Intervistato da The Franchise 107.7, Ryback ha commentato così le recenti dichiarazioni di CM Punk , fatte durante il podcast di Colt Cabana:

Pubblicità

Non voglio insistere su questo, ma i commenti che ha fatto su di me non sono veritieri, sicuramente. E' un po' deludente sentire certe cose. Non mi ha mai detto nulla in faccia. Sentire quello che ha detto, specialmente quello che ha riferito a Vince alle mie spalle, per me è molto preoccupante. Le cose non sono andate nel migliore dei modi dopo il periodo in cui abbiamo lottato insieme e io sono rimasto concentrato, mi son fatto notare ogni giorno, ho fatto il mio lavoro ed ho ribaltato la situazione.”

 

Continua a dire come un disco rotto che gli ho rotto le costole di proposito, questo e quest'altro. Ed anche se fosse, se fosse vero quello che dice che è successo, non ho mai fatto nulla di ciò. Non è mai successo nulla. C'è un roster intero di superstars WWE che conoscono il vero Ryback e che conoscono la verità e quello che ha detto Punk non è la verità”

 

“(……)Gli auguro il meglio e penso che dovrebbe essere grato per quello che la WWE ha fatto per lui. Io sono uno di quelli, che più di una volta lo ha mandato over, poi ha preso e se n'è andato. Era pieno di acciacchi ed aveva i suoi problemi. Nessuno mette in discussione il fatto che se n'è andato per i problemi di salute. Ma penso che alcuni stanno iniziando a pensare “Cosa ha da perdere uno che ha detto tutto ciò? Penso stia cercando delle scuse per far si che la gente sia dispiaciuta per il suo addio. Se n'è andato, aveva bisogno di tempo libero. Tutti siamo pieni di dolori, tutti lavoriamo acciaccati. Ho aspettato 7 mesi prima di operarmi alla schiena. Ma alla fine della fiera, son grato per quello che la WWE ha fatto per me. In tutti i lavori ci sono lati negativi e positivi. Basta pensare a quelli positivi. Non bisogna essere sempre negativi visto che non si sa quello che un giorno può capitarti(….)”

 

"(……)Ma gli auguro comunque il meglio. Non voglio star qui seduto ad iniziare una guerra a parole, non fa bene a nessuno. Speriamo di rivederlo un giorno in federazione”

 

Se fossi così grosso, cattivo, e duro per quello che dice che ho fatto sul ring, che l'ho colpito talmente forte che gli ho portato via 20 anni di carriera, allora la WWE mi terrebbe sullo stesso ring insieme a gente come John Cena, Dolph Ziggler ed altri grandi talenti? No, non sarei più qui. Mi avrebbero già cacciato. Abbiamo un roster pieno di ragazzi che sanno la verità. Lui ha detto quello che ha detto. Rispetto la sua opinione perchè ha detto quello che gli pare, ma non è la verità. So che certe persone mi crederanno ed altre non mi crederanno minimamente. Fra un paio di settimane, tutto sarà diventato irrilevante ed io avrò fatto un passo in avanti insieme alla WWE.”

 

Fonte:LOP.net & Zona Wrestling.net

Mauro Chosen One
Nato in un paesino sperduto fra la nebbia della bassa Bergamasca, scrive per Zona Wrestling da 4 anni. Reporter di Impact, co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno", editorialista a tempo perso. Tifoso sfegatato della Juventus e del Liverpool. Ha visto i suoi Dallas Mavs vincere le Finals. Si ritiene un gran fan di Edge,Scott Steiner, Drew Galloway Gail Kim, Emma, Bobby Roode, AJ Styles, Eli Drake, ECIII, Revival e tanti altri wrestler che non son tifati manco dai loro genitori. Sogna di diventare il nuovo Ron Burgundy.