Dopo l’evento di Brooklyn, NXT torna a casa e si presta ad affrontare le conseguenze di quanto successo, con un nuovo campione sia nella categoria singola che in quella tag, una campionessa scomunicata e la minaccia di una invasione da fuori capeggiata da Adam Cole.

Pubblicità

Sigla e poi subito backsage dove troviamo una selva di gente abbattuta che manco una grandinata tra cui i neo campioni dei Sanity e Regal che si guarda in giro cercando i colpevoli..saranno stati Cole e i suoi?

Entriamo nella NXT Arena e risuonano le cornamuse del neo campione, con tanto di neo titantron, Drew McIntyre pronto a festeggiare la conquista della cintura di NXT e il pubblico intori canti meritori a suo favore. Lo scozzese dice che tutto il lavoro e i sacrifici degli ultimi anni lo hanno portato ad ottenere il titolo di campione, il lavoro di una vita ma aver la cintura è anche avere un bersaglio sulla schiena e lui lo ha scoperto subito dopo la conquista della vittoria con l’attacco di Fish, O’Reilly e Cole e Drew li avvisa che ora questo è il suo ring e se vogliono una possibilità per il titolo devono solo farsi avanti, guardarlo negli occhi e chiedergli di lottare. A rispondere alla chiamata è però Roderick Strong che per prima cosa si congratula e si trova d’accordo con quanto appena detto e ha visto quanto successo a Takeover ma degli invasori gli importa poco, ciò che gli preme è vincere la cintura e stasera affronterà Bobby Roode per chiudere la faccenda tra i due e poi si farà avanti per vinere. McIntyre si congratula per come si è comportato da uomo e si chiede se sarà anche pronto, una volta arrivata la sua occasione, a cadere come un uomo e non un ragazzino.

Rivediamo l’intervista di Roode che le aveva promesse la settimana scorsa dopo Takeover e già stasera ci sarà la resa dei conti tra i due.

Settimana prossima vedremo la decisione sul titolo femminile detenuto da Asuka ma al momento ai box per un infortunio alla clavicola.

Match 1: Peyton Royce vs Ruby Riot (2,8 / 5)

Partenza lenta del match con le due che si studiano molto e si scambiano prese a terrra senza ottenere grandi vantaggi. Ruby con un dropkick riesce a prendersi un vantaggio e poi lavora una semplice armbar sul braccio sinistro di Peyton che reagisce con una ginocchiata dritta al volto che stordisce l’avversaria. Royce rallenta oltremodo la contesa lanciando l’avversaria in direzione della sua amichetta Billie fuori ring che però non la colpisce e la rilancia sul quadrato per esser chiusa in una chinlock e non lasciare a Ruby alcun tipo di reazione. Riot prova d’orgoglio e agilità a rimettersi in corsa e con una serie di calci ottiene un conto di 2, ma Royce reagisce e cerca il superplex ma fallisce e cade dal sostegno; Billie è scalta e arriva nelle vicinanze dell’azione quel tanto che basta per non fare attaccare Ruby e far in modo che l’amica colpisca prima con uno roundhouse kick e poi con una DVD che però le vale solo un conto di 2. Riot para un calcio e contrattacca con una gran powerbomb ma anche questa non vale la vittoria. Bille tira fuori dal ring l’amica ma Ruby vola addosso ad entrambe attraverso le corde. Kay riesce questa volta a colpire con un superkick fuori ring l’avversaria e appoggia il cadavere e Peyton che deve solo eseguire il suo fisherman suplex che le vale il facile schienamento.

Vincitrice: Peyton Royce

Intervista a Regal sugli attacchi di inizio puntata e il GM è preoccupato di quanto accaduto, ma viene interrotto da Ohno che gli chiede un rematch contro Itami. Regal concede il match ma Ohno chiede che non ci siano qualifiche e la stipulazione viene accordata senza troppi problemi dal General Manager.

Match 2: Heavy Machinery vs Johnny Sins Fat Cousins (1 / 5)

Super squashone per Dozovic e Knight, rapido veloce e indolore.

Vincitori: Heavy Machinery

Torniamo a Brooklyn per un minuto a rivedere il pestaggio di Lars Sullivan ai danni di No Way Jose. Lars è nell’ufficio di Regal e questo come punizione gli organizza per settimana prossima un match 3 contro uno, ma Sullivan sembra tutto tranne che preoccupato.

Settimana prossima: Andrade Cien Almas vs Cezar Bononi nel rematch della sfida di mesi fa e Ohno vs Itami in un No DQ match.

Match 3: Roderick Strong vs Bobby Roode (3,5 / 5)

Buona come sempre l’accoglienza per Strong, ma ancora più forte il coro di GLOOOOORIOUS per l’ingresso del buon Roode. Ah, se mettete i sottotitoli sul Network potete anche fare il karaoke della canzone, provateci. Roode parte con gli insulti ma viene spinto al momento del Glorious e la cosa lo infastidisce e parte all’attacco bloccando anche un backbreaker, ma non può nulla dopo un dropkick e una serie di chop di Strong, che poi mette a segno un paio di backbreaker piuttosto creative che costringono l’ex campione a rifugiarsi sull’apron e dopo colpi durissimi Strong finisce di schiena contro prima il paletto e poi i gradoni per chiudere con una spinebuster direttamente su tappetini fuori ring. Roode ha in controllo il match e ripaga Strong della stessa moneta con una serie di backbreaker e poi con una presa alla schiena molto dolorosa. Roderick risponde finalmente con una gutbuster e prende finalmente un po’ di inerzia e ottiene un due e mezzo dopo una backbreaker a centro ring. Tiger bomb e Boston Crab di Strong in sequenza e Roode deve ancora usare le corde per difendersi per poi colpire con una stunner partita dal fireman’s carry per un conto di 2. Altra spinebuster di Roode al centro del ring e cerca la GLOOOOORIOUS DDT ma Strong esce e risponde con una Angle Slam ad alto angolo e con un paio di ginocchiate volanti che valgono un altro due e mezzo. I due combattono sul paletto e ha la meglio Strong colpendo con l’enziguri e il superplex ma non è ancora sufficiente per andar a vincere; dopo una scambio durissimo Roode mette a segno la GLOOOORIOUS DDT ma Strong riesce a spostarsi quel tanto che basta per riuscire a metter il suo piede sulle corde e non poter subire il conteggio. Bobby allora preso dalla frustrazione si mette a insultare Strong gridandogli che non sarà mai forte e bravo come lui e che la sua famiglia si vergogna di lui. Roderick punto nell’orgoglio parte all’attacco con una serie di ginocchiate in salto e poi una backbreaker in rovesciata. Non contento, manda il bacio della morte a Roode e colpisce con una altra finisher e ottiene il conto di 3 decisivo.

Vincitore: Roderick Strong.

Drew McIntyre arriva sullo stage per complimentarsi con Strong e far lui cenno che avrà una shot al titolo ma viene immediatamente circondato e attaccato dal diabolico trio della ROH che gli riserva un pestaggio vecchia scuola, con la DDT sulla rampa che lascia il campione steso a terra e Cole, O’Reilly e Fish in fuga da Regal gridando che ormai questo è il loro show.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità match
7
Qualità promo
6,5
Evoluzone storyline
7
Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.