Benvenuti al report completo dell'ultimo episodio di Smackdown. Questa sera in azione, fra gli altri, Roman Reigns, Paige, Cesaro e l'idolo di casa Dean Ambrose. Alla tastiera, come al solito, BazingaHWF.

Pubblicità

La puntata si apre con JoJo che presenta Roman Reigns, il quale fa il suo ingresso dalla rampa, come suo solito. Segue l’arrivo del suo avversario odierno Bo Dallas, che prende la parola: “Roman fra un paio di settimane ti troverai nella gabbia infernale con colui che ti tormenta da mesi. Io so come superare questi momenti, perché sono sopravvissuto a Suplex City. Probabilmente tu andrai via in barella. Bolieve That!”

Match 1: Roman Reigns vs Bo Dallas (s.v.)

Reigns inizia immediatamente imponendo la sua superiorità fisica, eseguendo un Neckbreaker. Bo evita il Samoan Drop, ma si becca un potente montatante. Poco dopo il Motivatore riesce a prendere un piccolo vantaggio, iniziando a colpire il rivale con dei colpi disordinati. Tuttavia Roman lo asfalta pochi secondi dopo con un potentissimo Braccio Teso. Dopo i classici bracci tesi all’angolo, Bo chiede pietà e stringe la mano al nemico, provando a fregarlo. Roman è troppo superiore e lo stende con una combo devastante: Samoan Drop, Superman Punch e Spear, che vale la vittoria.

Winner: Roman Reigns

 

Terminata la faccenda Reigns prende il microfono: “Bray Wyatt dice di essere il Diavolo e non potrei essere più d’accordo. Quando guardo nei suoi occhi, non vedo altro che pura malvagità. Sento che lui è il Diavolo. E fra due settimane lo affronterà nella Gabbia in una lotta incredibile. L’unico modo per fermare il Diavolo è scendere all’Inferno e affrontarlo.”

Ecco Wyatt apparire nel suo Antro Oscuro, il quale annuncia al nemico giurato che a Raw gli rivelerà una profezia sul suo conto.

 

Match 2: Neville & Cesaro vs Sheamus e King Barrett (2/5)

Barrett prova sin da subito a imporre la sua forza fisica ai danni di Neville, il quale riesce a rispondere a tono, sfruttando anche la sua rapidità. Anche Sheamus tenta di fare lo stesso, ma finisce per caracollare fuori dal ring. Barrett fa presto compagnia al compagno, subendo una manovra volante di Neville, con l’assist di Cesaro. Apprendiamo inoltre che Stardust e gli Ascension sono fra il pubblico, con un cartello Stardust Section, riferendosi ovviamente ai cartelli caratteristici di Cesaro.
Al rientro dalla pubblicità la situazione si è capovolta, con il team dei Malvagi in pieno controllo di Neville. Il duo riesce anche a mettere a segno delle scorrettezze, senza che l’arbitro se ne avveda. Sheamus proietta il rivale con violenza. Dopo alcuni minuti riesce a fare il suo ingresso Cesaro, che inizia a randellare Mr. Money in the Bank a suon di Uppercut. Lo svizzero ne ha anche per Barrett a bordoring. Antonio rientra nuovamente sul quadrato e mette a segno una Uppercut volante veramente di ottima qualità i danni di Sheamus. Tentativo di Giant Swing che va a vuoto una prima volta, ma anche in seconda battuta, dato l’intervento illegale di King Barrett che piazza il Bull Hammer, in un momento in cui l’arbitro era distratto.

Winner: Sheamus & King Barrett

 

Ci viene ricordato il fidanzamento ufficiale fra Lana e Rusev, svelato da TMZ. Inoltre un recap di Raw fra quanto accaduto fra il bulgaro e Summer Rae. La bionda sarà l’arbitro speciale fra la sfida che vedrà proprio Rusev affrontare per l’ennesima volta Dolph Ziggler.

Marchetta di Dean Ambrose a una barretta.

 

Si ritorna all’arena dove vi è Ryback a bordo ring, Zack Ryder sul quadrato e Kevin Owens intento a compiere il suo ingresso.

Match 3: Kevin Owens vs Zack Ryder (s.v.)

Il Wrestler di Long Island prova ad imporsi sin dalle prime fasi, ma Owens glielo impedisce con semplicità. Il campione piazza anche una Swenton. Incredibilmente Zyder mette a segno un paio di manovre, fra cui un Missile Dropkick, ma è nulla per Kevin, che senza problemi si riprende e piazza la Pop-Up Powerbomb.

Winner: Kevin Owens

Nel immeditato post-match Ryback prova a colpire il suo rivale, ma quest’ultimo fugge rapidamente.

 

Nel Main Event Dean Ambrose & i Dudley Boyz affronteranno il New Day.

Recap di quanto accaduto a Raw fra Kane e Seth Rollins.

Nel  backstage incrociamo Natalya, che viene raggiunta da Paige, la quale cerca di chiedere scusa alla canadese, per i comportamenti recenti. L’inglesina si giustifica dicendo di essere sottopressione.

 

Match 4: Rusev vs Dolph Ziggler with Guest Referee Summer Rae (2.5/5)

Le prime fasi sono equilibrate, con Rusev che prende in poco tempo il vantaggio, sfruttando il notevole divario fisico. Quando Dolph finisce fuori dal ring, Summer esegue un conteggio molto lento, permettendo allo Show Off di rientrare comodamente al 5. La situazione è in questo momento è in pieno controllo di Rusev, quando Dolph riesce a eseguire con un Roll-Up, che quasi non gli consegna la vittoria, dato il conto fulmineo di Summer. Per tutta risposta il bulgaro asfalta il nemico con un braccio teso. Dopo questo frangente Rusev stende il rivale con un poderoso Superkick, ma Summer decide di non contare lo schienamento, con Ziggler completamente inerme, che avrebbe sostanzialmente perso. Quando la bionda inizia a contare, Ziggler ormai ha recuperato e si libera al 2. Rusev si lamenta vistosamente e per tutta risposta si becca uno schiaffone da Summer e la Zig Zag della Rae, che poi conta in modo veloce lo schienamento, che risulta vincente.

Winner: Dolph Ziggler

Summer Rae: “Dolph, Dolph aspetta un attimo. Ero molto devastata a Raw, quando ho scoperto che Rusev mi tradiva. Ma il bello è che Lana tradiva te. Entrambi ci hanno fatto del male. Visto che Rusev è fuori dalla mia vita e Lana dalla tua…voglio dire… è indubbio che abbiamo una bella chimica.. e quando guardo nei tuoi occhi azzurri…

Dolph Ziggler: “Summer ho chimica con molte ragazze, ho capito quello che vuoi fare. Mi vuoi usare. Ma non ci sto completamente a questo.”

 

Nel backstage Renee Young da il benvenuto ai Dudley e a Dean Ambrose. Nel divertente siparietto  il trio si dice pronto per il match di questa sera. Inoltre i Dudley fanno proclami di vittoria per Hell in a Cell. Mentre Dean strizza l’occhio ai suoi concittadini di Cincinnati.

 

Match 5: Braun Strowman & Luke Harper vs Prime Time Players (s.v.)

La Wyatt Family è sin da subito in netto controllo dei rivali, con Luke Harper che gestisce con intelligenza gli interventi dell’imponente Strowman. Ad un certo punto Titus atterra proprio Luke, dando il cambio a Darren Young, ma la reazione dura un niente: Infatti la Black Sheep si prende il cambio e Young, dopo aver subito un Superkick da Harper, viene sottomesso da Braun.

Winner: Braun Strowman & Luke Harper

 

Match 6: Charlotte w/Becky Lynch vs Alicia Fox w/Bella Twins (1/5)

Dopo alcune fasi di dominio iniziale di Alicia, dale quali Charlotte non riesce a trovare uno spazio per alcun tipo di reazione, la campionessa ha un repentino cambio di marcia, che le permette di mettere a segno le sue manovre migliori, ovvero uno spezzacollo, la Spear e la Figure 8, che vale la vittoria.

Winner: Charlotte

Nel post match le gemelle intervengono e insieme alla Fox bullizzano Charlotte, dopo aver messo fuori combattimento la povera Becky. A dar man forte alle due sopraggiunge Paige, che insieme alla rediviva Lynch mettono in fuga il Team Bella. Con degli scambi di sguardi fra la campionessa e Paige si conclude il segmento.

Nel backstage però Paige raggiunge nuovamente la sue due ex componenti di Team, assurgendo ad un ritorno del PCB. Ma le due di NXT non sembrano non volerne sapere. Nel frattempo si vedono correre dei medici e un arbitro verso un camerino, dove si scopre esserci Natalya dolorante. Nel contempo Paige contenta sostiene che il Team PCB è tornato definitivamente.

 

È tempo del Main Event.

Match 7: New Day vs Dean Ambrose & Dudley Boyz (2.5/5)

Dopo l’ingresso finale dell’idolo di casa Ambrose, che indossa una T-shirt commemorativa del suo ritorno a Cincinnati, inizia il match.

Partono Kingston e Bubba Ray, con il pubblico che intona incessantemente cori verso Dean. Nel frattempo entra anche Devon, che finisce presto nell’angolo nemico e vittima di una scorrettezza, con l’arbitro distratto. Inizia dunque il dominio del New Day, che dura davvero diversi minuti, senza che il povero Devon riesca a reagire. Dopo molto, finalmente uno spezzacollo apre un varco. Il pubblico di Cincinnati viene accontentato, poiché fa il suo ingresso Ambrose, che si prende un pop pazzesco. Il Lunatic Fringe schianta tutti i nemici, con bracci tesi e Suicide Dive. Woods viene colpito anche da una gomitata volante. Entra nuovamente Bully Ray, che piazza un bel Back Body Drop a Kingston e un tributo a Dusty Rhodes a Woods. La situazione diventa caotica ed è proprio l’idolo di casa a mettere ordine, finendo però vittima dell’ennesima astuzia del New Day. Tuttavia i Dudley mettono a segno la 3D. Woods allora interviene con il trombone, mettendo fine alla contesa. Ed è proprio con lo strumento musicale che il New Day massacra i nemici. Anche un Trouble in Paradise ai danni di Bubba. Devon, invece, subisce la Big Ending combinata.

Winner by DQ: Dean Ambrose & Dudley Boyz

La puntata si chiude così, con il New Day, che festeggia.

 

Cosa mi è piaciuto: Qualitativamente guardibili Rusev/Ziggler e il Main Event. Nella sua incertezza viene fatto un passo in avanti nella storyline del Team PCB e Natalya.

Cosa non mi è piaciuto: Ennesima puntata inutile e perfettamente sorvolabile, poiché nessuna storia è stata portata avanti, se non quella di Paige & Co, e nessun incontro è stato degno di nota. Sette match, di cui la maggior parte squash. Sicuramente il pubblico all’arena si sarà divertito nel vedere il proprio beniamino nel Main Event, ma per noi spettatori da casa è l’ennesima minestra riscaldata.

Considerazioni generali: Senza alcun senso logico è in procinto di nascere una “rivalità” fra Cesaro e Stardust. Il primo, dopo alcune settimane condite da grandi prestazioni, le quali lo avevano fatto notare nuovamente dal pubblico generale, ritorna a sguazzare nei piani bassi della card. Non so quanto possa durare uno scontro con il giovane Rhodes. Peccato, perché, come dimostrato più volte, allo svizzero bastano semplicemente grandi esibizioni sul quadrato, per andare over con qualsiasi platea (vedi gli incontri con Cena, Rusev e Owens nei Raw estivi). Rusev, dal canto suo, è in un baratro: spero ne venga fuori. Neville sottoutilizzato da mesi oramai.

Voto puntata: 5