Prima difesa titolata per Jay Lethal e nuove schermaglie tra la Decade e le nuove leve della federazione.

Pubblicità

Le prime immagini che vediamo risalgono all'ultimo Supercard of Honor, dove Adam Cole ha battuto Jay Briscoe in un Ladder War, confermandosi campione (diciamo Undisputed). Proprio Adam Cole sale sul ring, accompagnato dal fedele Matt Hardy. Il ROH WHC dice che da ora in poi non ci sono più dubbi su chi sia il detentore di questa cintura; inoltre, Jay Briscoe ha subito il pestaggio della sua vita durante l'ultimo PPV, cosa che sicuramente lo terrà fuori, insieme al fratello, per lungo tempo. Tutto questo è opera sua, ma anche dei suoi alleati, che tiene a ringraziare. Michael Bennett (con Maria) e Matt Hardy. Ora la prima cosa che deve fare da Undisputed Champion è dare la cintura (quella fake, che prima portava in giro Jay) a qualcuno e non conosce detentore migliore..che Matt Hardy! L'ex v1.0 si finge stupito dalla cosa e dice che questo è il più bel giorno della sua vita, ribattezzando il titolo ROH Iconic Title. Kevin Steen rovina il momento di gloria dei due, rivolgendosi ad Adam Cole: il campione dice di aver passato un inferno ma non ha mai avuto a che fare con il diavolo in persona (Steen) e non sa che nella prossima difesa titolata, in Canada, contro di lui, vedrà cos'è veramente l'inferno. Dice inoltre di essere l'Undisputed Champion ma Kevin, da quando ha perso il titolo contro Jay Briscoe non ha mai ricevuto il rematch titolato ed inoltre lo ha addirittura sconfitto in modo deciso sul ring, due settimane prima che Cole diventasse campione. Si era riguadagnato la title shot duramente ma Cole non ha mai accettato quel rematch, per problemi fisici. Ora i due sono di nuovo di fronte e non c'è via di scampo: Toronto, Canada, nuovo campione. Adam Cole è solo un ostacolo verso il suo secondo regno titolato. Il campione ribatte che, come ostacolo, è insormontabile, perché Steen farà come tutti gli altri che lo hanno preceduto: cadrà sconfitto. Steen ribatte ma poi lo prende a pugni e lo stesso fa con Matt Hardy. L'intervento provvidenziale di Michael Bennett salva gli heel, i quali pestano Steen e lo mettono Ko con un colpo di cintura.
 
Cedric Alexander vs. BJ Whitmer (w/Jimmy Jacobs, Roderick Strong & Adam Page) (2.5/5)
Ennesimo scontro tra la nuova leva (e futura stella) della ROH con la stable, stavolta l'avversario è il veterano BJ Whitmer, il quale però subisce la voglia di rivalsa di Alexander, veramente carico. Nonostante qualche sbavatura, l'ex C&C fornisce un'altra prestazione di livello e, se non fosse per la Decade, avrebbe portato a casa anche la vittoria. Jacobs, infatti, distrae il rivale sul ring, prendendosi un pugno per il disturbo, ma permettendo a BJ di chiudere con un potente Lariat.
Vincitore: BJ Whitmer
A fine match la Decade al completo umilia Alexander, il quale reagisce alle provocazioni di Jacobs sputandogli in faccia, facendo scatenare Strong, il quale lo finisce con la combo Sick Kick-Strong Breaker.
 
Truth Martini è eccitato per il main event di questa sera, dove il suo nuovo cliente, Jay Lethal, difenderà il ROH Television Title contro Alex Koslov. Rivolge poi una domanda agli spettatori, chiedendo loro se ancora non gli credono quan do dice che tutto ciò che tocca diventa oro. Lethal gli ha creduto ed ha creduto in sé stesso, così ora si ritrova campione. Ancora, però, il meglio ha da venire.
 
Adam Cole riepiloga la storia dietro la sua prossima difesa titolata: Steen che riceve la sua prima title shot dopo aver perso il titolo e lo fa proprio quando Cole è campione. Questa storia, però, non avrà un lieto fine e a Toronto Adam infrangerà i sogni di Steen, dopo due anni di attesa. Gli dà del tempo, da qui a quel giorno, e gli consiglia di cambiare il suo motto da "Kill Steen Kill" in "Run, Steen, Run!".
 
Andrew Everett vs. ACH (w/Tadarious Thomas) (2.5/5)
Scontro tra i migliori high flyer della federazione ed i due lo dimostrano, non risparmiandosi nessun colpo ed infiammando l'arena. Jimmy jacobs commenta divertito la cosa accanto a Corino, facendo presagire che la questione tra giovani leve e la Decade è lontana dalla chiusura. Everett va vicinissimo alla vittoria ma sul più bello pecca forse di presunzione, sbagliando la finisher dal turnbuckle e permettendo ad ACH, prima di riprendersi e poi di finirlo con un Knee Smash all'angolo, subito seguito dalla 450° Splash.
Vincitore: ACH
 
ROH Television Title Match
Jay Lethal (w/Truth Martini) (c) vs. Alex Koslov (3.5/5)
Incontro divertente tra i due, con i due che recitano bene la loro parte e con Koslov che va discretamente over con l'arena (specie dopo lo Springboard Crossbody all'esterno, ritardato ma eseguito perfettamente dopo aver perso l'equilibrio). Alex mette in difficoltà il campione, riuscendo ad evitare pure la Lethal Injection ed andando vicinissimo alla vittoria con una Burning Hammer. L'incontro non ha un chiaro vincitore perché Matt Taven irrompe sul ring, insegue Truth Martini e poi se la prende con Jay Lethal, facendo scattare la squalifica.
Vincitore: Jay Lethal by DQ
 
Cosa mi è piaciuto: tutta la puntata: del lottato sicuramente il main event, soprattutto per Koslov, ma anche gli altri due si lasciano veramente guardare; poi il generale proseguimento delle storyline principali (Cole/Steen, Decade/Alexander, Martini/Taven, ecc…)
Cosa non mi è piaciuto: /
 
Alla prossima settimana con la Ring of Honor and have a nice day!
8-Bit
8-Bit
Appassionato di wrestling fin da quando trasmettevano Velocity su Italia 1, col tempo ho ampliato il parco di federazioni da seguire, tra major e indies, andando a recuperare pure federazioni storiche come la ECW (di cui ne ripercorro la storia sul mio blog). Da ottobre 2012 scrivo report per il sito: sono partito da Superstars fino a toccare un po' tutti gli show (WWE e non); attualmente mi dedico a tempo pieno a Main Event.