Gli ultimi sviluppi ci portano a Slammiversary. Questo potrebbe essere l'ultimo show per alcuni atleti della TNA, volete sapere quali? Corey vi porta alla scoperta di una nuova puntata Impact Wrestling!

Pubblicità

Lo show parte con un recap di quanto successo la scorsa settimana col ritorno di Samoa Joe. Il samoano ce lo ritroviamo sul ring e dice che se MVP ha intenzione di vederlo e parlargli, deve solo salire sul ring e stargli faccia a faccia. Kenny King prova a dire qualcosa ma Joe lo stoppa subiito dicendo a MVP che se King è il suo portavoce, allora può iniziare a baciargli il deretano. MVP dice che Joe sta perdendo tempo e che gli ha trovato qualcosa di meglio da fare: partecipare ad un Gauntlet Match che vale una shot al titolo mondiale. Joe accetta e dice che non vede l'ora di combattere con lui e i suoi scagnozzi. Ma MVP ha un'altra idea: Joe vs Aries, se Joe vince torna in TNA e se Aries perde è licenziato. La carriera di entrambi è sul piatto e MVP augura loro buona fortuna.

Magnus è nel backstage con Bram e parla di Willow e il suo legame con Jeff Hardy. Magnus dice di aver battuto Hardy per il titolo mondiale, Bram risponde che fu fiero di lui ma col tempo è diventato pigro e vuole che torni il vecchio Magnus.

1) Bram vs Willow (1.5/5)

Competizione che vede Willow dominare in buona parte il match finché Bram non capovolge la situazione ed è pronto a colpire l'avversario con un piede di porco. Magnus lo ferma e preferisce essere lui a colpire Willow con l'oggetto contundente facendo scattare la squalifica. Bram è felice della ferocia dell'ex campione e lo incita ad infierire.

I The Wolves sono nell'ufficio di MVP e si dichiarano schifati dal voltafaccia del proprietario. MVP dice che dovrebbero avere più rispetto per lui visto che ha dato loro un contratto. Conoscendo le capacità di entrambi, decide che si debbano sfidare in un match. Ora.

2) Davey Richards vs Eddie Edwards (2.5/5)

Match molto tecnico, commentato da Kenny King dall'apron. Eddie vince con una culla ma Kenny non è soddisfatto. Dice che non hanno lottato al loro massimo, non hanno lottato abbastanza duramente. Devono lottare come viene chiesto di lottare, in caso contrario dovranno dire addio alle loro cinture di campioni di coppia. A quel punto i Wolves attaccano King con la Alarm Clock per il il tripudio del pubblico.

MVP discute con Dixie Carter, la quale non approva la gestione del nuovo proprietario. MVP dice che lui sa di far meglio di Dixie, così sarebbe meglio se guardasse il main event senza lamentersi. Sempre nel backstage Brittany si scusa con Madison per quanto accaduto una settimana fa e che è lì per farsi perdonare. Madison le chiede di non fare proprio nulla.

I Bromans sono anche loro nel backstage dove Robbie E dice di aver avuto brutte esperienze con i clown nel passato. MVP chiede a Brian Hebner un vincitore certo per il main event mentre Samoe Joe mostra il suo rispetto ad Austin Aries: entrambi ammettono di voler giocare pulito, vada come vada.

Sul ring i Bromans intraprendono un segmento comedy con i Menagerie dove Robbie E è chiaramente impaurito dal gruppo di circensi. Nel finale The Freak prende Dj Z, lo solleva e lo scaglia contro Robbie e Jessie.

Eric Young e Bully Ray sono fuori dall'arena con Brian Hebner, tentano di dissuaderlo ad arbitrare in modo disonesto ma Brian risponde che ha una famiglia a cui badare. Allora Bully dice ad Eric che dovranno fare quel che serve.

3) Contract vs Contract: Samoa Joe vs Austin Aries (2/5)

Altri due ex campioni della ROH contro. Il match dura poco, ha qualche scambio interessante e si chiude quando Ray e Young attaccano l'arbitro sancendo il no contest. Poco dopo Young prende il microfono e dice che hanno fatto questo per salvaguardare il posto di lavoro di due amici. MVP interviene chiedendo se per loro sia tutto un gioco quello che sta succedendo. Ray risponde di no e rilancia proponendo un First Blood a otto uomini. MVP non vorrebbe accettare, ma nell'impeto King accetta suscitando la disapprovazione del suo capo.

Ken Anderson vaga per il backstage travestito da sceriffo, appare ubriaco. Si scontra subito con James Storm, c'è una rissa tra i due che Storm mette a tacere con la Last Call. Dopo di che sfida Anderson per Slammiversary. Gunner intanto ha a che fare con Sam Shaw e gli chiede di finire un disegno a metà…

4) Knockouts Title Match: Angelina Love vs Madison Rayne (1.5/5)

Angelina si conferma campionessa nel modo più noto alle Beautiful People: Velvet spruzza uno spray negli occhi di Madison nel suo momento migliore, e la Love ne approfitta con un roll-up. Poco dopo Madison si infuria con Brittany per non averla aiutata, ma la giovane Knockout risponde di aver seguito il suo monito di non dover fare nulla. Madison è infuriata.

5) First Blood Match: MVP, Kenny King, Bobby Lashley & Ethan Carter III vs Eric Young, Bully Ray, Austin Aries & Samoa Joe (2/5)

I face hanno la meglio facendo sanguinare ECIII, letteralmente massacrato in varie parti dell'incontro. Mentre sul ring i babyface celebrano la vittoria, nel backstage MVP, King e Lashley attaccano violentemente EC3. Dixie arriva per fermarli, MVP dice che per raggiungere il potere occorre versare un po' di sangue. Dixie gli risponde che allora è meglio che si prepari a sanguinare.

 

Voto puntata: 6

smileyCosa mi è piaciuto: la volontà di voler raccontare tramite filo logico una storia che va da Samoa Joe a Bully Ray. Soprattutto il pestaggio finale di EC3 che evidentemente porterà a qualcos'altro. Ma soprattutto la capacità di ricordare le grandi sfide che hanno fatto grande la ROH: con un minutaggio più alto match come Edwards vs Richards e Joe vs Aries sarebbero state due chicche non da poco.

sadCosa non mi è piaciuto: lo scarso minutaggio, il segmento a tratti comico a tratti ridicolo dei Bromans, la solita vittoria incolore della Love, la noia di buone parti dello show.

Corey
Dal 2007 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia e Coppa dei Campioni. Attualmente coordinatore ad interim del sito.