Monday Night Raw vi da il benvenuto alla puntata di Raw che precede di appena 20 giorni l'annuale edizione di WrestleMania. Alla tastiera, Ysmsc

Pubblicità

 

La puntata decide di aprirsi con un vero e proprio ritorno del figliol prodigo, dal momento che Seth Rollins ha riunito la Coppia di Fatto e la Coppia Gigante sul ring per celebrare l'ufficiale ritorno di Randy Orton nell'Authority, è Kane il primo a prendere la parola e dice che avrebbero potuto fare tutto ciò in privato, ma hanno voluto farlo davanti a tutti per mettere a tacare ogni voce che voleva Orton fuori dall'Authority, per questo è un onore dargli il bentornato, Orton rimane ad ascoltare, anche Big Show vuole dire la sua nonostante il casino del pubblico, dice di ammirare il predatore senza scrupoli che Orton è, un uomo che RKOizzerebber il proprio padre pur di ottenere quello che vuole, bentornato Randy, Orton rimane ad ascoltare, il microfono passa a Jamie Noble, che tuttavia non ci sta dato che non si fida di Orton, Rollins lo prende in giro e passa il microfono a Joey Mercury, ma egli sceglie il mutismo, Seth Rollins afferma che ha sentito migliaia di voci dire che Randy Orton non era veramente parte dell'Authority e stava solo aspettando il momento giusto per avere la sua vendetta su Seth Rollins, queste voci devono sentirsi enormemente stupide dato che lui ed Orton sono entrambi sul ring, fianco a fianco, come membri dell'Authority, il pubblico rumoreggia ed invoca una RKO, Rollins continua a divertirsi col microfono (. . . ok, scritta così suona enormemente male) e pretende che tutti noi si porti rispetto a Randy Orton, la Vipera, nonché suo tag team partner nel main event di stasera (un Handicap match contro Roman Reigns); il microfono finalmente passa a Randy Orton, che domanda cosa diavolo sia successo all'Authority, adesso si sono tutti abbassati a baciargli il culo? Kane da spaccaculi è diventato un leccaculo porta-caffè, Big Show invece di sfruttare i millemila kili di muscoli che si ritrova preferisce piangersi addosso, Jamie Noble forse ce l'ha con Randy perché lui raggiunge l'altezza minima per salire sulle montagne russe e Noble no? Sua figlia di sei anni si sente allo stesso modo, mentre Joey Mercury . . . ma passiamo a Seth Rollins, l'autoproclamatosi futuro della WWE, talmente accecato dal suo ego da non accorgersi che Randy sta solo aspettando che lui si senta al sicuro e protetto per colpire, vendicarsi e fare di Rollins la sua puttanella

(ok, questo report diventa ufficialmente TV14)

finché di Rollins non rimarrà un singolo pezzo integro

(eccheccos'è)

Orton poi si rimangia tutto e dice che si stava solo divertendo con qualche scherzo un po' pesante, Rollins se la ride ed Orton applaude, Seth afferma che c'era quasi cascato e continua a ridersela, promettendo che stasera lui e Randy si divertiranno a darle di santa ragione a Roman Reigns, perché questo è ciò che il meglio per l'azienda.

Tornati dopo la prima pausa pubblicitaria della serata diamo il benvenuto a Daniel Bryan, accolto dai soliti cori “yes” che ormai devono perseguitarlo anche in sogno, Bryan affronterà Bad News Barrett in un match non titolato, non è ancora chiaro se Bryan prenderà parte al Ladder match per l'Intercontinental Championship, testuali parole escono dalla bocca di Michael Cole, al tavolo di commento intanto si è aggiunto R-Truth, che ha sempre buon gusto nel vestire

Bad News Barrett vs Daniel Bryan (2.5/5)

Bryan parte subito bene, manda il campione a terra con uno sgambetto e poi inizia a lavorargli il braccio, Barrett prova a reagire ma Bryan lo rispedisce a terra a suon di calci, poi esegue un Butterfly suplex sull'avversario, il campione senza cintura tenta una seconda reazione e finalmente riesce a prendersi un vantaggio su Bryan, spedendolo fuori dal ring con un Big boot, il tempo di una seconda pausa pubblicitaria non cambia le regole del gioco e Barrett è sempre in controllo del match, l'inglese connette un Superplex ma è solo conto di due, Bryan riesce a sorprendere l'avversario con un Crucifix un po' lento e poi, quasi dal nulla, stende l'inglese con la Knee plus

Vincitore: Daniel Bryan

Seguendo la logica della WWE, Bryan sarebbe ormai di diritto nel Ladder match, ad ogni modo Bryan si mette a festeggiare e non si avvede di Barrett che lo stende con la Bull hammer, per poi andarsene soddisfatto, mentre R-Truth commenta sdegnato il suo gesto, a fare giustizia arriva Dean Ambrose che stende Barrett con una Clothesline, si scopre che Ricamino deve prendere parte al prossimo match della serata, giusto il tempo di una terza pausa pubblicitaria

Dean Ambrose vs Stardust (2.5/5)

Stardust si presenta con il titolo Intercontinentale alla vita, dato che era stato lui a rubarlo per ultimo nel cors dell'ultima puntata di SmackDown, R-Truth si trova ancora al tavolo di commento. Partono subito dei cori per “Cody” che infastidiscono Stardust, scambio di prese alla testa per i due poi Ambrose tenta uno schienamento, tiene l'avversario al suolo e blocca la sua reazione con una provvidenziale ginocchiata all'addome, Stardust reagisce ma perde tempo a fare la ruota e si becca prima uno schiaffone, poi una Clothesline che lo manda fuori dal ring e infine un Suicide dive di Ricamino, Stardust decide di colpire Ambrose alla gamba e dopo la quarta interruzione pubblicitaria Stardust è ancora impegnato in tale operazione, applicando una Half crab all'avversario, Dean si libera e parte con la sua serie di pugni sconclusionati, connettendo poi un Running bulldog, a breve distanza segue la Clothesline a rimbalzo e una facile Dirty deeds

Vincitore: Dean Ambrose

Mentre Booker T domanda se il titolo sia passato di mano, Bad News Barrett corre sul ring per riprendersi il suo titolo, dietro di lui arriva Daniel Bryan, seguito da Luke Harper e infine Dolph Ziggler, in tutto ciò R-Truth infila l'IC Championship in un sacco di patate e se ne ritorna quatto quatto al tavolo di commento, intanto sul ring tutti subiscono le finisher di tutti, con Barrett che si prende la soddisfazione di eseguire la finisher per ultimo, Barrett poi punta Truth intimandogli di restituirgli il suo titolo, Truth gli restituisce il sacco di patate, che tuttavia si rivela una copia con tanto di titolo giocattolo, mentre Truth festeggia sullo stage con l'Intercontinental Championship in mano e JBL implora l'intervento della polizia.

Ma è arrivato il momento di annunciare il prossimo introdotto nella WWE Hall Of Fame Class of 2015, che si rivela essere . . . Connor “The Crusher” Michalek, il quale verrà insignito del Warrior Award.

Dopo la sesta interruzione pubblicitaria troviamo Lilian Garcia a presentare Paul Heyman già sul ring, che fa le presentazioni di rito e sembra non avere tempo da perdere, Heyman ci introduce ad un video riguardante Roman Reigns, la sua carriera da NXT fino alla Royal Rumble, passando per lo Shield e la sua dissoluzione, Roman parla dell'eredità che sente di portare sulle spalle, di come rispetti i suoi detrattori e del suo imminente scontro con Brock Lesnar, promettendo di riuscire a fare quello che tutti gli hanno ripetuto fosse impossibile da fare, ossia battere Brock Lesnar. Dopo tale video, Paul Heyman ci dimostra ancora una volta che non ha tempo da perdere ed introduce al pubblico il suo cliente, nientemeno che Brock Lesnar in persona, che raggiunge il suo avvocato sul ring, Heyman prende in giro la carriera di Reigns, dicendo che tutta la propaganda attorno a lui non è che una menzogna, lo descrive come un bambino strappato alle terre selvagge, cresciuto a Pensacola in una famiglia che a quanto pare lo minacciava di sonori scapaccioni se si provava a fare la minima cosa che disonorasse la famiglia, ma, fine della favola, Roman Reigns non batterà Brock Lesnar a WrestleMania; per quel che riguarda Seth Rollins, il piano di incassare il MITB sul suo cliente fallirà miseramente, perché se solo proveranno ad eseguire una sorta di screwjob di Montreal sul suo assistito, nessuno lascerà l'arena “vivo”; tornando a Roman Reigns (con tanto di piccolo incidente microfonico che Heyman gestisce magistralmente), se Brock Lesnar volesse unificare il WWE e l'UFC title come occupazione per le vacanze estive, lo potrebbe fare, ecco un messaggio chiaro e tondo: il WWE World Heavyweight Championship non appartiene più alla WWE, appartiene a Brock Lesnar ed egli non ha intenzione di restituirlo, Brock Lesnar ha sconfitto l'imbattibile The Rock, ha sconfitto l'imbattibile Undertaker e l'imbattibile John Cena, cosa pensiamo che succederà a Roman Reigns? Verrà sconfitto, da chi? Da Brock Lesnar, Brock Lesnar, Brock Lesnar, Brock Lesnar, Brock Lesnar, il WWE World Heavyweight Champion!

“Qualcosa da obiettare?” domanda Michael Cole, nessuna obiezione.

Nel buio dei fumenti, scopriamo che Bray Wyatt si è impadronito, non si sa come, dell'urna dell'Undertaker e lo invita a trovarlo, che a WrestleMania mancano due puntate e mezzo di Raw e il tempo comincia a scarseggiare lievemente.

Tornati dopo la pausa numero sette, vediamo Kane e Big Show sul ring, che a SmackDown hanno avuto qualche piccolo diverbio, i loro avversari sono Ryback ed Erick Rowan, stranamente la musica d'ingresso scelta è proprio quella di quest'ultimo

Oh, voi dite quello che vi pare, a me 'sta musica piace non poco

Erick Rowan&Ryback vs Coppia Gigante (2/5)

Il trofeo della Battle royal dedicata ad André the Giant troneggia accanto al tavolo di commento, su di esso è stato scolpito il nome del primo vincitore di questo particolare match: Cesaro. Sul quadrato, Ryback esegue qualche Power moves base su Kane ma viene poi steso da una Spear di Big Show, il gigante infierisce con una poderosa Chop e da il cambio a Kane, il Big Guy si libera con un Suplex e da il cambio al Big Red, che subito si fa valere con uno Spinning elbow dalla terza corda, l'arbitro viene distratto da Ryback che ha provato ad intervenire sul ring e non si avvede di Big Show che, inavvertitamente, colpisce Kane con il KO punch nel tentativo di colpire Rowan appoggiato contro la corda centrale, Ryback stende Show con la Meat hook e Rowan schiena Kane

Vincitori: Erick Rowan&Ryback

La Coppia Gigante inizia a litigare al centro del ring, riuscendo a svegliare appena appena il pubblico, che se n'era rimasto muto tutto il tempo, a sedare un possibile scontro arriva Stephanie, che bacchetta i due come una maestra d'asilo, gli ricorda che siamo a poche settimane da WrestleMania, forse Randy Orton aveva ragione quando diceva che i due si erano rammolliti, ma Stephanie rivuole il Mostro ed il Gigante che erano, poi intima ai due di andarsene dal suo ring, poi, visto che protestano, dal cartellino giallo passa al cartellino rosso e li espelle dall'arena.

Dopo averci proposto, per la gioia dei nostri occhi, nuovamente la pubblicità del Niagara, passiamo ad un angolo sperduto del backstage, dove The Miz sta sproloquiando amabilmente con . . . Wiz Khalifa, che piuttosto che lavorare con Miz preferisce lavorare con la sua nuova controfigura, Wizdow, che improvvisa un rap degno del disco di platino e annuncia ufficialmente il suo ingresso nella André the Giant Memorial Battle royal, oooh yesss!

Dopo la pausa numero otto di questa sera, ci becchiamo un nuovo promo sul ritorno di Sheamus, peccato che anche stavolta non ci venga comunicata la data

E poi . . . sul ring arriva Wiz Khalifa, che intona “We 'dem boys” direttamente da WWE2K15, che chiunque si sia comprato il gioco si sarà già sfracellato i marron glacè di questa canzone dato che la colonna sonora di WWE2K15 son dieci canzoni in croce e le propongono a loop per tutto il gioco, pietade. Wiz si dirige verso il ring rappeggiando e con la canotta di John Cena, giuro che mi sta venendo nostalgia della theme song di Brie Bella.

Dopo aver perduto circa sette minuti, arriva Damien Wizdow a risollevare un po' gli animi, intanto il pubblico, in quanto a reazioni, sta facendo concorrenza a quello di Fast Lane e a quello di Raw di qualche settimana fa, sarà la stanchezza del cambio di stagione? Sarà la bora di Trieste? Non si sa.

Dopo una nona e quantomai necessaria pausa, vengo accecata dalle Bellas in cosplay da Fred Flinstones, giusto per far pubblicità al film d'animazione appena uscito in dvd, le Bellas si professano il miglior tag team dai tempi di Betty&Wilma

AJ Lee(with Paige) vs Summer Rae (with Cameron&Eva Marie) (2/5)

Mentre mi domando il perché delle due diversamente wrestler al fianco di Summer, AJ fa buona guardia contro Summer Rae ma poi si becca un bel Wheelbarrow facebuster dell'ex partner di Fandango, Summer poi si perde a discutere con l'arbitro ed AJ parte con la sua reazione, Summer riesce a riportarla al tappeto con un calcio alto alla testa ma è solo conto di due e quando prova ad eseguire una seconda mossa AJ la intrappola velocemente nella Black widow

Vincitrice: AJ Lee

Vi lancio un sondaggio: il nome del tag team di AJ&Paige che a WrestleMania affronterà le Bellas lo deciderete “voi”, sbizzarritevi con la fantasia, la sottoscritta sentenzierà. Molto democraticamente.

Dopo la decima pausa, completamente #acrudo, ci becchiamo il promo del feud tra Triple H e Sting e, appunto, #acrudo, ascoltiamo la voce di Sting, mi pare, correggetemi, che siano le prime parole che si sentono da parte dello Stinger, sicuramente live ancora non ha detto una parola. Mi ero quasi scordata che voce avesse Sting . . . molto sexy, quell'accento duro e roco del Nebraska, ci piace.

Nel backstage, Rusev si sta dirigendo verso il ring ma sul suo percorso trova John Cena, il leader della Ce-Nation afferma di sapere che partecipare a WrestleMania non è un diritto ma un privilegio e ammette che quest'anno non se l'è conquistato, ma anche Rusev sembra non aver compreso il privilegio che ha avuto nell'arrivare in America e inseguire il sogno americano, se Rusev stasera dirà una sola parola sugli USA, Cena non avrà bisogno di un match per mettergli le mani addosso.

Al termine dell'undicesima pausa scopriamo che Randy Orton farà il suo ritorno in quel di SmackDown nella puntata di questo giovedì, non si sa se per un match o altro, ma ci sarà. E adesso torniamo al nostro bulgarusso preferito

Rusev (with Lana) vs Curtis Axel (s.v.)

Curtis Axel arriva sul ring accompagnato da un cronometro che segna i giorni, le ore, i minuti e i secondi di permanenza nel Royal Rumble match, Axelmania! Rusev decide di prendersi un vantaggio ed attaccare Axel prima dell'inizio effettivo del match, quando la campana suona il bulgarusso stende Axel con un calcione alla testa e poi lo fa cedere in tempo zero con la Accolade

Vincitore: Rusev

Festeggiamenti bandierosi per Rusev, il quale però decide di prendere un microfono, nonostante Lana non sembri d'accordo, inizia un'arringa sulla debolezza degli americani, che stanno ancora vivendo nel passato, ai tempi in cui c'era l'Hulkamania e l'America era forte, ma quei tempi sono finiti e gli americani adesso sono solo un branco di invertebrati

Ovviamente tali parole fanno comparire John Cena sullo stage, Cena corre verso il ring e riesce ad imprigionare Rusev nella STF, al grido di “Set Lana Free!”, Rusev pare svenire sotto l'effetto dell'STF peggiormente eseguita da tempo immemore e Cena lo lascia andare, va a prendere una bottiglia d'acqua e lo sveglia, per poi chiuderlo nuovamente nella STF, Lana, ferita negli affetti, prega Cena di lasciar andare il suo amato e poi gli concede il match valido per il titolo degli Stati Uniti a WrestleMania

Ma vaaaaa?

Dopo un pedo-porno-smile, inquietante e vagamente somigliante a Jim Carrey, Cena se ne va soddisfatto, osservando il logo di WrestleMania.

Siamo sempre tra gli oscuri fumenti, Bray Wyatt dice di non poter più aspettare . . . e nemmeno la sottoscritta, fatti vedere Taker, fatti vedere!

Dopo la dodicesima pausa, assistiamo ad un litigio di coppia tra Rusev e Lana in infermeria, Rusev lancia i suoi anatemi druidici alla compagna e, a malincuore, la caccia via, nonostante lei tenti di giustificarsi.

Tornati sul ring, vediamo il New Day, i tre affermano che a WrestleMania saranno i nuovi campioni di coppia e la sottoscritta si domanda quali spezie abbia passato Kingston alla comitiva stavolta, Cesaro&Kidd, accompagnati da Natalya, raggiungono gli avversari sul ring, da notare come Kidd e Cesaro siano già passati alla comunione dei beni, dato che lo svizzero indossa un paio di cuffie come il compagno

UpperFact (with Natalya) vs New Day (Xavier Woods&Big E vs Kofi Kingston)

Tyson incontra qualche difficoltà contro il più forzuto Big E, che dimostra di aver disimparato ad eseguire le Backbreaker dato che alla prima rischia di inciampare su se stesso, Cesaro si prende un tag che non viene visto da Woods e questo porta i campioni in vantaggio, Kidd chiude Woods in un bel lucchetto alla gamba ma il leader spirituale del trio non cede, Cesaro rincara la dose con una Half crab ma Woods riesce a dimenarsi a suon di calci, Tyson Kidd impedisce il tag a Big E ma ecco che il canadese rischia di andare a sbattere contro Natalya e poi si fa schienare da . . . un . . . Wheelbarrow roll up into a facebuster? Vabbè, qualunque nome trovi, non potrebbe mai risultare pheego, ma neanche decente

Vincitori: New Day

Nell'arena sopraggiungono gli Usos, sulle prime parrebbe che i samoani vogliano attaccare i campioni, ma poi si scopre che i due stanno solo accompagnando Naomi, che ha un match contro Natalya, ma prima una tredicesima pausa pubblicitaria

Naomi (with Usos) vs Natalya (with UpperFact) (1.5/5)

Scambio di roll up al centro del ring, almeno questo è quel che mi compare davanti dopo la pubblicità, Naomi tenta di usare le corde per sollevarsi ma Natalya la getta a terra facendole eseguire una spaccata non richiesta, poi la colpisce con un Dropkick, Nattie prova la Sharpshooter ma la samoana acquisita riesce a farla impattare contro il paletto, intanto fuori dal ring gli Usos e i campioni di coppia iniziano a darsele di santa ragione, Naomi evita la Clothesline dell'avversaria e la stende con la Rare view

Vincitrice: Naomi

Decisamente una giornata “no” per il trio svizzo-canadese, Natalya prende addirittura la cintura di campione di Kidd e se la mette sulla spalla, ovviamente Cesaro protesta, intanto sullo stage compaiono i Los Matadores che a quanto pare hanno un match contro gli Usos, Cesaro manifesta tutto il suo entusiasmo usando la sua cintura come drappo

The Usos (with Naomi) vs Los Matadores (with El Torito) (2.5/5)

Sportiva stretta di mano tra i due team prima del match, bella Headstand di uno dei mattatori sul paletto seguita da una Headscissor che lascia i samoani quasi di stucco; lo stupore passa durante la pausa numero quattordici e ritroviamo i due team nel pieno dell'azione, i Los Matadores eseguono delle belle manovre ma il pubblico, muto fino a quel momento, preferisce far partire un coro per CM Punk a caso, avviene una collisione dopo un doppio Crossbody tra Jey Uso e Fernando, che porta ad un doppio tag, Crossbody di Jimmy su Diego il quale tuttavia ribatte con una DDT coreografica, il Matador prova una mossa dal paletto ma si becca un Superkick al volo, intanto il pubblico continua a fischiare a caso, Jey Uso si sacrifica con un Suicide dive su Fernando mentre El Torito si sacrifica per permettere a Diego si sorprendere Jimmy con un roll up

Vincitori: Los Matadores

Pure la musica ha qualche problema a partire, mentre il pubblico si è chiuso in assoluto mutismo.

Negli Uffici, la Coppia di Fatto cerca di istruire il figlioletto sull'inaffidabilità di Randy Orton, ma Seth si sente perfettamente sicuro che Orton sia dalla loro parte, veramente loro credono che Randy sia così stupido da spiattellare in faccia a Rollins il suo piano? Noble&Mercury continuano a dirsi preoccupati, ma Seth è nientemeno che l'Architetto dello Shield e non ha niente da temere, Orton è parte della famiglia, mentre è di Roman Reigns che devono occuparsi, stasera Reigns verrà messo al suo posto, la Coppia deve fidarsi.

Dopo il magico numero pubblicitario numero 15 ci troviamo Bray Wyatt al centro del ring, circondato dalle luci del pubblico, Bray dice che non dorme mai ma sogna sempre, in questo sogno senza fine lui vede il mondo non per quello che è ma per come dovrebbe essere, vedere città bruciare, terre sprofondare, vede ogni meraviglia della creazione distrutta, in questi sogni sono le poiane a guidarlo e quando le raggiunge rimane stupito da quello che vede, un guscio vuoto, quello di Undertaker, lui è sempre stato il centro di tutto, è stato l'orgoglio di Bray a guidarlo fino a lui, vuole costruirsi un trono con le sue ossa, perché no, lui non è la sua redenzione, lui è il nuovo volto della paura, Undertaker conosce la paura perché tutte queste persone una volta avevano paura di lui, ma a tutto c'è una fine e Undertaker lo sapeva, sapeva che la Streak un giorno sarebbe finita, a WrestleMania avverrà la sua resurrezione e il suo definitivo requiem; quindi, cosa risponde? Accetterà la sua sfida? Fatti vedere Undertaker! Bray domanda se sarà con l'urna che lo farà ritornare, l'urna che dovrebbe contenere i suoi poteri, il santone vi si avvicina e si chiede se quest'urna possa far tornare in vita i morti, la apre ed inizia a ridere, sorpresa! È vuota! Proprio come . . .

Dall'urna comincia a fuoriuscire del fumo, sul titantron compaiono dei fulmini e il pubblico, muto per un'ora e passa, si sveglia d'un colpo al rintocco della prima campana, Bray Wyatt perde l'equilibrio e si aggrappa alle corde, mentre sul ring l'urna scompare e al suo posto appare la sedia a dondolo di Bray Wyatt in un cono di luce, una voce cavernosa promette che Bray Wyatt riposerà in pace, dopodiché un fulmine colpisce la sedia che prende fuoco, Wyatt osserva le fiamme ed inizia a ridere senza controllo, mentre nell'arena continuano a risuonare i rintocchi di campana.

Sedicesima pausa pubblicitaria necessaria a riprenderci da cotanta beltade ed ecco che veniamo catapultati nel main event, Roman Reigns entra per primo, Seth Rollins si presenta accompagnato dalla Coppia di Fatto ed aspetta sullo stage che Randy Orton lo raggiunga, con la propria theme song

Two on one handicap match Randy Orton&Seth Rollins (with Coppia di Fatto) vs Roman Reigns (2/5)

È Rollins a farsi avanti per primo, incassa qualche colpo poi riesce a far volare Reigns fuori dal ring, la Coppia di Fatto prova ad intervenire ma vengono subito sgamati dall'arbitro e rimproverati da Orton, Rollins va a segno con la Da shoutout (we miss you JTG) ma è solo due, J&J osano dare ad Orton un consiglio su cosa fare e per tutta risposta Jamie Noble si becca un pugno e Seth Rollins, spazientito, li rispedisce nel backstage, Reigns ne approfitta per tentare una reazione a suon di Clothesline ma Rollins riesce a colpirlo con un calcio alto, Mr MITB tenta di raggiungere il compagno per un tag ma ecco che Randy si rifiuta di dargli il tag e lo manda allegramente a quel paese, con tanto di inquadratura tattica che taglia le dita dall'inquadratura, ovviamente Reigns chiude i giochi con la sua Spear

Vincitore: Roman Reigns

Roman festeggia e se ne va, mentre il pubblico capisce che è arrivato il momento di divertirsi, dato che comincia a fare un casino immane, “Shame on you!” urla Orton, vergogna su Seth per aver pensato che Randy avrebbe mai potuto dimenticarsi quello che gli aveva fatto, inizia una mattanza di ben nove minuti nove, in cui possiamo ammirare Orton pestare Rollins in ogni modo possibile: testate sui gradoni, urla nelle orecchie, Uppercut contro le barricate, sediate sulla schiena in mezzo al pubblico, Silver spoon DDT, probabilmente è pure stato lui a pubblicare le foto hot del povero Seth. Alle battute finali della mattanza, Rollins viene fatto volare oltre il tavolo di commento, poi sollevato su di esso e, dopo un ultimo sguardo assatanato di Orton, fatto oggetto di una RKO. Randy Orton continua ad urlare nelle orecchie di un Rollins ormai privo di conoscenza, poi, finalmente, se ne va, chiudendo così la puntata di Raw.

smileyCosa mi è piaciuto: finalmente Orton ha mostrato il suo vero volto e finalmente The Undertaker ha risposto a Bray Wyatt, finalmente abbiamo terminato la pantomima di John Cena che al “ommioddio non mi dirai che non partecipa a WrestleMania” non c'avevamo creduto mai e finalmente abbiamo anche rivisto Brock Lesnar, se non altro alcuni dei match di cui si è tanto vociferato sono stati ufficializzati. Davvero convincente il segmento di Bray Wyatt e il ritorno dei cari e vecchi fulmini in computer grafica dell'Undertaker, performance d'oro al microfono anche per Seth Rollins, anche se il primo premio se lo porta a casa, come sempre, Paul Heyman

cryingCosa non mi è piaciuto: ci sono ancora mille dubbi da chiarire, ad esempio chi diavolo parteciperà al Ladder match per l'Intercontinental Championship, o quando mai tornerà Sheamus, inoltre temo che le sconfitte sia degli UpperFact che degli Usos potrebbero significare un Fatal 4 way per i titoli di coppia a WrestleMania e dico “temo” perché sebbene fosse proprio quella la stipulazione che avrei voluto vedere non erano certo queste quattro coppie che avrei voluto veder scontrarsi, i Los Matadores? Really? I New Day? Really? Non hanno vinto una beata meenchia per quasi un anno e di punto in bianco ottengono shot titolate? Alleanze tra Divas che non esistono e, soprattutto, un pubblico che all'incirca dalla prima ora e mezza si è ammutolito di colpo, valli a capire quelli di Pittsburgh.

sadConsiderazioni generali: Finalmente la WWE sta cominciando a delineare le storyline per WrestleMania, nonostante non vi riesca bene con tutti, nessun match realmente coinvolgente anche stavolta, cosa che sta divenendo la vera pecca delle puntate di Raw di quest'anno. Meno una, rimangono ancora due puntate prima di WrestleMania, let's go.

PS: Cos'è questo feticismo che Stephanie McMahon continua ad avere per i giganti?

La puntata è terminata, Ysmsc vi saluta

Voto alla puntata: 6.5

Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname