La puntata si apre col botto, per così dire, dato che assisteremo a un tag team match tra Jinder Mahal&Rusev vs Randy Orton&Shinsuke Nakamura, perché in WWE non sono razzisti, ricordiamolo. Belle comunque le margheritine sul costume di Mahal, graziose, petalose, oserei dire. Piccolo promo di (Heil!) Jinder, che se la prende con noi per mancargli di rispetto nonostante non si abbia idea di cosa voglia dire vivere nei suoi panni, in più insinua che all’aeroporto gli facciano più perquisizioni del necessario, a buon intenditore . . . comunque, Jinder se la prende con i suoi scagnozzi per aver fallito la settimana scorsa contro Nakamura, questi chiedono perdono in lacrime, promettono di auto-infliggersi punizioni corporali di vario genere e che Nakamura non lo sfiorerà più neanche con un dito, concludono cantando “nun so degno de te” e Jinder pare perdonarli, ma la pantomima viene interrotta dall’arrivo di Nakamura, i Singh come guardie del corpo durano circa due secondi, venendo scacciati via, ma i due galoppini non cedono e bloccano Shinsuke, scatta una rissa nella quale intervengono anche Rusev e Randy Orton, ma alla fine sono gli heel ad avere la meglio, con Jinder che esegue la Khallas su Nakamura.

Pubblicità

Il primo match della serata vede il debutto della nuova coppia Gable-Benjamin, ma prima scopriamo, così #acrudo, che settimana prossima avremo Nakamura vs Randy Orton e il vincitore diventerà n°1 contender al WWE Championship

Chad Gable&Shelton Benjamin vs The Ascension (2 / 5)

Gable ci tiene a far bella figura e tiene Viktor sotto controllo, Benjamin ottiene il tag e un’ottima reazione da parte del pubblico, i due sembrano già collaborare molto bene, ma poi Gable viene lanciato fuori dal ring da Viktor e gli Ascension passano in vantaggio, Gable subisce una Spinebuster da Konnor ma non cede, viene isolato all’angolo per qualche minuto, poi riesce a dare il cambio al compagno, Konnor viene steso da uno Spin kick e anche Viktor si becca un calcio alla testa, il tutto si conclude con Gable che manda Konnor fuori ring e Benjamin che chiude con una Reverse STO

Vincitori: Chad Gable&Shelton Benjamin

Debutto vincente dunque per la nuova coppia. Passiamo nel backstage, dove Baron Corbin si lamenta del fatto che John Cena sia scappato a Raw e gli abbia impedito di vendicarsi, perciò ha deciso di cambiare obiettivo e concentrarsi sul titolo di AJ Styles

E parlando di Styles, il Capo cantiere ha mantenuto la promessa di riportare in auge la US open challenge e si presenta sul ring, ricevendo il plauso del pubblico, AJ ci ricorda che adesso Kevin Owens non potrà più combattere per lo United States Championship finché lui sarà campione, perciò possiamo riprendere la US open challenge senza problemi, qualche secondo di attesa, poi sul ring non si presenta Baron Corbin, bensì Tye Dillinger, Corbin arriva qualche secondo dopo e pretende la sua title shot, Dillinger fa per rispondergli “sooca” ma Corbin lo stende con una Clothesline, sale sull’apron e ecco che Dillinger, redivivo, lo spinge di sotto e da l’ordine di suonare la campana

United States Championship match AJ Styles(c.) vs Tye Dillinger (s.v.)

Dillinger parte subito con i dieci pugni all’angolo, evita il Phenomenal forearm e afferra Styles al volo per la Tye breaker, ma AJ si libera e lo chiede nella Calf crusher facendolo cedere

Vincitore e Still United States Champion: AJ Styles

Dillinger viene tirato giù dal ring da Corbin e sbattuto contro le transenne, Corbin prova ad attaccare anche Styles ma senza successo e grida allo scandalo e all’ingiustizia, mentre AJ gli solleva il titolo davanti al naso

Negli spogliatoi, Rusev ci tiene a sottolineare di non essere amico di Jinder Mahal, stasera vuole prendersi la sua vendetta personale, ma poi il suo obiettivo sarà il titolo WWE

Torniamo sul ring, con un Mike Kanellis vestito militare con scritte rosa, sobrio come sempre, il suo avversario è nientemeno che Bobby “O conte cattivo” Roode, accolto, come sempre, da ovazioni plebiscitarie, fuochi d’artificio e lancio di motorini dagli spalti

Mike Kanellis (with Maria Kanellis) vs Bobby Roode (s.v.)

“C’è una cosa che voglio chiederti: tu sai chi si salverà?”, domanda Roode, Mike non sa la risposta e Bobby perde le staffe, nella fase iniziale Bobby si vanta delle sue abilità tecniche e, non essendo stato umile, Kanellis lo punisce con qualche calcio all’angolo, ma Bobby si riprende in fretta, Kanellis viene sballottato da ogni parte del ring, si becca prima una Blockbuster e poi una Spinebuster del Conte Cattivo, che conclude con la Glorious DDT

Vincitore: Bobby Roode

Festeggiamenti gloriosi, umili, ma gloriosi, come sempre

Dopo la pausa si torna sul ring, dove Aiden English questa volta viene interrotto da Kevin Owens, che gli dice che nessuno del pubblico ha le facoltà mentali per apprezzare il suo talento e lo invita a lasciare il ring, che lui ha cosa importanti da fare, English acconsente e se ne va. Kevin Owens se la prende con Shane McMahon per aver preso il ruolo di arbitro nel suo match contro AJ Styles (ricordiamo che non è chiaro se Shane avesse visto o meno il low blow di Owens quando ha interrotto il conteggio di Baron Corbin), Kevin non ci sta a subire quest’ingiustizia, dice che esattamente un anno fa è stato incoronato Universal Champion e oggi si trova quindi senza titoli, per colpa di Shane McMahon che lo ha fregato ben due volte, SmackDown non è altro che il parco giochi personale di Shane, a questo punto, ovviamente, Shane arriva, saluta il pubblico e ricorda a Owens che è stato Corbin ad abbandonare la tenuta da arbitro e consegnarla a Shane, il match era stato lasciato senza arbitro e solo per questo Shane è intervenuto, ma Owens non ci sta a continua a dire di essere stato fregato, Shane risponde che la questione è chiusa e intima a Kevin di lasciare il ring, perché c’è un match che deve avere luogo

Sami Zayn vs Aiden English (s.v.)

Kevin Owens non se ne va, ma si aggiunge al tavolo di commento. Sami Zayn parte in quarta con un volo fuori ring, mentre Owens continua a prendersela col mondo intero, dopo poco decide di rubare la tenuta all’arbitro e improvvisarsi arbitro speciale della contesa, solo per eseguire la Pop up powerbomb su Sami Zayn e farlo schienare da Aiden English

Vincitore: Aiden English

Per la prima volta sentiamo la theme song del gorgheggiatore folle, grandi momenti in quel di SmackDown

Ci viene annunciato che il New Day e gli Usos si affronteranno in un match non titolato, ma i vincitori potranno scegliere la stipulazione per il rematch che invece sarà valido per i titoli di coppia. Prima del match comunque vediamo che in un’intervista backstage Shane ha considerato il match tra Zayn ed English non regolare, perciò la vittoria di Aiden non sarà conteggiata . . . quest’hashtag ormai è inflazionato, ma ci sta, #maiunagioia

Ancora nel backstage, Dasha Winters intervista Dolph Ziggler, che se la prende con la location (Little Rock), se la prende perché dopo dieci anni di onorata carriera non gli stanno dando ciò che merita, non sa più cosa fare per farsi notare, forse suonare la chitarra, due chitarre, arrivare a bordo di una moto, pittarsi il corpo, trovarsi una accompagnatrice, diventare un supereroe, visto che dieci anni di sacrifici non significano nulla, darà al pubblico quello che vuole . . . settimana prossima

(Nota: penso che la cosa diventerà una gag ricorrente, spero solo che non duri troppo a lungo)

Winner choose stipulation match The Usos vs New Day (Big E&Kofi Kingston with Xavier Woods) (s.v.)

Il match inizia durante la pubblicità e ci restituisce un Big E che schianta al suolo Jimmy Uso, un doppio tag da l’opportunità a Kofi di eseguire qualche trademark su Jey, arriva vicino allo schienamento dopo un Crossbody ma Jimmy interviene, Big E prova a scacciarlo ma si becca un Superkick, Jimmy si prende anche il tag non visto e schiena Kofi di roll up

Vincitori: The Usos

Le Carogne, da Carogne quali sono, ci tengono nascosta la loro decisione, per il momento. Ci spostiamo nel backstage dove James Ellsworth intervista Carmella, che però viene interrotta da Natalya, che le intima di tenere il suo animaletto al guinzaglio, Nattie le promette di renderla la Baron Corbin della divisione femminile, ma Carmella non cede alla tremenda provocazione e le consiglia di tenerle il titolo in caldo, le due comunque si scontreranno settimana prossima, Carmella e James se ne vanno e arriva Naomi, che comunica a Natalya che tra due settimane lei avrà il suo rematch titolato, “meow meow”

Torniamo sul ring, dove Lana presenta in pompa magna Tamina, che ha acquistato un giubbotto alla Matrix, di quelli che non vanno più di moda dal 2005, la sua avversaria è . . . un’illustre sconosciuta a quanto pare

Tina Stockqualcosa vs Tamina (s.v.)

“Tamina crush!”, urla Lana, Tamina alza gli occhi al cielo, ma obbedisce, l’avversaria si becca mazzate su mazzate e viene velocemente stesa con un Superkick

Vincitrice: Tamina

Lana le alza il braccio, fiera del suo operato, e chiama alcuni fotografi ad immortalare il momento

Ma adesso, per la nostra gioia, passiamo alla seconda stagione di Fashion Files, dal sottotitolo “Back to Basics”

Il cartello “Two B” troneggia sulla lavagna segnapunti, Breeze mostra a Fandango i loro nuovi gadget, che sono dei gadget semplicissimi (facendo anche una gag sul termine “belt” e “title”), spengono le luci e scoprono che su degli scatoloni sono dipinte delle frecce, scoprono così che sul cartello non c’è scritto solo “Two B”, ma anche “or not two B”, i due provano a fare un collegamento con Shakespeare, la poesia e gli artisti, uno dice Bob Ross, l’altro Shinsuke Nakamura, poi entrambi arrivano ad Aiden English, sarà dunque lui il colpevole?

E siamo giunti al main event odierno signore e signori

Shinsuke Nakamura&Randy Orton vs Jinder Mahal&Rusev (with Singh Brothers) 

(2,5 / 5)

Tutto comincia con una rissa, dove i face restituiscono la cortesia subita ad inizio puntata, poi il match può cominciare . . . con la pubblicità. Tornati in onda, Mahal prova a tenere lontano Nakamura dal tag, ma l’Artista gli sfugge e Orton entra in gioco per colpirlo più e più volte, Jinder evita la RKO ma viene prima lanciato contro le transenne, poi si becca una Followay slam, solo l’intervento dei Singh Brothers salva Jinder da un destino peggiore, Rusev ottiene il tag, desideroso di vendicarsi su Orton, Spin kick del bulgaro, ma è solo conto di due, Randy subisce un po’ poi, facendo sbattere l’avversario contro l’angolo, da il cambio a Nakamura, che somministra una serie di calci e ginocchiate a Rusev, tenta anche l’Exploder suplex, Rusev lo evita e Shinsuke prova allora la Arm-bar, ma interviene Jinder, tutti e quattro si trovano sul ring, ma alla fine Mahal, per non subire la RKO, fugge dal ring, lasciando Rusev al suo destino sotto forma di Kinshasa

Vincitori: Randy Orton&Shinsuke Nakamura

Visto che i due vincitori dovranno sfidarsi settimana prossima, quale modo migliore per concludere il tutto se non con una bella RKO a tradimento? La puntata si chiude dunque con Nakamura a terra e Orton che festeggia sul paletto.

PANORAMICA RECENSIONE
Qualità dei match
5
Qualità dei promo
6
Evoluzione delle storyline
6
Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname