Pubblicità

Quando pensavi di aver ormai analizzato tutti i lati negativi della divisione femminile della WWE, ecco che all'improvviso ti spunta Total Divas. E quando hai sparato a zero anche su quello ti spunta che Paige farà parte del cast. E allora spariamo un altro po' . . . ma con proiettili a salve questa volta.

Il vero giogo della divisione femminile è che non appena risolvi un problema ne spunta fuori un altro, alle volte anche due contemporaneamente.

E prima le Divas non hanno carattere, non hanno storyline, le faide non hanno costruzione, a nessuno frega una mazza di quel che fanno le Divas. E allora buttiamoci una che veramente ci sa fare, diamole un personaggio, diamole spazio, facciamola conoscere e amare dal pubblico, facciamo sì che il pubblico gridi il suo nome, creiamo il personaggio di AJ Lee e rendiamola una vera icona per le (ed anche “i”) fan. Va benissimo, tutto perfetto, peccato che poi il personaggio AJ assuma una tale rilevanza da fagocitare tutto il resto della divisione femminile e probabilmente tre quarti della divisione maschile, AJ diventa una sorta di Superuomo, anzi, Superdonna nietzschiana ed una volta conquistato il titolo sembra impossibile immaginarla in un feud che non veda coinvolta anche la cintura femminile, così in quasi trecento giorni di regno batte ogni Divas disponibile, finché non compare la novellina di turno.

Secondo problema: le Divas hanno vita breve. Dando un'occhiata al roster femminile ci possiamo render conto che le veterane sono appena tre ossia Natalya, Layla e Alicia Fox, pure le Bellas se non vogliamo contare il loro periodo di pausa, perché le Divas vanno e vengono a velocità impressionante, se ne vanno alla ricerca di fortuna, per metter su famiglia, per dedicarsi a lavori meglio retribuiti, perché vengono licenziate; e tu dirai “non importa, abbiamo il materiale per sostituirle”, peccato che le nuove wrestler o sono totalmente incapaci o sfruttate malissimo rispetto alle loro reali potenzialità, tranne una, Paige, che va ad aggiungersi alla categoria Superdonna assieme ad AJ e ad aggravare maggiormente il punto uno

Io la fine del tunnel non riesco a vederla, non che non riesca ad immaginare la cintura femminile alla vita di qualcuna che non sia AJ o Paige, ma non riesco ad immaginare quelle due lottatrici in una storyline che non sia quella principale, che non sia un feud per il titolo, non riesco ad immaginarle in altri scenari se non una contro l'altra. Un po' come due novelle John Cena, come novelle CM Punk e Daniel Bryan, che dopo il balzo nel main event sembrava impossibile immaginarli in una storyline di secondo piano, di poco conto, perché erano andati troppo oltre rispetto a tutti gli altri.

E tra mille altri problemi di cui si è detto, scritto, discusso e litigato, è spuntato fuori Total Divas, il programma per far appassionare le ggggiovani fan alla vita delle Divas della WWE. Sinceramente non ho idea di quale sia il target che segue maggiormente TD, se veramente è seguito in stragrande maggioranza da ragazzine o se siamo di fronte a un secondo “My little pony: Friendship is magic”, nato per le bambine dai 3 ai 5 anni e amato da uomini adulti, pelosi e vaccinati. Non lo so e non m'interessa, quel che m'interessa è che la WWE ci punta e molto, quel che m'interessa è che ciò che succede a Total Divas si lega indissolubilmente (con mesi di ritardo a causa della messa in onda) alle storyline femminili proposte da Stamford a noi del pubblico.

Non è che il programma sia brutto a prescindere, per carità, il problema è che è stato sfruttato nel modo peggiore: si da maggiore visibilità a Divas incapaci perché stanno in Total Divas, si penalizzano wrestler migliori perché non partecipano al reality, si costruiscono storyline in funzione di ciò che poi verrà mostrato a Total Divas, si riesumano rivalità morte e sepolte perché la puntata di Total Divas registrata sei mesi fa va in onda questo pomeriggio. Insomma, se il programma aveva qualche aspetto positivo, i lati negativi hanno decisamente preso il sopravvento.

E finché a TD ci venivano gettate le incapaci, e finché le TD non diventavano campionesse femminili, e finché lo spazio alle varie AJ e Paige veniva comunque dato, a te stava anche bene, e finché una rivalità di Total Divas serviva a concedere una chance titolata a una brava ragazza come Natalya a te stava anche bene, finché AJ Lee regalava promo entusiasmanti contro le TD, a te stava bene, sì, ci saresti pure passato sopra. Poi ti ci hanno buttato Summer Rae e già lì un angolo della bocca ha iniziato a incrinarsi, finché un mattino ti svegli e scopri che pure Paige è finita là in mezzo.

Difficile dare un giudizio unilaterale sulla questione. Di Total Divas ho visto ben poche puntate, ma da quel poco che ho visto non avrei mai accettato di prender parte ad una simile zozzeria; d'altra parte il programma è una semplice soap opera che regala qualche momento di sincera tenerezza e, perché no, divertimento, oltre a mostrare il duro lavoro delle atlete (almeno alcune). Non so quanto possa realmente nuocere a Paige entrare a far parte del “cast”.

Dal punto di vista delle storyline in WWE, confesso che un po' sono curiosa, insomma . . . AJ ha su un piatto d'argento l'occasione per asfaltare (cit.) Paige con un altro promo da Oscar, su quanto la sua ex migliore amica sia ipocrita a prender parte ad un tale scempio dopo essersi proclamata l'Anti-Diva, uno di quei promo programmati misti a shoot che tanto piacciono a noi dell'internet wrestling community. Paradossalmente, il materiale c'è, eccome. Inoltre se Paige vincesse il titolo femminile in futuro potremmo assistere a qualcosa di nuovo, ossia come la WWE gestirebbe una Total Diva che ha anche con sé la cintura femminile.

Ciò su cui il web si è scannato in questi giorni è stata quasi unicamente la questione morale: è giusto che una wrestler del calibro di Paige prenda parte ad un reality show?

In pochi si sono chiesti se e come la carriera di Paige potrebbe sollevarsi, o abbassarsi, tramite questo reality. In fondo Paige, al contrario delle altre, non aveva assolutamente bisogno di cercare visibilità al di fuori di quella che le veniva concessa a Raw e SmackDown.

So che in molti di voi tremeranno a questo pensiero, ma sono sempre più convinta che Total Divas si legherà in maniera sempre più stretta a programmi come Raw, SmackDown, Main Even, so che in molti protesteranno ma la WWE ormai sembra aver deciso di rivoluzionare la divisione femminile in questo modo, legandola a filo doppio a quel succederà a Total Divas. Certo non è detto, certo ci saranno sempre nuove leve da buttare nel main roster e vecchie glorie che se ne andranno, certo forse le cose potrebbero cambiare un domani

Ma è sempre meglio prepararsi al peggio e, come dico sempre, se il peggio è inevitabile, cercare di scovare al suo interno più lati positivi possibili.

Mi rivolgo a coloro che non hanno moralmente lapidato Paige per aver accettato il ruolo in Total Divas, coloro che prima di giudicare aspettano di vedere cosa concretamente cambierà nella gestione di Paige: fino ad ora Total Divas ha regalato alle sue partecipanti niente di più che un po' di visibilità in qualche tag team match a squadre random, la faide tra le Bellas ha rischiato di oscurare quella tra Paige ed AJ ma il pericolo sembra rientrato, Total Divas, per il momento, non ha ancora provocato grossi danni, le wrestler gestite male sarebbero state gestite male in ogni caso (Emma) le wrestler da lanciare sarebbero state lanciate comunque prima o poi (le Bellas) e wrestler come AJ e Paige non hanno visto il loro spazio ridursi di troppo. Dunque, ripeto che al di là della pura questione morale, il pericolo di un passo indietro per la carriera di Paige non è così imminente o inevitabile come si potrebbe pensare d'istinto. Anzi, gli spunti per un qualcosa di interessante ci sono, come il sopracitato possibile promo di AJ sull'ipocrisia della rivale.

Vedremo dove questa nuova strada condurrà la nostra inglesina preferita, sperando che di tutti i modi possibili per sfruttare le protagoniste del suo reality la WWE non scelga nuovamente la strada peggiore.

Voi cosa ne pensate? Condannate o comprendete la scelta di Paige? Questione morale a parte, quali sono concretamente i vantaggi e gli svantaggi di prendere parte a Total Divas? In futuro vedremo tutta la divisione femminile impegnata nel cast? E che ne sarà delle nuove leve da NXT? E di AJ Lee, la cui partecipazione al reality pare più che impossibile?

Stretta è la foglia, larga è la via, dite la vostra che ho detto la mia.

Ysmsc.

Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname