Pubblicità

Roman Reigns, durante dell'ultimo episodio del Sam Roberts' Wrestling Podcast, ha commentato così il duro stile di lotta di Brock Lesnar, che egli ha avuto modo di sperimentare sulla propria pelle in occasione del main event di Wrestlemania 31:

"Ero a Wrestlemania, e il mio avversario era Brock Lesnar. Lui, come al solito, mi ha fatto volare da un lato all'altro del ring come se fossi una bambola di pezza e, dal canto mio, io ho colpito duro come sempre. E' andata molto bene e, se non dovessimo scontrarci nuovamente, mi va bene così. Finalmente, il mio corpo ha recuperato da quel match, ma c'è voluto un po' di tempo. Un bel po'."

 

Fonte: WrestlingNews.co & ZonaWrestling

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.