Pubblicità

Bound For Glory un tempo era la Wrestlemania della TNA. Quest'anno, per diversi motivi, la prima edizione combattuta a Tokyo, prevedeva una card piuttosto scarna. Le mie previsioni di sabato saranno disattese?

Manik vs. Minoru Tanaka
Per questo incontro avevo previsto che fosse il Match Of The Night. Mi aspettavo un incontro veloce, ben combattuto da entrambi che sono due wrestler con i controcazzi. Il problema è che è stato troppo veloce e che sono venuti a mancare alcuni grandi spot. Tanaka avrà pure più di 40 anni ma rimane un wrestler capace di acrobazie da ventenne. Perkins invece rimane uno dei top wrestler americani, se solo lo potesse dimostrare. Rimane comunque un gran match per una major e come avevo previsto vince la W-1.
Winner: Minoru Tanaka
Voto: 7

Ethan Carter III vs. Ryota Hama
Match comedy come previsto, che a pensarci bene fa tristezza visto che parliamo di un ex Triple Crown Champion e di uno che potrebbe anche diventare campione del mondo in TNA. L'incontro ha avuto una predominanza del wrestler nipponico che poi è dovuto soccombere dopo 2 mosse del nipote di Dixie. ECIII rimane imbattuto come è giusto che sia, ma lo fa senza lasciare traccia in questo evento dato l'avversario e la durata dell'incontro che gli hanno dato una piccola visibilità. Se vogliamo, si poteva fare di meglio, anche per il match squallido che doveva essere. Thank you Ryota.
Winner: Ethan Carter III
Voto: 4.5

Kazma Sakamoto vs. MVP
Match tra l'ex Sakamoto accompagnatore di Tensai (ma altri wrestler proprio non ce n'erano eh?) e il primo IWGP Intercontinental Champion, naturalmente un match fine a sè stesso come quasi tutta la card di questo BFG. MVP ha lottato da face come richiedeva il pubblico, staccandosi dal personaggio heel che interpreta a IMPACT. Incontro appena sufficiente, che ha visto la vittoria di MVP come si poteva facilmente prevedere.
Winner: MVP
Voto: 5.5

TNA X-Division Championship: Samoa Joe (c) vs. Low Ki vs. Kaz Hayashi
Avevo paura dell'integrazione tra i tre ma tutti i contendenti si sono impegnati, Joe incluso e showstealer a modo suo, confezionando il Match Of The Night. Buonissimi spot ma finale arrivato troppo presto. Joe rimane campione sottomettendo il buon Low Ki con cui non sembra essere del tutto finita, data anche la mancanza di lottatori credibili per competere per la cintura.
Winner and still TNA X-Division Champion: Samoa Joe
Voto: 7+

Jiro Kuroshio & Yusuke Kodama vs. El Hijo Del Pantera & Andy Wu
Due componenti di una stable di giovani fessi giapponesi allievi di TAJIRI contro un altro giovane giapponese e un giovane messicano. Tutti clamorosamente sconosciuti o almeno conosciuti appena dai feticisti della disciplina. Match guardabile e in cui si sono viste cose interessanti da parte di tutti, ma non siamo alla NXT della W-1, ma a Bound For Glory! Vincono i due heel, scelta giusta per la W-1.
Winners: Kuroshio Ikemen Jiro & Yusuke Kodama
Voto: 6.5

Tommy Dreamer & Abyss vs. Team 3D
Passerella per i neo hall of famer Devon e Bully Ray contro uno dei loro più stretti amici e un heel random giusto per indirizzare il tifo. Bully Ray e Devon vanno a caccia di ulteriori titoli altrove e salutano la TNA con una vittoria alquanto inutile e con una match davvero ridicolo per l'importanza dei due per la federazione. I veri hardcore match li abbiamo visti ad IMPACT negli ultimi mesi, non domenica notte.
Winners: Team 3D
Voto: 6

TNA Knockouts Championship: Havok (c) vs. Velvet Sky
Ultimo match per Velvet in TNA, dopo probabilmente seguirà il compagno aldifuori della promotion. Contro si trova l'ennesima monster heel (ma Velvet nonnera heel a proposito?) della divisione Knockouts, la neo campionessa Havok. Non spreco righe, il match è una monnezza assurda. E pensare che ci sarebbero talmente tante di quelle female in Giappone, delle performer di assoluto livello…
Winner and still TNA Knockout Champion: Havok
Voto: 3

James Storm & The Great Sanada vs. The Great Muta & TAJIRI
Uno dei main event più tristi che abbia mai visto. Mutoh è uno stronzo assurdo, una persona così disgustosa ed egocentrica. Si infila nel main event del PPV più importante di una federazione sua amica e per lo più si prende una vittoria che a lui non serve e che servirebbe agli avversari. Non c'è mai limite all'indecenza. L'incontro non è inguardabile, ma nemmeno sufficiente, con i soli Sanada (amico fai un salto nella categoria junior delle major meglio) e Storm a dare ritmo e a importarsi qualcosa del match. Unico pronostico non preso per la grazia e la gentilezza del potere politico.
Winners: The Great Muta & TAJIRI
Voto: 5-

PPV
IMPACT garantisce, da almeno 2-3 mesi, uno spettacolo di buon livello. Bound For Glory è stato uno show a parte. Sarebbe un ottimo PPV One Night Only per la TNA. Sarebbe uno show buono per la W-1, che però è una indy giapponese. Si parte male anche solo cercando di occupare 1.500 posti alla Korakuen Hall che potrebbe anche ospitare il doppio degli spettatori. Si partiva già battuti inizialmente, senza convocare le proprie top star, non presentando più di due match interessanti e  non più di una storyline. Sì, Mutoh ha fatto fare una grande figura alla sua W-1, uscita fortissima, decidendo come strutturare la card e i vincitori, e malissimo la TNA. Spero solo che Dixie & co. si rendano conto dell'errore. Il voto non è una media dei match o dello spettacolo offerto, ma va proprio all'idea di distruzione attuato nello show.
Voto: 4