Pubblicità

Marsupilami torna sull'ultimo speciale di NXT e, con l'aiuto dei vostri commenti, analizza quanto accaduto nell'ultimo show del roster di sviluppo WWE.

Eccoci amici alla review di Takeover…o meglio, ad analizzare gli spunti che, match per match, voi mi avete regalato nei commenti al report live di settimana scorsa, e vi ringrazio per l'affetto, la presenza e la continuità con cui vedo molti di voi seguire lo show. Anche a una seconda visione, i voti che ho dato live non necessitano di modifiche particolari e rimangono quelli che diedi sul momento, ma è giusto rianalizzare certi punti dello show usando per ogni segmento un vostro messaggio per poi approfondire certi aspetti.

 

NXT Tag Team Champions:i Lucha Dragons chiudon l'era degli Ascension

 

E partiamo con Back che nella sua analisi, dichiara:"- Il match tag team ha evidenziato, ancora una volta, il limite degli Ascension: hanno carisma, presenza scenica, bella gimmick (Brood versione PG in pratica), entrata gasante, ma hanno un limite. E quel limite è quella pippa di Konnor. Viktor è anche un buon atleta, un discreto high-flyer, Konnor è veramente imbarazzante e finché i loro match continueranno ad essere condotti solo dal primo, a me continueranno a non convincere"

Caro Beck, mi trovi sostanzialmente d'accordo sul tuo parere in merito agli ex campioni,ovvero gli Ascension. La coppia è sicuramente ben caratterizzata dal punto di vista visivo ma allo stesso tempo è evidente la differenza di livello dal punto di vista lottato tra un Viktor, che èworker più che discreto, e un Konnor che invece non ha fatto molti progressi dal suo arrivo.E'vero che in un tag le magagne si nascondono maggiormente, ma si nota sempre un calo di ritmo e intensità quando il più pesante dei due entra in azione, e ciò potrebbe essere ancora più netto al momento del grande salto, che sembra ormai inevitabile. Questo match non è stato da meno, e ha anche avuto secondo me,cosa strana per NXT, un minutaggio troppo breve, un 3 minutini in più avrebbero aiutato a dare una maggiore compiutezza all'incontro, che invece è terminato in maniera fin troppo repentina.

La vittoria dei messicani era prevista e prevedibile, e per loro ci dovrebbero essere subito i Vaudevillains come primo ostacolo, e poi vedremo come evolverà la situazione, di sicuro dovremmo avere contese più combattute rispetto al regno precedente. Una sola cosa: non date per ora il microfono a Kalisto dal vivo…

 

Baron Corbin debutta e distrugge CJ Parker

Parola a Alberto il quale pensa che "Corbin squasha Parker (aléééé). Sotto sotto spero che Baron non diventi, e venga gestito, come un Reigns V.2. (roba da puntata settimanale, ma che serve al lancio del tatuato e quindi passi pure)".

Centrato anche qui il punto della questione, ovvero se era necessario spendere del tempo in uno special event per un debutto di questo tipo, senza alcuna costruzione. Ricordiamo che Corbin è visto, da chi ne sa, come il miglior prospetto WWE puro, ovvero non passato dalle indies; il look c'è senza dubbio, e per capirci una coppia con il buon Corey Graves sarebbe stata senza dubbio interessante. Vedremo come il ragazzone riuscirà a gestire le prossime sfide,cercando soprattutto di capire se sul ring ha una mobiità maggiore rispetto a molti pari dimensioni.

Enzo Amore vs Sylvester Lefort: la sagra del comedy..e delle mancate promesse

Mizthunder ci fa sapere che "Il match con annesso segmento tra Amore e Lefort mi è piaciuto, è servito a spezzare la tensione e a far fare due risate, promosso anche quello. "

Qui mi trovi d'accordo in parte: hai sicuramente ragione nel dire che il compito principale dell'angle,perchè di questo si tratta, era quello di fare da momento comico e divertente della serata, e in ciò è riuscito perfettamente, grazie al carisma di Enzo Amore e al fatto che quando si fan fare figure di polifosfato organico ai francesi la cosa fa sempre piacere. Tuttavia non posso promuovere del tutto la faccenda per due motivi: il primo è che l'azione sul ring è stata modesta a esser buoni, e mi aspettavo qualcosina di più da quel punto di vista, e il secondo è che se ho un match con i capelli in palio voglio vedere uno dei 2 combattenti rasato alla fine e se non lo vedo mi sento un attimino "fregato" dalla situazione. Vero che alla fine Marcus Louis è finito calvo, e gli va dato atto di aver avuto una splendida mimica facciale, ma è come se vado a un matrimonio e vedo altra gente sposarsi: ok la cerimonia è la stessa, ma mi aspetto altri protagonisti.

Da Kenta a Itami, metamorfosi di un wrestler

Eccoci a uno degli argomenti caldi, e sentiamo subito l'opinione di Blow che " per quanto riguarda il debutto di KENTA non sono soddisfatto…sia per il cambio di nome anche se era prevedibile, sia per la dinamica" .

In effetti questa scelta ha fatto storcere il naso a molti, anche solo per il fatto di aver usato il nome Kenta per la promozione e subito levarlo. Va detto che è abbastanza normale per la WWE usare nomi registrati, e la recente vicenda di Punk insegna come ci possan esser problemi quando i diritti sono altrui, e in questo caso è stato scelto un nome realistico, su cui ci si posson costruire sopra dei cori..è tutto sommato una questione di abitudini. Se per il nome ci dovremo accontentare, non è cosi per il debutto che è stato azzecato sotto diversi punti di vista. Titantron e musica sono molro buoni e richiamano subito il mondo giapponese; Hideo ha anche provato a usare il microfono, e gli concediamo un pò di emozione del momento e positivo anche l'intervento degli Ascension, che tanto sono in fase d'uscita e hanno credibilità nel mondo NXT, a provare con la forza a prendersi lo spazio ma rispediti al mittente dal giapponese con una serie di calci. Soprattutto resta nella mente quella posa di Itami seduto sulla sedia e che con le mani fa segno di farsi sotto, a dimostrare da subito un carattere deciso e che decisamente si spezza. Vedremo nella prossima puntata come sarà il suo debutto on ring, ma con queste promesse si delinea un bel personaggio di quelli che menano tanto e parlano poco che a noi piacciono tanto.

 

Match delle Divas: quando l'impegno paga

Saltando a piè pari il match Rawley-Dempsey e spero nessuno se ne lamenti,andiamo alle Divas,argomento che viene secondo me anche iperdiscusso su questo sito da voi commentatori, per quanto non possa negare la forza traente del pube femminile sia superiore alla trazione di due bovini adulti nello spostare un mezzo a quattro ruote.

Detto questo, per parlare del match delle Divas, che ha visto la riconferma per Charlotte come campionessa,sfruttiamo l'assist fatto da stex14 che inquadrando il match dice che lo scontro è stato un "match femminile non indimenticabile ma aimè come si sapeva Bayley stessa non poteva far miracoli contro una Charlotte acerba, grazie a dio ha vinto quest'ultima e quindi per ora rimane ancora ad NXT."

Mi trovo anche qui in disaccordo e ho voluto rivedere il match prima di scrivere e posso dire che, per quanto si possono notare delle sbavature qua e là, la contesa è stata buona e ha mostrato, oltre alla solita Bayley costante nel rendimento e nel rendere credibili i colpi degli avversari, una Charlotte decisamente più fluida e efficace nei colpi e nel ritmo del match, diminuendo la legnosità che l'aveva contraddistinta in altre situazioni e anzi mostrando un buon impegno per tutta la contes. Il difetto del match è la sensazione che ho avuto live che Bayley non avesse le carte giuste per vincere, non c'è mai stata l'incertezza del risultato. Il post match, con l'intervento di Sasha, rimescola un pò le carte e ci dà l'idea che si possa andare verso un match a 3 prossimamente e non si sorprenderebbe se fosse proprio la Banks a vincere la cintura. In ogni caso, pollice su per le ragazze che si dimostrano autonome e sono ormai una delle parti più interessanti di NXT.

 

Il main event : un Fatal 4 Way a un passo dalla cima

 

Doveva esser spettacolo ed è stato spettacolo, il main event non ha deluso le aspettative e ci ha regalato una ventina abbondante di minuti di ottimo lottato, con un finale veramente appassionante e i 4 lottatori che ne escono rafforzati in quanto hanno dato ognuno il meglio di loro stessi. Molti hanno per questo chiesto il massimo dei voti, come Thebone che infatti afferma come "Mi è piaciuto un sacco come nel fatal 4 tutti abbiano dimostrato quanto valgono, spot spettacolari da parte di tutti e tutti sono andati veramente vicinissimi alla vittoria. Per me è un 5 stelle. "

Per quanto riguarda NXT, o più in generale come io intendo il wrestling, per avere il massimo dei voti un match, oltre a un altissimo livello tecnico, deve essere coerente con la storia che hai raccontato fino a quel momento e non deve aver buchi logici nel dipanarsi dell'incontro stesso. Il match a 3 cadute tra Zayn e Cesaro è un perfetto esempio di cosa io interpreto come match a 5 stelle, mentre in questo caso ci son stati due particolari che, seppure minori, hanno minato il voto, che resta in ogni caso lusinghiero. Il primo difetto è stata la fase iniziale del match, con i 4 lottatori che rimangono in attesa di muoversi per un minuto circa con fare circospetto, come se non si fossero mai visti sul ring quando invece sono settimane che si seguono l'un con l'altro; avrebbe avuto più senso dal mio punto di vista, una partenza a spron battuto. Il secondo piccolo difetto l'ho trovato nella parte centrale del match, nel quale Neville e Breeze restano per troppo tempo fuori ring senza attaccare nonostante non avessero subito colpi devastanti.Può sembrare poco, ma quesro ha per me rotto la sospensione d'incredulità necessaria per godere al massimo di un incontro di wrestling, ed ecco perchè non raggiunge la perfezione.

Il finale ha visto Neville vincere con una buona dose di furbizia su un eroico Zayn; resterà da vedere se ci sarà un effettivo turn heel del campione o se i due resteranno buoni ma con sfumature diverse, cosa che personalmente preferirei. Non saprei invece dirvi quale sarà il futuro degli altri 2 partecipanti, non meriterebbero per nulla di rifinire in un limbo pericoloso come ll midcarding, in particolare Breeze.

Conclusioni

Tirando le fila, uso le parole di Alberto che, per riassumere le idee di quasi tutti voi, parla di "Evento coerente e di una semplice solidità".

Ed è questa in fondo la forza di Nxt che è vero che non propone storyline innovative ma punta alla funzionalità, a far fare alle giuste persone i giusti spazi nella card in modo da far emergere i punti forti e far sparire sotto i tappeti le parti più migliorabili. Questo atteggiamento sarebbe da tenere sempre nel wrestling, ma come sappiamo quasi mai applicato ai piani alti. Spero che il successo di Takeover serva ai capoccia WWE a capire quali sono gli aspetti di NXT che lo rendono cosi popolare e a portarli nel main roster,in modo da evitare gli inutili costrutti che abbiamo visto nelle ultime settimane tra RAW e gli altri show.

Fatemi sapere che ne pensate qui sotto!

Marsupilami
Reporter ufficiale di NXT, improvvisatore. non digerisce i peperoni, fan appassionato di Deadpool, fine umorista, fedele alla chiesa di Santo Stefano Curry e delle sue caviglie di cristallo da prima che molti di voi lo conoscessero.