Sting, che ha partecipato ad un Q&A (ossia una sessione di domande e risposte) al Camden Highlight Club di Londra nella giornata di venerdì, oltre a dichiarare che gradirebbe parecchio un match contro Undertaker, ha rilasciato diverse affermazioni interessanti su argomenti eterogenei:

Pubblicità

 

 

– Lo Stinger ha, innanzitutto, elogiato Eric Bischoff, dicendo che si tratta di un grande manager dietro le quinte.

 

– Sting ha poi spiazzato un bel po' di gente, elogiando anche Vince Russo, nei confronti del quale ha detto che, nel mondo del pro-wrestling, ha ottenuto successi ovunque sia stato.

 

– Inoltre, The Icon ha raccontato di ricordare con particolare affetto i periodi in cui lottava con i capelli biondo platino, nella prima metà degli anni '90, rivelando un particolare retroscena; infatti, la TNA gli avrebbe chiesto di tingersi nuovamente i capelli come allora, ma lo stesso Sting ha ammesso di non avere più i capelli adatti a farlo.

 

– Ha gradito l'aver fatto parte tanto dell'N.W.O. quanto della Main Event Mafia.

 

– Parlando della TNA, Sting ha dichiarato di avere insistito più e più volte nel backstage affinchè venisse pushato Magnus; sempre a proposito della federazione dei Carter, Sting ha poi aggiunto che Samoa Joe sia un talento cristallino e che abbia bisogno di stare ancora in TNA, oltre ad accennare al talento smisurato di AJ Styles.

 

– Infine, il primo TNA Hall Of Famer della storia si è preso gioco delle abilità oratorie di Dixie Carter, con i fan presenti all'evento che hanno convenuto sul fatto che non siano certo le migliori in assoluto.

 

Fonte: Wrestlinginc.com & Zona Wrestling

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.