Pubblicità

The Streak is alive! Monday Night Raw va in onda nonostante la tormenta di neve di cui è preda il Connecticut, come avrà ovviato la WWE a questo problema? Alla tastiera, Ysmsc.

L'odierna puntata di Raw comincia mostrandoci la terribile tempesta di neve che ha colpito il Connecticut e ha costretto la WWE a trasmettere Raw dai WWE Studios, il governatore del Connecticut ha tassativamente vietato di viaggiare per le strade, ma ciò non ha fermato la WWE dal cercare una soluzione per poter comunque mandare in onda Raw. Michael Cole e Booker T, dalla gabbia per criceti, ci spiegano gli eventi e poi ci mostrano un JBL in versione metereologo lasciato da solo in mezzo a una tormenta, afferma che hanno trovato persino un mammut congelato nel ghiaccio ed era comunque più caldo di come si sente lui adesso, perciò perché starsene lì a rischiare la vita? JBL is leaving the building!

A questo punto, #acrudo, ci viene proposto integralmente il Triple threat match valido per il WWE World Heavyweight Championship, saranno contenti quei poveri cristi che hanno acquistato il PPV (sempre di meno a questo punto), dato che più tardi verrà trasmesso anche, sempre integralmente, il Royal Rumble match. Ricordiamo che stasera vi sarà un'intervista a Brock Lesnar, a Seth Rollins ed anche a Roman Reigns, il primo a venir intervistato sarà Mr MITB. Ma prima scopriamo, sempre molto #acrudo, che Daniel Bryan affronterà Kane in un Casket match nella prossima puntata di SmackDown, che andrà in onda live.

L'intervista di Michael Cole a Seth Rollins comincia, Seth mette subito le cose in chiaro dicendo che la sua performance alla Rumble ha dimostrato, senza dubbio, che lui si meritava di essere in quel match; la prossima domanda di Michael Cole è se crede se una delle due Curb Stomp che ha somministrato a Lesnar avrebbe potuto portare al conto di tre decisivo e Seth risponde di sì, si passa ad un Elbow drop che Seth ha eseguito su Lesnar sopra il tavolo dei commentatori, mossa che ha lasciato a Lesnar una costola rotta, Rollins afferma che era suo obbiettivo quello di mettere fuori combattimento Lesnar a qualsiasi costo, ma poi Cole ricorda le fasi finali del match, ossia la Phoenix splash di Seth su John Cena (lievemente botchata considerando che gli ha tirato una facciata sulla sua miniminchia) e il ritorno di Lesnar sul ring, che poi, nonostante fosse provato, è comunque riuscito a mantenere il titolo, Seth Rollins è sicuro che avrebbe potuto essere il campione, a questo Cole gli domanda cosa potrebbe succedere se lui e Lesnar si trovassero faccia a faccia, Rollins prende fiato e dice che lui ha sottovalutato Lesnar tanto quanto Brock ha sottovalutato lui, Seth ricorda che è ancora il possesso della sua valigetta ed è ancora il suo piano B.

Michael Cole ringrazia Rollins del suo tempo e gli chiede di lasciare il posto a Lesnar, che dovrà essere intervistato dopo di lui, ma Seth risponde che se Lesnar vuole quella sedia dovrà spedirlo fuori a calci, parli del diavolo e quello spunta: Brock arriva e impone a Rollins di lasciargli la sedia, Seth, spavaldamente, si alza, ma fa cadere la sedia e se ne va sbuffando. L'intervista a Brock Lesnar e Paul Heyman può dunque cominciare:

Michael Cole fa i suoi complimenti a Lesnar per aver mantenuto il titolo e gli chiede come stia la sua costola rotta, Brock risponde che si è infortunato tante volte nella sua carriera, ma quando si tratta di raggiungere un obbiettivo è abituato a passare sopra a questo genere di infortuni; Michael Cole domanda se ci siano delle tensioni tra Lesnar, Heyman e l'Authority, ma Paul Heyman risponde che la WWE è un'industria e l'Authority sa bene che Brock Lesnar è la soluzione a tutti i problemi che potrebbero avere e finché Lesnar continuerà a venire pagato non ci saranno problemi, al massimo delle negoziazioni. Ci viene mostrata, per la mia gioia, la fine della Streak, poi Cole dice che Undertaker ha costruito una carriera sull'intimidazione dei suoi avversari e chiede come Lesnar abbia potuto superare tutto questo, Brock Lesnar risponde che lui, semplicemente, non rispetta nessuno, perché lui è la Bestia, Paul Heyman domanda perché tutti sembrino così sorpresi dal risultato della Rumble, John Cena poteva anche essere John Cena e Seth Rollins il futuro della WWE, ma Brock Lesnar è un atleta come ne nascono una volta nella vita ed è questo il motivo per cui riesce a prevalere su chiunque; Cole passa a parlare di Roman Reigns, l'avversario di Brock per WrestleMania (perché figuriamoci se Lesnar combatte a Fast Lane), Brock dice che è contento per Roman e spera che sia pronto per il match tanto quanto lo è lui, quando Lesnar è così in forma è bene che nessuno si metta sulla sua strada, ovviamente Paul Heyman dice che Roman Reigns non può battere Lesnar e chiede quando verrà intervistato Roman Reigns, perché i due vorrebbero parlarci di persona.

Nella gabbia per criceti, JBL ha fortunatamente raggiunto sano e salvo Booker T e Michael Cole, i tre parlano di Brock Lesnar e poi ci introducono alla replica del Royal Rumble match.

Che dire della Rumble? Non saprei bene come descrivervi il match, che ha avuto sicuramente tante scelte di booking discutibili e non solo per il vincitore. Ad ogni modo ha vinto Roman Reigns e tutti lo sappiamo, ci sarà tempo per scannarsi nella review del buon KingHunter7. Ad ogni modo, ancora una volta, una sonora pernacchia a chi ha acquistato il PPV.

Possiamo dunque passare all'intervista di Roman Reigns, intervista che per l'occasione è condotta da Byron Saxton, il quale piazza subito il carico da 90 dicendo che molti credono che lui non sia pronto per WrestleMania e Brock Lesnar, Roman risponde che è abituato ad assere considerato il meno esperto negli spogliatoi, non solo, lui ha imparato a nuotare quando suo padre Sika l'ha gettato in una piscina profonda, aveva due scelte, imparare a nuotare o affogare: ha imparato a nuotare. Saxton chiede a Reigns di commentare i fischi del pubblico, Reigns risponde che nella vita funziona così, il pubblico può fischiare o acclamare chiunque voglia e lui non penserà mai che questo sia disonesto nei suoi confronti, d'altra parte la vita non è mai onesta; la prossima domanda è se lui sia in qualche modo stato scelto dai piani alti e Reigns risponde che quando ti si presenta un'occasione tu devi coglierla e fare del tuo meglio, a prescindere da quali saranno le conseguenze; si passa al caro cugino The Rock e di come l'ha aiutato durante la Rumble, Roman risponde che è estremamente orgoglioso della sua famiglia, tutta la sua famiglia, anche se non ne ha mai parlato, Rikishi, Yokozuna, sua padre Sika, gli Usos, Peter Mavia, The Rock, niente sarà più importante che essere nel main event di WrestleMania e lottare di fronte a suo padre, ha respirato wrestling tutta la vita grazie alla sua famiglia e lui può solo restituire il favore.

Dopo l'intervista, viene mostrato il post-show della Rumble, dove John Cena è stato interrotto, completamente a caso da Rusev che voleva il microfono, questo è stato più che sufficiente per sancire Rusev vs Cena per Fast Lane, l'incontro comunque non sarà valido per il titolo degli Stati Uniti

(Quello se lo tengono per WrestleMania)

Poi, meno #acrudo del solito, veniamo informati che Triple H e Sting avranno un confronto verbale a Fast Lane.

And now, il prossimo introdotto nella WWE Hall Of Fame, classe 2015 . . .

Arnold Schwarzenegger!

Passiamo al di fuori dei WWE Studios dove, apparentemente, Dean Ambrose è arrivato direttamente da Hartford, a piedi, in mezzo alla tormenta, perché voleva in ogni modo essere presente all'odierna puntata di Raw, la sua Road to WrestleMania è tortuosa e piena di pericoli, ma lui ha intenzione di prender parte a WrestleMania, in un modo o nell'altro.

Torniamo in posto più caldi e accoglienti, dove Renee Young intervista Daniel Bryan, Daniel parla della sua scalata in WWE nonostante avesse tutti contro, ricorda che l'anno scorso è stato il pubblico a permettergli di prender parte al main event di WrestleMania, Renee lo riporta alla brusca realtà parlando dell'infortunio che l'ha tenuto fuori dal ring per ben nove mesi, Daniel si è sentito come se avesse abbandonato e tradito i suoi fan, ma non poteva starsene troppo a lungo a piangersi addosso, anzi, doveva tornare il prima possibile, per i suoi fan. Renee chiede a Bryan di commentare la reazione del pubblico alla sua eliminazione, Daniel risponde che lui ed il pubblico sono rimasti delusi dalla vittoria di Reigns non perché fosse Reigns ma perché semplicemente non era stato Daniel a vincere, Bryan ammette, onestamente, di aver fallito, mentre Roman ha saputo cogliere l'occasione, se Roman sarà in grado di compiere gli stessi sacrifici che ha compiuto Daniel allora sarà sicuramente in grado di battere Lesnar; la prossima domanda è di commentare il Casket match in cui dovrà lottare contro Kane, è una stipulazione che favorisce Kane ma Bryan ha bisogno di lasciarsi alle spalle questa faida con Kane e farà tutto il possibile per riuscirci.

Passiamo alla grande intervista, il faccia a faccia tra Roman Reigns e Brock Lesnar, ma prima Paul Heyman stringe la mano a Roman, dice che lo rispetta e chiede di essere lui a porre le domande. Michael viene gentilmente invitato ad accomodarsi in posti più consoni a lui, poi la parola passa ad Heyman:

Paul Heyman dice di rispettare molto la famiglia di Roman, ha avuto modo di conoscere personalmente tutti loro, da Yokozuna agli Usos, evidentemente il wrestling scorre nel sangue samoano, Heyman conosce anche The Rock e The Rock conosce altrettanto bene Brock Lesnar, anche The Rock è stato WWE Undisputed Champion, finché un giovane, un rookie, come lo è Roman ora, di nome Brock Lesnar, non fece la sua comparsa e vinse il titolo strappandolo a The Rock, un match contro Lesnar è stato tutto ciò che Rocky ha potuto sopportare dato che non ha mai chiesto un rematch, Heyman domanda se il suo sangue samoano non faccia capire a Roman contro cosa sta combattendo, come potrebbe Roman affrontare Lesnar ed affrontare poi la sua famiglia quando verrà sconfitto, perché Reigns non potrà mai sconfiggere Brock Lesnar

Dopo una pausa, Roman dice che risponderà direttamente a Brock Lesnar, dice che sa chi è e di cosa è capace, lo sconfiggerà a WrestleMania, si prenderà il titolo, lo sa lui e lo sa Brock, lui ci crede come ci crede Brock

Brock Lesnar si alza ed i due, dopo un'occhiataccia, si stringono la mano, Lesnar dice che non lo rispetta, ma Reigns risponde che imparerà a farlo.

Su quest'ultima intervista e sulle immagini della tempesta del Connecticut, si chiude l'odierna puntata di Raw.

smileyCosa mi è piaciuto: un plauso alla WWE per aver ovviato al problema della messa in onda

cryingCosa non mi è piaciuto: lo smacco ai poveri cristi che hanno comprato i PPV, se ormai non avete capito che non contate più una meenchia siete messi male

sadConsiderazioni generali: come giudicate le interviste ai protagonisti della Rumble? Quanto è #acaso il feud di Cena e Rusev?

La puntata è terminata, Ysmsc vi saluta

Voto alla puntata: Blizzard F-5

Ysmsc ha scelto di non fare l'analisi dei due match della Rumble trasmessi a Raw per riempire le tre ore di programmazione, se ciò ha deluso qualcuno, me ne scuso, ma sicuramente i match verranno analizzati sia nella review sia negli editoriali che ZW vi proporrà.

 

Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname