Luke Harper sta emergendo come la nuova Breakout Star della WWE.

Pubblicità

L'ex protetto di Bray Wyatt ha lasciato la stable qualche tempo fa ed ora è lanciatissimo verso una fulgente carriera da singola.

I modi in cui è avvenuto lo split della Wyatt Family sono stati sorprendenti, poco clamore, una scelta corretta, anche i fans sono rimasti spiazzati soprattutto perchè tutti pensavano che nel solo Wyatt c'era materiale su cui lavorare con profitto. Valutazione sbagliata.

Harper è una bestia di quasi due metri per 130 chilogrammi, molto lo comparano a Bruiser Brody che ha saputo farsi un nome velocemente in WWE e che aveva la stessa debordanza fisica che ha Harper in questo momento. Probabilmente non è sbagliato pensare che Luke Harper è il miglior wrestler old school attualmente nel roster a disposizione di Vince McMahon.

 

La WWE storicamente è sempre stata terra di giganti. Da Andrè the Giant a Big Show, passando da Undertaker a Kane, la federazione ha spesso imposto dei monster wrestler che utilizzavano potenza e dimensioni per dominare l'avversario in ogni parte dell'incontro.

 

Le Superstars come Shawn Michaels e Bret Hart erano mosche bianche e hanno rotto a metà anni '90, la solita immagine della WWE che ha dato di sé per diversi anni. Infatti improvvisamente i fans sembravano essere maggiormente attirati dai lottatori più tecnici sul ring, piuttosto che fossilizzarsi sulla statura e l'abilità nel demolire chiunque.

 

La WWE sembrava volesse cambiare la propria filosofia, quella che l'ha sempre condotta avanti nei primi anni '90.

Ma ora il mix fra big man e wrestler più normali a livello fisico è migliore rispetto al passato, anche se la preminenza verso i big man rimane sicuramente un leit motiv per tutta la federazione.

Harper è un big man atipico, mosse di potenza condite da improvvisi slanci di atletismo, reattività e agilità.

 

Harper è un brawler molto hardcore come stile, la potenza e l'intimidazione sono il suo pane, ma spesso lo si vede lanciarsi tra le corde per un suicide dive oppure salire sul paletto.

Sicuramente il personaggio di Harper, basato sulla sua affiliazione alla Wyatt Family, porta alla memoria la distruzione e la forza bruta.

 

Il character di Harper rispetto a Bray Wyatt è sicuramente più riflessivo, è uno sorta di stalker molto cupo, deviato, squilibrato, un personaggio molto pericoloso e che sembra senza freni da quando non più comandato dal Santone della Palude. In realtà non credo abbia bisogno di un leader che lo guidi.

 

Harper non è uno yes man, uno di quei heel che in passato avevano fatto parte di stable heel e che poi nei loro stint da singoli, fallirono miseramente.

Il character di Harper nasce sotto la Wyatt Family, ma è stato ben presto passato con ottimi risultati alla competizione singola, mettendo sotto parecchie Superstars quotate.

La rudezza di Harper sul ring sembra infermabile, quando si è allineato all'Authority, è diventato subito campione Intercontinentale, questo successo sembra solo l'inizio di una carriera di grandi soddisfazioni per il ragazzo.

 

E' elettrizzante per i fans poter vedere un lottatore che non si ha idea di cosa farà e di come lo farà. Vederlo nella Wyatt Family è stato sicuramente un ottimo trampolino di lancio, un ambiente familiare per iniziare la carriera nel main roster, ma ora il suo sviluppo è molto interessante.

Il suo agire da solo ha portato imprevidibilità ed un non so che di intrigante nel suo personaggio. Tutto ciò ha catturato fortemente l'attenzione dei fans.

 

Con Kane che ora è utilizzato in modo saltuario sul ring e Big Show che è sul viale del tramonto, la verità è che la WWE sta plasmando e creando un futuro big man che incute grande paura. E questo è veramente il momento migliore per emergere e fare un ottimo lavoro in ogni show o ppv.

 

Non è il tipico wrestler e questo è già un grande punto a suo favore. Non ha un fisico iper-definito, il look è quello che è, i fans non sono abituati a lottatori del genere e questo piace molto.

Inoltre è molto old school e sappiamo come i fans siano molto legati al passato.

 

Il suo modo di atteggiarsi sul ring, la sua voglia continua di punire l'avversario e di farlo nel modo più brutale possibile, porta il WWE Universe ad essere molto interessato a Luke Harper.

Harper può dominare la WWE e lo può fare senza innovazione, bensì comportandosi da big man old school che la federazione ha sempre amato incondizionatamente.

 

Le buone idee spesso sono semplici e poco sofisticati. E allora, avanti tutta Luke!

 

E' tutto, alla prossima!

MarcoManiac83
Il più "storico" di Zona Wrestling, grandissimo appassionato di basket NBA e fan UFC, ancora oggi in cerca dell'Eldorado. Festeggia quest'anno i 10 anni di collaborazione con ZW...oh my brother, testifyyyyy!