Pubblicità

Un evento denominato Extreme Rules non poteva che avere una Preview in extremis. Scoprite i possibili esiti degli incontri insieme a ChristiaNexus, odierno fautore dei pronostici:

 

Kickoff: Tag Team Match per il WWE Tag Team Championship: Cesaro & Tyson Kidd (con Natalya) (c) VS The New Day (Big E & Kofi Kingston con Xavier Woods):

 

I New Day si sono guadagnati la title shot sconfiggendo i Lucha Dragons durante l'ultima puntata di Raw, a dispetto del totale disinteresse del pubblico nei loro confronti; per di più, arrivano a seguito di una vittoria ottenuta (sia pur in maniera confusionaria) da Kofi Kingston ai danni di Cesaro ma, al netto di ciò, vedo strafavoriti gli attuali campioni, sempre più convincenti e credibili.

Vincitori e ancora WWE Tag Team Champions: Cesaro & Tyson Kidd

 

Single match per il WWE Divas Championship: Nkki Bella (con Brie Bella) (c) VS Naomi:

 

In principio la sfidante al titolo femminile sarebbe dovuta essere Paige, a seguito della vittoria da questi riportata nella Battle Royal svoltasi un paio di settimane fa a Raw ma, complice il vile attacco a tradimento di Naomi (e l'inizio delle riprese del film Santa's Little Helper, cui l'inglese prenderà parte), la legittima #1 Contender non potrà lottare nel PPV di domani. Il turn di Naomi ricalca la falsariga del “Sono stufo/a di mettere sorrisi sulla bocca dei bambini e aspettare la mia occasione; d'ora in poi penso solo alla mia carriera”; insomma, un inedito ma, nonostante la banalità, potrebbe comunque portare maggiormente alla ribalta una lottatrice atletica e con ancora margini di miglioramento sul quadrato. Tuttavia, credo che non sia ancora giunto il momento della sua consacrazione.

Vincitrice e ancora Divas Champion: Nikki Bella

 

 

Last Man Standing match: Big Show VS Roman Reigns:

 

A Wrestlemania, il nuovo Golden Boy della WWE ha subito la sconfitta più bruciante della propria carriera, a causa dell'incasso del Money In The Bank da parte di Seth Rollins (e menomale). Come se ciò non bastasse, Roman Reigns è stato attaccato selvaggiamente da Big Show il quale, in occasione della puntata di Raw svoltasi a Londra, ha fatto dell'automobile inglese parcheggiata sullo stage, il proprio parco divertimenti. Si arriva dunque a questo Last Man Standing match che, al di là dei soliti proclami del vincitore della André The Giant Memorial Battle Royal, avrà un esito a dir poco scontato.

Vincitore: Roman Reigns

 

 

 

Russian Chain match per il WWE United States Championship: John Cena (c) vs Rusev (con Lana):

 

Wrestlemania ha sancito la prima sconfitta di Rusev, per mano di un John Cena che, anche grazie all'Open Challenge settimanale, è riuscito nell'impresa di rendere interessante un titolo che, negli ultimi anni finiva per diventare un accessorio personale (vedasi il “regno” di Dean Ambrose) o che, oppure, veniva relegato a storyline di secondo, se non terzo piano. Rusev ha invocato la propria clausola di rematch durante la puntata di Smackdown successiva allo Showcase Of The Immortals e, dopo essere stato nell'ombra per qualche settimana, ha attaccato a tradimento Cena dopo che questi aveva difeso il titolo contro Bad News Barrett, con Lana che ha annunciato che la rivincita sarebbe stata un Russian Chain match, incontro che non sarà altro che non un Texas Bullrope match appositamente ridenominato per l'occasione. Per quanto una sconfitta del lottatore di origini bulgare rischia di affossarlo definitivamente, credo che sarà il wrestler di West Newbury ad uscire vittorioso dalla contesa, continuando il proprio percorso di “riabilitazione” dello United States Championship. Vincitore e ancora United States Champion: John Cena

 

 

Single Match per il WWE Intercontinental Championship: Daniel Bryan (c) VS Bad News Barrett:

 

Parallelamente al discorso fatto per John Cena, anche Daniel Bryan ha saputo restituire vigore e interesse al Titolo Intercontinentale e, sotto questo profilo, è stato memorabile e quanto mai azzeccato il segmento di Wrestlemania in cui il wrestler di Aberdeen è stato affiancato da alcuni tra i più importanti lottatori del passato che hanno vinto la prestigiosa cintura Intercontinentale. Peccato solo per i continui problemi fisici di Daniel Bryan che lo hanno costretto ai box e che rischiano di mettere a repentaglio lo svolgimento di questo stesso match il cui esito, qualora dovesse svoglersi, dipenderà proprio dalle condizioni fisiche dell'attuale campione.

Vincitore e ancora Intercontinental Champion: Daniel Bryan (per ottimismo)

 

 

Chicago Street Fight Match: Dean Ambrose VS Luke Harper:

 

Su questo match non c'è molto da dire, a causa di una “rivalità” che affonda le proprie radici nell'Intercontinental Championship Ladder match di Wrestlemania in cui l'ex membro della Wyatt Family ha scaraventato il Lunatic Fringe su una delle tante scale utilizzate durante l'incontro. Ciononostante, la qualità degli atleti coinvolti ci regalerà una contesa godibile con quel tocco in più rappresentato dall'assenza di regole, il che può garantirci lo spot della serata. Quanto all'esito, Dean Ambrose necessita disperatamente di una vittoria, ma attenzione all'imprevedibile Harper. 

Vincitore: Dean Ambrose

 

 

Kiss Me Arse Match: Dolph Ziggler VS Sheamus

 

Si vociferava da tempo immemore a proposito di un turn heel di Sheamus e,finalmente, cio è avvenuto in occasione della puntata di Raw successiva a Wrestlemania, quando il Celtic Warrior ha attaccato brutalmente Daniel Bryan e Dolph Ziggler, per poi giustificare le proprie azioni con un laconico quanto già visto “perché posso”, altro inedito in casa WWE. Lo Show-Off, in particolare, non ha mandato giù l'affronto subito e, dopo aver provocato il lottatore irlandese, lo stesso Sheamus ha fissato la resa dei conti proprio per l'evento di domani. La stipulazione prevede che il lottatore sconfitto dovrà baciare il didietro dell'avversario; ora, se è vero che, fortunatamente, Rikishi non prenderà parte all'incontro, si tratta comunque di un atto umiliante per chi sarà costretto a farlo e, qualora dovesse realmente accadere, ci vorrebbe del tempo per ricostruire lo sconfitto che, ahimè, bacio o non bacio, temo sarà Dolph Ziggler, visto che Sheamus difficilmente perdere il primo incontro importante da heel.

Vincitore: Sheamus

 

 

Steel Cage Match per il WWE World Heavyweight Championship (Kane sarà a guardia della porta e l'RKO sarà bandita): Seth Rollins (c) (con Joey Mercury e Jamie Noble) VS Randy Orton:

 

L'incasso di Seth Rollins a Wrestlemania 31, il primo di sempre in occasione del Grandest Stage of Them All, sarà uno di quei momenti che resteranno per sempre nella storia della WWE. Tuttavia, è già tempo di voltare pagina e di rivolgere lo sguardo alla prima difesa titolata dell' “Undisputed Future”, o meglio, “Present” della WWE che lo vedrà opporsi a quel Randy Orton che, poche ore prima dell'incasso, aveva sconfitto Seth Rollins dopo avergli inflitto la più bella RKO di sempre. Per stipulazione, “The Viper” non potrà eseguire l'RKO ma, a seguito della scorpacciata dell'ultima puntata di Raw, potrebbe non essere un problema per Orton il quale, in ogni caso, può sempre contare sul letale Punt Kick. Sono di tutt'altra natura, invece, i problemi dell'attuale campione, alle prese con un Kane al quale inizia a stare stretto il vestito elegante e che inizia ad essere stufo dei capricci di Seth Rollins , arrogante fino al parossismo a dir la verità, e a rimpiangere il passato da mostro inarrestabile. La variante rappresentata proprio dall'ex Big Red Machine, il quale farà da guardiano alla porta della gabbia, potrebbe giocare un ruolo fondamentale se, finalmente, decidesse di uscire dal giro dell'Authority e dal mantra del “Best for business”. Peccato che uno scenario simile appaia lontano anni luce dalla ben più pressante esigenza di costruire un campione solido e convincente che, una volta superato quest'avversario di transizione, potrà rivolgere lo sguardo verso nuove sfidanti.

Vincitore e ancora WWE World Heavyweight Champion: Seth Rollins

 

 

Considerazioni generali:

 

Quest'edizione di Extreme Rules affianca match che rappresentano il risultato di rivalità lunghe e ben costruite ad altri venuti fuori un po' così, dal nulla, soprattutto quello fra Dean Ambrose e Luke Harper. Ciononostante, può venir fuori un evento godibile sul piano del lottato in quasi tutti i match, con il punto interrogativo sulle condizioni fisiche di Daniel Bryan e su ciò che succederà nell'immediato dopo il Kiss Me Arse match. Per il resto, vedo sicura la conferma degli attuali Campioni in questo evento di transizione in attesa di una più complessa costruzione delle rivalità in vista di Summerslam.

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.