Un’altra edizione di Summerslam è finita alle nostre spalle. Nell’editoriale odierno mi sono chiesto: che direzione sta prendendo la cosiddetta Wrestlemania estiva? Il suo fascino resta intatto nel tempo o in quest’epoca di special event sempre più frequenti sta diventando un ppv tra i tanti?
Per rispondere a tali quesiti sono andato a riprendermi le ultime cinque edizioni, considerando un lustro un tempo sufficiente per capire quanta attenzione stiano ancora dedicando al big four di agosto.

Pubblicità

Summerslam 2012
La portata principale era rappresentata dallo scontro tra Triple H e Lesnar, il primo capitolo di un feud che mi ha lasciato un po’ l’amaro in bocca. Brock dopo il rientro aveva fatto un bel match contro Cena, ma pur sufficiente non mi impressionò particolarmente nel main event contro The Game. Per il resto avevamo un triple threat match per il titolo WWE tra Punk, Cena e Big Show non degno di nota, un incontro che potremmo definire di transizione mentre si andava delineando la nuova indole heel del wrestler di Chicago prossimo all’alleanza con Heyman. Non andò meglio per il titolo dei pesi massimi conteso da Sheamus e Del Rio, mentre il povero Bryan lottava con poco interesse contro Kane, situazione però poi volta a suo favore con la storyline seguente del team Hell-No che lo ha rilanciato. Il resto della card non salvò un’edizione povera, non degna di un big four.

Summerslam 2013
Le cose migliorano l’anno successivo, quando nel main event abbiamo visto Daniel Bryan sconfiggere in modo pulito nientemeno che John Cena per poi venir fregato da Triple H e Orton, dando vita all’Authority. Un momento indimenticabile che rese onore al ppv estivo, una tappa fondamentale verso la definitiva affermazione di Bryan ai massimi livelli. Oltre a questo incontro ci fu l’ottima sfida senza squalifiche tra Lesnar e Punk e un gradevole Del Rio vs Christian per l’Heavyweight title. Delusione a parte per il ring of fire match tra Wyatt e Kane è stato un gran bel ppv contando anche il resto della card, un’edizione sicuramente degna di nota.

Summerslam 2014
Come ormai ogni estate è Lesnar uno dei protagonisti del ppv, nuovamente contro Cena in questa occasione. Probabilmente questo incontro si sarebbe dovuto disputare contro Bryan, ma l’infortunio post Wrestlemania ci ha privato di una bella sfida. Contro il bostoniano è stato uno squash vero e proprio, mai avevamo visto il volto della federazione così in difficoltà, inerme nelle mani dell’avversario. Quel match dopo la rottura della streak di Taker ha rappresentato il passaggio definitivo di Lesnar verso un livello superiore a qualsiasi altro wrestler del roster. Per il resto non abbiamo visto niente di particolarmente rilevante. Da Orton vs Reigns non ci si poteva aspettare un match a cinque stelle, la delusione maggiore arrivò dalla sfida tra Wyatt e Jericho, dove misero in luce la zero chimica tra loro in un feud mai decollato. Il Lumberjack match tra Rollins e Ambrose pur sufficiente non fu tra i migliori capitoli della loro rivalità, pagando forse una stipulazione che raramente ha regalato grandi incontri. Contando anche il resto della card un ppv deludente in cui solo il main event merita di essere ricordato.

Summerslam 2015
L’anno scorso abbiamo visto Brock nel main event (che sorpresa!) nella rivincita contro l’Undertaker. Il match pur ben combattuto paga un finale controverso che da una parte protegge Lesnar e dall’altro rende troppo sporca la vittoria del Becchino, personaggio che non siamo abituati a veder ricorrere a scorrettezze rendendo la sua vittoria poco soddisfacente. L’overbooking ha colpito anche l’altro grande match della serata, quello tra Rollins e Cena con il palio oltre che il titolo mondiale pure quello degli Stati Uniti, nel quale al di là del finale (vedi Jon Stewart) si è comunque visto un ottimo lottato. In negativo un deludente Sheamus vs Orton e un orribile match a tre tra Show, The Miz e Ryback, così come fu un po’ sotto gli standard il match di coppia di Reigns e Ambrose contro la Wyatt Family. Per fortuna Owen e Cesaro risollevarono la card, e a discapito di quello che pensano in molti a me divertì anche il tag team match che coinvolse Stephen “Arrow” Amell. Un’edizione buona rovinata in parte da alcuni scelte scellerate nei finali degli incontri più importanti.

Summerslam 2016
E siamo arrivati al presente, per il quale non mi dilungherò troppo rimandandovi alla bella review del nostro Danilo. La vittoria netta di Lesnar ricorda un pochino quella di due anni prima contro Cena, ma i match che più mi hanno divertito sono stati quelli di Cena e AJ Styles e quello tra Rollins e Balor. Un gradino sotto quello tra Ambrose e Ziggler, per uno special event nel complesso positivo.

Dopo questo viaggio indietro nel tempo cosa possiamo dire allora della direzione che sta prendendo Summerslam? La costante è Lesnar praticamente fisso nel main event, indice che nella WWE c’è ancora la volontà di rendere la Wrestlermania estiva un evento più importante dei tanti altri ppv transitori. I risultati purtroppo sono piuttosto altalenanti, l’obiettivo non sempre è stato centrato negli ultimi cinque anni. Ad ogni modo l’ultima edizione la ritengo in crescita rispetto al trend recente, con tre match su tutti: l’ennesima dimostrazione di forza contro un big di Lesnar, il primo titolo mondiale di Balor, la vittoria pulita dell’ex uomo bandiera della TNA su l’uomo immagine della WWE negli ultimi dieci anni. Al di là del giudizio globale che ognuno esprime dopo aver visto l’evento, sono poi alcuni highlights che rimangono impressi, poche istantanee che riaffiorano quando si sente nominare un ppv. Penso che tra qualche anno ci ricorderemo di queste tre imprese, la ciliegina su una torta comunque gustosa.

Sergedge – EH4L

Sergedge
Rievocato durante una seduta spiritica è tornato a infestare il sito di Zona Wrestling con l'ardore di un tempo. Per la serie l'erba cattiva non muore mai.
  • EmaRuggi2001

    E’ vero Lesnar è una costante… Come sono una costante sono i suoi match! Tutti uguali, dal primo all’ultimo! Loro continueranno su questa strada perché guadagnano, ma a me ha stancato. Ha ottenuto più di quel che avrebbe dovuto! Ha rotto la streak, ha squashato sia Orton, che Cena(Seppur quest’ultimo poi abbia avuto un re-match dove STAVA per vincere), e sopratutto continua a non perdere!
    Poi come detto da te, la vittoria di Taker sporca è stata ridicola, visto che 25 anni di costruzione, di un personaggio fantastico… Vengono danneggiate, per dare ad un Wrestler(Meno portato di altri) dei contenti! Quando abbiamo un CM punk dal talento cristallino che va via… Perchè? Perché voleva lottare nel Main Event di Wrestlemania… E stiamo parlando di Punk! Uno dei wrestler migliori al mondo, non di Lesnar! Che tra l’altro fa solo suplex, e come se non bastasse suplex Killer.

  • Concordo con te con l’analisi che hai fatto su Summerslam: le intenzioni di renderlo la WMania estiva da parte della WWE ci sono, ma ancora, tolto il Main Event, non si riesce a dare una card altrettanto solida

  • Giovanni Berardi

    Diciamo che più che altro Summerslam è la WrestleMania per il pubblico più smart basato più sul lottato (non a caso sono due anni che viene fatto a New York, quindi un posto facile da raggiungere per gli europei), mentre WrestleMania è più un evento da pubblico “qualunquista” con i vari cantanti, le apparizioni di The Rock ecc.

  • The Chosen One

    ..AJ STYLES BATTE PULITO JOHN CENA..(alla fine di un grande match)
    Questo fatto resterà sempre nella memoria..

  • Edoardo

    Senza dubbio l’edizione 2014 è la migliore da un sacco di anni, diciamo che questo PPV soffre come molti PPV dell eccessiva durata ed una card piena di cose letteralmente inutili. Spesso poi ci si confronta con un booking pessimo che arriva al suo apice nell’edizione di quest’anno dove i match finiti senza un vero vincitore sono ben 3.
    Anyway a sensazione credo di aver subito meno delusioni con SS che con WM…

  • AlbartIdespressione

    Devo dire che in generale Summerslam è ancora trattata con il dovuto rispetto. Abbiamo visto anche parecchi colpi a sorpresa in parte graditi (il ritorno improvviso del becchino) che confermano quanto sia considerato l’evento nei quartieri alti.
    L’ultima Summerslam è stata un evento gradevole ed emozionante. Il picco si è avuto nel match Styles vs Cena degno delle migliori Wrestlemania. Da tempo non si assisteva a un match femminile così intenso e seguito dalla folla e questo va dato atto alla WWE che ha resettato il progetto Divas per un tipo di approccio più professionale sul quadrato.
    Il match tra Ambrose e Ziggler è risultato sottotono anche per via di una costruzione in atto nei confronti di Ziggler che è ancora agli albori e non suscita ancora abbastanza trepidazione nel cuore dei fan. Qualcosa ha cominciato ad accendersi nella puntata successiva a Smackdown, dove il personaggio comincia a mostrare i primi segni evidenti di una sorta di redenzione.
    In parte imputo ad Ambrose una scarsa attitudine a creare spot efficaci che farebbero impennare la sfera emotiva del pubblico a favore di una mimica e un’interpretazione della gimmick impeccabili.

  • L’edizione del 2013 svetta in maniera nettissima con due grandi match (Bryan vs Cena e Lesnar vs Punk) più Christian vs ADR e l’inizio dell’Authority, ripagando un SS 2012 a dir poco orrendo con un ME noioisissimo.
    Il 2014 come il 2012, una mezza cagata, il 2015 ha regalato Cena vs Rollins (pur rovinato da quello la) e anche un Lesnar vs Taker che a me ha fatto schifo ma a molti è piaciuto….
    St’anno Cena vs AJ vale il biglietto, Rollins vs Balor e Sasha vs Charlotte sono buoni pur sotto le loro potenzialità.

  • Alessio Massa Micon

    Questi tipi di editoriali mi piacciono un saccoo e questo non ha fatto eccezzione, comunque Summerslam 2016 è la migliore tra quelle analizzate.

    • Marco Di Genova

      Non penso proprio, SummerSlam 2013 è stato un PPV impeccabile, i match più importanti non hanno deluso affatto. Qualche riempitivo inutile c’è stato, ma è stato qualcosa di leggero. Questo PPV ha uno svantaggio abbastanza evidente rispetto all’edizione 2013: poco gestito da big 4. La 2013 è una delle migliori di sempre.

  • Eddie Guerrero

    si alla fine Summerslam 2016 è risultato migliore di tutti con buoni match tutto sommato, e poi Aj Styles che batte pulito il volto della WWE Cena si ricorderà negli annali e per sempre.

  • Alessandro_91

    La migliore edizione di Summerslam per me è quella del 2013 con 2 match grandiosi Punk-Lesnar e Bryan-Cena.Poi ci fu la ciliegina sulla torta con i turn heel di Orton e HHH.
    Le ultime due SS non mi hanno entusiasmato ma le ritengo sufficienti.Di questi due eventi per me sono da ricordare Taker-Lesnar e Styles-Cena.