Benvenuti al report dell'ultimo episodio di Smackdown, che la WWE ha registrato a Norfolk, Virginia. Nell'episodio di oggi Dean Ambrose, primo sfidante al titolo WWE, sarà protagonista nel Main Event. Inoltre saranno in azione, fra gli altri, anche Roman Reigns, Paige e Dolph Ziggler. Alla tastiera, come al solito, BazingaHWF.

Pubblicità

L’episodio si apre con un recap di quanto accaduto a Raw fra l’Authority e Dean Ambrose, durante la celebrazione di Seth Rollins. Ad esso segue la consueta sigla iniziale.

 

Finalmente siamo sul ring e l’annunciatrice Jo-Jo da il benvenuto a Roman Reigns, che si presenta compiendo la sua canonica entrata attraverso il pubblico.

Roman Reigns: “Grazie ragazzi, è bello anche per me vedervi. Ho una brutta notizia: A Payback non ho vinto. Ma ho anche una bella notizia: ho avuto dei grandi momenti in quel PPV. D’altronde ogni volta che do pugni a Seth Rollins è un bel momento per me. Lo Shield ha eseguito una Tripla Powerbomb e si è riunito per un secondo; inoltre ho avuto una gran bella scazzottata con mio fratello, Dean Ambrose. Combattere contro Seth Rollins è sempre una battaglia impari, poiché circondato da guardie del corpo e chi più ne ha più ne metta. Allora ho deciso di percorrere un’altra via. Ufficializzo la mia presenza nel Money in the Bank Ladder Match. Vi assicuro che lo vincerò. Believe That!”

Terminato questo discorso, parte la musica di Dean Ambrose, che si avvia sul ring, microfono alla mano:

Dean Ambrose: “Scusa se ti ho interrotto fratello. Prima che arrivassi, ho sentito che parlavi del Money in the Bank. Corpi che planano dall’alto, impattando sopra scale d’acciaio. Amo questa roba. Però non penso di partecipare quest’anno, poichè a quel tempo io sarò già campione WWE.”

Reigns: “Spero per te che sarà così. Tu però stai cercando di ottenere una sola opportunità, per un determinato evento. UNA SOLA opportunità.”

Il duo viene interrotto dall’arrivo di Kane, che prende la parola sullo stage:

“Sono d’accordo con Reigns. Vedi Ambrose la tua strategia al momento ti ha semplicemente portato a subire un Pedigree da parte di Seth Rollins. Ti ricordo che l’Authority vince sempre.”

Reigns: “Se l’Authority vince sempre, perché tu invece perdi sempre?”

Kane: “Che divertente che sei Reigns. Innanzitutto ti dico che non sei nel Money in the Bank. D’altronde hai perso a Wrestlemania, hai perso a Payback. Dunque devi metterti in coda. Per ottenere una nuova opportunità per diventare campione devi provarlo, provarlo a me!”

Ambrose: “ E ci risiamo. La groupie di Seth ‘Justin Bieber’ Rollins sta facendo il suo lavoro. Non posso immaginare quanto sia dura per te fare queste cose. Prima eri uno dei Fratelli della Distruzione. Adesso sei un lecchino dell’Authority. Per caso bevi da una ciotola, come fanno i cani?”

Kane: “Ti proibisco di nominare nuovamente la mia famiglia. Ti ho già avvertito a Raw. Ascoltami, questa sera avrai un re-match contro Bray Wyatt.”

Ambrose: “Bingoooo! Io ho ancora dei conti in sospeso con Wyatt e intendo sistemarli questa sera.”

Kane:“Mentre per te Roman non ho alcun piano. Passerai il resto della serata a riflettere in merito ai tuoi fallimenti. Hai bisogno di trovare un modo per ripartire.”

Reigns: “Io non ho intenzione di rimanere nel Backstage a guardare lo show, mangiando Cheescake. Puoi crederci!”

Fra poco Tyson Kidd, Cesaro, i Lucha Dragons, gli Ascension e i Los Matadores collideranno in Four Corners Tag Team Match.

Ali rientro dalla pubblicità, troviamo i Prime Time Players avviarsi al tavolo di commento, mentre la grafica ci ricorda che ed Elimination Chamber verranno difese le corone di coppie, proprio all’interno della Gabbia Maledetta. Inoltre al tavolo di commento sono presenti anche i campioni del New Day.

Match 1: Tyson Kidd & Cesaro vs Lucha Dragons vs Los Matadores vs Ascension (2/5)

La contesa inizia con Kidd e Sin Cara scambiarsi alcuni colpi al tappeto, fino a che Viktor non riesce a prendersi il cambio su Cara. L’Ascension prova a pestare Kidd, ma uno dei Toreri si prende il cambio, iniziando lui un pestaggio ai danni del canadese. Nel contempo Natalya e il Torito si scambiano scortesie a bordo ring. Prima di andare in pubblicità assistiamo ad una potentissima proiezione da parte di Konnor ai danni del solito Tyson Kidd, ormai stremato. Al rientro, Kidd riesce a dare il cambio a Sin Cara, che entra molto bene sul ring, riuscendo a mettere in difficoltà l’omone degli Ascension. Tuttavia Konnor blocca in maniera perfetta un Moonsault da parte del Messicano. Iniziano dunque una serie di cambi rapidi fra gli Ascension, che dominano la contesa. Viktor impedisce un’interferenza di Kalisto, schiantandolo al suolo con una Powerbomb. Dopo una sequenza molto confusionaria, con protagonisti anche i Matadores, Sin Cara da il cambio al fresco Cesaro, che entra sul quadrato accolto molto bene dal pubblico. Lo svizzero assesta un over the head Belly to Belly Suplex, ai danni del povero Viktor. Ad esso seguono una serie di Uppercut, corner to corner. Inizia poi lo Swing,  ma i Matadores impediscono lo schienamento vincente. A questo punto tutte le coppie iniziano a scambiarsi colpi. Da segnalare la Suicide Swenton di Tyson Kidd e un volo dal paletto in rotazione di Sin Cara. Rimangono sul ring solamente Diego e Kalisto, con quest’ultimo che riesce ad ottenere la vittoria, grazie ad una particolarissima Hurricanrana.

Winner: Lucha Dragons

 

Recap di Raw. Ci viene mostrato il segmento nel quale Lana bacia Dolph Ziggler. Inoltre viene mostrata una piccola intervista rilasciata a WWE.com da Rusev, il quale si dichiara furente con Ziggler (e ci credo dico io…) e non vede l’ora di distruggerlo.

Nel Backstage Renee Young è in compagnia proprio di Dolph. La canadese chiede la sua reazione riguardo quanto accaduto. Ziggler si dichiara concentrato sull’Elimination Chamber per il titolo Intercontinentale. Tuttavia la situazione Lana non può non interessarlo. Questa sera sarà contro King Barrett. Proprio al termine del segmento si presenta Lana, che augura buona fortuna a Dolph, aggiungendo che guarderà l’incontro. A questo punto Ziggler chiede a Renee se può lasciarli soli. L’ex campione Intercontinentale sa perfettamente che Lana sta facendo tutto questo per far ingelosire Rusev, sa come funzionano queste cose. Tuttavia si complimenta per il bacio di Raw.

 

Match 2: King Barrett vs Dolph Ziggler (2,5/5)

Dopo una fase equilibrata iniziale, Dolph mette a segno in rapida sequenza un Dropkick, un Neckbreaker e una gomitata. Tuttavia King Barrett è ancora in perfetto stato: infatti piazza un particolare suplex, usando il paletto come tag team partener. Al rientro dalla pubblicità l’inglese però si becca un altro Dropkic. Tuttavia Dolph sbaglia il colpo successivo, impattando violentemente sul paletto, beccandosi poi la Wasteland di Barrett. Il contendere adesso si sposta fuori dal ring, con il Re che sbatte violentemente l’avversario sul tavolo dei commentatori. Si rientra sul ring e Dolph quasi vince con un Roll-Up. Wade però si riprende subito e piazza in sequenza due poderosi Superkick: il primo all’altezza del ventre dell’avversario, il secondo in pieno volto, mentre Dolph si trova inerme sulle sue ginocchia. Lo schienamento si avvicina molto al tre, ma Ziggler si riesce a liberare all’ultimo istante. King carica il Bull-Hammer, ma Dolph risponde con un Superkick, Barrett riprova il Bull-Hammer, ma oramai è troppo stordito e per Dolph è fin troppo facile piazzare la Zig-Zag vincente.

Winner: Dolph Ziggler

Sullo stage si presenta Lana che applaude Dolph per la sua vittoria. I due si scambiano da lontano degli sguardi.

 

Ci viene mostrato un recap di quanto accaduto a Raw fra le Divas, con il ritorno di Paige come evento principale.

Proprio Paige sarà protagonista sul ring al rientro dalla pubblicità.

Ed infatti l’inglesina si presenta sullo stage, ovviamente accompagnata dalla sua musica d’ingresso. L’ex campionessa è pronta a parlare:

Wow. È molto bello essere tornata. L’ultima volta che ho combattuto un match è stato a Londra, davanti ai miei amici e alla mia famiglia. In quell’occasione ho vinto una Battle Royal, che mi ha garantito una title shot. Uno dei momenti più belli della mia carriera. Tuttavia il tutto è stato rovinato da Naomi. (ci viene mostrato un recap di quanto accaduto il mese scorso in Inghilterra, ovvero l’assalto di Naomi ai suoi danni) Signori e Signore Naomi è finalmente diventate rilevante. Tu hai preso quello che volevi e, durante questa avventura, hai trovato il tuo fidanzato… Tamina. Ho una domanda per te Tamina: Per caso ti esibisci nella categoria sbagliata? Tornando a Naomi. Tu hai preso ciò che è mio. Questa è la mia divisione, quello è il mio titolo e this is my house!”

L’inglesina viene interrotta dall’arrivo di Naomi e Tamina. Naomi prende la parola:

“Tu non capisci ciò che sei. Qualcuna come me, con il mio talento naturale, la mia forza, il mio atletismo merita di essere la Diva più importante. Non basta urlare come fai tu. Sei sopravalutata da questa gente che cerchi di impressionare. Non prenderla sul personale Paige, ma ti toglierò dall’equazione!”

Paige: “Parli di opportunità? Io mi sono guadagnata tutto da sola e in un anno ho vinto più di te e Tamina messe insieme. Tu hai solo scuse. Questo non lo sopporto. Piagnucoli e basta. Fatti avanti e prenditi onestamente le tue opportunità!”

Naomi: “È così? Adesso io e Tamina faremo piazza pulita.”

Inizia dunque una colluttazione al centro del ring. Ovviamente Paige viene soverchiata, poiché in inferiorità numerica. Tuttavia arriva in suo soccorso la campionessa Nikki Bella, che pareggia i conti, mettendo in fuga le due heel. Nikki però le insegue, riportando Naomi sul ring. Paige la atterra con un Superkick, mentre Nikki mette KO Tamina fuori. Paige prova ad eseguire la sua DDT su Naomi, ma la campionessa glielo impedisce, colpendola con la sua Gomitata Bionica, prendendosi la sua vendetta dopo gli eventi di Raw. Paige viene anche atterrata con il Rack Attack. Il segmento si conclude con la gemella alzare la cintura al centro del ring, con le sue rivali stese al suolo.

 

Il segmento Ci ritroviamo nell’antro oscuro di Bray Wyatt, il quale dichiara che ogni anima nasconde un demone e oggi lo proverà a Dean Ambrose. Fuggi Dean!

 

Al rientro dalla pubblicità assistiamo all’entrata di R-Truth, che fa il suo ingresso cantando la sua canzone. Nel frattempo ci viene ufficializzato che Paige, Naomi e Nikki Bella si affronteranno ed Elimination Chamber, con la cintura in palio.

Match 3: R-Truth vs Stardust (s.v.)

Stardust inizia a mettere in difficoltà il suo avversario, intrappolandolo con una cravatta, per fargli mancare il respiro. Il fratello di Goldust prosegue il suo operato insistendo sulle vie respiratorie del povero R-Truth, che non riesce a trovare una via d’uscita all’offensiva di Stardust, il quale, fra l’altro, si produce con il suo Beautiful Disaster, seguito da una particolare DDT. Tuttavia solo conto di due. Il seguace della via cosmica si distrae stupidamente e Truth lo sconfigge mettendo a segno la sua DDT patentata.

Winner: R-Truth

 

Nel backstage ci troviamo con Renee Young, con ospite Ryback. Il Big Guy dichiara di non aver mai partecipato in un Elimination Chamber. Vuole mandare un messaggio agli altri partecipanti. Lui è affamato e si impossesserà del titolo Intercontinentale. La gente del WWE Universe è affamata quanto lui. Dunque Feed me More!

 

Fra poco assisteremo al recap di Raw, riguardo il confronto fra John Cena eKevin Owens; confronto definito Epic Takeover. Inoltre vedremo qualche stralcio di quanto accaduto ad Unstoppable, ovvero gli highlights del Main Event del suddetto show, con il debutto di Samoe Joe e il suo faccia a faccia con Owens.

 

Terminati questi filmati ci ritroviamo all’arena, quando fanno il loro ingresso Macho Mandow eAxelmania, ovvero i Meta Powers. I loro avversari sono Adam Rose eHeath Slater.

Match 4: Meta Powers vs Adam Rose w/Rosa Mendes & Heath Slater (s.v.)        

Mandow e Slater iniziano, con il primo che sembra avere la meglio, colpendo con alcuni colpi tipici di Randy Savage. Tuttavia si distrae ed Heath lo atterra con un calcio alto. Entra Rose ed assesta con il suo partner un ottimo doppio suplex. Viene inquadrata Rosa, che definirei in ottima forma. In tutto questo il povero Sandow non riesce a liberarsi dalla morsa dei due rivali, che con dei cambi rapidi lo tengono imprigionato nel loro angolo. Finalmente però riesce ad entrare Axelmania, che col suo tremendo baffo biondo inizia la routine classica di colpi di Hogan. Mandow impedisce l’interferenza di Rose, ‘Mania piazza il Legdrop e vince l’incontro. Molti del pubblico erano più interessati a Rosa a bordo ring, che alla contesa sul quadrato.

Winner: Meta Powers

 

Nel backstage troviamo Renee, in compagnia di Bo Dallas. Ci viene mostrato il suo confronto con Neville e il pestaggio subito da quest’ultimo. Bo esegue uno dei suoi classici discorsi motivazionali, riferito a Neville. Ovviamente deve Bolivere.

 

È tempo del Main Event. La grafica ci ufficializza la sfida titolata fra Rollins ed Ambrose per Elimination Chamber.

Match 5: Dean Ambrose vs Bray Wyatt (3,5/5)

Terminate le entrate di rito, inizia la contesa. Wyatt riesce ad atterrare Dean, ma quest’ultimo si riprende in fretta, eseguendo uno sgambetto del drago al suo avversario. Ambrose insiste a colpire la gamba, ma con un montante Bray pone fine alla sua offensiva. In realtà questa fase è caratterizzata da uno scambio pari di manovre di offesa. Da segnalare il Suicide Dive di Ambrose, ma anche il suo attacco aereo successivo, che però fallisce, consegnando a Wyatt un vantaggio importante. Al rientro dalla pubblicità Bray è in pieno controllo del suo avversario. La Face of Fear va però a vuoto con la Swenton, tuttavia blocca immediatamente il tentativo di ripresa di Ambrose, che viene atterrato e poi ripetutamente colpito al volto. Dean, penzolone sulla seconda corda, ingolosisce Bray, che tenta di buttarlo fuori dal ring con un Apron Suplex da quella posizione. Tuttavia il Lunatic Fringe ribalta il tutto con una tornado DDT. Rientrati entrambi sul ring, Ambrose parte alla carica, colpendo più volte il suo avversario ed atterrandolo altrettante. Wyatt decide allora di prendersi un time out, ma Dean non ci pensa proprio e si getta con un secondo Suicide Dive. Bray però lo intercetta e lo tenta di colpire con la Sister Abigale, emulando ciò che fece alla Royal Rumble 2014 contro Daniel Bryan. L’ex Shield però è abile a sgusciare fuori dalla presa del Santone e addirittura lo tira giù con un potente braccio teso, usando l’apron per garantirsi una certa rincorsa. Siamo nuovamente sul ring e, dopo un batti e ribatti, Wyatt riesce ad atterrare il suo rivale con un bel Half-Nelson Slam. Lo schienamento porta solo ad un conto di due. Successivamente l’ex Leader della Family sbaglia clamorosamente una rincorsa e viene atterrato con un Dropkick bassissimo. Dean è pronto ad eseguire un attacco aereo, ma si ripropone il medesimo scenario di Raw. Infatti arriva Joey Mercury a distrarre l’arbitro, mentre Jamie Noble tenta di gettare Ambrose giù dal paletto, distraendolo in maniera evidente. Dean però riesce ad evitare ugualmente la Sister Abigail e colpire l’avversario con il suo braccio teso, con effetto elastico. Anche Wyatt va a bersaglio nello stesso momento con un Clothsline. I due dunque giacciono al suolo, con Mike Kioda, che inizia un doppio conteggio. All’improvviso parte la musica di Seth Rollins, che si avvia verso il ring. Tuttavia la sua entrata viene interrotta da quella di Roman Reigns, che si ripresenta nuovamente. Il Samoano mette KO la Security. Jamie Noble fugge stupidamente dentro il ring, dove Ambrose lo mette fuori gioco con un pugno in pieno volto. Wyatt prova ad approfittarne, ma finisce vittima di Roman Reigns che, in un piccolo momento di distrazione dell’arbitro, lo colpisce con il Superman Punch, consegnandolo nelle mani di Dean, che lo finisce con la Dirty Deeds, che vale la vittoria finale.

Winner: Dean Ambrose

Con Ambrose e Reigns festanti e con un Rollins fuorioso si conclude l’episodio di oggi.

 

Cosa mi è piaciuto: Lottato sufficiente e Main Event godibile, che garantisce una buona vittoria a Dean, nonostante le numerose interferenze. La storyline per il titolo, che intreccia le strade dei tre ex Shield continua di un altro passetto. Continua anche la faccenda del titolo femminile, con le ragazze che ottengono un discreto minutaggio, per mettere in piedi l’angle.

Cosa non mi è piaciuto: Non mi fanno ridere i Meta Powers. Mi dispiace che Sandow sia tornato al punto di partenza. Potrebbe essere un buon low/mid carder comedy; ma questo ruolo non è comedy, bensì ridicolo.

Considerazioni generali: Ovviamente è stato editata la parte del promo di Paige con riferimento a Botchmania. Era inevitabile. Dai promo realizzati, Kevin Owens continua ad essere presentato in maniera importante. Non vedo l’ora di vedere l’incontro con Cena.

Voto Puntata: 6,5