Pubblicità

Bentornati amici del bar delle nove ad una nuova puntata di Monday Night Raw che vi da il benvenuto dal Barclays Center di Brooklyn, New York. Alla tastiera, Ysmsc.

La gabbia magica del pre-show ci accoglie con un'audio fuori sincro, di quelli impercettibili che ti scombussolano solo a livello incoscio e per questo sono doppiamente fastidiosi. Viene promossa l'intervista (live? Via satellite?) di Roman Reigns e la prima maglia di Rusev. La prima faida analizzata è quella tra Seth Rollins e Dean Ambrose che ormai si è trasformata in un Authority vs John Cena&Ricamino. L'Authority e Rollins vengono descritti come in vantaggio in questo feud, ritenuti più concentrati sull'obbiettivo ed in grado di cooperare maggiormente, nonostante tutto; Booker T afferma che al posto di Dean Ambrose avrebbe preferito essere un uomo solo contro tutti che ritrovarsi ad esser parte della Kliq di John Cena o della Cenation, ricevendo 92 (facciamo anche 93) minuti di applausi dagli spalti. Il secondo feud analizzato è quello tra Big Show e Rusev ed i nostri cricetini già che ci sono pensano sia il caso di chiedere nuovamente scusa alla Russia per il vilipendio alla bandiera, così, giusto per star tranquilli, Alex Riley afferma che Big Show è determinato a battere Rusev per vendicare Mark Henry, #brosforlife. La prima intervista di Renee “la Audrey Hepburn dei tempi moderni” Young è a Dolph Ziggler (che ha recuperato la sua cintura) e gli Usos, che stasera affronteranno Cesaro e Gold&Stardust, il buon Jey Uso sembra avere degli evidenti problemi laringotropici, ma ci si passa sopra.

Questa settimana comincia la SmackDown Week per celebrare i 15 anni dello show, tanti speciali sul WWE Network e forse, dico forse, questo venerdì ci sarà da divertirsi.

Si fanno congetture riguardo “cosa sarebbe successo se” Roman Reigns non si fosse infortunato, eh, me lo domando anch'io cricetini miei, intanto Dean Ambrose tocca ferro, che non si sa mai. Le previsioni per la serata sono un grande match tra Rusev e Big Show e un grande six men tag team match, che Alex Riley annuncia con una tale foga che manco David Guetta sulla rimonta 4 a 2 di Fiorentina Juventus (never forget). Dopodiché i nostri cricetini ci augurano buona visione.

La puntata si apre con l'arrivo sul ring di Mr Sex Toy In The Briefcase Seth Rollins, lievemente incazzato per quel che è successo la settimana scorsa a Raw, Ambrose non è in giacca e cravatta bensì in tenuta da combattimento e subito se la prende col pubblico per aver trovato divertente quel che Dean Ambrose gli ha fatto, lui invece ha trovato molto divertente come è terminata l'ultima puntata di Raw, ossia con John Cena ed Ambrose entrambi a terra e vittime della sua Curb stomp, ecco che cosa succede quando gli si manca di rispetto, continua Rollins, ridendo, perché nessuno mette in ridicolo Seth Rollins; mentre Seth continua a ridersela Mercury e Noble (l'ho chiamato Nobel la scorsa settimana, chiedo umilmente perdono) raggiungono il bordo del ring e sembrano dirgli che sarebbe l'ora di scendere dal quadrato, ma Seth li ignora bellamente e continua nel suo promo, a bordo ring i due si sbracciano nel tentativo di richiamare la sua attenzione ma Rollins non li ascolta e viene sorpreso da un John Cena che a tutta velocità si butta sul ring nel tentativo di acciuffarlo, fortunatamente Seth riesce a fuggire tra la folla ma finisce dritto davanti a Dean Ambrose, che lo assale, Rollins è tra due fuochi mentre Ricamino con un volo suicida colpisce sia Rollins che Cena, che si stavano riempiendo di mazzate, a questo punto intervengono Triple H e Stephanie, mentre Seth riesce ancora una volta a fuggire, l'Authority si dice stanca di questi comportamenti, ma all'Authority piace anche dare opportunità ai suoi wrestler, ora, entrambi vogliono scontrarsi contro Rollins e l'Authority è qui per accontentarli, sia Ambrose che Cena potranno affrontare Seth questa sera . . . assieme a Randy Orton e Kane, in un 3 on 2 handicap match.

Il primo match della serata è il preannunciato six men tag team match tra Dolph Ziggler, gli Usos, Cesaro ed i campioni di coppia Gold&Stardust, l'ingresso finale è riservato agli Usos che tuttavia per risparmiare tempo fanno a meno della parte parlata della theme song, che non c'è tempo da perdere, peccato poi che ci si debba sorbire una parodia di Gold&Stardust offerta dai gemelli che più che una parodia paiono due tossici in preda a una crisi d'astinenza

Six men tag team match Dolph Ziggler&Usos vs Cesaro&Gold&Stardust (3/5)

Rissa iniziale ancor prima che la campana suoni e Jey Uso finisce gettato contro i gradoni per mano di Goldust, peccato che poi sia proprio Jey il primo a cominciare il match, mettendo in difficoltà la squadra dei face, Jimmy riesce ad ottenere il tag e prova a chiudere Cesaro all'angolo con una serie di Chop, lo svizzero tuttavia porta Jimmy al suo angolo ed i tre heel spediscono tutti e tre gli avversari fuori dal ring con un attacco simultaneo; escluso dalla contesa Dolph Ziggler, di cui il pubblico attende impaziente di vedere l'ingresso, finalmente Jey esegue un calcio alto su Goldust e fa entrare il campione Intercontinentale che inizia un confronto con Cesaro e lo chiude nella Sleeper hold, lo svizzero finisce a terra rapidamente ma si tira su altrettanto in fretta, purtroppo per lui arriva la Famouser e Goldust deve intervenire ad interrompere il conteggio, gli Usos ci mettono una pietra sopra con un doppio Suicide dive sui campioni e interrompendo poi uno schienamento di Cesaro su Ziggler, Stardust si prende il tag ma solo per prendersi un triplo Superkick da tutti e tre gli avversari, l'arbitro e la sottoscritta sembrano un po' confusi su chi sia l'uomo legale ma il direttore di gara da per buono lo schienamento di Jimmy Uso dopo il Superfly splash

Vincitori: Dolph Ziggler&The Usos

Soliti festeggiamenti dei face mentre Cesaro continua a ingoiare bile.

Dopo la pubblicità Adam Rose si presenta accompagnato da due vallette d'eccezione, Hoda&Katie Lee Gifford (chiiiii?), Adam sfoggia un mantello che non sfigurerebbe alle nozze rosse, dice due parole in croce e poi lascia il posto alle attempate donzelle per cui è stato allestito un tavolino di vetro con fiori e vino bianco (ma uno dei bicchieri contiene vino rosso . . . mistero), le due dicono che adorano divertirsi e promuovono una marca di vini, mentre ho il sospetto che la musica di Adam Rose che continua ad andare in sottofondo serva a coprire i fischi, difatti le due chiedono di aumentare il volume ed eseguono qualche passo di danza con tanto di sculacciata sul culo con bottiglia di vetro, dopodiché eseguono il rito d'iniziazione del lancio carpiato all'indietro su Rosebuds, Hoda supera l'esame e Katie Lee ne segue l'esempio, le due vengono portate via urlanti

Sullo schermo irrompe un promo della Wyatt Family, che mai come ora è vista veramente come un gruppo di salvatori.

Dopo la pausa pubblicitaria ci concentriamo sull'uomo che turna heel sugli heel, Mark Henry e l'uomo che ha incontrato per primo la sua furia, Bo Dallas, i due stasera avranno un rematch, da notare come Henry non indossi una maglia personalizzata per la lotta al cancro, segno indiscusso del suo essere heel; Henry corre sul ring con fare minaccioso e Dallas trova saggio fuggire fuori dal quadrato

Mark Henry vs Bo Dallas (s.v.)

Il (non più) buon Mark tiene a terra Bo e lo costringe ad una seconda fuga fuori dal ring, dove tuttavia The Ispirational viene raggiunto, gettato prima sul tavolo di commento, contro uno dei paletti e poi contro le transenne, Bo si salva all'ultimo secondo da una WSS sul tavolo di commento e torna sul ring giusto un attimo prima del conto di 10, mentre Henry non fa in tempo a risalire e viene contato fuori

Vincitore: Bo Dallas via count out

Henry non la prende affatto bene e sembra voler attaccare il povero Bo, che si affretta a raggiungere lo stage e scomparire negli spogliatoi.

Dean Ricamino Ambrose decide di fare una capatina sul ring, nonostante il suo match sia il main event della puntata, prende un microfono e dice che ha qualcosa in testa che proprio non riesce ad ignorare, ossia il fatto che John Cena ancora una volta abbia invaso il suo spazio, Cena stasera sarà il suo tag team partner, un ruolo che ha già ricoperto la scorsa settimana a SmackDown, salvo poi abbandonarlo nel momento del bisogno per correre dietro a Seth Rollins negli spogliatoi, Dean aveva detto a Cena “non darmi una ragione per avercela con te”, ora Dean sta davvero cercando di non crearsi problemi con John, ma sente il bisogno di chiarire questa cosa, perciò lo prega di salire sul ring, John Cena in effetti si palesa sullo stage, con una reazione alquanto confusionaria del pubblico (ricordiamo che siamo a Brooklyn), John comincia il suo promo definendo Ambrose come l'uomo che vuol mettere le mani su Seth Rollins a qualsiasi costo, tanto da atterrare su John con un Suicide Dive, pur di colpire Rollins, Cena non ha fatto né più né meno quello che ha fatto Dean, quindi per lui il discorso è chiuso, ma per Ambrose la questione non è chiusa, dice che non gliene importa niente John e che per lui possono essere partner dato che hanno un nemico in comune ma Dean è perfettamente in grado di combattere l'Authority anche da solo, Cena ribatte che l'ultima volta che ci ha provato è finito out per cinque settimane, Cena riconosce ad Ambrose di avere le palle di compiere determinate azioni, ma sono azioni che portano a conseguenze, John non avrebbe problemi a mandarlo al tappeto quindi rispedisce a Dean il suggerimento di non dargli una ragione per avercela con lui, Ambrose si sgranchisce un po', poi dice di essere affamato ed aver voglia di mangiarsi qualcosa . . . buona fortuna per stasera John, detto questo getta il microfono a terra e se ne va, apparentemente lasciando Cena da solo per il main event di stasera.

Dopo la pubblicità scopriamo che Ambrose si è diretto alla metropolitana per raggiungere Coney Island. Nel backstage John Cena viene raggiunto dal COO Massimo Triple H che se la prende con i giovani d'oggi che non ci hanno rispetto, che sputano sopra l'occasione di essere nel main event di Raw e che impennano coi motorini in via San Giorgio, tuttavia Cena risponde che può tranquillamente affrontare Orton, Kane e Rollins da solo, Triple H risponde che ammira questo coraggio in John e che per premiarlo obbligherà Seth Rollins a cominciare il match di questa, gli da la sua parola che quando la campana suonerà Rollins sarà il primo che avrà di fronte, certo, il match rimane sempre un tre contro uno

Tornati sul ring è tempo di Divas match

Brie Bella vs Summer Rae (with Layla) (1/5)

Nikki Bella assiste dallo stage al match, Summer tiene sotto controllo Brie che viene anche sbeffeggiata dalle Slayers, Summer fa un sapiente uso delle sue gambe kilometriche ma Brie riesce a farla inciampare e colpirla con la sua ginocchiata alle corde

Vincitrice: Brie Bella

Reazione di gioia del pubblico assolutamente priva di ogni logica

Solo in questo momento noto, dato che nessuno aveva detto niente, che Brie aveva un braccio legato dietro la schiena.

Negli Uffici, a Kane è stato fatto recapitare un cesto di frutta da The Miz e Damien Mizdow, Miz afferma che questo è il suo modo di scusarsi per aver perso la calma la scorsa settimana, Kane risponde che le sue scuse e la sua frutta non gli interessano e che Miz più tardi affronterà Sheamus, Miz fa la faccia da cucciolo abbandonato sulla tangenziale e Mizdow si riprende il cesto, stizzito e offeso nell'animo.

Al centro del quadrato troviamo Jack Swagger che si scontra con Tyson Kidd

Jack Swagger (with Zeb Colter) vs Tyson Kidd (with Natalya) (2/5)

Il pubblico è ovviamente dalla parte di Swagger e Tyson si attira giusto un pelo di fischi scendendo dal ring e riparandosi dietro la sua donna per poi colpire Swagger alla testa con un calcio, Nattie non la prende bene mentre Kidd sfrutta il vantaggio per mantenere Swagger al tappeto, Jack si riprende con una Clothesline e fa valere la sua maggiore massa muscolare connettendo la Swagger bomb, entrambi provano a chiudere una presa di sottomissione ma falliscono entrambi, Kidd prova una mossa dal paletto ma Swagger lo afferra al volo (diciamo) per la Patriot lock, che lo costringe alla resa nonostante il tentativo di raggiungere le corde

Vincitore: Jack Swagger

Tyson Kidd, tanto per cambiare, se la prende con Natalya.

COLPO DI SCENA AMICI ASCOLTATORI! Edge&Christian sono in diretta da Stamford per promuovere la SmackDown week, Edge domanda come faccia Michael Cole ad avere ancora un lavoro e ci ricordano che il WWE Network è nostro solo per 9.99.

Nota: è stato breve ma intenso.

Torniamo sul ring per una tranquilla intervista: a Roman Reigns

Il buon Roman ovviamente dice che gli dispiace di non poter essere fisicamente con noi (è in collegamento via satellite), si sta allenando per tornare in forma il prima possibile ma non ha ancora una data, certe situazioni fanno schifo ma puoi solo sforzarti e dare il tuo meglio per riprenderti, promette che quando tornerà sarà più in forma che mai.

L'intervista più breve della storia amici ascoltatori.

L'interesse si mantiene a livelli alti con l'ingresso sul ring dei Los Matadores, peccato che non siano loro a salire sul ring, bensì la loro mascotte, El Torito, il suo avversario è, manco a dirlo, il MiniGator

El Torito (with Los Matadores) vs MiniGator (with Slater Gator) (bullshit/5)

Si riapre il feud of the century, the Battle of the Battles, la lotta nella supremazia nella catena alimentare, Mini Gator tenta più volte di afferrare El Torito ma questi gli salta sopra e gli copre il volto con un mantello, cori “this is bullshit” da parte del pubblico (e giustamente), Heath Slater prova ad intervenire ma Mini Gator lo chiude per sbaglio nella Gator roll, altri cori poco edificanti mentre El Torito trova saggio porre fine alla tortura con il Bull-sault

Vincitore: El Torito

“Can we move on now?” cit. by Michael Cole.

Dopo la pausa pubblicitaria la grafica ci informa che Dolph Ziggler difenderà il titolo Intercontinentale contro Bo Dallas domani a Main Event, così, #acrudo, come piace a noi.

Veniamo dunque al momento della risposta di Rusev e Lana a Big Show, eh già, perché già dall'inizio della puntata quello che io avevo inteso dovesse essere un match è in realtà un segmento, in cui Rusev e Lana risponderanno alle scuse offerte da Big Show la scorsa settimana a SmackDown, Rusev abbassa le corde per la sua Lana che ci informa che quest'oggi è il compleanno di Putin (controllino veloce su Wikipedia per scoprire che il compleanno di Vladimir è in realtà il 7 ottobre, ma qua son già le 3 e 54 del mattino e si vede che Lana ragiona col fuso orario di Madre Russia), Lana prova a glorificare la superiorità russa ma viene più volte interrotta dai cori “USA”, il microfono passa al bulgarusso che parla in bulgarusso e quindi non si capisce una mazza, per fortuna poi attacca a parlare in inglese e afferma che l'America non è una super potenza, l'America non è nulla ed in realtà Big Show ha paura di lui, lo sfida a presentarsi adesso così che possa dimostrargli ciò di cui è capace, Big Show non si presenta e Rusev lo chiama codardo, esattamente come tutti gli americani

Entra The Rock

(segue sbigottimento da parte della sottoscritta, mani nei capelli e risatina isterica silenziosa)

Dopo un'ovazione della durata di una ventina di minuti buoni il Brahma Bull si toglie il giubbotto, si bea un'altra mezz'ora dei cori del pubblico e prende un microfono, fissa a lungo Rusev e poi professa: Rusev e Lana, adesso dobbiamo fare due cose, “know your role”, sfotte Rusev in ogni modo possibile e immaginabile e dice che dopo una bella sessione di clanging&banging ha raggiunto la Grande Mela, ha fatto un giro turistico, compreso farsela a nuoto fino a Staten Island, solo per dire Finally The Rock is come back to Brooklyn (e venne giù l'arena)

Chi ti credi di essere, domanda l'eretica Lana, per venire qui ad interrompere il grande Rusev, è Rocky che deve starsene zitto, Rocky le da amabilmente della passeggiatrice, pure Rusev ci si mette insultando Rocky e invitandolo ad uscire dal ring perché altrimenti lo farà a pezzi, Rocky domanda se veramente Rusev crede di poter spezzare in due La Roccia, dice a Lana che sarebbe una gran bella donna, peccato che abbia l'espressione di una con un rastrello infilato su per il culo e non dalla parte del manico, Rusev prova a dire qualcosa ma viene messo a cuccia, Rock dice che i due non vengono contestati perché supportano la Russia ma perché sono due figli di troccola di prima categoria, il bulgarusso non la prende bene, si toglie la medaglia al valore e fissa Rocky minaccioso, Rock si presenta come si deve con tutti i suoi soprannomi e poi rifila una compilation di mazzate a Rusev spedendolo fuori dal ring a suon di cazzotti

Attacchi d'asma, arresti cardiaci e lancio di biancheria intima maschile e femminile dagli spalti.

E questa, cari bambini, è la storia di come salvai la puntata di Raw.

Dopo la pausa pubblicitaria (che per alcuni fanatici “so” che corrisponderà alla pausa sigaretta, sporcaccioni) è tempo di tag team tra Divas, ma, gioia delle gioie, non si tratta di un Total Divas match

Paige&Alicia Fox vs AJ Lee&Emma (1.5/5)

AJ è stata costretta a trovarsi una partner per non dover affrontare le Foxage da sola ma non sembra particolarmente felice, la campionessa ed Alicia aprono le ostilità e subito AJ manda Alicia contro Paige facendola cadere dall'apron e sbattendola contro il tavolo di commento, Paige fugge mentre Emma vuole il cambio contro Alicia ed AJ glielo concede, Emma fa un buon lavoro disorientando Alicia ma fallisce l'Emma sandwich, si rifà connettendo la DilEmma mentre al tavolo di commento ci si chiede ci sia la più pazza tra AJ, Paige e la Fox, AJ vorrebbe il cambio e quando Emma non glielo da AJ se ne va via, Paige si prende il tag ed esegue la RamPaige sulla malcapitata

Vincitrici: Paige&Alicia Fox

Ultimamente abbandonare i tag team partner è diventato un vizio.

Promo della Wyatt Family, questa volta incentrato su Erick Rowan, su come fosse un bambino di cui tutti ridevano e che lui ha fatto rinascere, adesso Rowan è pronto a vendicarsi, implorare perdono non servirà.

Si fanno gli auguri di compleanno a Bruno Sammartino, che oggi compie 79 anni.

Il prossimo è il match indetto da Kane tra The Miz e Sheamus, match non valido per il titolo degli Stati Uniti

Sheamus vs The Miz (with Damien Mizdow) (3/5)

Miz sembra impaurito ma appena Sheamus tenta di toccargli il Money maker tira fuori la grinta e riesce a mettere a segno un po' di colpi, mentre Mizdow accusa i colpi in sincro con Miz e si becca un coro “Damien Mizdow”, Miz evita la maggior parte dei colpi di Sheamus e finalmente riesce a passare in vantaggio mentre Mizdown prende anche ad imitare le manovre offensive di Miz, poi rifila un pugno a Sheamus non visto dall'arbitro scatenando il tripudio del pubblico, cori “Sandow's better” a profusione, il quale ne approfitta per far partire una ola, nel mentre sul ring Sheamus esegue un High knee all'angolo ed una Bodyslam, si prepara al Brogue kick ma Mizdow porta via Miz dal ring prima che Sheamus possa colpirlo, Sheamus li segue fuori dal ring e Miz riesce ad approfittarne, quando i due ritornano sul ring Mizdow si prende un Brogue kick al posto di Miz ma il Magnifico riesce a sorprendere Sheamus con un roll up

Vincitore: The Miz

Sheamus prova ad inseguire i due con una sedia, ma questi sono già spariti nel backstage. Il pubblico chiede la consegna delle chiavi del mondo a Mizdow

Promo buono e giusto sulla Susan G Komen foundation, con la partecipazione di Joan Lunden, giornalista e autrice televisiva che sta combattendo la sua personale battaglia contro il cancro al seno. Al termine del promo della giornalista John Cena compare per stringerle la mano, abbracciarla e accompagnarla nel backstage.

Dopo un promo sempre gradito di Edge&Christian, John Cena si palesa per il main event e rispunta anche il coro “John Cena sucks” sulle note della sua theme song. Ingresso separato per i tre heel

3 on 1 handicap match Kane, Randy Orton&Seth Rollins vs John Cena (2/5)

Come promesso Seth Rollins comincia il match, salvo poi dare il tag a Kane in un millesimo di secondo, gli heel in tre sembrano avere vita facile e Rollins torna sul quadrato solo quando John è stato indebolito a sufficienza da Orton e Kane, Seth esegue una Diving Neckbreaker dal paletto e poi ride vedendo Cena al suolo, John reagisce con una serie di Clothesline con le quali stende i due all'angolo e può connettere le sue trademark moves su Rollins, Kane taglia la testa al toro e attacca Cena facendo scattare la squalifica

Vincitore: John Cena via DQ

Gli heel pestano Cena ma quando Randy Orton è pronto a connettere la RKO arriva Dean Ambrose che era andato effettivamente a prendersi un hot dog . . . un intero carretto degli hot dog, che porta fino al ring, Orton e Kane si avvicinano e finiscono imbrattati di senape e ketchup, poi Ambrose attacca Rollins riempiendolo di colpi, i due face hanno la meglio copperando assieme, Kane e Cena finiscono a terra mentre Seth Rollins si ritrova i gioielli di famiglia strizzati da una tenaglia per hot dog, il poveretto fugge agonizzante, mentre sullo stage arriva l'Authority, il COO Massimo Triple H sancisce che John Cena e Dean Ambrose si affronteranno nel PPV Hell In A Cell e colui che ne uscirà vincitore sfiderà poi Seth Rollins nella gabbia infernale

Dean Ambrose mette subito le cose in chiaro stendendo John Cena con una DDT

Così si conclude la puntata di Raw.

smileyCosa mi è piaciuto: The Rock, quando non si appropria del titolo WWE, è un Dio del microfono o, se non altro, ha il carisma del 99% del roster racchiuso nell'unghia del mignolo sinistro. Dean Ambrose bene o male salva sempre lo show. Damien Mizdow e The Miz continuano a farmi sinceramente divertire, Seth Rollins tra Sex Toy e mutilazioni genitali tra un po' ce lo ritroveremo profondamente cambiato

cryingCosa non mi è piaciuto: nessun match decente, forse giusto il match tra Sheamus e The Miz ed i minuti finali dell'opener, le due signore nessuno di cui già mi son scordata i nomi e non c'ho voglia di scorrere il report per ritrovarli

sadConsiderazioni generali: queste puntate ultimamente stanno soffrendo decisamente nella parte del lottato, ma offrono sempre segmenti interessanti (conditi dalle solite dosi di meenchiate, ovviamente), The Rock è stata una sorpresa di quelle BIG e Dean Ambrose che rispunta con un carrello degli hot dog ti fa sinceramente esclamare “Yeah!”, ma è evidente che tutti questi buoni segmenti da soli non possono salvare una puntata di uno show che, a quel che ne so io, tratta ancora di “wrestling”

La puntata è terminata, Ysmsc vi saluta

Voto alla puntata: match: 5/6, segmenti: 7, totale . . . spe che prendo la calcolatrice . . . 6,375 . . . 

Ok, seriamente: 6.5

 

Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname