Io non ho riso. A stento ho trattenuto la rabbia, perché vedere certe scene dà fastidio. Soprattutto dopo aver visto una puntata di Raw piena di incongruenze ed un percorso verso le Survivor Series a dir poco cervellotica dall'inizio alla fine con una chiara ammissione di come le idee del team creativo non fossero lucidissime.

Pubblicità

Già la partenza non era sembrata delle migliori. con continui cambi di scena e incoerenze. Ad esempio: Jack Swagger venne annientato da Rollins per evitare facesse parte del Team Cena. Pochi giorni fa ha lottato a main event come se niente fosse accaduto. Possibile non si accorgano di queste cose? Credono che i fans siano tutti smemorati? Però è la WWE, gliela abbuoniamo, tanto costa solo 9.99 sul Network.

Avevano bisogno di strafare. Ad esempio: Dolph Ziggler diventa SuperZiggler. Come? Viene pestato da Noble e Mercury, subisce un colpo di valigetta da Rollins ed un big boot da Harper – mica da El Torito. It's Over!, direbbero gli americani. E sarebbe giusto così, anche perché Harper è un mostro e un Ziggler fisicamente non lo può reggere. Per questo il biondo non avrebbe perso credibilità (ha anche subito un attacco prima), mentre Harper si sarebbe imposto come una furia sotto la protezione dell'Authority. E invece no, al 2 alza il braccio, si continua. POWERBOMB! E' finita, questa volta davvero: al 2, Ziggler si desta. La fine arriva dopo una contesa apparsa troppo lunga che svilisce la storyline dell'Authority, non aumenta il grado di Harper e a Ziggler toglie tutto. Ma abbuoniamo ancora, dai. Anche perché il Team Cena viene distrutto tutto e ci piace.

Attenzione però: Ryback vuole fare da solo.

Scelta giusta? Sì, in teoria sì. E' un cane sciolto, non dovrebbe partecipare alla contesa anche perché è appena tornato e non vorrei che la sua aura da big venga spezzata così. Giusto per capirci: con Cesaro offre la sua migliore prestazione in WWE, segno che scarso non è, e se gli venisse data una rilevanza lontana dal fantasma Goldberg sarebbe un bene per tutti.

Andiamo al contract signing. Luke Harper, Mark Henry, Seth Rollins, Kane e Rusev sono i nomi di Triple H e Stephanie. Notare che Rusev si è venduto agli americani in un colpo solo per un titolo secondario e qualche lusinga. Non ci voleva molto, no? E allora basta con queste menate anti-americane che vengono spazzate in un colpo solo, basta con questa Lana e i suoi promo pro-Russia: non esiste più nulla di tutto ciò. Ora sono come Sgt. Slaughter quando passò dalla parte del General Adnan, ma ovviamente questo non lo daranno mai a vedere e da domani tornerà tutto come prima. Anche perché potrebbe essere lui, tramite pin, il primo a lasciare il suo team.

Chi nel team Cena? Teoricamente, se guardiamo le recenti storyline, dovrebbero esserci Cena, Ziggler, Sheamus, Big Show e un nome random. Ma Sheamus viene attaccato, quindi è fuori. Ziggler si riprende, e arriva. Show si riprende e arriva.

Il nome random? Erick Rowan. 

Erick Rowan??

Se ragioniamo bene, ci sta: stufo di vivere all'ombra di Harper, vuole prendersi la sua luce. Peccato che sia la prima vittima sacrificale del gruppo. Non solo: peccato che fosse al fianco di Harper fino al  live event di Bolzano di due giorni prima e che on screen fosse diventato un mezzo demente che va dietro ai gatti e alla Young. Però ci sta, perché suscita stupore e apre una nuova sfida per il titolo intercontinentale. Ci sta, lo abbuoniamo. E poi?

E poi arriva Cesaro. Sarebbe l'ennesima vittima sacrificale, con un turn inutile, ma non frega un cazzo (scusate il francesismo): è Cesaro, uno dei più talentuosi del roster, uno forte e credibile fisicamente, che il pubblico segue e tifa. Un jobber con l'apprezzamento da main eventer, e ci piace, perché va nel main event ed è una piccola rivincita. Arriva, sembra pronto alla battaglia e poi…. e poi ride, affianca Triple H e ride. Ride Stephanie, ridono tutti. Antonio Cesaro, ma che cazzo ridi? Non sei Heath Slater, né uno qualunque. Sei un un fenomeno delle indy che ha avuto l'onore di rovesciare Big Show e una ventina di main eventer, e che ora fa la figura del coglione. Non c'è nulla da ridere: loro vanno nel main event e tu no. Non sei inferiore a nessuno di quelli presenti, sei un 5 Stars che si rimette ad uno scherzo da prete per qualche soldo in più, Loro sono dentro, e tu sei a casa. Loro sono nel big four e tu nel divano a guardarli. Ti piace così? Ti piace che questa WWE non veda in te neanche una vittima sacrificale?

Arriva Ryback. Ma perché? Per un attimo ho accarezzato un sogno stupido: che Ryback rimettesse in piedi il Nexus e si fosse presentato per un Three Way Survivor Series Match, dove avrebbe vinto come unico sopravvissuto. Sì, lo so, sarebbe molto incoerente, stupido  e fuor di logica per la storia del ppv. Però avrebbe evitato qualunque cosa: che l'Authority possa perdere il potere e che tutti i componenti del Team Cena vengano licenziati in caso di sconfitta. Però Ryback è lì, titubante, perché l'ha menata dicendo che stava per conto suo, ed invece si schiera con chi l'ha sempre deriso e contro chi non lo voleva toccare neanche con un fiore. Però ha dalla sua un privilegio: se il Team Cena vince, lui sopravviverà col capo. E non sarebbe necessario scomodare Randy Orton – anche se ciò, ahimé, avverrà comunque. Per questo accetta e manda tutto all'aria.

Sipario.

Corey
Dal 2007 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia e Coppa dei Campioni. Attualmente coordinatore ad interim del sito.