Nel magico mondo del wrestling web le capacità in ring hanno ormai assunto un’importanza fondamentale per giudicare un lottatore, puoi essere un grande oratore, avere carisma, avere presenza scenica, esser coinvolto in storyline ben scritte, ma se non riesci ad aggiungere a tutto questo anche una buona (anzi, ottima, visto quanto si stanno alzando gli standard) abilità in ring, allora è difficile che piacerai fino in fondo. Enzo Amore e Big Cass al momento sono l’esempio più lampante, dato che piacciono tanto ed è innegabile, ma tra i frequentatori del wrestling web non mancano coloro che (giustamente, per carità) fanno notare come la capacità dialettica di Enzo sia inversamente proporzionale alle sue doti di lottatore.

Pubblicità

Eppure, alle volte, il discorso si ribalta ed ecco che non è importante quanto tu sia effettivamente bravo sul quadrato, purché tu sia diverso, anzi, diversa

C’era una volta una lottatrice di nome April Jeannette Mendez, nota ai più come AJ Lee, che approdò in WWE nel 2009, partecipò alla terza stagione dell’NXT reality show e divenne, fino al ritiro, una delle Divas più amate della federazione; AJ Lee aveva un personaggio interessante, aveva un personaggio diverso, AJ si era fatta strada nel cuore di uomini e donne per la sua immagine di “nerd”, di ragazza che straccia gli avversari ai videogiochi, che legge i fumetti, che ama gli zombie

Parliamoci chiaro, AJ Lee non rappresentava una minoranza a livello mondiale, non fingiamo di vivere in un mondo che si divide tra le cosiddette “oche senza cervello” e “ragazze maschiaccio” che amano l’horror e gli FPS, la realtà è molto più complessa di così; tuttavia, era esattamente la realtà rappresentata dalla WWE, lì sì che una ragazza come AJ Lee rappresentava un’eccezione

In un mondo dominato da modelle prestate al wrestling, da ragazze di cui non riuscivi a cogliere la passione per questo sport, da lottatrici senza caratterizzazione alcuna, senza personaggio, senza personalità, è spuntata una nanetta geek (con tutto il rispetto per le nanette, che la sottoscritta è orgogliosa di rappresentare) che ha portato in WWE tutto il suo amore per il wrestling, ad AJ è stato dato spazio, le è stato permesso di esprimersi, di farsi conoscere e di farsi amare

Poco importa che abbia fagocitato l’intera divisione femminile, poco importa che sul ring avesse uno stile discutibile, poco importa che pesasse un chiodo e una piuma e si ostinasse a voler interpretare quella che picchia duro, poco importa che forse forse qualche muscolo in più sulle braccia l’avrebbe resa un po’ più credibile, che già non sei Queen Maya, almeno non presentarti come se una folata di vento potrebbe farti volar via dal palazzetto, poco importa che si ostinasse a sellare a morto salvo poi riprendersi magicamente al momento opportuno; niente di tutto questo sembrava avere importanza, perché AJ Lee, per i fan, era qualcosa di diverso.

Ed eccoci a Paige, che è come AJ Lee

Ripeto: Saraya-Jade Bavis, in arte Paige, è come AJ Lee

Paige pratica wrestling sin da giovanissima, un qualcosa che già è bastato ai fan per volerle bene, vadano al diavolo le modelle di intimo ingaggiate solo perché sono belle, vadano al diavolo quelle che non hanno lottato per la Sottoscala Championship Wrestling prima di approdare in WWE, a loro questo sport non piace davvero, vade retro!

Paige si presenta con un look da anti-diva, che consisterebbe nel tingersi i capelli di nero invece che di biondo e di vestirsi con un costume succinto borchiato invece che con un costume succinto colorato, l’originalità signore e signori, l’anticonformismo ai massimili livelli proprio

Però, tant’è, il pubblico la adora, anche perché, questo bisogna riconoscerglielo, porta sul ring un personaggio che parla poco e picchia tanto, che preferisce i fatti alle parole, una combattente insomma; ecco, questo la differenzia, come personaggio, rispetto alle altre, non la tinta scura, per cortesia.

Sarà una mia impressione, ma ho notato una caratteristica comune fra la Lee e Paige, ossia che l’avere un personaggio, a detta di molti, “diverso”, abbia portato a sopravvalutare le loro capacità in ring, a considerarle portatrici di una rivoluzione che sì, hanno iniziato, ma che deve essere portata avanti dalle Sasha Banks, dalle Becky Lynch, dalle Asuka, perché no, anche dalle Charlotte che verranno, non da lottatrici che verranno ricordate più che per il personaggio che hanno interpretato che per i match che hanno disputato, io voglio lottatrici che si facciano ricordare per i TakeOver Brooklyn, non perché facevano le finte matte o le finte alternative

Intendiamoci, non sto dicendo che Paige in ring sia ai livelli di una Eva Marie o che abbiano sbagliato a volerle dare un look diverso dal solito, il mio problema è con chi crede che avere un look particolare o un personaggio sopra le righe ti renda automaticamente una wrestler migliore

Perché la stessa gente che critica Enzo Amore perché oltre al personaggio sopra le righe non ha niente ha esaltato AJ Lee come la salvatrice della divisione femminile o Paige come l’esempio di come dovrebbe essere una vera wrestler?

E poi, a detta di molti, Paige ha cominciato a fare match brutti, si è lasciata andare, ha smesso di impegnarsi, la fama le ha dato alla testa, quando Paige è sempre stata così, le sue prestazioni non sono mai state qualcosa di memorabile, salvo NXT ArRival in cui lei e Emma hanno dato il tutto per tutto, ma salvo quell’eccezione i match di Paige sono sempre stati nella media, solo che evidentemente avevamo gli occhi tappati dal’eyeliner nero e la definizione di “anti-diva” per accorgercene; ci siamo lamentati con Paige di non essere più la stessa dimenticandoci che l’anti-diva non era né più né meno che un personaggio, un personaggio che può più o meno prendere spunto dalla vera indole del lottatore che lo interpreta, ma che rimane un personaggio

Posso comprendere chi afferma di preferire la Paige degli esordi, la combattente, rispetto al personaggio indefinito e utilizzato molto a caso dell’ultimo periodo, non comprendo invece quelli che la rimproverano di essersi venduta allo show business: cari mei, Paige si è venduta allo show business nel momento esatto in cui ha firmato per la WWE

E non prendete il “venduta” come un qualcosa di male, significa che nel momento in cui è stata messa sotto contratto Paige avrà sicuramente studiato il suo personaggio assieme al team creativo o al booking team, la Paige che avete visto ad NXT è un prodotto WWE tanto quanto la Paige che avete visto lottare a Raw un mese fa. Aggiungo: come si può affermare che la Paige dei primi tempi non avrebbe mai partecipato a Total Divas o non si sarebbe mai fatta sospendere dal wellness program? Da quando si può giudicare la personalità di un lottatore in base alla gimmick che interpreta? Avete presente cosa fa nella vita reale gente come Kane, Big Show o Rhyno? Adesso pretendo che parta una petizione per impedire a Rhyno di continuare la sua campagna in politica, che infognarsi nel pantano della politica non si addice a una persona che si esprime a grugniti e stende tutti a colpi di Spear, son cose che non son cose!

Perdonate l’eccessiva lunghezza di questo articolo, è stato scritto di getto e, come spesso mi capita, sono passata da un argomento a un altro forse con troppa facilità, spero che abbiate compreso quello su cui stavo cercando di farvi riflettere

Ho sempre avuto l’impressione che Paige fosse troppo sopravvalutata sul ring per via del personaggio che interpretava, come ho avuto l’impressione che Paige sia stata eccessivamente attaccata in certi comportamenti perché incoerenti col personaggio da lei portato on screen e non perché effettivamente ritenuti sbagliati

Se questa non è la vostra opinione, se la vedete diversamente da me, sarò pronta ad ascoltare i vostri punti di vista

Ysmsc

Ysmsc
Celeste "Ysmsc", gli utenti stanno ancora cercando di capire come si scrive il suo nome, lei sta ancora cercando di capire cose le succede intorno. Scrive con orgoglio i report di Raw e le sue amate FLOP 10. Le cose che ama di più sono il wrestling, il cibo giapponese e Killer Mask (non necessariamente in quest'ordine). Si sentirà realizzata quando non si useranno più i tasti "copia-incolla" per scrivere il suo nickname
  • NoMoreSorrow

    Manca il classico:
    “Stretta è la foglia, larga è la via, dite la vostra che ho detto la mia”

  • Simone Giuliani

    GRAZIE.
    GRAZIE.
    GRAZIE.

  • LNightP

    è solo una domanda che faccio a chi, sicuramente, conosce il wrestling meglio e da più tempo di me.Quindi secondo te, una Paige, non possa andare per il titolo e che sul ring non si avvicini minimamente al livello del 4 horsewomen?

    • Ysmsc

      Per il titolo ci può andare chiunque, mica devono andarci solo i migliori a livello tecnico, per quel che riguarda le 4 horsewomen le ritengo tutte e 4 superiori a Paige sul ring, che è diverso dal dire che Paige non si avvicina minimamente a loro

      • LNightP

        Ok, capito perfettamente, Grazie della risposta!

      • Rated R Dave & Laughing Jack

        Chiunque?
        Davvero chiunque?
        Allora anche quella cosa inutile dai capelli tinti di rosso?

        • Ysmsc

          Se mi danno la storyline giusta, io accetto che il titolo lo tenga chiunque, tanto se il campione attuale non mi piacesse mi basterebbe aspettare che il titolo passi di mano

          • Rated R Dave & Laughing Jack

            Ho capito Celeste…. però onestamente c’è un limite a tutto XD
            Voglio dire mica bisogna ripetere quanto fece la WCW che diede il titolo mondiale ad un ATTORE!!!
            Se bisogna creare un nuovo titolo femminile evitiamo di metterlo attorno ad una bambola gonfiabile animata 😀

          • Ysmsc

            Dare il titolo a un attore e dare il titolo a uno che, impedito come un bradipo in coma, è a tutti gli effetti un wrestler sotto contratto, sono due cose diverse, se mi dessero un mese di regno di Eva Marie (in cui verrebbe odiata come la morte) e poi facessero vincere il titolo alla babyface di turno (che verrebbe ossanata come il nuovo Messia) a me andrebbe bene, mi spiacerebbe ovviamente per la qualità dei match titolati, ma sarebbe semplicemente una fase calante in attesa di una fase migliore

          • Rated R Dave & Laughing Jack

            Quello che dici ci sta tutto per carità…. Ma onestamente piuttosto che vedere quella con un titolo preferirei farmi sbranare da un branco di piranha ?

          • Ysmsc

            Visione comprensibilissima, ovviamente preferire che accada una cosa e semplicemente sopportarla sono due cose diverse

          • Rated R Dave & Laughing Jack

            Eh già hai davvero ragione Celeste ?

  • Oh, finally, allora non siamo così pochi come sembra. Paige ai livelli di Eva? Bitch please. Paige ai livelli di Asuka? Bitch please anche qui.

  • Contro Nessuno

    Tutto ovvio! E qualcuno di importante che lo dice finalmente!
    P.s. Gore…e non spear…

    • Simone Giuliani

      Ti prego.
      Non fare come i giappominkia che “sono anime non cartoni”.

      • Contro Nessuno

        Su quello non ci ho capito mai niente!
        Ma Rhyno fa la gore…anche se è una spear..

        • Simone Giuliani

          Appunto.

  • sempre pensato anche io, Paige una modesta mestierante che vive di rendita dai tempi di NXT

  • Rated R Dave & Laughing Jack

    Posso anche essere d’accordo…. anche se sarò sempre fermo sul mio gergo “la bellezza vale meno del talento” e per tanto continuerò a ribadire che almeno April e Paige sul ring ci sanno stare discretamente e hanno meritato i loro titoli Divas molto più delle varie Maryse, Kelly Kelly, Brie e Alicia!

  • Boliving

    Bell’articolo; condivido tutto.

  • StratusFAN

    Concordo sulla parte di Paige, non su quella di AJ.
    Per quanto riguarda la ragazza di Norwich è dai tempi di NXT che dissi di non trovarla granchè sul ring, una non scarsa ma neanche eccellente, ai livelli di AJ per capirci. Poi quando debuttò nel MR mi ricredetti, perchè sfoggiò tecnica, belle mosse, e perchè paragonata al roster del tempo emerse rispetto alla mediocrità generale. Ora (per dire, da un po’ di tempo), che ho avuto modo di seguire ragazze come le 4HW, posso dire di ritornare a confermare il mio pensiero iniziale, quindi di affermare che molto probabilmente la scarsa concorrenza dell’ epoca ha portato a una sopravvalutazione eccessiva di Paige.

    Discorso differente per AJ, che non ho mai sopravvalutato e della quale mai ho cambiato opinione sulle sue abilità in ring nella media. Nonostante ciò però, almeno per me, è riuscita, per via del suo personaggio, a rivoluzionare la divisione femminile in WWE.
    Rispetto, ma non condivido, il tuo parere sul fatto che la rivoluzione si faccia solo con match strepitosi come quelli dei vari Takeover e non con il personaggio. AJ Lee ne è l’esempio vivente, lei ci è riuscita.
    Perchè quei match sono stati così godibili anche per via dello storytelling, delle varie sfaccettature dei personaggi e della costruzione dietro fatta anche di segmenti parlati, interviste e firme del contratto. Tutte cose quasi inesistenti nelle “storylines” femminili prima di AJ, perchè è grazie alle sue abilità oratorie e all’interesse del pubblico che è riuscita ad attirare nei suoi confronti che la WWE si è decisa finalmente a dare più spazio alle ragazze anche dal punto di vista creativo (basti pensare alla prima firma del contratto per il titolo Divas tra Kaitlyn e la stessa AJ). E lo stesso pubblico, grazie a lei ha iniziato ad interessarsi nuovamente a ciò che le ragazze avevano da dire.
    Ecco, per questo motivo AJ può considerarsi l’inizio di una rivoluzione, la primissima base della “Divas Revolution”, punto a cui probabilmente non si sarebbe arrivati, nello stesso modo intendo, senza AJ Lee.

    Concludo solo dicendo che, per quanto mi capiti spesso di vederle associate e paragonate, AJ Lee e Paige non sono state e mai saranno la stessa cosa.
    AJ ha portato un cambiamento, Paige no.

    • Stavo pensando di scrivere un commento ma mi hai anticipato su gran parte delle cose che avevo in mente, ti ringrazio. Inoltre sottoscrivo il paragrafo:

      “Ho sempre avuto l’impressione che Paige fosse troppo sopravvalutata sul ring per via del personaggio che interpretava, come ho avuto l’impressione che Paige sia stata eccessivamente attaccata in certi comportamenti perché incoerenti col personaggio da lei portato on screen e non perché effettivamente ritenuti sbagliati”

      Perchè è quello che penso di lei, semplicemente. Poi quello che ha fatto in quest’ultimo periodo non fa altro che confermarlo purtroppo. Spero cambi atteggiamento ed ha tempo per farlo.

      Le 4HW hanno fatto bei promo e soprattutto grandi match, ma ciò è merito di chi ha fatto tutto quello che c’era da fare prima di loro, ed AJ ha fatto veramente tutto quello che un personaggio femminile poteva fare in WWE, dalla valletta alla GM per poi passare a segmenti di un certo tipo. Prima di AJ non facevano più merchandising per le divas e non occupavano più il Main Event di RAW, e prima di AJ probabilmente nessuna faceva dei promo per mandare over le altre (vedi Slammy Award 2014) e dando un messaggio forte a chi era lì per altri motivi (Total Divas). Cioè più di così cosa bisogna dire?

      • StratusFAN

        Niente, semplicemente va riconosciuta la grande importanza ed influenza che AJ ha avuto sulla divisione femminile, e non solo.
        Nessuno è fondamentale in WWE, ma lei è una di quelle di cui la mancanza si sente e si continuerà a sentire. E per capirci, io considero solo 3 le grandi perdite degli ultimi 5 anni: Daniel Bryan (ora meno perchè è tornato on screen come GM), CM Punk e AJ Lee, appunto.

    • Ysmsc

      Per puro parere personale, preferisco i bei match ai bei personaggi, poi ovviamente ci vuole una combo delle due cose, la Women’s revolution non sarebbe stata la stessa senza i match dei vari TakeOver ma neanche lo sarebbe stata senza il personaggio della BOSS di Sasha, senza l’evoluzione di Charlotte o senza un character così coinvolgente come quello di Bayley, perciò è ovvio che i personaggi contino e tanto, tuttavia per me il punto in comune di AJ e Paige rimane: hanno avuto due character che sono piaciuti tantissimo al pubblico e questo ha portato a sopravvalutarle anche dal punto di vista del lottato; sul fatto che AJ Lee abbia portato un importante cambiamento ti do ragione, negherei l’evidenza altrimenti, ma ciò non toglie che, per me, sul ring è sempre stata sopravvalutatissima

      • Il problema è che AJ poteva anche fare di più, e quando ha potuto lo ha dimostrato sia in FCW che ad NXT e nei match con Natalya, ma per il fisico che aveva si ritrovava ad avere i problemi che ora sta avendo Sasha Banks se non peggio. Se Sasha avesse sempre lottato al 50% delle sue possibilità molta gente avrebbe detto la stessa cosa, ma visto che ha avuto la fortuna di lottare ad un NXT molto diverso rispetto a quello di qualche anno fa ciò non avverrà mai. Quando fino a qualche anno fa si prendevano le donne solo per un certo tipo di entertainment con AJ (e la prima generazione delle atlete di NXT) hanno capito che con le lottatrici potevano fare anche tante altre cose, ed è lì che sono nate le Bayley, le Becky Lynch e le Sasha Banks. Una come Charlotte avrebbe fatto bene a prescindere per motivi genetici e per il look.

        • Ysmsc

          Cercando di essere il più oggettiva possibile, ne ho visti tanti di match di AJ e di belli ricordo, appunto, solo quelli con Natalya (guarda caso, non esattamente la prima arrivata), inoltre AJ e Sasha hanno due stili diversi, anche solo per il fatto che Sasha cerca di inserire nei suoi match una spettacolarità che quelli di AJ non hanno mai avuto
          Ah, giusto per essere corretti al 100%, anche a Sasha Banks un po’ di muscolatura in più non farebbe male, ma ad esempio lei, nonostante sia mingherlina, ha uno stile adatto al suo fisico e riesce a darmi l’idea di sferrare colpi che facciano effettivamente male, mentre quelli di AJ mi sono sempre sembrati troppo finti e artificiosi

          • Escluse le altre 3, con chi ha fatto dei bei match Sasha? Ha fatto solo quello. Non mi pare che qualche anno fa c’era un gruppo così ben assortito di divas con cui fare bei match. E poi questo dipende anche dal loro background e dal modo in cui hanno cominciato ad apprendere la disciplina e soprattutto dalla loro storia personale (e con questo mi fermo se no mi dilungherò troppo). Sicuramente lo stile di AJ non era il più elegante, assolutamente, ma le sue abilità erano incentrate sull’extra-ring e ciò è bastato per sfondare; probabilmente avrebbe fatto belle cose anche oggi, che anche sul lottato avrebbe avuto avversarie di un certo spessore tecnico.

          • Ysmsc

            A me non sembra che il tuo discorso cozzi con quello che stavo cercando di dire io, mai detto che AJ al microfono non fosse brava, ho detto che le sue abilità “in ring” sono state sopravvalutate per via del bel personaggio che interpretava, tornando all’editoriale ho scritto che Enzo Amore viene ritenuto un genio del microfono e allo stesso tempo si riconoscono le sue carenze sul ring, allora perché non si può riconoscere, allo stesso modo, che AJ fosse un mostro al microfono ma non tutta questa gran cosa sul ring?

          • Non ho niente in contrario su questo, ma in che modo Enzo potrebbe sfondare come ha fatto AJ? Chiaro che sono situazioni completamente diverse, ma Enzo ha poco da fare se non stare con Cass oppure fare qualcosa nella divisione cruiser.

          • Ysmsc

            Non ho capito cosa c’entri la tua risposta, scusami XD, comunque il fatto che AJ sia riuscita a sfondare non vuol dire che fosse un fenomeno sul ring, inoltre Amore deve comunque vedersela con quanti? 50 lottatori? AJ con “chi” doveva vedersela? Alicia Fox? Cameron? Aksana? Ce lo ricordiamo il devasto che era la divisione femminile quando è arrivata AJ? Sarò maligna, ma se la Lee fosse arrivata “adesso” sarebbe stata una di quelle che vengono accusate di togliere spazio alle wrestler veramente brave

          • Scusa ma ci stiamo fraintendendo un po’ troppo, citavo Sasha Banks solo come esempio e prima mi rispondi e poi mi dici che non c’entra, adesso anche su Enzo. Stiamo dicendo la stessa cosa riguardo AJ, sul ring non era una cima, dove ho detto che è un fenomeno sul ring solo perchè è riuscita a sfondare? Questa conversazione è andata talmente in alto mare che non saprei più cosa dirti, tranne per il fatto che non sono assolutamente d’accordo con la tua ultima considerazione.

      • StratusFAN

        Sì, che sia stata soppravalutata da molta gente per quanto riguarda solo ed esclusivamente le abilità in ring sono d’accordo.
        Quello che dicevo io però è che Paige non ha portato nessun cambiamento di fatto, è solo una wrestler decente come tante, AJ invece ha spiccato con le sue grandi doti interpretative, e ha rivoluzionato la parte “extra-ring” nella divisione femminile, parte strettamente legata con il puro wrestling lottato.

  • Personalmente, il tuo editoriale migliore.
    Ho trovato interessante davvero questo tuo punto di vista su due atlete considerate simbolo della rinascita della divisione femminile WWE.

  • Alessio Massa Micon

    L’articolo mi è piaciuto e concordo in tutto. Una piccola cosa, in WWE tutte le wrestler sono sopravvalutate, da Paige a Sasha Banks, passando per Becky, Charlotte ecc.

  • G.S.B

    Non “e perchè no anchE da Charlotte”, è Charlotte che porta avanti la divisione femminile al momento , lei è una vera WRESLTER.