Pubblicità

Dopo la pausa ritorna anche il consueto editoriale dedicato alla scena italiana, per l’occasione ricedo il posto a Andrea Cesana, ormai un aficionado di questo spazio, che ci racconta nuovamente cosa accade in FCW, con lo show che ha aperto la nuova stagione della nuova sede nell’Accademia FCW di Pero (MI)

 

 

Sabato 5 settembre si è svolto lo show della FCW denominato Ready To Challenge, il primo evento nella nuova location di Pero, provincia di Milano.

Lo show si apre con l’ingresso di Phantom, il mascherato e misterioso wrestler della FCW, che invita a salire sul ring uno alla volta tre ragazzi presi dal pubblico.

 

 

Phantom Open Challenge

 

Phantom li massacra uno ad uno e l’announcer si rifiuta allora di far continuare questa carneficina; arriva però una sorpresa non molto gradita per il misterioso lottatore, ovvero Alex Fitness!

Quest’ultimo entra sul ring e si vendica di quanto fatto prima da Phantom nei confronti di quei tre poveri ragazzi, invitandoli poi sul ring per eseguire il conteggio finale sull’esanime Phantom.

 

 

Buon angle per iniziare la serata e scaldare il pubblico.

 

La serata continua con l’ingresso sul ring di Sagwon, che dopo un promo circa la sua voglia di cercare la giustizia invita chiunque a salire sul ring per sfidarlo: é ancora il grande Alex Fitness a cogliere il guanto di sfida.

 

Sagwon vs. Alex Fitness

 

Buon match tra questi due giovani wrestler. Entrambi non hanno uno stile chissà quanto spettacolare, ma sanno stare sul ring e hanno delle buonissime basi tecniche. Lo scontro è quindi abbastanza basilare, ma ben gestito e per questo il risultato mi ha soddisfatto.

La vittoria va a Fitness, dopo che ha colpito Sagwon con una Sit-Out Powerbomb.

 

 

Vincitore: Alex Fitness

 

Kyo Kazama vs. Graves

Match che vede contrapposti due stili che sulla carta sono  molto differenti, quello hardcore tipico di Graves e quello più tecnico e da strong style di Kyo.

Ma appunto, solo sulla carta, perché Graves ha mostrato ottime doti tecniche offrendo una prestazione alla pari, o anche superiore, a quella di Kyo.

L’incontro si è alternato tra fase di mat-wrestling e sequenze di colpi molto duri, come calci e gomitate, un match molto intenso, così tanto che quando i due finiscono fuori dal ring iniziano un rissone da strada che li porta a perdere entrambi per count-out, causando un no contest.

 

 

Vincitore: No contest

 

FCW Hardcore Title Match

Brutus (c) vs. Horus L’Assoluto

 

Eccoci qui con l’incontro valevole per il titolo Hardcore, detenuto da Brutus, forse il miglior hardcore wrestler in Italia.

 Il suo sfidante è invece un lottatore che con l’hardcore nella sua carriera ha avuto poco a che fare, ma che proverà comunque a vincere la corona, Horus L’Assoluto.

Il match parte subito fortissimo, forse fin troppo, dato che già dopo 5 minuti il livello di intensità e la qualità degli spot eseguiti era già altissima, un livello che nel corso dell’incontro è andato ovviamente ad abbassarsi.

L’incontro di per se mi è piaciuto, ed è nettamente più che sufficiente, ma non ho apprezzato il fatto che gli spot migliori sono stati quelli iniziali e non quelli finali.

La vittoria va a Brutus, dopo aver schiantato Horus contro un tavolo posizionato all’angolo.

 

 

Vincitore e mantiene il Titolo: Brutus

 

Aaron Cage vs. Matt Disaster

 

Incontro tra due dei prospetti più interessanti provenienti dall’accademia della FCW: Sono entrambi molto giovani, soprattutto Disaster che, come dico sempre, ha solamente 16 anni.

Anche questo è stato un bel match, più veloce degli altri, caratterizzato da un susseguirsi di spot ben riusciti; è stato quindi un buon spotfest, che sarebbe risaltato forse maggiormente come opener.

A vincere è Aaron Cage, che stende Matt Disaster con la sua codebreaker.

 

 

Vincitore: Aaron Cage

 

Al termine dell’incontro arriva Sagwon, che attacca e intrappola Matt Disaster nella sua Strong Hold; in soccorso di Matt sopraggiunge Alex Fitness, che spedisce fuori dal ring Sagwon e festeggia sul ring con Disaster.

 

 

No Disqualification Match

Kronos vs. The Greatest

Incontro parecchio interessante.

Per ora Kronos non aveva mai combattuto un match 1 vs. 1 e devo dire che mi ha sorpreso parecchio, svolgendo benissimo il ruolo del big man distruttore.

Tutt’altro che da sottovalutare però la prestazione di TG, forse l’avversario più adatto per Kronos; l’incontro big man vs. wrestler di piccola stazza è stato portato avanti benissimo, con anche l’uso di sedie e tavoli.

Penso che meglio di così era quasi impossibile aspettarsi da questa contesa.

Vince The Greatest con un’ Attitude Adjustment su un tavolo ai danni di Kronos.

 

 

Vincitore: The Greatest

 

FCW Title Match

Ape Atomica (c) vs. The Entertrainer

 

 

Eccoci al main event, l’incontro valevole per il titolo Massimo della FCW, che vede contrapposti Ape Atomica e The Entertrainer.

Quest’ultimo negli ultimi mesi ha fatto parecchi progressi sul quadrato, mentre sull’extra ring si è confermato come uno dei migliori in tutta Italia.

Ape Atomica invece lo conosciamo bene, un wrestler molto preparato e capace di spaziare da uno stile all’altro senza problemi.

 Match molto intenso e combattuto, tirato sul filo dell’incertezza fino alla fine; il match è anche vittima degli interventi di Kronos, TG e Brutus, con quest’ultimo che passa incredibilmente la cintura a Entertrainer, che colpisce Ape mentre l’arbitro è al tappeto.

Grazie a questa scorrettezza The Entertainer vince il match e si laurea nuovo campione della FCW.

 

 

Vincitore e nuovo Campione: The Entertrainer

 

Si chiude con un nuovo Campione questo primo Show del nuovo ciclo dell’Accademia FCW, che ha riservato match interessanti e anche colpi di scena davvero inaspettati, come il Turn di Brutus ai danni di Ape Atomica.

 

 

Foto © FCW

 

 

Appuntamento al prossimo Numero

Andrea Cesana