Benvenuti al report completo dell'ultimo episodio di Smackdown. Prosegue in maniera spinta la Divas Revolution e nel Main Event Roman Reigns dovrà affrontare Rusev, protagonista di molte delle migliori contese, messe in scena in questo periodo dalla WWE. 

Pubblicità

Dopo la consueta sigla, ci troviamo all’arena, dove fa il suo ingresso Roman Reigns, pronto per prendere la parola al centro del ring: “Credevo che avrei affrontato Bray Wyatt a Battleground in uno contro uno. Tuttavia si è riunito con Luke Harper. Beh… se volete una sfida famigliare, va bene. Volete una guerra familiare? L’avrete. Infatti a Summerslam, io e mio fratello Dean Ambrose sfideremo Bray Wyatt e Luke Harper! Believe That!!”

Parte adesso la theme di Rusev, sfidante di Roman nel Main Event odierno. Il bulgaro vuole dire qualcosa: “ Esci fuori dal ring tu! Io devo parlare di cose importanti!”

Reigns: “Sentiamo, quali sarebbero queste cose importanti che hai da dire?”

Rusev: “Sono affari miei quello che ho da dire. Tu hai altre cose di cui preoccuparti, come il dovermi affrontare nel Main Event questa sera.”

Reigns: “Beh per esempio parlerai della tua nuova ragazza, che è uguale alla tua vecchia ragazza? Questo è molto strano amico…Lei non è una bambola”

Rusev: “Tu non sai neanche cosa è strano! Stai Zitto arrogante. Nessuno parla di Summer Rae così. Mi ricordi molto lei…Quindi questa sera ti chiamerò Lana”

Reigns: “Perché non Sali qui sul ring e discutiamo in una lingua che tutti possano capire?”

Con questa minaccia di Roman si conclude il segmento.

 

Match 1: New Day vs Prime Time Players & Mark Henry (2–/5)

Iniziano Xavier e Darren Young, con il primo che riesce a mettere a segno un buon Dropkick, proseguendo poi con dei colpi all’angolo. Il campione di coppia non riesce a reagire, fino a quando non mette a segno una buona Atomic Drop ai danni del povero Woods. Entra Kingston, ma Young lo fucila con una chop, eseguendo poi un Back Drop sull’apron. Ad esso segue un Belly to Belly ai danni di Woods. Al rientro dalla pubblicità assistiamo a una chop violentissima di Titus O’Neil ai danni di Kofi. Entra poi Henry, che rifila un altro colpo violento al membrodel New Day, per poi camminargli sopra. Finalmente entra Big, che stende violentemente Darren Young. Il New Day inizia dunque a martoriare il campione di coppia, tramite cambi rapidi. Big E esegue anche uno splash potentissimo. Finalmente però entra Titus, che fa piazza puliza dei suoi avversari. Poco dopo si scatena la confusione, con tutti quanti sul ring a colpirsi. Henry si prende il cambio da O’Neil, il quale gli passa letteralmente Kingston, come fosse una palla, in modo tale che il Silver Back esegua la Front Powerslam vincente.

Winner: Prime Time Players & Mark Henry

Nel backstage il New Day si lamenta con il povero Rich Brennan, che si becca innumerevoli urla. Inoltre i tre proclamano ancora il fatto che diventeranno nuovamente campioni di coppia, intonando anche una nuova canzoncina in loro onore.

 

Video di presentazione di Charlotte Flair

 

Match 2: Charlotte w/Becky Lynch vs Naomi w/Sasha Banks & Tamina (3/5 complessivo)

Le due iniziano con un clinch prolungato, senza che nessuna riesca a prevalere sull’altra. Si prosegue con una presa alla vita di Charlotte, ribaltata da Naomi. Continua dunque la fase di studio delle due Divas. Dopo una fase di scambi potenti, Charlotte applica la Figure Four Legolock, ma interviene immediatamente Sasha Banks, che fa scattare di conseguenza la sualifica. Il match, per volere dell’Authority, inizierà nuovamente come un Tag Team Match. A Naomi si unirà Sasha Banks.

La campanella suona e Charlotte inizia a colpire violentemente Sasha, dando poi il cambio a Becky Lynch, con la quale esegue una combo Hip Toss, gomitata. Becky prova a lavorare il braccio della Banks, la quale da però il cambio a Naomi. Quest’ultima però subisce ugualmente l’offensiva della Lynch, che esegue tre legdrop, dando poi il cambio a Charlotte, che continua a martorizzare la moglie di Jimmy Uso. Entra dunque Sasha, ma neanche quest’ultima sembra spodestare la Flair, che viene però colpita da Tamina, in un momento di distrazione di Mike Kioda. Le due del Team Bad iniziano dunque ad isolare Charlotte, lavorando in maniera incessante. Sasha lavora minuziosamente la schiena della rivale, ma quest’ultima riesce a liberarsi, dando anche il cambio a Becky, che entra con molta intensità, mettendo a segno un Exploder Suplex molto buono, tuttavia lo schienamento viene annullato dall’intervento di Sasha. Becky finisce per subire anche il ritorno di fiamma di Naomi, che esegue un Legdrop dalla notevole elevazione. Al rientro dalla pubblicità il Team Bad è ancora in controllo, con la povera Becky Lynch sofferente. Finalmente però l’irlandese riesce a dare il cambio a Charlotte, che entra rifilando chop come se non ci fosse un domani, mettendo anche a segno uno spezza collo, alla quale segue una Spear. Schienamento, ma interviene Naomi a interrompere il tutto.Senza motivo Naomi, che non era la Diva legale, esegue uno schienamento ai danni di Charlotte. La protagonista di Total Divas comprende l’errore fatto e getta al suolo Charlotte con violenza. Viene ripetuto lo spot precedente dello schienamento a culla, che vale la vittoria a Naomi.

Winner: Team Bad

 

Recap di Raw, riguardo la situazione titolo WWE.

 

Match 3: Stardust vs Zack Ryder (1/5)

Il Broski inizia bene, ma Stardust lo sorprende con un calcio particolare, iniziando successivamente il suo dominio. Ryder riesce anche ad avere una buona reazione, ma finisce poco dopo vittima della reazione dell’ex Cody, che lo finisce con la Cross Rhodes DDT.

 

Stardust:“Avete sentito l’ultima? State zitti! Lui sta arrivando. Lui arriverà a Raw! L’Arciere se la vedrà con Staaaaardust. Saremo trasportati dal Colorado nella quinta dimensione. Fammi un favore, non fare come Neville, diventa il mio Eroe…”

 

Recap Raw, riguardo lo scontro Lesnar-Taker.

 

Intervista nel Backstage con Big Show, che si dichiara pronto per il match di Summerslam,  che lo vedrà affrontare The Miz e Ryback per il titolo Intercontinentale.

 

Match 4: Roman Reigns vs Rusev (3–/5)

I due omoni si guardano in cagnesco, prima che suoni la campanella suoni. Si inizia con un Clinc, che nessuno dei due riesce a vincere. Secondo clinch, che Reigns tramuta in una side head lock, senza riuscire a spostare il nemico, che anzi lo getta contro le corde e lo schianta con due spallate. Reigns risponde a tono e lo fa cadere anch’egli con un Tackle. Rusev riesce ad un certo punto ad avere la meglio con alcuni calci alla schiena. Tuttavia Roman non è da meno e risponde a tono con colpi violenti al ventre e alla testa. Al rientro dalla pubblicità Reigns è in balia delle manovre statiche del bulgaro. Nel repplay ci viene anche mostrato un bel Back Drop in giravolta eseguito da quest’ultimo. Dopo alcuni scambi, Roman si riprende e rifila dieci bracci tesi all’angolo all’avversario. Ad essi segue il suo Apron Dropkick. Il Samoano riesce anche ad eseguire una buona proiezione. Prova a colpire nuovamente, ma l’agilità di Rusev si rivela fondamentale, visto che quest’ultimo mette a segno uno Spinning Kick in corsa. Il bulgaro colpisce ancora con violenza, ma Roman risponde con una Sit-Out Powerbomb. Prova Il Superman Punch, Rusev lo blocca con il Superkick, ma Reigns insiste ugualmente e lo riesce a mettere a segno. Summer prova ad intervenire, ma si presenta Lana sulllo stage, che la colpisce. Fra le due inizia la più classica delle cat-fight. Ciò distrae fatalmente Rusev, che per poco non finisce per perdere via Roll-Up. Tuttavia mette a segno un Superkick, che ribalta nuovamente la situazione. Il bulgaro è però disperato per il comportamento di Lana e sbraita al centro del ring, finendo per subire la Spear definitiva.

Winner: Roman Reigns

Durante i festeggiamenti, supunta sul mega schermo Bray Wyatt, che dice che lui ha provato a dirglielo, lui con le sue mani raderà al suolo il Roman Empire. Family vs Family. Ognuno avrà i propri fratelli al suo fianco.

Roman reagisce inzialmente con un sorriso, ma poi la sua faccia si tramuta. Con questo termina l’episodio odierno di Smackdown.

 

Cosa mi è piaciuto: Match discretamente buoni. Più che sufficiente Main Event, anche se non vi è stato nulla degno di nota. Probabilmente la contesa migliore è stata quella femminile (buon minutaggio, considerando che ci sono stati due hot tag), ben combattuta da entrambi i team, anche da Naomi, che spesso è la più imprecisa e meno pulita. Ciò comunque si è visto nella parte finale, dove ha combinato un errore grossolano, che ha “rovinato” un buon incontro.

Cosa non mi è piaciuto: L’errore di cui parlavo sopra di Naomi è veramente importante. La ragazza non aveva lavorato bene anche in alcune piccolezze, durante l’arco della contesa, che i più forse non avranno notato e che non avevano inciso sulla qualità. Per il resto nulla di che da segnalare. Eviterei di inflazionare i sorrisi di Roman Reigns, il cui promo iniziale non è stato nulla di eccezionale, se dobbiamo essere sinceri.

Considerazioni generali: Mi era stato detto, riguardo le Divas, che la storyline era incentrata principalmente su Paige, Nikki Naomi; di conseguenza era giusto che la leader del Team Bad fosse proprio quest’ultima e si usasse la sua theme song. Questo concetto è completamente sbagliato a monte. La storyline non ha nessuna protagonista principale, bensì ad essere protagonista è il concetto di Rivoluzione. Quindi, al massimo, le tre giovani di NXT sarebbero quelle da tenere più sott’occhio rispetto alle altre. Poi anche dai risultati delle varie contese, che stanno segnando una sorta di gerarchia interna fra le nove, si capisce chi ha più valore delle altre in questa storia. Per altro Naomi e Tamina sono state messe in questo calderone semplicemente per incastrare in un team Sasha Banks.

Voto puntata: 6