Il WWE Hall of Famer “Stone Cold” Steve Austin ha risposto durante l'ultimo episodio del suo podcast al presidente della UFC Dana White, che aveva definito "finto" il wrestling su Twitter: "So che Danaviene dal mondo della boxe delle arti marziali miste, ma so anche che rispetta il mondo del pro wrestling. Penso che fosse il suo modo di dire che il wrestling è un work, perchè oenso ci sia una certa differenza. Il wrestling è finto? E' predeterminato, è un work. Non credo quindi che White volesse in qualche modo mancare di rispetto al business perchè – rivolgendosi a Daniel Cormier – Prenderei te, Jon Jones, il campione del mondo, il bantamweight champion e vi metterei on the road per due anni per 250 giorni all'anno e vorrei vedere se in queste condizioni direste che il wrestling è finto. Quello che direste è che è duro come l'inferno. Fake, Dana? Non molto. Un work? Si, e non sto dicendo questo per attaccare Dana, perchè gli voglio bene, amo l'UFC e lui mi ha sempre trattato bene e mi fa sempre avere dei biglietti quando ci sono dei combattimenti a Las Vegas. Credo che rispetti il business, e, diavolo, uno dei suoi più grandi colpi veniva proprio dal mondo del Pro Wrestling".

Pubblicità

Lo stesso Cornier, attuale Light Heavyweight Champion della UFC ha ammesso: "Il wrestling è uno sport molto fisico, in più bisogna considerare i giorni on the road, è tosta. Campisco che è predeterminato, ma è il risultato ad esserlo, tutto quello che viene prima, non è una passeggiata".

fonte: wrestlingnews.co & zonawrestling.net