Recentemente il WWE SmackDown Live Commissioner Shane McMahon ha avuto una conversazione con il WWE Hall Of Famer Steve Austin. Tra le tante cose, McMahon ha parlato come questa generazione differisca dalle altre.

Pubblicità

 

“I lottatori delle scorse generazioni si mostravano come prodotti finiti, oggi questo aspetto non esiste più. E’ molto diverso, oggigiorno i lottatori arrivano, imparano, si fanno le ossa e poi, quando sarà arrivato il momento escono fuori e si fanno valere nel Main Roster, dove comunque continueranno a imparare e a fare esperienza.”

 

“I talenti d’oggi però son costretti a camminare sui gusci d’uovo per paura di perdere il posto di lavoro, non hanno tanta libertà d’espressione come un tempo, perchè non c’è tanto tempo a disposizione a causa degli spazi televisivi. In un certo senso sono limitati. Voglio dire, hanno la possibilità di esprimersi meglio negli house show, vedere se certe cose funzionano o no, e allora a quel punto possono portarle avanti negli show televisivi.”

 

“Tuttavia le attuali WWE Superstar sono spaventate dal provare qualcosa di nuovo, in quanto non sanno se potrà funzionare. Così se non sono sicuri di riuscire a fare qualcosa di diverso, per non rischiare non lo fanno proprio. Abbiamo dovuto trovare un modo per permettere loro di esprimersi senza questi rischi e senza preoccupazioni, ed ecco che NXT diventa il loro territorio di sviluppo per eccellenza”

 

“Paul (Triple H ndr) ha fatto un lavoro fenomenale con tutto il suo staff per dar vita a NXT. Dusty Rhodes prima di lui, e poi Paul lo ha elevato ad un altro livello. Originariamente volevamo che la ECW fosse un territorio di sviluppo, ma alla fine ciò che avevamo in mente per quello show, Paul lo ha fatto con NXT.”