Pubblicità

Monday Night Raw vi da il benvenuto dalla All State arena di Chicago, Illinois. Alla tastiera, se non le staccano internet prima, Ysmsc.

Dopo un recap del promo di Seth Rollins della settimana scorsa, dove il novello Santa Claus ha distribuito regali alla sua ritrovata famiglia, la puntata si apre con l'arrivo sul ring di Paul Heyman e Brock Lesnar, nell'arena di Chicago campeggiano cartelloni giganti inneggianti alla Suplex City e Brock sfoggia, per l'occasione, una maglietta personalizzata per Chicago; Paul Heyman fa le presentazioni di rito e incorona Lesnar sindaco di Suplex City, Brock è venuto a conoscenza che, per qualche strano motivo, Seth Rollins e la sua famigliola credessero che lui si trovasse ancora in Giappone, credendo forse di essere al sicuro, Brock Lesnar è un Dio e certamente non è un Dio buono, ma il Dio della vendetta violenta, vendetta che si consumerà su Seth Rollins e chiunque gli stia vicino, Heyman fa un riferimento alla Streak, beccandosi qualche fischio, dato che la ferita è ancora fresca, ma riprende consensi parlando di come Brock abbia squashato John Cena, dice che Brock non rispettava i suoi avversari, ma non li disprezzava neanche, c'era semplicemente qualcosa da conquistare e lui lo faceva, ma con Seth Rollins è diverso, con lui non solo Lesnar non prova rispetto, Lesnar lo disprezza completamente, perché ha infranto l'undicesimo comandamento: non svegliare il Lesnar che dorme. Seth Rollins l'ha provocato più di una volta, l'ha portato addirittura alla sospensione, ma adesso è troppo, il lavoro di Heyman è vendere, dunque ci vende il fatto che il 19 luglio a BattleGround Brock Lesnar metterà le mani addosso al WWE World Heavyweight Championship e si riprenderà il titolo e ci assicura che questo match sarà domenica, ma la mattanza comincerà stasera stessa, nella All State arena di Chicago Illinois! Seth Rollins sarà qui stasera dunque, finché ci sarà Rollins, Brock Lesnar non andrà da nessuna parte.

Dopo tale promo, ci vengono presentati orridi fotomontaggi di Kane alle Hawaii e alcune vignette lievemente più simpatiche che ci mostrano il viaggio in Cadillac di J&J per arrivare a Chicago, poi passiamo al primo match della serata

Big Show vs Ryback (2/5)

The Miz è prevedibilmente a bordo ring per assistere al match e incita i due a scannarsi a vicenda, Show e Ryback lo guardano basiti per un secondo, poi iniziano un confronto al centro del ring, carino il fatto che Ryback provi una Waste lock nonostante non riesca neanche a cingere la vita di Big Show con le braccia, Show gli rifila una Chop all'angolo e Miz lo incita a colpirlo un'altra volta e poi un'altra ancora, Show prova a colpirlo ma lo manca e Miz se ne ritorna a sedere, Ryback parte con una reazione e Miz non abbandona il suo ruolo di urlatore motivazionale, intanto Big Show tira fuori un bel Flapjack partendo dal paletto e rispolvera la sua presa di sottomissione alle gambe, il pubblico dal canto suo intona “Cleveland sucks!” e Miz risponde che tanto lui viene da Hollywood, Ryback connette la Meat hook anche se fallisce nel tentativo di colpire anche lui Miz, il conto si ferma al due e il Big guy tenta uno Splash dal paletto che tuttavia non va a segno, si becca una Chokeslam e poi Big Show sale sulla seconda corda da dove, incredibilmente, connette un Elbow

drop, molto a caso, Miz decide di intervenire e interrompere il match

Vincitore: Big Show via DQ (Miz dovrebbe aver colpito prima lui)

Il Magnifico si gasa non accorgendosi che Big Show e Ryback l'hanno circondato, prova a ricordare ai due che tanto si affronteranno a BattleGround, poi cerca di convincere Ryback ad allearsi contro Big Show, in risposta si becca prima la Shell shocked poi una Chokeslam, anche se ad avere l'ultima parola è Ryback che riesce a colpire Big Show con una Clothesline prima che il gigante scenda dal ring, rimanendo così l'ultimo in piedi sul ring.

Altri fotomontaggi di Kane e filmati di J&J in viaggio di nozze sulla Cadillac.

Il prossimo è un match femminile, Paige, che riceve un'ottima reazione, a quanto pare non si è ancora stancata di andare uno contro uno contro ogni possibile membro del team Bella

Brie Bella (with Nikki Bella&Alicia Fox) (2/5)

Brie usa le corde per far finire l'inglesina fuori dal ring, intanto una Naomi versione corpidivano e una Tamina versione sposa di Frankenstein osservano il tutto da un monitor, Brie usa una semplice ma efficace presa al braccio ma Paige riesce a ribaltarlo in un roll up, Nikki e Alicia tentano di stuzzicare Paige ma si beccano la ginocchiata alle corde di Brie che era intenzionata a colpire l'avversaria, la signora Danielson si becca un roll up ma riesce ad alzare le spalle e il match prosegue, ginocchiate all'angolo per Paige che parte col suo comeback, Brie riesce ad evitare di venir chiusa nella PTO ma fallisce poi il Dropkick dal paletto, Paige riesce non solo a lanciarla contro la sorella ma anche a colpire poi Alicia con un Superkick, peccato che si distragga proprio all'ultimo e si prenda la Bella buster

Vincitrice: Brie Bella

Alicia e Nikki somministrano poi le loro finisher su Paige e festeggiano sul ring, quando finirà questo dominio incontrastato non si sa, io spero il prima possibile, sarà la milionesima volta che le Bellas dimostrano di non avere avversarie, mostrateci qualcosa di nuovo “per Dio”.

Dopo un recap del feud tra Bray Wyatt e Roman Reigns è proprio quest'ultimo a salire sul ring, per un match contro Sheamus, reazione non male per il samoano, considerata anche l'arena particolare

Roman Reigns vs Sheamus (3/5)

C'è tensione tra i due e prima che il match inizi Reigns fa anche cadere la valigetta dalle mani dell'irlandese, confronto di forza tra i due che Sheamus blocca colpendo l'avversario alla gamba e portandosi in vantaggio, prova a salire sul paletto ma qui Reigns lo colpisce facendolo cadere poi fuori dal ring, non contento lo insegue e lo schianta contro le transenne, tornati sul ring Mr MITB riesce a mettere a segno una ginocchiata a là Paige e vince uno scambio di pugni all'angolo; dopo la pubblicità scopriamo che dev'essere successo qualcosa di noioso, perché il pubblico si è lasciato andare ad un coro in favore di CM Punk, Sheamus sembra aver sfiancato Reigns con una Headlock e perde tempo a fissarsi il ciuffo, così il samoano può eseguire un Flapjack, entrambi riescono ad evitare alcune manovre dell'avversario ma poi è Reigns a connettere sia il Dropkick dall'apron che un veloce Samoan drop, Sheamus ribatte bloccando il Superman punch ed eseguendo una Irish curse, nessuno dei due vuole cedere, Reigns va a segno con un Superman punch al volo ma poi, prevedibilmente, sullo stage appare Bray Wyatt, Reigns questa volta non perde tempo e scende dal ring per colpirlo, si scopre tuttavia che quello nel buio era solo una controfigura e che il vero Bray compare tra i fumenti per lanciare la solita frase inquietante, intanto Sheamus ha vinto per count out

Vincitore: Sheamus via count out

Sì, adoro il fatto che quando serve un conto di dieci valga come un vero conto di dieci e alle volte con un conto di dieci faresti in tempo a prenderti cappuccino e cornetto al bar.

Tuttavia Sheamus non ha tempo per festeggiare, dato che Randy Orton si ricorda di avere una faida in corso con lui e attacca l'irlandese, i due si pestano per qualche secondo e poi è Orton che mette a segno una RKO e si aggiudica la rissa.

Negli Uffici, Seth Rollins e i Padri Putativi raggiungono Triple H, poi il COO Massimo chiede un colloquio privato con Seth per chiedergli cos'abbia intenzione di fare con Lesnar e Rollins gli chiede se ha qualche consiglio, HHH dice che la cosa più saggia da fare sarebbe ignorare Lesnar per stasera e aspettare che a BattleGround commetta un errore, certo se Rollins facesse qualcosa di totalmente inaspettato . . . Rollins pensa a quello che ha detto Heyman, mai provocare intenzionalmente la Bestia, ecco cosa Seth deve fare, sfidare Lesnar ad un confronto faccia a faccia, adesso che è così instabile, e mostrargli cos'è la paura, sì! Sfiderà la Bestia!

Seth lascia gli Uffici tutto eccitato ed HHH intanto si domanda come possa un essere umano essere così peerla.

Torniamo sul ring, dove troviamo Rusev e Summer Rae, Rusev prende il microfono e dice che l'America ama le opportunità e lui è rimasto così colpito dalle scuse di Summer Rae a SmackDown che ha deciso di venire qui a scusarsi anche lui, il pubblico intona “we want Lana!” e Rusev non capisce come possano preferirla a Summer, Rusev si scusa per aver perso un anno dietro a una simile vipera e si scusa con l'America perché adesso è un problema loro, Dolph Ziggler non può niente contro di lui, né può competere dal punto di vista fisico e passionale (beh, Lana approverebbe se fosse qui), Summer Rae prende il microfono e dice che tutti noi dovremmo mostare rispetto a Rusev, ma il bulgaro le dice di non sprecare parole con noi poveri pezzenti

A questo punto Dolph Ziggler e Lana compaiono sullo stage, Ziggler dice a Rusev che tutto ciò che ha ottenuto in WWE lo deve a Lana quindi può fare tutti i capricci che vuole ma Rusev sa bene che ha perso la cosa migliore che gli sia mai capitata, Lana se n'è andata e Ziggler l'ha trovata, detto ciò parte un bacio talmente convincente che la telecamera deve staccare d'inquadratura, Summer Rae eLana si confrontano togliendosi i tacchi (e io mi accorgo solo ora di quanto Summer sia alta), Rusev prima finge di separarle, poi usa una stampella per colpire Ziggler e comincia a colpirlo, ovviamente senza che Lana faccia nulla, non sia mai, Ziggler prova a rialzarsi e Rusev lo stende con un Superkick, piede guarito finalmente? Sembra di sì, dato che il bulgaro si toglie la protezione attorno alla gamba e la getta via, Lana implora pietà ma si becca un calcio nella schiena da Summer, così Rusev può continuare a pestare Ziggler, risplovera le sue profanità druidiche e colpisce Dolph alla gola con la stampella, finalmente due arbitri arrivano a soccorrere Ziggler e la mattanza finisce.

Dopo la pausa pubblicitaria scopriamo che Dolph Ziggler è stato portato via in barella, ma a sollevare il morale di noi tutti arriva Bo Dallas, ci dice che abbiamo assistito ad una cosa orribile, questo ci dimostra che cose brutte accadono alle brutte persone e che cose buone accadono alle buone persone, persone come lui, tutto quello che dobbiamo fare è bolievere

In risposta a tutto ciò arriva Dean Ambrose, che oltre ad essere un anarchico non deve avere neanche un buon rapporto con le religioni e i credi in generale

Bo Dallas vs Dean Ambrose (2/5)

Bo offre la mano (la sinistra) per una stretta di mano, ma Ricamino in risposta lo inchioda all'angolo, non vorrei avere problemi d'udito, ma giuro che ai cori “Let's go Ambrose” c'è un coro “We bolieve” in risposta, che io sia preda di allucinazioni acustiche o meno, Bo Dallas mette a segno una Clothesline e festeggia con la sua solita corsetta ispiratrice, tenta un Knee drop ma Ambrose si rialza e mette a segno un pugno sconclusionato dietro l'altro, si diverte a rimbalzare su un angolo ed esegue un Bulldog sul Signore dei Bo-dog, Dallas tenta un timido colpo di reazione ma si becca la Dirty deeds

Vincitore: Dean Ambrose

Festeggiamenti Ricamosi per tutti.

Mentre scopriamo che le telecamere della WWE stanno seguendo la Signorina Cadillac ovunque vada, scopriamo che la Guerra dei due Re è finalmente giunta allo scontro finale

King Barrett vs King Truth (2.5/5)

Acrobatico roll up per Truth subito all'inizio del match, Barrett colpisce con una serie di pugni ma Truth pare non sentirli e provoca Barrett che finisce fuori ring, intanto JBL tira fuori, giustamente, un riferimento a Game Of Thrones, paragonando Barrett e Truth a Stannis Baratheon (stavo per chiamare il mio gatto col tuo nome, bastardo!) e Tywin Lannister (alla fine mi sa che era il meno peggio di tutti); dicevamo, fuori dal ring il confronto viene vinto da Barrett, che sbatte Truth contro l'angolo, lo chiude in una presa alla testa una volta tornati sul ring e blocca la sua reazione con un Big boot, fase di dominio dell'inglese che Truth riesce a interrompere con l'ennesimo gesto atletico, un paio di colpi ben assestati e arriva anche lo Scissor kick, il conto tuttavia si ferma solo al due, Truth tenta un Suplex e poi un altro roll up ma viene steso da un calcio dritto in pancia, Barrett carica la Bull hammer, Truth la evita, altro roll up, altro kick out, Truth tenta una manovra aerea ma Barrett lo colpisce al volo a là Orton con la Bull hammer e si porta a casa il match

Vincitore: King Barrett

Abbiamo dunque un monarca ufficiale? Il regno potrà finalmente affidarsi ad una monarchia solida? Restate con noi.

Dopo aver saputo che Dolph Ziggler è stato trasportato in ospedale, Seth Rollins fa quello che aveva promesso, si presenta sullo stage armato di Ossoclava e i Padri Putativi lo raggiungono parcheggiando la Cadillac in doppiafila, saliti sul ring Rollins prende un microfono e dice che Triple H e Stephanie McMahon hanno scelto Brock Lesnar quale suo avversario perché tutti noi si possa capire che lui è l'indiscusso futuro della WWE, l'ha provato più e più volte, l'ultima due settimane fa, quando ha riunito l'Authority e lasciato Brock Lesnar al tappeto, ha conquistato il Conquistatore, ha dato fuoco a Suplex City, Brock Lesnar è una notizia di ieri ormai, lui è l'Uomo, l'Architetto, ha incassato il MITB a WrestleMania ed è il WWE World Heavyweight Champion e non c'è nessun altro sulla Terra che possa battere Brock Lesnar, arriverà a BattleGround da campione e lascerà l'arena come tale, ora, Paul Heyman ha detto qualcosa sul non provocare la Bestia, beh, lui è qui sul ring e si domanda se Lesnar sia la Bestia che dice di essere (coro “Justin Bieber”) e che tutti credono che sia, o è solo la puttanella di Paul Heyman?

Dopo cotanto affronto (e tale terrificante immagine figurativa), la theme song di Brock Lesnar risuona nell'arena, il Sindaco di Suplex City e il suo avvocato compaiono sullo stage, Brock si avvicina al ring, poi sembra arretrare, Rollins se la ride, ma Lesnar si fa poi portare una cassa da Heyman, all'interno della quale si trovano due estintori e due accette, l'immagine di Lesnar con due asce sulle spalle raggiunge un livello d'implacabilità considerevole, Lesnar rivolge la sua attenzione alla Signora Caddy e la pugnala ferocemente al fianco (“The Lesnar sends their regards”, giurarono di averlo sentito sussurrare”), Caddy viene pugnalata più volte, un finestrino viene distrutto e la poveretta riesce solo a mandare un lieve segnale luminoso, Lesnar passa a martoriare la bauliera, poi le stecca una gamba . . . pardon, uno sportello, e lo divelte senza pietà, J&J tentano di difendere la loro creatura, ma Jamie Noble si becca la Kimura lock mentre Mercury un Suplex dritto sul parabrezza, Seth Rollins è rimasto solo e fugge dal ring ed in mezzo al pubblico, Lesnar non riesce a raggiungerlo, Rollins sembra aver già raggiunto un'uscita, Brock torna dunque sul ring e prende la cintura di campione abbandonata da Rollins, sollevandola e andandosene poi con la Ossoclava in mano.

Dopo la pubblicità scopriamo che il cadavere di Caddy non è ancora stato portato via, sul ring arrivano i Lucha Dragons in completo bianco fucsia, inoltre i due sembrano aver preso lo stile di Cesaro aggiungendo i cappucci al ring attire, al tavolo di commento si aggiungono i PTP, ricordiamo che a BattleGround ci sarà il rematch per i titoli di coppia tra PTP e New Day, proprio questi ultimi sono gli avversari dei LuDra

Lucha Dragons vs New Day (Big E&Kofi Kingston with Xavier Woods) (2.5/5)

Inizio non male, apprezzo di più la Senton accompagnata di quanto non apprezzi lo Splash accompagnato dei PTP, de gustibus, Big E tenta di lanciare Kalisto in aria come un fuscello, ma il lottatore mascherato sfrutta la sua agilità per evitare gli attacchi di E, i LuDra sarebbero pronti per un doppio Suicide dive ma Xavier Woods si mette in mezzo beccandosi un Dropkick di Kalisto, doppia Rolling senton volante su tutti i membri del New Day, giusto per gradire; il magico trucco della pubblicità aiuta comunque gli heel a passare in vantaggio, intanto i PTP si dimostrano sportivi facendo il tifo per i lottatori mascherati, il New Day infierisce su Kalisto finché questi non riesce a dare il tag a Sin Cara con un salto mortale all'indietro, Sin Cara vola che è una bellezza, Springboard moonsault su Kingston ma è solo conto di due, Rolling senton dal paletto ma è ancora due, Kofi prova a reagire ma si becca un Suplex accompagnato che viene interrotto da Big E, i Lucha Dragons tentano un Suicide dive fuori dal ring, ma Kalisto viene preso al volo da E, mentre Sin Cara viene “lasciato schiantarsi al suolo”, giuro, non so se la cosa fosse programmata ma ha rischiato grosso, molto grosso, il New Day riporta Sin Cara sul ring e Big E e Kofi gli somministrano la finisher

Vincitori: New Day

Dal replay si nota che Woods ha strattonato Kofi per non farlo colpire da Sin Cara, tutto programmato dunque, ma Sin Cara ha battuto una bella botta, credetemi.

Il tavolo di commento ci informa che dopo Raw andrà in onda uno speciale su Dusty Rhodes sul WWE Network.

Siamo in un campo, dove Stone Cold Steve Austin sta disseppellendo la sua versione modificata del WWE Championship, perché? Perché a lui è dedicata la cover di WWE 2K16.

Arriviamo a John Cena, che mostra un po' d'umanità avvicinandosi al cadavere di Caddy per porgerle l'ultimo saluto, il tavolo di commento ci introduce poi al video recap dell'house show di Tokyo dove Finn Balor ha sconfittto Kevin Owens laureandosi nuovo NXT Champion, John Cena osserva il tutto riuscendo a stento a trattenere le risa, chiede al pubblico se la cosa li renda infelici e ci dice di non preoccuparsi perché il Campione è qui e ci darà un match titolato proprio stasera e devono credergli se dice che sarebbe un piacere incoronare un altro nuovo campione stasera, perché Chicago è il posto dove essere e John Cena è “ancora” l'uomo da battere e la US Open challenge comincia . . .

Kevin Owens spezza l'ultima parola comparendo sullo stage, l'ex NXT Champion dice che ogni settimana è la stessa cosa, la parte peggiore di Raw è sempre quella dove Cena spara la solita merda ogni volta, ma adesso il suo tempo è finito, perché Owens non vuole più solo il titolo degli Stati Uniti, adesso ne ha bisogno e dato che non ha più il titolo di NXT non aspetterà BattleGround per prendergli il titolo, ma lo farà stasera . . .

Wild Cesaro appears

Accolto da una reazione considerevole, lo svizzero dice che nessuno vuole sentire Owens lamentarsi di aver perso il titolo NXT, adesso Kevin deve solo farsi da parte perché se c'è qualcuno che si merita un match per il titolo US quello è lui, perché la settimana scorsa aveva quasi fatto cedere mister “never give up” John Cena e l'unica ragione per cui non è lui ad avere il titolo alla vita è Kevin Owens, perché era geloso del fatto che stesse per fare quello che Owens non è in grado di fare e non sarà in grado di fare, ossia battere John Cena in un match titolato, quindi se Owens non lascia il ring immediatamente non avrà più solo un problema con John Cena, ma anche con lui

Detto ciò Kevin Owens scende dal ring e scompare nel backstage, mentre Lilian Garcia annuncia ufficialmente il match tra Cesaro e Cena

United States Championship match John Cena(c.) vs Cesaro (5/5)

Il match parte e Cesaro spezza una prima sequenza con un Uppercut che spinge Cena a prendersi una pausa fuori ring, giusto una pausa pubblicitaria che ci porta a Cena che fallisce un tentativo di 5 knuckle shuffle, Cena reagisce con un Dropkick ma finisce poi per sbattere contro un angolo, beccandosi un lungo Vertical suplex di Cesaro, scambio di pugni tra i due al centro del ring, col pubblico lievemente dalla parte di Cesaro, Cena carica lo svizzero forse per la AA ma Cesaro ribalta il tutto in una DDT, Cena finisce fuori dal ring e Cesaro ci mette anche un Double foot stomp dall'apron, tornati sul quadrato lo sfidante prova a sfiancare il campione con una lunga presa al braccio e alla testa, il campione tenta un comeback ma viene bloccato da una Backbreaker, due Protobomb non tolgono energia allo svizzero che chiude Cena nella . . . Swiss lock? Ad ogni modo, Cena lo solleva tentando la AA, fallisce e va allora per la STF, presto annullata arrivando alle corde, finalmente la 5 knuckle shuffle va a segno (nel senso che colpisce il ring, perché Cesaro non l'ha colpito mai) ma l'ex campione di coppia per tutta risposta esegue ben tre Gutwrench suplex non rilasciati, il pubblico è in delirio, mentre mi accorgo in ritardo che questo è il main event della serata, Cena sale sul paletto, finisce fuori dal ring a causa di un colpo di Cesaro, rotola fino ad alcuni tecnici e . . . si lascia andare a un “'sup guys?” udibilissimo, si torna sul ring dove il bostoniano tenta la AA ma Cesaro la evita, Cena allora lo sorprende con una Hurracanrana e connette velocemente la (vai a rileggerti i commenti del report di settimana scorsa . . . ) Facebuster modificata (dai che era facile Celeste, ce la puoi fare), si va avanti di manovra in manovra, ci si sposta sull'apron dove a vincere il confronto è alla fine Cesaro che schianta Cena sulle transenne, ma il bostoniano restituisce il favore spedendo lo svizzero nell'area del timekeeper, tornati sul ring i due chiacchierano un po' ma non ci fai caso, Cesaro esegue un Very european uppercut spedendo Cena in orbita, ma il conto è sempre di due, per l'incredulità dello svizzero, AA eseguita di rapina, ma è sempre due anche per John, i due si prendono qualche secondo di pausa (giustamente) e poi è Cesaro che riesce ad eseguire la Giant swing, chiudendo poi di seguito la Sharpshooter, Cena sembra raggiungere le corde dunque lo svizzero cambia presa nella Crossface allontanandolo dalle corde, ribaltamento di fronti e Butterfly suplex sempre di Cesaro, intanto la telecamera decide di dare un tributo al cadavere di Caddy, stacco di nuovo sul ring con Cena che esegue una Springboard stunner da notevole distanza ma Cesaro la ribalta nella Neutralizer, conto di due? Ebbene sì, ennesima Crossface di Cesaro che pare deciso a vincere questo match per sottomissione, Cena tuttavia raggiunge le corde, il pubblico inneggia a Cesaro che lo ripaga col Suplex dalla seconda corda, Cena non vuole saperne di cedere e neanche il suo avversario, ma siamo ormai alle battute finali di questo match, John Cena tenta il tutto per tutto salendo sul paletto, dove vince le resistenze di Cesaro ed esegue la AA dalla seconda corda, uno, due, tre

Vincitore e Still United States Champion: John Cena

Dieci secondi scarsi di festeggiamenti, poi Kevin Owens prova ad attaccare John Cena, ma il campione degli Stati Uniti ha ancora energia per rifilargli una AA e mandarlo fuori dal ring, Kevin Owens è costretto a ripiegare, mentre John Cena fa un mezzo inchino al pubblico, ci sarebbe stata bene una stretta di mano a Cesaro, ma accontentiamoci di vedere Cena che alza la cintura dopo questo Signor main event.

smileyCosa mi è piaciuto: Un Signor main event, signore e signori, significativo per tante cose, per la considerazione del titolo US, per la qualità del match e per ridare lustro a un main event di Raw che troppo spesso veniva associato ad un tag team match finito per squalifica, a parte questo da segnalare il match Roman Reigns e Sheamus, che la sufficienza piena se la portano a casa, e il segmento di distruzione della Signora Caddy, prevedibile, ma divertente. A qualcuno piangerà il cuore che Cesaro abbia perso pulito, precludendo forse la possibilità di un Triple threat match, ma mai dire mai, infine Barrett e Truth avrebbero potuto regalare forse il miglior match della serata (main event escluso) con un minutaggio più alto, ma pazienza

cryingCosa non mi è piaciuto: molte cose, i LuDra non vengono ancora sfruttati appieno, ma soffrono della sindrome Neville e per il momento devono solo fare delle belle manovre aeree, vedremo col tempo, la storyline delle Divas è stagnante e fatiscente, sono due mesi buoni che abbiamo capito che le Bellas sono intoccabili, devono darci qualcosa di nuovo se vogliono smuovere qualcosa (a proposito: ma Nikki Bella ce l'ha un match per BattleGround oppure no?); dulcis in fundo, ora che Rusev si è ripreso smettetela di propinarci questi segmenti pseudo-romantici, hanno zero credibilità e suscitano zero interesse, fermateli!

sadConsiderazioni generali: manca ancora una puntata di Raw prima di BattleGround e ci sono ancora molte carte da giocare, spero che verranno annunciati i match mancanti della card, ultimi colpi di coda per le faide principali . . . e forse finalmente capiremo se Sheamus è in feud con Roman Reigns o con Randy Orton?

Ma soprattutto . . .

Chi meerenchia era il povero cristo che s'è beccato il Superman punch di Reigns?

Voto alla puntata: 7

Comunicazione di servizio: la sottoscritta in queste settimane è impegnata in un trasloco, se la compagnia telefonica si mostrerà misericordiosa dovrei essere in grado di avere una connessione internet decente in tempi brevi, altrimenti il report della prossima settimana potrebbe essere affidato ad altri. Lo scopriremo solo vivendo, come si suol dire.

 

Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname