Pubblicità

L’afa ci assale, le birre fresche sono la nostra unica ancora di salvezza..ah no c’è anche una bella puntata fresca fresca di giornata e il menu di oggi ci promette un main event di quelli gustosi come una anguria ripiena di vodka, in cui Kassius Ohno se la vedrà con Aleister Black.

Entriamo quindi in quel della NXT Arena dopo la sigla e ci viene rivelato che avremo news su uo scontro tra Roode e Strong ma sul ring sono le signore ad accoglierci per il primo match della serata.

Match 1: Peyton Royce vs Ember Moon (2,5 / 5)

Come sempre c’è Billie Kay a fare compagnia alla sua amichetta del cuore mentre Ember sembra esser carica a molla per il suo rientro alla lotta dopo l’infortunio alla spalla che l’ha tenuta fuori gioco per Takeover Chicago. Partenza lanciata per Ember che connette subito con la gomitata in capriola all’angolo, ma Royce non le permette una Eclipse rapida e cerca un suplex dal paletto ma fallisce, franando sull’arbitro, ma ciò consente a Billie da fuori ring di colpire e dare un pò di momentum alla socia. Peyton cerca intelligentemente di concentrare i suoi attacchi sulla spalla infortunata della nemica prima lanciandola contro il sostegno del ring e poi con diverse prese di sottomissione; Moon reagisce con una serie di calci e poi la crossbody di rimbalzo, ma il secondo tentativo di gomitata volante viene bloccato da un big kick di Royce che ottiene solo un conto di 2. Una headscissor un pò lenta rimette Ember sulla via della vittoria e sembra pronta per la Eclipse ma Billie tira fuori l’amica del ring in tempo ma si vede volare l’avversaria addosso dal paletto; Peyton cerca di approfittarne e le due atlete sul ring si scambiano una serie di pin che Peyton interrompe con la Widow’s Peak ma Ember incredibilmente esce all’ultimo secondo dal conteggio. La Moon riesce in acrobazia a far sbattere l’avversaria contro il turnbuckle e finalmente mette a segno l’Eclipse dal paletto che le vale la vittoria.

Vincitrice: Ember Moon

Kassius Ohno si sta scaldando per il main event quando viene raggiunto da Hideo Itami che si dice frustrato per non riuscire a raggiungere ad NXT i successi che ha avuto in Giappone e in giro per il mondo e si scusa con l’amico per gli spintoni e la brutta reazione di qualche settimana fa; Ohno apprezza le scuse e capisce la pressione che tutti e due hanno addosso da parte del pubblico ma stasera è pronto a dimostrare il suo valore contro Black.

Match 2: The Ealy Brothers vs Sanity (2 / 5)

Rieccoli i gemelloni cioccolatosi e gonfi come pneumatici Pirelli e compito per loro complesso in quanto si trovano di fronte Wolfe e Young sicuramente vogliosi di rilanciarsi dopo un ultimo periodo non troppo brillante. Alexander e Eric separano subito Uriel del fratello con cambi rapidi ma un errore permette il cambio a Gabriel che viene però subito steso dal tedesco. I Sanity controllano senza grandi difficoltà la contesa e riescono ad evitare con furbizia qualsiasi tentativo di risposta dei due gemelli e chiudono facilmente il match con un neckbreaker di coppia accompagnato.

Vincitori: Sanity

Rimanendo in tema Sanity, ritorniamo al main event di settimana scorsa e alla guerra scoppiata tra Asuka e Nikki Cross in giro per la NXT Arena e chiuso con il volo delle due su uno dei tavoli dell produzione a bordo ring. Visto il finale di puntata, il GM Regal ha deciso che le due si riaffronteranno la prossima settimana con il titolo femminile in palio in un Last Woman Standing Match!

Match 3: Rachel Evers vs Sonya Deville (2 / 5)

Per mia somma gioia abbiamo un altro match della mia adorata Daria\Sonya che non dà respiro alla povera Rachel prendendola a calci per tutto il quadrato prima di portarla a terra per far vedere le sue doti tecniche. Squash in piena regola dunque che chiude con una doppia chiusura al braccio e al gomito a cui non si può far altro che cedere e, dato che ultimamente mi son lamentato delle finisher, per una volta è dannatamente azzeccata.

Vincitrice: Sonya Deville

Torniamo a prima della puntata dove nel backstage il campione NXT Bobby Roode è al set fotografico quando arriva la famiglia Strong al completo e cominica a fare battutine: Roderick non la prende benissimo e scatta la rissa tra i due e ci vogliono i rinforzi per fermarli ma Strong sembra aver avuto quel che voleva in quanto tra 2 settimane otterrà la sua shot al titolo principale.

Match 4: Kassius Ohno vs Aleister Black (3,3 / 5)

Questa settimana Kassius nel suo outfit omaggia i Chicago Bulls, e il logo sulla schiena è forse il più azzeccato di quelli visti fin ora, con le corna agli estremi del nome. Sempre molto affascinante l’ingresso di Black e imperscrutabili i suoi pensieri e sentimenti. Fase di studio abbastanza prolungata tra i due che si conoscono molto bene dati i trascorsi nella scena indie di entrambi e credo siano anche stati in coppia ad un certo punto, scambiandosi leve e prese senza che nessuno dei due contendenti riesca ad ottenere un vantaggio netto ma guadagnandosi gli applausi del pubblico per la tecnica. Ohno decide di cambiar spartito e prova a partire con lo striking ma Black risponde senza problemi e costringe l’avversario a ripiegare fuori ring a ripensare la sua strategia. L’olandese mette a segno una delle sue combinazioni ma Kassius con un forearm dei suoi lo manda rotolante sotto la prima corda e fuori dal quadrato. Ohno è on fire e chiude all’angolo l’avversario mandandolo al tappeto con un big boot e ottenendo un conteggio di 2, poi prosegue la sua offensiva con una chinlock modificata a terra cui segue la senton e un altro conto corto. Black è per la prima volta qui a NXT in difficoltà e si deve difendere dagli attacchi di Ohno che non accennano a diminuire di intensità e anzi diventano sempre più violenti e questo gli dà la molla per reagire e attaccare con un improvviso double stomp. Aleister riesce a mettersi in moto e con uno splendido sprinboard moonsault e con un calcio diretto alla tempia ottiene un conto di 2. Le gambe di Black mulinano che è un piacere ma lo stesso fa Kassius che con un boot lo manda barcollante al paletto, e i due se li scambiano che è un piacere e Ohno ottiene un altro schienamento non vincente. Black mette a segno un’altra delle sue combinazioni veloci e prova ancora lo schienamento fallendo e Kassius deve ricorrere a tutti i trucchi del libro per potersi riprendere e con un enziguri fa vacillare pericolosamente l’avversario e connette con il rolling cyclone ma l’olandese ancora una volta esce dal conteggio dell’arbitro. I due si scambiano colpi durissimi l’uno di fila all’altro e Ohno mette a segno un bel release suplex frontale e cerca il rolling Elbow ma Black lo prende d’incontro con la Black Mass e si porta a casa la vittoria e mantenendo l’imbattibilità ma mai è stata cosi a rischio fino ad ora.

Vincitore: Aleister Black

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
7
Qualità promo
6
Evoluzone storyline
7
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.