Iniziamo l'anno per bene con una nuova nascita. Terza puntata per Impact e una rivoluzione pare stia per arrivare. E chi saranno questi "DR"  e "EE"? Al timone oggi c'è Corey, buona lettura!

Pubblicità

Mike Tenay e Taz ci danno il benvenuto nella Impact Zone annunciando che questa puntata è dedicata a Mae Young, deceduta qualche giorno fa. A seguire sale sul ring Rockstar Spud che prende la parola e dice che i fans della federazione dovrebbero esserle grata perché nessun momento come quello sarebbe mai potuto avvenire ad Huntsville, e questo grazie alla presidentessa Dixie Carter che ha riportato a casa il TNA World Title. Arriva pure Dixie che prende in giro Vince McMahon, dice di essere la legge della TNA e che nessuno può fermarla. Per questo stanotte inizia un nuovo capitolo della storia della TNA. Il pubblico canta "We want AJ" ma lei dice che questo capitolo sarà più importante ed introduce il campione mondiale Magnus. 

Magnus sale sul ring e viene subissato di cori "You sold out". Lui dice che non è un venduto e che ha fatto quello che andava fatto per la compagnia. Per questo lui dà il via al Regno di Magnus, ad una nuova era del wrestling.  Magnus restituisce il titolo detenuto da AJ dicendo che è suo e che è grazie a lei se ha la possibilità di dimostrare quanto vale.  Dixie lo ringrazia e ringrazia Bobby Roode, che avrà un bel ricompenso nella busta paga. Qundi invita i BroMans e i Bad Influence a salire sul ring. E suo nipote Ethan Carter. Questi arrivano, Ethan sta per parlare ma parte la musica di Sting che terrorizza tutti dalla rampa delle scale dell'arena. Sting dice che ne ha abbastanza di quel che vede, che il roster è diviso e che il suo obiettivo nel riportare la MeM in gioco era quello di riunire il roster.  Dice che loro sono pronti alla guerra. Dixie chiede chi siano questi "Loro" ed ecco che entrano i babyfaces della compagnia ( vedo Joseph Park, Gunner e Samoa Joe) e scatta la rissa! Gli heel sono scaraventati fuori. Samoa Joe chiede un match e Dixie ordina che arrivi un arbitro.
 

1) Samoa Joe, Gunner, ODB, Joseph Park, James Storm vs Lei'd Tapa, BroMans, Bad Influence [2/5]

Samoa Joe porta la vittoria a casa con una Coquina Clutch su Daniels. A far girare il match dalla parte dei face il cambio di personalità di Park che diventa Abyss e spazza via gli avversari.

 

Velvet Sky discute con Aries e dice di essere d'accordo con lui ma non sa che fare. Aries le dice di pensare alla sua proposta e prima che risponda interviene Sabin che chiede cosa succeda. Velvet dice che non è il caso di dire tutto davanti a tutti. Sabin risponde che ha ragione, lo faranno sul ring.

Sabin sale sul ring e chiede a Velvet che succede. Prima che possa risponde arriva Aries che lo attacca verbalmente, dandogli del pessimo campione X-Division ma anche del pessimo fidanzato. Ha usato Velvet come un pupazzo, quando lei non lo è e la dovrebbe trattare come si tratta una bella ragazza. Sabin dice che può battere Aries senza il suo aiuto, allora Aries lo sfida ad uno Steel Cage Match senza Velvet. Sabin afferma che Velvet sarà nella gabbia con lui, ma Velvet rifiuta. Dice solo che se non tornerà a casa col titolo, si cercherà qualche altro fidanzato.

Pat Kenney viene attaccato nel backstage da Sam Shaw per averlo rimproverato di aver seguito Christy. Nello spogliatoio ECIII cerca di convincersi di poter battere Sting ma è teso. Magnus lo tranquillizza dicendo di sapere come si batte Sting e che i suoi consigli lo aiuteranno.
 

2) Bully Ray vs Mr.Anderson – No DQ Match [3/5]
Ray batte Anderson dopo una grande battaglia senza protezioni. Chiude la contesa con un low blow e un piledriver

 

Kurt Angle è infastidito da quanto successo settimana scorsa. Attacca Al Snow nel backstage e poi sale sul ring per chiamare Dixie Carter. Dixie arriva sul ring e annuncia Kurt che le cose stanno cambiando e che ormai non siamo più a sette anni fa. Che non è un uomo capace di farle incassare soldi e che non vuole che lui diventi come AJ o Jeff Hardy. Chiede perciò che si unisca al suo team. Kurt rifiuta e promette che prenderà a calci nel sedere Roode la prossima settimana e che nel main event sosterrà Sting. A quel punto arriva Roode che colpisce Kurt con la Roode Bomb.

Jeremy Borash è nel backstage con Madison Rayne che viene attaccata da Gail Kim e Lei'd Tapa. Poco dopo si vede Earl Hebner esser buttato fuori da un ufficio da Dixie, stasera non arbitrerà il main event.
 

3) Gail Kim (c) vs Madison Rayne – Knockouts Title Match [1.5/5]
Madison Rayne vince a sorpresa il titolo colpendo la campionessa con un neckbreaker e aggiudicandosi la contesa. Lei'd Tapa era stata bandita dal ring.

 

Dixie Carter è nel backstage con Eddie Edwards e Davey Richards. Si dice felice di averli lì e di non veder l'ora di assistere al loro tryout match di settimana prossima. Davey fa un faccia stranita, dice che hanno già passato la fase dei tryout. Eddie aggiunge che loro hanno firmato un contratto con la compagnia proprio poche ore prima. Dixie non capisce, Davey le dà una busta e dice che lì c'è tutto quello che deve sapere. Dixie apre la busta e legge che un nuovo investitore li ha ingaggiati per la TNA.
 

4) ECIII VS Sting [1.5/5]
Ethan Carter vince grazie all'aiuto degli arbitri Magnus e Rockstar Spud con un roll-up su Sting.

Sting ne ha abbastanza e sfida Magnus. Il campione accetta! Ma chiede che venga messa in palio anche la permanenza dell'Icona in TNA. Sting accetta la stipulazione. Magnus si dice felice, non vede l'ora di mettere fine alla sua carriera.

 

Voto puntata: 6.5

smileyCosa mi è piaciuto: la fluidità delle storylines, la capacità di creare uno show unico con i feud che scivolano bene per tutta la puntata. Molto bene Magnus come campione della compagnia, molto bene la vittoria di Joe e il confronto Aries e Sabin.

sadCosa non mi è piaciuto: la vittoria improvvisata di Rayne, segno che la categoria femminile non ha più nulla da dire da parecchio; il non utilizzo di un tavolo bello fiammante nel No DQ tra Ray e Anderson; Dixie Carter non sa che ci sono degli investitori nella compagnia? E' proprietaria a sua insaputa?

Corey
Dal 2006 redattore di Zona Wrestling e autore di rubriche come il Pick The Speak, Wrestling Superstars, The Corey Side, Giro d'Italia tra le fed italiane, Uno sguardo in Italia, Coppa dei Campioni, Indy City Beatdown e tante altre. Studioso del wrestling in tutte le sue sfaccettature, col tempo ha voluto perdere la definizione di "Marco Travaglio del wrestling web".