Pubblicità

Nel Memorial Day, Monday Night Raw vi da il benvenuto dalla Thompson-Boling Arena di Knoxville, Tennessee. Alla tastiera, Ysmsc.

Al tavolo delle meraviglie del pre-show l'ospite è il nostro finto connazionale preferito, Santino Marella, e si parte subito analizzando la situazione attorno al WWE World title, Renee Young vorrebbe intervistare Brie Bella ma viene preceduta da Nikki che sostanzialmente le dice che la sorella ha passato tutto il giorno a piangere e di lasciarle un po' di privacy. Intanto alle spalle del tavolo delle meraviglie il primo match che il nostro 8-Bit avrà il piacere di recensire sarà Titus O'Neil vs Big E. Vengono analizzate ovviamente anche le altre faide principali, ossia Evolution vs Shield (di cui stasera vedremo la firma del contratto) e John Cena vs Bray Wyatt. Ma c'è tempo anche per concentrarsi sui titoli minori, con Renee Young che intervista Sheamus riguardo il suo match di Payback contro Cesaro, valido per il suo titolo degli Stati Uniti, l'irlandese risponde che Cesaro si è approfittato della sua onestà quando ha voluto stringergli la mano, in risposta domenica ci sarà una stretta tra il suo piede e la faccia dello svizzero; Alex Riley a questo punto ci riporta indietro a febbraio, a Elimination Chamber, quando già i due se le diedero di santa ragione nella Chamber, i pronostici del tavolo delle meraviglie sembrano a favore dello svizzero. Ad ogni modo Sheamus stasera se la vedrà, udite udite, contro Alberto Del Rio. Assistiamo a un bel promo abbastanza figo di NXT Takeover, spazio ai ggggiovani. Viene reso ufficiale il match titolato tra Paige ed Alicia Fox per Payback, notizia che era nell'aria già da parecchio ma che infine vede l'ufficialità. Intanto alle spalle del tavolo delle meraviglie vi è un tag team match in cui sono coinvolti, altra gioia, i Rybaxel, contro avversari del calibro di R-Truth e Xavier Woods. Un ultimo commento sul futuro di Daniel Bryan e del suo titolo mondiale e finalmente lo show può iniziare.

Ricordiamo che oggi in America si celebra il Memorial Day, perciò la puntata odierna sarà dedicata a tutti i militari americani che hanno perso la vita prestando servizio per la loro nazione.

Ad aprire la puntata sono Stephanie e Triple H, che vengono annunciati come il COO e “uno dei principali proprietari” della federazione, ci viene intanto confermato dal tavolo di commento che Daniel Bryan sarà a Raw. Stephanie ci annuncia che questa sarà una puntata storica, perché stasera si baserà tutto sulle scelte, ad esempio Daniel Bryan ha una scelta, rinunciare al titolo WWE, Bryan sa che è la cosa giusta, anche per noi che vogliamo vedere il campione WWE competere ogni sera per il suo titolo mentre Daniel Bryan non è in grado di farlo, ovviamente Bryan voleva, la sua mente lo voleva, il suo cuore lo voleva ma . . . il suo corpo non è altro che quello di un B+ (strepitosa Stephanie che continua a incoraggiarci a tifare per Daniel Bryan); Triple H fa eco a Stephanie e, parlando di scelte, ci parla di coloro che ad un certo punto arrivano al top e diventano leggende se riescono a superare lo scoglio del tempo, se riescono ad adattarsi, quelli che non ce la fanno invece periscono, coloro che diventano leggende vivono nei nostri cuori per sempre e questa è “evolution”, e domenica a Payback lo Shield scoprirà che non possono fermare la “evolution”, stasera, alla firma del contratto, lo Shield potrà scegliere di non presentarsi e andare avanti sperando di diventare leggende in un prossimo futuro, oppure potranno firmare il contratto e di conseguenza perire; Stephanie di punto in bianco tira fuori Brad Maddox, che la scorsa settimana ha concesso un favore allo Shield (lasciando Roman Reigns e Dean Ambrose liberi di stare al tavolo di commento durante il match del compagno), il povero Maddox è costretto ad accorrere alla chiamata, appena salito sul ring Triple H gli ricorda come la scorsa settimana nessuno di non ufficiale avrebbe potuto assistere al match, Triple H e Randy Orton erano là in veste ufficiale ma Brad ha concesso questo privilegio anche allo Shield, perché? Brad sostiene di non aver avuto scelta e di essere stato costretto dallo Shield, Stephanie risponde che lo comprende ma allo stesso tempo adesso sono loro a non avere scelta . . .

 

Nell'arena risuona la musica di Kane ed il Big Red Monster si presenta sullo stage, Triple H stordisce il GM con un pugno lasciandolo in balia di Kane, questi, su ordine di Stephanie rifila una Chokeslam al malcapitato Maddox, seguita da una Tombstone piledriver, Kane fa partire i suoi pyros ma Stephanie ha un'ultima parola . . . Brad Maddox è licenziato. l'Authority e Kane se ne vanno.

Dopo la pubblicità scopriamo che stasera Bo Dallas farà il suo debutto a Raw. Il primo match della serata vede due n°1 contender a confronto, dato che a salire sul ring saranno Rob Van Dam e Cesaro, la grafica puntualmente ci ricorda i match che li vedranno coinvolti contro Sheamus e Bad News Barrett, prima di ciò tuttavia irrompe nell'arena Bad News Barrett che dice che oggi è il primo giorno d'estate (ah sì?), il che porterà noi a vergognarci della panza che sfoggeremo in costume e RVD a capire che la sua estate indiana è già finita, detto ciò Wade si aggiunge al tavolo di commento al grido di “it's me it's me it's BNB” (DDP sei sempre nei nostri cuori)

Rob Van Dam vs Cesaro (with Paul Heyman) (3/5)

RVD parte svantaggiato dato che Cesaro lo colpisce quando questi è distratto da Barrett e Mr monday night cerca di riequilibrare i conti con un rapido roll up, i due si scambiano una serie di duri colpi al termine dei quali Cesaro vola fuori dal ring, Van Dam cerca di colpirlo al volo ma viene afferrato e schiantato contro le transenne dallo svizzero, Cesaro inizia un lungo lavoro di logoramento di RVD e riesce anche sollevarlo sopra di sé come il migliori Big Show prima di schiantarlo al suolo, RVD con due buoni Roundkick riesce a riprendersi e ad eseguire la Rolling thunder, Cesaro è visibilmente intontito e cerca rifugio fuori dal ring, Van Dam prima lo colpisce con un Crossbody, poi rifila un calcione in piena faccia a Barrett che tentava di interferire, Van Dam si sente carico e vorrebbe tentare la Frog splash ma Barrett, riavutosi, lo distrae e Cesaro è libero di schienarlo con un German Suplex

Vincitore: Cesaro

Non è finita qui: Sheamus si palesa nell'arena e in men che non si dica rifila un Brogue kick allo svizzero, restituendo poi la stretta di mano che Cesaro gli aveva sarcasticamente dato a SmackDown.

Dopo la pubblicità it's Divas time e si tratta di un single match tra Eva Marie e Natalya, Eva avrà così occasione di vendicarsi dell'arbitraggio poco corretto di Summer durante il suo match a SmackDown, ricordiamo che Summer Rae sembra avere anche in corso una faida con Layla con in palio . . . la lingua di Fandango? Ad ogni modo, la WWE ci ricorda di come Eva Marie sia entrata nella top 100 delle donne più sexy secondo la rivista Maxime, son traguardi

 

Eva Marie (with Nikki Bella) vs Summer Rae (1/5)

Eva provoca Summer schiaffeggiandola e pavoneggiandosi, lei risponde prima gettandola contro l'angolo e poi a terra, Summer sbatte più volte la testa di Eva a terra (che un paio di volte si lancia anche prima) quand'ecco che Layla e Fandango compaiono sullo stage e distraggono Summer baciandosi appassionatamente, ovviamente Eva la afferra e la schiena

Vincitrice: Eva Marie

Summer è oltremodo furiosa per ciò che è accaduto.

Negli Uffici, Randy Orton e Batista vengono raggiunti da Cody Rhodes e Goldust che vogliono parlare a Triple H riguardo una open challenge fra tag team, Randy ricorda di come lo scorso anno lui li abbia fatti licenziare ma Cody risponde che sono tornati e hanno anche vinto i titoli di coppia, Cody dice a Orton che dopo dieci anni è ancora il leccapiedi di Triple H, chiama Orton “Randy-blow” e Batista “skinny jeans man” (ringrazio la regia che mi corregge in "RKBlows" and "skinny jeans sellout", certe volte le orecchie proprio non mi fungono), Triple H salva capra e cavoli comparendo dal nulla e sancendo un match tra i due team, poi consola Batista dicendo che non indossa degli skinny jeans, ha solo le gambe grosse.

Dopo un promo sul Memorial Day, abbiamo un match che dovrebbe ufficialmente terminare le possibili combinazioni d'incontri tra queste stable

El Torito (with Los Matadores) vs Drew McIntyre (with 3MB&Hornswoggle) (s.v.)

Non faccio in tempo a finire che Michael Cole mi ricorda che El Torito deve ancora affrontare Jinder Mahal, El Torito traccia una linea immaginaria e sfida Drew ad attraversarla, provocato da McIntyre mette a segno un paio di bei Crossbody prima di venir schiantato al suolo con una Body slam, il povero Torito fatica a riprendersi ed i 3MB lo deridono, McIntyre vuole andarci giù pesante ed eseguire un Superplex ma i Matadores intervengono e fuori dal ring scatta una mini rissa, El Torito non si sa come riesce a far cadere Drew dal paletto e a schienarlo

Vincitore: El Torito

Il vincitore viene attaccato da tutta la 3MB, Hornswoggle compreso, proprio quest'ultimo stacca la cosa al toro e la sventola come un trofeo, El Torito scalcia in preda al panico e fugge nel backstage mentre Hornswoggle se la ride e promette che la prossima volta gli strapperà la faccia.

Dopo la pubblicità, il segmento appena visto viene definito come uno dei momenti più shoccanti nella storia di Monday Night Raw . . . nell'infermeria il dottore cerca di riattaccare la coda a El Torito ma ci ricorda che purtroppo non è un veterinario, ad ogni modo la coda viene riattaccata, non c'è dato sapere con quale metodo.

Cambiamo decisamente tono perché è il momento del discorso alla C-nazione di Bray Wyatt, mentre sul titantron ci viene mostrato il conto di dieci di Luke Harper, con Wyatt in sottofondo, fatto lunedì scorso a Raw, quando la Family è riuscita a mandare KO John Cena; Bray incomincia cantando, mai queste parole sono state così vere come ora, io ho veramente il mondo intero nelle mie mani, il mondo è pronto ad arrendersi a me, perché io farò ciò che è meglio per tutti voi, nella vita tutti dobbiamo fare sacrifici, lavorare solo per sfamare i nostri figli e soffriamo e sudiamo solo perché qualcuno più in alto ci dica quale sia il nostro posto nel mondo, l'unico modo per curare il veleno di un serpente è usare un antidoto, chi sono io per voi? Il serpente o l'antidoto? Lo so cosa rappresento io, rappresento il lato malvagio di cui questo mondo ha disperatamente bisogno, ma se siete miei nemici voi cadrete ai miei piedi e comprenderete che John Cena è nemico di tutti noi, non temete, perché a Payback io sarò l'ultimo a restare in piedi, Cena è un re e . . . a proposito di re, Mr Jerry Lawler, potrei scambiare due parole con lei? Avanti Jerry, non mordo, Lawler si rifiuta e Wyatt manda i suoi scagnozzi a prendere Lawler (sta diventando un'abitudine quella di prendere di peso il povero Jerry), JBL in un moto d'orgoglio prova a intervenire e viene colpito da Luke Harper che gli rifila la sua Clothesline, a questo punto Lawler non può far altro che seguire i due fino al ring dove lo attende Bray Wyatt, mentre Michael Cole chiede assistenza medica per JBL, i Wyatt preparano una sedia per Lawler e questi vi si siede, con Bray che inizia a fargli delle domande, è vero che lui e John Cena sono molto amici? Sì, lo sa che è vero, per anni Jerry ha decantato la grandezza di John Cena e di come sia un eroe per tutti, mai dalla sua bocca sono usciti dubbi o domande sulla moralità di Cena, si sente colpevole per questo? Ha dei rimorsi per aver distrutto milioni di vite nel nome del corrotto Cena? Come si sente ad essere un bugiardo? Ora, gli dispiace per quello che sta per fare, ma è solo il male necessario di cui ha parlato prima, Bray Wyatt si prepara a colpire Lawler ma ecco che in soccorso di Jerry arriva John Cena, che prova a contrastare i Wyatt ma finisce solo per venire immobilizzato da Harper e Rowan mentre Bray tiene fermo Lawler, vuole che capisca che quello che sta per succedere è solo colpa sua, in soccorso di Cena arrivano fortunatamente anche gli Usos e questa volta il gruppo riesce a spedire fuori dal ring la Wyatt Family, “enough is enough!”, tuona Cena, hai passato il segno Bray Wyatt, ti ascolti mai quando parli? Ti sei appena dato della divinità, Abramo Lincoln disse che per testare un uomo bisogna donargli il potere, guarda cosa ti ha fatto il potere Bray, quello che stavi per fare a Jerry era solo giocare a fare il malvagio Bray, io credo in quello che sono e credo in quello che faccio, credo che tu debba essere fermato e a Payback non si tratterà di vincere o perdere, si tratterà di rimanere l'ultimo in piedi, mi hai accusato di vivere nella menzogna e volevi punire un uomo innocente perché crede in me, credimi Bray, ti rifilerò un po' di giustizia, la giustizia potrà essere cieca, ma per te la vendetta sarà una puttana.

Dopo la pausa pubblicitaria, Michael Cole e Jerry Lawler sembrano tornati nei ranghi, ma il povero JBL sta ricevendo cure mediche in questo preciso momento, intanto . . . Zack Ryder? Proprio il dritto di Long Island si presenta sventolando una bandiera americana con l'intenzione di fare un discorso sul Memorial Day, purtroppo viene interrotto immediatamente da Lana, che afferma che è tipico dell'America celebrare il passato piuttosto che pensare al futuro (la reazione del pubblico è tiepida, per non dire indifferente, sia per Ryder sia per Lana, specialmente se paragonata ai fischi assordanti che la nostra finta russa preferita si è presa in altre arene), Lana ovviamente celebra la grandezza della sua madre Russia e di come si possa solo nascere destinati a diventare grandi atleti, il suo protetto, nonché fidanzato, Rusev, spiccica qualche parola anche oggi (due, o una molto lunga) ma per sapere se abbia recitato bene bisognerebbe chiedere a un bulgaro

Rusev (with Lana) vs Zack Ryder

Era stato Ryder l'avversario sconfitto da Rusev nel suo match di debutto ed il copione qui non è diverso dagli altri, anzi è peggio perché Rusev fa letteralmente due mosse (pugni) e poi finisce con la Camel clutch

Vincitore: Rusev

Big E, con un conto in sospeso con il bulgaro, accorre nel ring e riesce, dopo un breve scontro, ad avere la meglio su quest'ultimo, gettandolo fuori dal ring e sventolando la bandiera americana (il pubblico si sveglia lievemente.

Nel backstage vediamo Stephanie McMahon che combutta con Alberto Del Rio, cos'avranno in mente i due?

Dopo la pubblicità è tempo del tag team match sancito da Triple H tra i suoi compari dell'Evolution e i fratelli Rhodes

Rhodes Brothers vs Evolution (Batista&Randy Orton) (3/5)

Al tavolo di commento ci si domanda se questo match possa ricondursi ai diverbi avuti dai Rhodes con l'Authority lo scorso anno, che hanno portato prima al licenziamento dei fratelli e poi alla loro rivincita a BattleGround (quel match ha salvato il PPV dallo scatafascio); in prima battuta i fratelli riescono a difendersi bene dagli attacchi degli heel, che si fanno tuttavia sempre più combattivi e riescono a dominare la contesa, Goldust tenta una lieve ripresa ma viene gettato fuori dal ring, è Goldust quello che viene isolato per la maggior parte del tempo, nonostante tenti più volti di mandare al tappeto l'avversario quanto basta per prendersi il tag, finalmente nel ring entra Cody che se la vede con Orton, il minore dei Rhodes riesce a non ripetere l'errore del fratello, rimanendo in equilibrio sul ring e stendendo Orton con un Missile dropkick, Batista interviene ma viene colpito da un Disaster kick, tuttavia quando Cody prova a fare lo stesso viene colpito al volo da una RKO, di Orton, il quale prima manda al tappeto anche Goldust e schiena Cody

Justin Roberts ci informa tuttavia che il match a cui abbiamo appena assistito altro non era che un “Elimination” match e adesso la contesa deve proseguire come un No holds barred handicap match.

Orton e Batista si divertono a pestare il povero Goldust il più possibile, per poi finirlo con una Spear, una RKO e una Batista bomb

Vincitori: Evolution.

 

Con nostra somma gioia, JBL si palesa nuovamente al tavolo di commento e riceve una stretta di mano di ringraziamento da parte di Jerry Lawler che definirei storica, “non ti salverò mai più”, commenta JBL. Intanto ecco che Bo Dallas fa il suo debutto in quel di Raw contro . . . lo stesso avversario di Smackdown

Bo Dallas vs Sin Cara (2.5/5)

Dallas prende il microfono e definisce Raw la cima della montagna dei suoi sogni, dice che noi non conquistiamo le cime, conquistiamo noi stessi, dobbiamo solo Bo-lieve; alla prima mossa azzeccata Bo va a battere il cinque ad illustri sconosciuti e si becca un Dropkick di Sin Cara, tuttavia il Giovane Bo si riprende prima gettando Sin Cara contro il paletto e poi eseguendo un Suplex, il messicano tenta una reazione e con un calcio alla testa riesce a mandare Bo al tappeto, per due volte va a segno con una mossa in Springboard ma quando sembra pronto per la Swanton bomb Bo si scansa e quando Sin Cara cerca di colpirlo lo manda a sbattere ancora contro l'angolo, da qui connette la sua mossa finale, la Stratusfa . . . ah no, il Bo-lldog

Vincitore: Bo Dallas.

 

Scopriamo che domani sera a Main Event gli Usos se la vedranno con Luke Harper ed Erick Rowan, che questo possa precedere una futura chance titolata per i due seguaci di Bray Wyatt? Staremo a vedere.

Ed eccoci giunti al momento della verità, Stephanie McMahon sale sul ring e ripete brevemente quando detto nel suo promo di apertura, invitando poi Daniel Bryan a raggiungerla sul ring, per fare la cosa giusta, Bryan mantiene la sua promessa e, nonostante un vistoso collare al collo, si presenta nell'arena, accolto dal calore del pubblico, Stephanie per prima cosa si complimenta con lui dato che lo vede più in forma di quanto si aspettasse considerato quanto sarà difficile la sua riabilitazione, gli spiega che non ha voluto privarlo personalmente del titolo perché questo farebbe di lui un martire e lei questo non lo vuole, gli ricorda che il pubblico merita dei match per il titolo che siano a cinque stelle e lui attualmente non è in grado di darci questo, nonostante vorrebbe esserne in grado, gli dice che sa che lui non pensa solo a se stesso e sa che è la giusta da fare, Bryan risponde dicendo che diventare campione è stata la giusta ricompensa per i tanti anni di sacrifici che ha dovuto affrontare, purtroppo Stephanie ha un punto a suo favore perché in effetti il suo infortunio è più grave di quanto pensasse, anche grazie al “demone” che Stephanie gli ha scagliato contro, anche se, da bugiarda, si ostina ad affermare il contrario, sa che non ci sarebbe vergogna a lasciare il titolo, recuperare, tornare più forte di prima e rifare tutto da capo, ma qui non si tratta di lui, si tratta di lei, Stephanie, che ha cercato in tutti i modi di privarlo del titolo sin da quando lui ha battuto suo marito a WrestleMania 30, Stephanie non lo sta facendo per noi ma solo per se stessa, se lui ora le cedesse il titolo getterebbe via tutto il supporto dei fan e tutte le volte che loro hanno cantato yes più forte che mai ogni volta che lei e suo marito cercavano di buttarlo giù, ora gli dirà una cosa che Stephanie mai si è sentita dire sin da bambina: no! No! No! Stephanie, nonostante tutto, mantiene la calma, afferma che l'operazione deve avergli danneggiato il cervello e poi tira in ballo Brie, Brie che due settimane prima ha messo le mani addosso a Stephanie, non puoi mettere le mani addosso al capo, per ogni azione corrisponde una reazione, perciò Daniel ora avrà una seconda scelta . . . questa domenica, a Payback, o Bryan renderà vacante il titolo, o Stephanie si assicurerà che Brie venga . . . licenziata

Con un sorriso beffardo in volto, Stephanie McMahon se ne torna nel backstage.

Il prossimo è un Divas match e le contendenti sono Emma (senza Santino, grazie al cielo) ed Alicia Fox

Emma vs Alicia Fox (2/5)

Alicia parte troppo sicura di sé ed Emma la sorprende con un braccio teso, Alicia cerca di chiuderla all'angolo ma Emma ribalta tutto nella Dilemma, quando viene colpita dall'Emma sandwich la Fox fa finta di andarsene e quando Emma la segue Alicia la colpisce di sorpresa con un Big boot, intanto scopriamo che Paige sta assistendo al tutto da un teleschermo, Alicia tenta un Big boot all'angolo ma Emma si scansa e riesce a sorprenderla con un roll up

Vincitrice: Emma

La Fox va fuori di testa ed attacca duramente Emma, eseguendo una Backbreaker sulla malcapitata e scaraventandola fuori dal quadrato, “io non perdo”, afferma Alicia, “io non sono una perdente”, continua, andando poi a far fastidio nell'aria del time keeper, prende la campana ed inizia a farla suonare a ripetizione, la Fox ripete di non essere una perdente ricevendo qualche coro “looser”, fa cadere un povero addetto dalle transenne ed esegue la tremenda mossa del dolore millenario nota come “sparti-culo”, infine prende delle bibite da sotto al ring ed esegue il terribile mix “Fanta-Coca” scatenando un fiume di bollicine.

Dopo un altro video tributo al Memorial Day scopriamo che il Kickoff di Payback sarà un . . . Mask vs Hair match tra Hornswoggle ed El Torito, JBL fatica a capire chi stia mettendo in palio cosa. Intanto il prossimo match vedrà la partecipazione straordinaria di . . . Davy Crockett, che per l'occasione ha preso possesso del corpo di Damien Sandow, il suo avversario sarà . . . Adam Rose! Che fa il suo debutto sul ring in quel di Raw

Adam Rose vs Davy Crockett (Damien Sandow's body) (s.v.)

Rose comincia a rotolare da una parte all'altra del ring rendendo difficile a Crockett l'afferrarlo, Rose utilizza anche la sua classica mossa del calcio alle corde per tener lontano Davy, Rose decide poi di passare all'attacco colpendo la Tigre di Alamo con una Clothesline e finendolo con quella che, se non ero, una volta era la Kruger's end

Vincitore: Adam Rose

All'improvviso sul ring irrompe Jack Swagger che attacca Rose, mentre Zeb Colter si presenta con un ostaggio: un uomo vestito da limone, Rose è furente di rabbia, “nessuno tocca i miei limoni”, urla, stendendo Swagger con una Spinebuster e gettandolo fuori dal ring a suon di pugni.

Ed eccoci all'ultimo match, quindi in un certo senso al main event, della serata, si calcola che Sheamus e Alberto Del Rio si affrontino per ogni volta che Dragon Ball viene ritrasmesso in tv; intanto scopriamo che questo venerdì a SmackDown ci sarà un Champion vs Champion match tra l'irlandese e Bad News Barrett, ricordiamo che Del Rio è stato visto parlare con Stephanie McMahon, era un segmento a caso o la cosa avrà a che fare con il match di stasera?

Sheamus vs Alberto Del Rio (2/5)

(Gli dei del wrestling cospirano contro di me e mi perdo i primi minuti di show, credo di non essermi persa nulla di già visto in altri millemila match), Del Rio si trova in vantaggio su Sheamus, riuscendo a rifilargli un calcio alla testa dall'apron ring, Del Rio sente che l'irlandese è già KO e si fa cogliere di sorpresa da una Irish curse, Alberto prova di nuovo a stordirlo con un calcio alla testa ma riceve in risposta una White noise seguita da una Running bodyslam, Sheamus prova a caricarsi per il Brogue kick ma sembra aver accusato il colpo più del previsto e si tiene la testa fra le mani, Alberto inizia a colpire ripetutamente l'irlandese alla testa, nonostante ciò Sheamus, d'istinto, riesce a colpirlo col Brogue kick

Vincitore: Sheamus

Paul Heyman interrompe Justin Roberts e da a Sheamus dello stupido, a Sheamus piace tirare calci in faccia ma a Payback sarà la faccia di un Paul Heyman Guy a . . . Heyman chiede a Sheamus perché lo stia guardando così male e alle spalle del campione arriva Cesaro che lo attacca, Sheamus pare totalmente incapace di rendersi conto di dove si trovi a causa dei colpi alla testa, Cesaro lo attacca ripetutamente nonostante l'intervento degli arbitri ed esegue anche la Neutralizer sull'irlandese, gelo da parte del pubblico, Heyman fa i complimenti a Cesaro dicendo che finalmente si è preso il giusto vantaggio. Io intanto mi improvviso nuovamente maestra di hashtag e lancio l'hashtag #nomoreSheamusvsDelRio.

Siamo giunti al momento della firma del contratto per il No holds barred elimination match tra l'Evolution e lo Shield, come Michael Cole fa appena in tempo a ricordarci prima di venire interrotto dalla musica dello Shield, i tre salgono sul ring e dicono che questa è una notte storica, l'ultima notte che vedremo lo Shield e l'Evolution assieme, perché a Payback uno dei team non verrà solo eliminato dal match ma anche dalla faccia della terra, esclama Dean Ambrose, mentre Roman Reigns inizia a prendersela con le sedie gettandole fuori dal ring, Seth Rollins finisce la sua parte giusto in tempo perché Reigns butti via anche il tavolo, dopodiché l'Evolution fa la sua entrata, Triple H vuole metterli in guardia su cosa stanno per firmare, stanno per firmare la loro condanna, questa sarà l'ultima volta che vedremo lo Shield a Raw, lui ha fiuto per il talento, basta guardare le due persone che sono al suo fianco adesso, si ricorda di cosa ha provato quando li ha visti la prima volta, ha pensato che fossero ragazzi che avrebbero cambiato tutto, che sarebbero stati il futuro della WWE, ironicamente adesso sarà lui a rispedirli nell'oscurità, dunque sono sicuri di voler firmare quel contratto ed assicurarsi che domenica sia l'ultima volta che vedremo lo Shield?

Seth Rollins firma e così fanno anche Ambrose e Roman Reigns, quest'ultimo si avvicina a bordo ring e getta il contratto ai piedi di Triple H, che lo raccoglie sorridendo e lo passa ai suoi colleghi perché lo firmino, non sarete altro che una statistica, comincia Triple H, ma viene interrotto da Reigns che li invita a tacere e salire sul ring per lottare, l'Evolution pare accontentarli ed i tre salgono sull'apron, vi è un attimo di incertezza ma alle fine i due team vengono alle mani, lo Shield con fatica riesce a prevalere, Ambrose getta Triple H fuori dal ring, Rollins colpisce lui e Orton fuori dal ring e Reigns stende Batista col Superman punch, quando cerca di connettere la Spear viene colpito da Triple H che utilizza il suo fedele martello da fabbro, da qui gli heel riescono a connettere le loro finisher sullo Shield, Triple H li colpisce a rotazione con il martello, prende Reigns e Batista e Orton gli sgomberano il tavolo di commento, poi i tre sollevano Roman, il gruppetto si fa un'amabile chiacchierata per assicurarsi che sian tutti belli pronti ma alla fine la Triple powerbomb su Reigns viene eseguita, l'Evolution trionfa al termine di quest'ultima puntata prima di Payback.

smileyCosa mi è piaciuto: puntata precedente a uno Special Event che poteva dare qualcosa di più, nonostante la buona gestione di Shield vs Evolution e Cena vs Bray Wyatt, a cui spero si aggiungerà anche il match per i titoli di coppia, la faida tra Cesaro e Sheamus a mio avviso non è per nulla scontata, vien da chiedersi come mai Stephanie McMahon abbia adottato lo stratagemma del ricatto su Brie, vorrete dirmi che il main event di Payback sarà . . . un angle al microfono con lei, Bryan e Brie? Menzione d'onore a: la coda di El Torito, il commento di JBL, la pazzia di Alicia Fox, Davy Crockett

cryingCosa non mi è piaciuto: match così così, è da diverso tempo che ormai agli show manca quel match che supera tranquillamente il 4, se poi gli unici che almeno ti tirano su un match decente, come Sheamus o Cesaro, li fai combattere in match visti e stravisti e gli dimezzi il repertorio di mosse effettuate, non possono fare più di tanto

sadConsiderazioni generali: dato che sono Straight Edge va contro i miei principi esortarvi a bere, perciò vi propongo una variante: trangugiate un bicchiere di latte per ogni volta che qualcuno irrompe nel ring durante la puntata, l'ultimo a cui si ribalta l'apparato digerente vince un frigo a legna

La puntata è terminata, Ysmsc vi saluta

Voto alla puntata: 6++ (che non è 6 e mezzo ma è più di 6+ signorina, mi diceva sempre la mia prof di latino)

Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname