La WWE, negli ultimi anni, ha fatto razzia dei migliori talenti indipendenti, soprattutto di quelli che hanno fatto la storia della ROH: da CM Punk a Kevin Owens passando per Daniel Bryan e Sami Zayn. La Ring Of Honor, per cercare di porre un freno a questo “esodo”, starebbe proponendo, alle proprie top star, dei contratti di esclusività che impedirebbero ai wrestler di lottare nelle altre federazioni e di rispondere, facilmente, alla chiamata di Stamford abbandonando in fretta la federazione.

Pubblicità

La promotion di Bristol avrebbe iniziato proponendo un contratto, di esclusività, molto importante agli Young Bucks. Il team, però, secondo i ben informati, avrebbe rifiutato perché, nonostante i recenti rifiuti, non vorrebbe precludersi la possibilità di approdare in WWE. Gli YB, inoltre, vorrebbero poter continuare a lavorare nella federazione che ha creduto per prima in loro: la PWG.

 

Sicuramente un bel problema per la ROH. Nei prossimi giorni ne sapremo, certamente, di più.

 

Fonte: LordsOfPain.com.com & ZonaWrestling.net