Ciao a tutti, sono Bazinga HWF, e oggi sostituirò il nostro bravo Mauro Chosen One per il report di Smackdown, che questa settimana va in onda da Corpus Christi, Texas. 

Pubblicità

L’episodio inizia con la musica dei Real Americans, ed infatti fa il suo ingresso Jack Swagger, accompagnato naturalmente da Zeb Colter. Ci viene mostrato un breve recap di quanto accaduto a Raw, fra il patriota americano e Rusev. Tornamo sul ring giusto in tempo per assistere all’ingresso dell’avversario odierno di Swagger, Cesaro. Lo svizzero ha apportato un cambiamento alla sua theme song: le sirene sono diventate come quelle dell’ambulanza. Più brutta di prima.

Jack Swagger w/Zeb Colter vs Cesaro: (3/5)

I due partono alla pari, portando a segno un Takedown ciascuno. Incominciano a sentirsi i cori pro USA. Dopo una fase di brawling, Cesaro riesce a guadagnare il vantaggio, mettendo le dita negli a Swagger. A questo punto lo svizzero esegue un eccellente Gutwrench Suplex e subito dopo una Scoop Slam. Continua senza problemi il controllo sulla contesa dell’ex Paul Heyman Guy, sino a quando Swagger abbozza un tentativo di ripresa, che viene prontamente neutralizzato. Si va in pubblicità, dopo che Cesaro riesce a scaraventare fuori dal ring il patriota. Rientriamo dal break e troviamo i due avversari darsi battaglia in cima al paletto, Cesaro tenta di eseguire un Superplex, Jack tuttavia lo fa caracollare giù. Swagger non vuole perdere tempo, dunque si tuffa dal paletto contro l’avversario, ma si becca in risposta una podersa Very European Uppercut. Schienamento uno, due… e per poco Cesaro non riesce a vincere. Dopo uno scambio veloce, Swagger finalmente si riprende e riesce ad eseguire una combo, mettendo a segno un  Takedown prima e il suo Corner Slingshot Splash poi. Cesaro riesce incredibilmente a ribaltare la situazione, eseguendo uno dei suoi colpi preferiti, la Double Underhook Powerbomb. Sembra finita davvero stavolta, lo svizzero ha il pieno controllo, intima addirittura all’avversario di non rialzarsi. Swagger sembra ormai ko, quando dal nulla riesce ad eseguire il Patriot Lock, portando lo svizzero ad un immediato ed inatteso cedimento.

Winner: Jack Swagger

Swagger non fa in tempo a festeggiare, che fa il suo ingresso Rusev, accompagnato dalla bellissima Lana, la quale prende immediatamente la parola: “Ammirate la bellezza della bandiera russa. In nome di Rusev e del più grande leader del mondo, Vladimir Putin, sfidiamo lei Colter e il suo Swagger in un Flag Match a Summerslam.” Zeb Colter non perde tempo e risponde: “Noi accettiamo! Non saremo solo io e Swagger sul ring, ma ogni vero americano sarà con noi. We The People!”

Nota: Trovo quantomeno schizofrenica la gestione attuale di Cesaro. Lunedì a raw si esibisce in una contesa di altissimo livello contro John Cena, apparendo quasi a livello del campione WWE, arrivando ad un pelo dallo sconfiggerlo, e nella stessa settimana va a perdere contro un midcarder “alla ribalta” come Jack Swagger (che comunque perderà il feud con Rusev). Spero a questo punto in uno suo ingresso nell’Authority, quantomeno lo si riciclerebbe in maniera decente, tenendolo così nei feud principali della federazione, seppur inizialmente da gregario.

Viene ricordato dalla grafica il Main Event di questa sera, ovvero Chris Jericho contro Eric Rowan. Dopo la pubblicità tocca però a Randy Orton andare in scena.

La Vipera si presenta sul ring, soltanto per prendere la parola: “ Nell’ultimo episodio di Raw Triple H mi ha detto che Brock Lesnar affronterà John Cena a Summerslam. Ma tutti sanno che dovevo esserci io ad affrontare Cena. È stata tutta colpa di Roman Reigns. Allora a Raw ho deciso di risvegliare i miei istinti e ho mandato un messaggio molto chiaro a Roman.”
Recap del pestaggio.
“Dunque Roman, io ti sfido a Summerslam! La Vipera non vede l’ora di finirti. Roman puoi stare certo che questo accadrà!”

La regia ci rivela che questa sera Dean Ambrose dovrà affrontare in un Handicap Match Kane e Seth Rollins.

Il WWE rewind ci ricorda un tragico avvenimento, ovvero la prima sconfitta di Bo Dallas, contro R-Truth, avvenuta a Raw.
Questa sera ci sarà la rivincita.

Bo Dallas vs R-Truth (s.v)

Truth è gia sul ring, mentre l’Ispirational fa il suo ingresso, sempre con la sua geniale faccia da schiaffi. Suona la campana e Bo, prima di iniziare a combattere, propone una stretta di mano all’avversario, che rifiuta. Nonostante sia risaputo che i cori di Smackdown sono editati, si percepiscono ugualmente dei fragorosi cori <<We Bolieve!>> pro Dallas naturalmente. Quasi subito inizia il dominio heel di Bo, rischiando tuttavia più volte di venire schienato da Truth con delle culle. Bo allora perde il lume della ragione e non si ferma al conto di cinque dell’arbitro, che lo squalifica. Il motivatore somministra un pestaggio in piena regola a colui che ha osato sconfiggerlo. Bo prende il microfono e dice: “ <<I Bolieve>> e R-Truth si è meritato tutto questo. Credere in Bo è un’esperienza spirituale, e io so che tutti voi non avete perso la fede in me perché tutti voi nel profondo credete fermamente in Bo!”

Winner by DQ: R-Truth

Dopo la pausa sarà in azione AJ Lee.

AJ Lee vs Rosa Mendes (s.v.)

L’ispanica inizia subito a provocare la campionessa. Per tutta risposta AJ la intrappola in un batter d’occhio nella Black Widow. Rosa viene squashata.

Winner: AJ Lee

Arrivata sullo stage AJ viene attacata alle spalle da Paige, che la fa letteralmente volare. Paige le urla che le vuole ancora bene, che è la sua migliore amica, e che non si è fatta nulla nella caduta, nonostante è palese che il volo abbia causato parecchi danni ad AJ.

Nota: Paige finalmente ha un personaggio con un minimo di spessore. Un minimo.

Siamo nel Backstage e viene inquadrato Dean Ambrose, che qualcosa da dire: “ Rollins si è portato lo zietto Kane. Triple H pensa che tutto questo sia divertente naturalmente. L’Authority vuole proteggere il suo investimento, il suo cocchino, il piccolo Seth Rollins. Kane tu sei un demone, ma io sono un pazzo e so esattamente quello che ti farò. E dopo che avrò finito con te, niente e nessuno mi separeranno da Seth Rollins, nè mostri, nè demoni, nessuno! Kane conviene che porti due maschere, perché Seth ne avrò bisogno dopo che gli avrò spaccato la faccia.”

2 on 1 Handicap Match: Kane & Seth Rollins vs Dean Ambrose (2/5)

Fanno il loro ingress I due uomini dell’Authority. Successivamente entra in scena Ambrose, accompagnato dalla sua martellante ed efficace theme song. Prima dell’inizio del match viene mostrato quanto accaduto sette giorni fa, quando Rollins ha picchiato Ambrose, dopo che quest’ultimo aveva sconfitto Cesaro.
Inizia la contesa. Kane è l’uomo legale. Ambrose si disinteressa di Kane, provando ad attaccare Rollins. Il Demone lo ferma ed assesta un Big Boot. Entra Seth che inizia a picchiare l’avversario in maniera molto scorretta. Ambrose viene lanciato contro le corde, ma riesce comunque a tirare giù Rollins, che preoccupato da subito il cambio a Kane. Continua il dominio heel, con il Demone che scaglia il ragazzo di Cincinnati contro il paletto. Per adesso è un massacro. Rollins si prende gioco di Dean, che di orgoglio colpisce e atterra il suo ex fratello. Niente di fatto, poiché l’Authority rientra subito in controllo, grazie a dei cambi rapidi. Il Joker incredibilmente riesce tuttavia a buttare entrambi gli avversari fuori dal ring, asfaltandoli subito con un Suicide Dive. Dean butta dentro il quadrato Rollins e schianta Kane sui gradoni. Rientrato sul ring ed inizia a pestare con foga Seth. Purtroppo per lui Kane riesce a salvare nuovamente l’ex membro dello Shield. Ambrose, capendo la situazione quasi impossibile, decide di mandare all’aria la vittoria: rientra sul ring brandendo una sedia e colpisce i suoi avversari, facendosi squalificare. Kane riesce buttarlo ugualmente già con un Big Boot, tentando subito una Chokeslam, che il Lunatic Fringe riesce ad evitare eseguendo addirittura una DDT sulla sedia al Demone. Rollins scappa a tutta velocità. Ambrose, colmo di rabbia, continua a colpire a sediate Kane.

Winner by DQ: Kane & Seth Rollins

Siamo nel Backstage e in compagnia di Renee Young c’è Chris Jericho. La bella intervistatrice mostra a Y2J quello che è accaduto fra lui e la Family nelle ultime settimane. Al termine del video Chris prende la parola: “Battleground è stato uno dei momenti migliori della mia carriera, poiché ho sconfitto Bray Wyatt. Ma ne ho pagato il prezzo. Aggressioni, pestaggi. È chiaro che non posso vincere tre contro uno. Tuttavia se riuscirò a sconfiggere Eric Rowan questa sera, lui sarà bandito da bordo ring a Summerslam. Rimarrano solamente due energumeni. Dopo Summerslam la Family non sarà più la stessa”

Ci troviamo sempre nel Backstage, ma questa volta assistiamo al classico siparietto fra Goldust e Stardust. Goldust indossa un cappello da cowboy e Cody è alla ricerca della chiave cosmica.

Nota: Questa gimmick a mio avviso sta affossando Cody. Il giovan Rhodes è un ottimo interprete, il personaggio infatti è messo in scena bene. Ma non è questo il problema. Ormai è una macchietta e, ancora peggio, è semplicemente un Goldust 2.0.

Diego w/ Summer Rae & Layla & El Torito vs Fandango (s.v)

Rivincita da Raw. La bionda e la mora, vestite da sexy torere, accompagnano nuovamente il matador. Il povero Fandango guarda sconsolato dal ring. Il match sembra nelle mani di Fandango, quando le due torere lo distraggono. Addirittura parte la musica di Fandango, e Summer e Layala la ballano con El Torito. Questa distrazione si rivela fatale, poiché Diego assesta una Backstabber, vincendo così il match.

Winner: Diego

Nota: L’unica cosa da vedere in questo incontro (?) è l’attire delle due ragazze. Notevoli.

Recap di Raw: si tratta del promo di John Cena e Paul Heyman.

Alberto Del Rio vs Dolph Ziggler (2/5)

Torniamo dalla pubblicità e apprendiamo che il prossimo incontro vedrà due eterni rivali darsi battaglia: Dolph Ziggler ed Alberto Del Rio. Apprendiamo anche che The Miz sarà al tavolo dei commentatori.
Il match inizia velocemente. Dropkick di Dolph, seguito da un’ottima sequenza di Del Rio, che fa letteralmente volare il suo avversario. Dolph si riprende subito e colpisce con dei pugni all’angolo il suo avversario, il tutto termina con uno Spezzacollo. Alberto però con una magia esegue un notevole German Suplex, che porta solo ad un conto di due. Del Rio prova a chiudere e tenta uno dei suoi calci, ma Dolph evita la manovra e pianta al suolo il messicano con una bella DDT. A questo punto The Miz si mette in pedi sul tavolo ed inizia a straparlare, iniziando a ringraziare improbabili soggetti, fra cui i suoi animali domestici. Nonostante questa distrazione il match prosegue, e Dolph va ad un passo dalla vittoria. Miz però continua a provocare Ziggler, che perde la testa, esce dal ring e prova ad inseguire il Money Maker, che riesce però a scappare. Dolph rientra allora sul ring, ma Alberto ha ormai un vantaggio di posizione, che sfrutta brillantemente, mettendo a segno la Rio Grande, portando così a casa la vittoria.

Winner: Alberto Del Rio

Nota: il match, nonostante abbia fatto vedere qualche cosa interessante, sarebbe potuto essere qualitativamente superiore, la chimica fra i due è indubbia. Il minutaggio però è stato ridotto.

Recap della rivalità fra Stephanie McMahon e Brie Bella.

Siamo pronti al Main Event.

Fa il suo ingresso la Wyatt Family al completo. Luci soffuse e Bray prende la parola al centro del quadrato: “ Perché continui a tornare Chris? Lo fai per il brivido, per le luci splendenti, per l’adrenalina, o forse stavolta perché sarei stato qua ad aspettarti? Dopo Summerslam sarai solo sporcizia. Lei mi ha avvertito che tu avresti indossato la maschera dell’inganno, Lei mi ha detto che ogni parola che avresti detto sarebbe stata un’ennesima promessa vana. Hai mentito a tutti noi! E ora Loro vedono la vanità che c’è dentro di te Chris. E a Summerslam vedranno il loro Salvatore distruggere l’impostore Chris Jericho. Non rimane dignità in te Chris. A Summerslam non salverai nessuno, neppure te stesso.

Chris Jericho vs Eric Rowan (3,5/5)

Fa adesso il suo ingress Jericho. Suona la campana. Rowan parte subito colpendo violentemente il suo avversario. Jericho non sembra in un primo momento in grado di scalfire l'enor’e rivale. Poi però con un gioco di astuzie riesce a farlo cadere fuori dal ring. Harper, mentre l’arbitro è girato atterra Jericho. Mike Kioda, capita la situazione, espelle l’ex Brodie Lee. Dopo la pubblicità Rowan è in controllo e lo vediamo eseguire un Pumphandle Backbreaker. Rowan picchia come un fabbro, sbattendo Jericho anche contro il paletto. Il dominio heel continua con le classiche sottomissioni che rallentano il ritmo. Jericho però esce dal cilindro una DDT improvvisa, seguita da un dropkick. Schienamento, ma solo due. Rowan però non si arrende ed assesta un calcione in giravolta apprezzabile. Jericho esegue, nuovamente dal nulla un Enziguri Kick seguito dal Lionsault. Schienamento, ma nuovamente conto di due. Rowan riprende il controllo e tenta una super Fallaway Slam dal paletto, ma Y2J si divincola, ma si consegna comunque al Big Boot del Barbarossa, che tuttavia non porta alla vittoria. Eric Rowan decide di sottomettere Jericho intrappolandolo in una Bear Hug. Incredibilmente Jericho fa un’altra magia, eseguendo ancora una volta dal nulla il Codebreaker, che vale la vittoria.

La puntata termina con un Jericho che sfida Wyatt a salire sul ring, ma con quest’ultimo che rifiuta e si dirige verso la rampa.

Winner: Chris Jericho

Nota: Continuano i miglioramenti di Eric Rowan. Non è un fenomeno, però è diventato un big man molto solido, con delle buone manovre, buoni tempi di azione. Oggi lavorava con Jericho e questo lo ha aiutato molto, però, ripeto i miglioramenti sono evidenti. Non è neppure lontanamente paragonabile al suo partner Luke Harper, ma li stiamo parlando di un’eccellenza.

Voto puntata: 6

Cosa mi è piaciuto: Il promo di Bray Wyatt e il Main Event sono stati il fulcro dell’episodio odierno. Apprezzabile anche Ambrose, che oggi ha fatto poco, ma è sempre una calamita. Come detto notevoli ed evidenti i miglioramenti di Rowan.
Qualitativamente si sono viste belle manovre sia con Cesaro e Swagger, sia con Ziggler e Del Rio.

Cosa non mi è piaciuto: Oggi su sette incontri solo il Main Event è stato degno di nota a livello qualitativo, almeno per le cose mostrate da Rowan. Gli altri incontri hanno sì mostrato qualitativamente qualcosa di interessante, vedi Cesaro vs Swagger o Ziggler vs Del Rio, ma il minutaggio li ha penalizzati. Come ho detto nel corso del report sono veramente sconcertato dalla gestione di Cesaro. Sette giorni fa se la giocava con Ambrose in un grande match senza squalifiche, a Raw addirittura ha tenuto testa a John Cena, sfiorando la vittoria più volte, adesso a Smackdown perde per sottomissione contro Swagger. Una sola parola: Schizofrenia. Ripeto, spero entri nell’Authority, in modo tale da rimanere quantomeno ancorato nel feud principale, seppure da gregario.
Per il resto tutte le rivalità non si sono mosse granchè, eccetto la sfida lanciata da Orton e l’attacco di Paige alle spalle.