Come in un videogame arriva il momento del Game Over ma basta inserire il gettone e ricominciare la partita…Heath Slater ne sa qualcosa.

Pubblicità

Drew McIntyre licenziato, idem Jinder Mahal, Hornswoggle tornato nella vesti del pupazzetto e addio 3MB, tanti saluti e chi s'è visto s'è visto. Una serie di sciagure arrivate tutte nelle stesso istante che hanno portato Heath Slater ad essere nuovamente senza un gruppo, così come era accaduto ai tempi del Nexus e del The Corre. Ma come ben sappiamo non tutti i mali vengono per nuocere e da una brutta notizia potrebbe arrivarne una buona. Di fatti essendo tornato alle origini, ovvero il One Man Rock Band, potrebbe iniziare un nuovo ciclo, una nuova partita e una volta inserito il gettone passare da un livello all'altro accumulando punti su punti e arrivare ad uno stage mai raggiunto prima.

La vittoria a discapito di Seth Rollins, seppure arrivata solo grazie alle distrazioni di Dean Ambrose, potrà essere stato un caso isolato oppure un input ben significativo a indicare il nuovo percorso da singolo intrapreso da Slater. Da oggi in poi sarà curioso vedere il proseguo di questa nuova avventura per carpire dove possa arrivare e in cosa possa sfociare, facendo tesoro del periodo tra Giugno e Luglio del 2012 e della quanto mai strampalata caccia alle Leggende. Una storyline che per quanto bizzarra ha comunque regalato momenti esilaranti mostrando angle diversi di buon gusto. In fine dei conti in molti potranno legittimamente affermare che nell'estate di due anni fa il buon Slater veniva continuamente umiliato fino all'epilogo della puntata numero 1000 di Raw eppure l'intera situazione lo fece diventare popolare ricoprendo un ruolo ben preciso. Finalmente dopo un lungo tempo trascorso all'interno di una stable, Heath poteva contare su una vera identità da singolo senza dover fare affidamento a dei compagni. Uscì fuori dal guscio, riuscendo dove altri fallirono come ad esempio Justin Gabriel, David Otunga, Curtis Axel e via dicendo.
A distanza di qualche anno e, con una nuova impronta, nulla può vietare di pensare che Slater possa avere un nuovo stint con dei risultati più soddisfacenti. Presumibilmente il characater sarà una via di mezzo tra il face e l'heel così come abbiamo potuto notare in questi primi tempi dopo la fine dei 3MB. L'aspetto allegro, esuberante e perché no da clown convince e così come nella storia ci sono state superstar simili e allo stesso tempo in qualche modo vincenti, anche per il 31enne di Tampa si potrebbe realizzare uno scenario con faide dalle note divertenti ma con una dose massiccia di concretezza. Sul ring se la cava, è assai abile nelle mosse che prevedono l'utilizzo delle gambe e per il resto sa arrangiarsi. Uno stint come campione intercontinentale o statunitense ci starebbe più che bene. Un wrestler che vince solo grazie ad aiuti esterni con pin repentini o per squalifica o per conteggio fuori o per sviste arbitrali, può rivelarsi uno scenario interessante su cui poter forgiare questa ripartenza.

Il passato però non va dimenticato, i tre regni da campione di coppia non vanno sottovalutati in quanto possono dar vita ad un secondo piano nel caso la WWE non volesse spingere Slater come singolo. L'accostamento a Titus O'Neil suona alquanto strano ma sono propri i tag team improvvisati che suscitano un maggiore interesse specie se riescono a convincere e ad entrare nelle grazie dei fan. Sia Heath che Titus hanno nelle vene sangue da tag team e se il loro binomio può servire a recuperare due piccioni con una sola fava, ben venga! Slater Gator è orecchiabile, tra loro due c'è alchimia e quando sono davanti ad un microfono sanno come intrattenere la gente. La fed è sempre alla ricerca di coppie per tenere viva la divisione e i due potrebbero funzionare. Di tag team nati per caso ce ne sono stati a bizzeffe e i Slater Gator rientrano in questa categoria dall'indubbio valore. Al momento la WWE sembra voler tenere due piedi in una scarpa optando per una linea più discreta evitando di correre troppo rischi.

La federazione si ritrova con Heath Slater dinanzi a due vie, quale scegliere? L'importante è sapere che entrambe portino ad un uscita evitando di rimanere rinchiusi in un bivio.