscita dal ring subito dopo la campana, ma Joe gli si para subito davanti dimostrandosi per nulla intimorito. La battaglia sul ring è decisamente fisica, con i due che si menano come se fosse una rissa da bar e la prima mossa sul ring è l'enziguri al paletto di Joe che dà al samoano il primo vantaggio della serata culminato con un bel kick in corsa all'angolo che costringe il campione in carica di NXT alla precipitosa fuga sulla rampa d'ingresso. Owens non demorde ovviamente e reagisce colpendo con la sua Corner Cannonball, prima di rallentare la contesa con una prolungata headlock al tappeto. Joe sembra subire parecchio la strategia dell'avversario e il pubblico fa di tutto per aiutarlo per superare le difficoltà e il samoano ci riesce, colpendo con una bella senton e un altro calcio volante alla base del collo che vale il conto di 2. Il match si sposta fuori ring e i due che continuano a mazzuolarsi con Owens che tenta addirittura la Powerbomb sullo spigolo ma viene evitata da Joe; l'arbitro prova a riportare fisicamente i due lottatori sul ring ma finisce al centro dell'azione e i due lo colpiscono costringendolo a chiamare la doppia squalifica.

Vincitore: nessuno, doppia squalifica

Joe e Owens continuano a picchiarsi e uno stormo di arbitri prova a fermare la rissa ma non c'è nulla da fare e i due continuano a menarsi evitando ogni tentativo di separazione anche da parte del roster che esce per separare i contendenti. Alla fine è Owens ad abbandonare il ring cintura alla mano, non prima di aver colpito un paio degli atleti usciti come pacieri..la battaglia tra lui e Joe è lontana dall'essere finita!

Voto puntata: 7/10

Cosa mi è piaciuto: puntata di NXT in decisa crescita dopo le due precedenti, con un match a 6 scontato ma divertente, una bella apparizione di Charlotte e un main event che, per quanto lottato col freno a mano,fa intuire il potenziale dei due contendenti. Aggiungo a questo anche il bel minidocumentario su Balor che ha mostrato a chi non lo conoscesse anche quello che era Devitt prima del suo approdo in WWE.

Cosa non è piaciuto: nulla di rilevante, forse nelle due interviste registrate Joe e la Brooke mi son sembrati un attimo macchinosi, ma non pessimi.

E' tutto, alla prossima settimana!

 

 

 

Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.