L’11 aprile 2017 avviene il “superstar shake-up”, un mini-draft che nei mesi a venire ha ricevuto sia elogi, per aver permesso ad un lottatore che in un roster aveva dato tutto di emergere anche nell’altro, sia critiche, per aver indebolito quel roster a scapito dell’altro; le opinioni in merito continuano ad essere divergenti.

Pubblicità

Parliamo di uno dei protagonisti di questo shake-up, ovvero Kevin Owens, il quale è stato protagonista degli scambi dei titoli secondari assieme a The Miz e che è quindi passato da Raw a SmackDown

Kevin Owens, oltre a sfoggiare un look che gli ha conferito il soprannome di “Pozzetto”, si è presentato con un personaggio definitosi “il nuovo volto dell’America”, sbeffeggiando gli americani sul fatto che il loro campione degli Stati Uniti fosse un canadese, e prendendosi gioco della open challenge resa famosa da John Cena. Per prima cosa Owens ha portato a termine il feud con Chris Jericho, perdendo il titolo ma riconquistandolo poco dopo; dopodiché, era tempo di Money In The Bank ed Owens ha fatto più volte squadra con e contro gli altri partecipanti al match, che non è riuscito a vincere; lasciato alle spalle MITB, Owens ha incominciato un feud con AJ Styles, che lo ha portato a perdere il titolo in un house show al Madison Square Garden, a riconquistarlo in quel di BattleGround per la terza volta ed a perderlo nuovamente in un Triple threat a SmackDown che includeva anche il redivivo Chris Jericho; da lì in poi, la faida si è a poco a poco spostata da Styles a Shane McMahon, dopo un match dal finale irregolare, un match a SummerSlam in cui Shane, secondo Owens, non ha fatto il suo dovere, un Last chance match terminato ancora una volta, secondo Owens, a suo sfavore a causa di Shane, dopo tutto ciò, si è infine arrivati all’attacco prima di Shane McMahon a Kevin, poi di quest’ultimo a Vince McMahon, siamo così giunti all’annuncio dell’Hell In A Cell match tra Shane O’Mack e il New face of America.

In molti si sono detti preoccupati del futuro di Kevin Owens, più di una volta si è parlato di talento sprecato: dopo la vittoria del titolo Universal e il job a Goldberg, dopo le due perdite del titolo US, dopo il draft a SmackDown, insomma, grande paura per il futuro di questo atleta

Invece, per me, ciò che emerge da questo quadro è che Kevin Owens, ad oggi, è uno dei motori trainanti di SmackDown, se non il motore principale, è colui che genera più heat al momento da parte del pubblico, pur continuando ad essere estremamente amato, sforna sempre ottimi promo e la WWE lo sa bene, lasciandogli ampio spazio al microfono, inoltre spesso e volentieri si è preferito lasciare a lui e ad AJ Styles il compito di aprire/chiudere le puntate piuttosto che al WWE Champion ed al suo sfidante

Kevin Owens non starà lottando per il titolo massimo di SmackDown, ma per il momento sono i suoi feud quelli che risultano maggiormente coinvolgenti, almeno dal pubblico più occasionale e generalista, meno attento ai dettagli, meno attento a trovare il pelo nell’uovo. Non che tutto ciò in cui è impegnato Kevin Owens sia perfetto, intendiamoci, alcuni suoi match con AJ Styles hanno deluso molti, si è ipotizzato che i due non avessero alchimia sul ring, che non sapessero interagire, quindi non sto dicendo che la gestione di Owens sia priva di difetti

Tuttavia, davanti a molti utenti che si dicono preoccupati per il futuro di Owens, mi sento di rispondere di provare a riflettere su quanto spazio sia stato dato a Kevin Owens da quando è stato draftato a SmackDown; alla luce di questo, credo che la WWE sappia bene Owens è un ottimo intrattenitore, oltre che un ottimo performer

L’ultimo feud con Shane McMahon e il confronto con il Grande Capo Vince sono l’ultimo esempio

Certo, a quanto pare Vince è convinto che colui che cattura maggiormente interesse sia suo figlio Shane ed è convinto che la gente non veda l’ora di vederlo lottare di nuovo, che il pubblico adori i buoni vecchi feud che contrappongono uno o più McMahon ed uno o più lottatori; va bene, ammettiamo pure che la “star” del feud sia Shane e non Owens, tuttavia la scelta del cattivo non è secondaria, anzi, la scelta dell’avversario per la superstar significa molto, significa che ti considerano una garanzia, che ti considerano il personaggio migliore per raggiungere lo scopo finale (mandare over il buono, di solito); prima di Owens è stato il turno di AJ Styles, adesso è il turno di Kevin, che ha davvero dato il meglio di sé per portare avanti questa faida nel migliore dei modi

Breve parentesi: anche il fatto che Vince McMahon abbia accettato di affidare la sua incolumità fisica ad Owens non deve essere un fatto da sottovalutare o dare per scontato, secondo me

Ordunque, sebbene il feud sia lontano da finire, sebbene possa ancora succedere di tutto, sebbene non mi aspetti chissà quale match per Hell In A Cell, credo che la faida con Shane sia l’ennesima riprova che la WWE ha fiducia in Kevin Owens e che, quando sarà il momento, tornerà ad orbitare attorno al titolo WWE, chissà, magari proprio contro Nakamura

Voi che ne pensate? Owens può già essere considerato un caposaldo della WWE, oppure il suo futuro è ancora a rischio e la federazione potrebbe cambiare idea su di lui? È destinato ad affermarsi come main eventer, o per lui il percorso sarà più difficoltoso? Ci stiamo, come ci piace fare sempre, facendo delle paranoie inutili?

Oggi mi sento nostalgica, per cui rispolvererò un must

Stretta è la foglia, larga è la via, dite la vostra che ho detto la mia

Ysmsc

Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname
  • Raimondo Spada

    beh, direi che per come è stata costruita e per il tenore degli avversari, non sia un prenderlo sottogamba, Owens, anzi… ha più dell’apertura di credito e della dichiarazione di fiducia nei suoi confronti

  • Boliving

    Per quanto mi riguarda Owens rappresenta il motivo per cui guardare Smackdown. Come l’anno scorso Styles e Miz catturavano l’attenzione ora sembra che questo ruolo lo abbia KO. Penso che dopo questo match (penso che Owens vinca ad HIAC) si aprirà la parentesi di un match a più persone a SS per poi tornare prepotentemente nella zona titolata. Il futuro quindi mi sembra abbastanza roseo per lui

  • Marco10695940

    concordo

  • MikeP92

    Per quanto mi riguarda l’unico problema di KO è che lo hanno reso il classico campione heel codardo alla The Miz, invece che un picchiatore alla Samoa Joe. I suoi regni titolati sono stati uno peggio dell’altro, non per colpa sua naturalmente.

  • King Cuzzy

    Kevin Owens è il miglior heel della WWE, poco da fare, non è una stella consacrata a leggenda perché, come tutti i wrestler della WWE attuale, il booking non è costante e non c’è un lavoro continuo, il canadese dunque passa dall’abbattere Cena al finire in un’orgia ladder a WM, da diventare campione Universal a essere campione USA durante il regno di Mahal, insomma, è un grande ma deve condividere lo spotlight con un nutrito gruppo di grandi con uno status simile al suo (Ambrose, Rollins, Bàlor, Wyatt, Nakamura, ma anche Styles non è che vive attaccato alle cinture mondiali come Austin, Rock e HHH al loro tempo, nonostante uno status più leggendario degli altri full timer) e coi main event dei big shows fagocitati da Reigns e Lesnar, cosa che impedisce la consacrazione in eventi come WM e Summerslam, quindi spiccare ed ergersi dalla massa non è facile e si può fare solo in determinati momenti.

  • DeanAyane

    “Breve parentesi: anche il fatto che Vince McMahon abbia accettato di affidare la sua incolumità fisica ad Owens non deve essere un fatto da sottovalutare o dare per scontato, secondo me”

    concordo, è una considerazione che ho pensato anch’io.

  • ShowOFF

    Per come la vedo io, nonostante qualche periodo buio, è sempre stato utilizzato bene, fin dal debutto contro CJ Parker, a conti fatti ha un palmares invidiabile, nonostante non abbia 5 titoli mondiali vinti in 2 anni come ALTRI. Il midcard è quasi sempre stato roba sua, e non come mero jobber che più in lù non può andare, e sono uno dei sostenitori del suo regno da Universal Champion, che con Jericho ha variato un po’ il classico script da campione di cartone.È sempre stato ben considerato, ma mai completamente consacrato.