I tapings di Impact Wrestling svoltisi, durante il mese scorso, in quel di New York hanno segnato il ritorno dello storico ring a sei lati, in base al risultato del sondaggio che la stessa TNA ha aperto sul proprio sito ufficiale. Ora, diversi lottatori hanno espresso il proprio disappunto in merito all'utilizzo del ring esagonale che, stando a diverse dichiarazioni, attutirebbe i colpi in maniera meno efficace di quanto non faccia il canonico ring a 4 lati, oltre a comportare una serie di problematiche aggiuntive. Alcuni di questi inconvenienti sono stati esplicitati, durante una puntata del podcast di Steve Austin, da Christopher Daniels, ex volto noto della federazione di Nashville e che vanta una certa esperienza sul Six-sides of ring. "The Fallen Angel", infatti, ha dichiarato che, spesso, in occasione dei tag team match, i lottatori non ricordassero quale fosse il proprio angolo; inoltre, egli ha aggiunto che, nel momento in cui un wrestler sale sulla terza corda, la situazione è decisamente più scomoda poiché, se nel ring a quattro lati i piedi si trovano ad un'angolazione di 90 gradi, invece, nel ring esagonale, il lottatore è costretto a sistemare i piedi ad un'angolazione di 130 gradi.

Pubblicità

 

 

Fonte: LordsOfPain.net & ZonaWrestling.net

ChristiaNexus
Cercatore di notizie nonché, occasionalmente, editorialista, reporter e co-fondatore e co-curatore della rubrica "La Theme Song del giorno". Appassionato di wrestling di lunga data che odia l'ipocrisia e l'apriorismo sterile. Il suo compito è portare avanti l'opera di salvezza intellettuale avviata da Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, a costo di passare per grammar nazi. Segue, in un'ottica dialettico-inclusiva, tante federazioni, dalla WWE alla PWG, passando per TNA, ROH, NJPW, NOAH e Lucha Underground. Il Nexus, Christian, CM Punk, Daniel Bryan, Seth Rollins, Bray Wyatt, Undertaker, The Brian Kendrick e, ovviamente, Damien Sandow, ora noto come Aron Rex, sono tra i suoi lottatori preferiti, senza dimenticare AJ Styles, Chris Hero, "Broken" Matt Hardy, il Bullet Club, i War Machine, Pentagon Jr, Minoru Suzuki, Satoshi Kojima, Tomohiro Ishii e Togi Makabe.