Pubblicità

Siamo giunti ad uno degli eventi clou per la TNA in questo 2014, Slammiversary XII. Per voi alla tastiera, il sottoscritto, Marco Giannelli, e il mio partner odierno, Christian.

 

Steel Cage Three Way Match for the TNA World Heavyweight Title Match: Eric Young (c) vs. MVP (na volta) vs. (King/Aries) vs. (Lashley/Joe)

Marco Giannelli: la cosa migliore del regno titolato di Young è il fatto che difenda il titolo molto spesso e che dà l'impressione di poterlo perdere con mezzo roster, dando imprevedibilità ad ogni puntata di IMPACT. Per il resto, pur essendo un buon performer completo in tutto, non mi va come campione, forse per la gestione malsana degli ultimi anni del suo character. MVP ,con la sua stable, al contrario, mi sta piacendo parecchio invece e vedrei alla grande un cambio di titolo a favore del "boss" della TNA, molto simile come personaggio a Triple H pur essendo bravissimo a differenziarsi da questo accostamento importante. Il titolo andrà a MVP quando sarà di nuovo disponibile, ora invece avremo una difesa abbastanza semplice per Young. Ero molto curioso di vedere MVP nel main event contro il Daniel Bryan di Nashville, maledetta testa di Porter che gli ha fatto accettare quel booking indipendente. Addio a 500 dollari e titolo mondiale.

Winner and still TNA World Heavyweight Champion: Eric Young

ChristiaNexus: Doveva essere la resa dei conti tra MVP ed Eric Young; il primo, infatti, era arrivato in TNA per fare piazza pulita della precedente gestione e premiare i lottatori che più meritano di stare in cima, per poi rivelarsi un imprenditore assetato di potere, giunto per fare soldi e avere una posizione di prestigio dentro e fuori dal ring. Per questo motivo, egli aveva messo nel mirino il titolo mondiale detenuto da un Eric Young mai così serio, concentrato e così in alto nelle gerarchie della federazione di Nashville, colpendolo vigliaccamente il mese scorso e autoproclamandosi #1 contender per il World Heavyweight Championship. Tuttavia, il brutto infortunio subito da MVP ha costretto a cambiare i piani all'ultimo minuto, e lo Steel Cage Match che era in programma fino a poche ore fa è stato adesso trasformato in un three way match nella gabbia. Credo che i lottatori che raggiungeranno EY saranno Kenny King e Samoa Joe, e non escludo l'idea di un turn heel a sorpresa di quest'ultimo, frutto del desiderio di tornare in cima alla TNA, dalla quale manca ormai da diversi anni.

Winner and new TNA World Heavyweight Champion: Samoa Joe

 

TNA X-Division Title Ladder Match: Sanada (c) vs. Crazzy Steve vs. Davey Richards vs. Eddie Edwards vs. Manik vs. Tigre Uno

 

Marco Giannelli: buttiamola in caciara. E' questa la volontà della TNA con questo incontro privo di costruzione e venuto fuori dal nulla ma che potrebbe divertirci assai. Prima di guardare al match dobbiamo ricordarci come tra un mese ci sia Destination-X, che significa che il campione X-Division userà la propria cintura dei pesi leggeri "incassandola" sul campione del mondo in carica. Al momento credo che nessuno dei partecipanti al match abbia lo status per incassare con successo, quindi mi aspetto un incasso fallimentare. Potrebbero dare la cintura ad uno dei Wolves per continuare la storyline dei lupi contro MVP & co. Onestamente avrei messo nel match Aries e King, togliendo il clown e i campioni di coppia facendo vincere King (Young vs. King ci starebbe alla grande). In questa situazione andrei per la continuità con Sanada non escludendo comunque un cambio di titolo. Finalmente torna Manik, meglio conosciuto al mondo delle indy come TJ Perkins, che l'anno scorso in PWG fece match da 9 minimo. Sfruttiamolo cazzo. Sono anche curioso di vedere com'è Steve, gli scambi tra i Wolves e se Tigre Uno può essere davvero importante.

Winner and still TNA X-Division Champion: Sanada

ChristiaNexus: Riempitivo fresco di annuncio sul sito ufficiale della TNA; nessuna storyline alle spalle, ma i match  X-Division regalano sempre tanto spettacolo e, inoltre, tutti i partecipanti coinvolti sono lottatori molto capaci sapranno essere protagonisti di momenti emozionanti, compreso qualche spot pericoloso. Scendendo nel merito, il regno di Sanada, promo registrati a parte, è stato finora anonimo; tuttavia, nessuno degli avversari sembra essere in grado di detronizzare il lottatore giapponese che, a mio parere, si confermerà campione. E' vero, ci sono i Wolves, ma questi ultimi sono gli attuali campioni di coppia e sono proiettati verso altri lidi (leggasi faida con MVP e compagnia); piuttosto, sarà curioso vedere quale sarà l'interazione tra i due compagni di team, dopo l'assaggio di settimana scorsa.

Winner and still TNA X-Division Champion: Sanada

 

Texas Death Match: Bully Ray vs. Ethan Carter III

Marco Giannelli: se c'è un fenomeno in questa faida, beh è Rockstar Spud, autore di un livello di comedy stupefacente. Bully Ray non ha perso lo smalto dello scorso anno nei promo e anche da face sta facendo bene. EC3 al momento mi sembra parcheggiato e privo d'interesse, in attesa che qualcuno di credibile possa impensierire la sua streak. Insomma mi aspetto che Bully Ray jobbi in favore di un Ethan Carter, che seppur sia presentato come un fesso, ha già una bella lista di vittime abbattute. Sarà una specie di Hardcore match in cui si scanneranno, rubando lo slot di "faida violenta" a Gunner vs. Storm.

Winner: Ethan Carter III

ChristiaNexus: Bully Ray, colpevole di avere consegnato il comando delle operazioni a MVP a Lockdown, è stato preso di mira da Dixie Carter la quale, in primis(mascherata da cameraman), lo ha spinto su un tavolo, costandogli il table match contro Bobby Roode di Sacrifice, per poi iniziare una campagna mediatica basata sullo slogan “Bully Fears Dixie”. Ovviamente, la reazione dell'ex presidente degli Aces & Eights non si è fatta attendere: Bully Ray si è dapprima recato agli uffici di Nashville (e farne le spese è stato il povero Rockstar Spud), per poi invadere la casa della presidente della TNA, al fine di ricambiare il favore e scaraventarla su un tavolo. Peccato solo che nella casa di Dixie ci fosse suo nipote, Ethan Carter III che ha attaccato alle spalle Bully Ray, il quale ha poi giurato di vendicarsi nelle settimane successive. Nell'ultima puntata di Impact, EC3 ha proposto a Bully di combattere un table match, ma quest'ultimo ha preferito optare per un Texas Death Match, denominazione minacciosa che, presumo, faccia riferimento ad un semplice Hardcore Match, nel quale, comunque, non mancheranno scambi duri fra i due lottatori. Mi aspetto, quindi, un incontro molto combattuto e sono sicuro che, guidato dall'esperto Bully Ray (che si sostituisce a Sting nel ruolo di “chioccia” che quest'ultimo ha svolto nelle più recenti edizioni di Slammiversary),  EC3 disputerà il proprio miglior match da quando è giunto alla corte della “zia” e credo che uscirà vittorioso dalla contesa, magari grazie a una distrazione da parte di Dixie Carter o Rockstar Spud.

Winner: Ethan Carter III

 

Bobby Lashley vs. Samoa Joe

Marco Giannelli: Joe è una vita che jobba a  minchioni, figuriamoci ad uno che ha battuto pulito il campione mondiale in 5 minuti. Parliamo di uno dei wrestler migliori dello scorso decennio ed un tronco di legno capace di fare sì e no 10 mosse botchandone la metà. Quantomeno trasmette potenza. Mi aspetto un incontro di una bruttezza unica, con Lashley che asfalta Joe e placa la sete di vendetta del samoano nei confronti di MVP. Attenzione che Lashley è pericoloso nel match titolato.

Winner: Bobby Lashley

ChristiaNexus: Ecco il primo dei match legato alla faida tra la stable di MVP e il resto del roster TNA. Samoa Joe è tornato a Impact due settimane fa, dopo un lungo stop che durava da Lockdown, prendendo subito di mira MVP, e stigmatizzando l'atteggiamento di quest'ultimo, reo di avergli concesso soltanto chance sporche al titolo mondiale, senza metterlo mai nelle effettive condizioni di portare a casa il risultato. Il match con Lashley è stato sancito dopo che quest'ultimo, in seguito al match con Eric Young, ha continuato ad attaccare il campione del mondo, fino a quando il samoano è giunto in suo soccorso. In seguito al forfait di MVP, il vincitore andrà nel main event a contendersi il titolo mondiale insieme a Eric Young; tuttavia, credo che a spuntarla non sarà l' alleato del Director of Wrestling Operations, ovvero Bobby Lashley, bensì Samoa Joe, destinato dunque a raggiungere EY nel match più importante della serata.

Winner: Samoa Joe

 

Austin Aries vs. Kenny King

Marco Giannelli: come detto prima, avrei utilizzato questi due in un'altra maniera. Comunque vediamo opposti due ottimi talenti, seppur Aries sia una spanna sopra per status rispetto al comunque bravissimo Kenny King. Austin torna finalmente a lottare dopo tanto tempo e torna finalmente da protagonista e lanciato come merita nella storyline principale date le sue grandi doti sul ring e al microfono. Miro ad un sua vittoria in un gran bel match che lo qualificherà al main event.

Winner: Austin Aries

ChristiaNexus: Questo sarà il primo incontro disputato in PPV da Kenny King da quando è tornato con la gimmick del “King of the night” messa da parte, in realtà, nel momento in cui questi si è alleato con il lottatore di Miami. A Double, invece, torna in PPV dopo aver saltato l'appuntamento con Sacrifice, forte dell'aver sempre dubitato dell'attuale Director Of Wrestling Operations. Anche in questo caso, il vincitore prenderà parte al main event titolato, e affronterà Eric Young e il vincitore del match fra Samoa Joe e Bobby Lashley. Quanto al lottato, Aries è una garanzia e anche King ha dimostrato più volte di saper tirare fuori ottime prestazioni; perciò, in presenza di un buon minutaggio, l'incontro potrebbe rivelarsi lo showstealer della serata. Nonostante mi farebbe piacere una vittoria di Double A, temo che Kenny King riuscirà a trovare uno stratagemma per aggiudicarsi l'incontro e sfidare EY per il titolo.

Winner: Kenny King

 

Magnus vs. Willow

Marco Giannelli: faida che serve a ritrasformare Magnus in un lottatore aggressivo da lottatore soft che era diventato. Per questo lo hanno munito di canottiera e chiave inglese (giustamente è inglese) e gli hanno accostato quel matto di Bram, ex Kenneth Cameron ad NXT, ex partner di Konnor negli Ascension, ma ancora drogato. A proposito di droga, l'avversario sarà il nostro Willow, il che mi preoccupa tanto. Fino alla settimana scorsa avrei assegnato la vittoria a Magnus ma dopo aver visto l'arrivo Abyss come enforcer di Jeffo nell'ultima puntata di IMPACT, cambio opinione, prevedendo l'ennesima sconfitta per il povero inglese. Altro che il Cena della TNA. Mi aspetto una contesa molto movimentata dalle interferenze, sperando che non trascendano nell'overbooking, ma comunque un buon match.

Winner: Willow

ChristiaNexus: Questa rivalità affonda le proprie radici nell'ultima puntata di Impact dello scorso anno, in cui Magnus si laureò TNA World Heavyweight Champion contro Jeff Hardy, grazie all'aiuto di Dixie Carter, EC3 e Rockstar Spud. Hardy è poi “andato di matto” e sparito dalle scene per qualche mese, tornando a Lockdown nelle vesti di Willow, alter-ego spietato e ancor più spericolato del Jeff “normale”. Ciononostante, si è giunti a questo match a causa di Bram, il misterioso amico di infanzia di Magnus, il quale ha fatto di tutto per fare recuperare a quest'ultimo gli “occhi della tigre” dopo che l'ex membro della British Invasion, in seguito alla vittoria del titolo, si era imborghesito. Dopo tante pressioni da parte dell'amico, Magnus ha finalmente sbroccato due settimane fa, colpendo ripetutamente Willow con il piede di porco che Bram gli ha sventolato in faccia per diverse volte nelle settimane precedenti. Nell'ultima puntata, Willow ha rivelato che sarà al proprio fianco ci sarà Abyss; The Monster, infatti, non ha dimenticato il trattamento subito dall'inglese il quale, dopo avergli fatto credere di essergli amico, ha poi rivelato di averlo voluto al proprio fianco soltanto per mantenere il titolo il più a lungo possibile. Sarebbe auspicabile una vittoria di Magnus al fine di rilanciarlo nel giro titolato, dopo il deludente regno conclusosi per mano di EY nel mese di aprile.

Winner: Magnus

 

 

TNA Knockouts Championship: Angelina Love (c) vs. Gail Kim

Marco Giannelli: forse le due migliori performer presenti in TNA attualmente. Uno scontro scarno di costruzione ma che può risultare tranquillamente sufficiente. Farei mantenere la cintura alla Love, magari senza il solito rollup e senza la solita Velvet Sky ad intervenire. Data la scarna costruzione, sarà scarno anche il mio commento.

Winner and still TNA Knockout Champion: Angelina Love

ChristiaNexus: Gail Kim si è laureata #1 contender nell'ultima puntata di Impact, approfittando dei battibecchi tra Madison Rayne e Brittany e, soprattutto, dell'aiuto inaspettato e fortuito delle Beautiful People le quali, nel tentativo di aiutare quest'ultima, hanno invece favorito l'esperta lottatrice canadese. Prevedo una vittoria sporca della Love, con l'ausilio dell'amica Velvet, nonostante le abiltià in ring di Gail Kim siano decisamente superiori a quelle dell'attuale campionessa.

Winner and still TNA Knockout Champion: Angelina Love

 

James Storm vs. Mr. Anderson

Marco Giannelli: abbiamo assistito a segmenti divertenti come la gara di resistenza all'alcool e come l'imitazione di Storm da parte di Anderson e la faida è andata avanti piuttosto bene e fluidamente. Storm viene da una faida persa e Anderson da una vinta: opterei per una vittoria del Cowboy, in modo da essere rilanciato nei piani alti in modo prepotente. Storm non ha mai avuto l'opportunità di mostrarsi per quello che è, ovvero un top player di gran talento. Ora mi sembra il momento giusto per proporlo alla pari dell'ex compare Bobby Roode. Anderson è sempre stato ottimo ad inseguire ma da campione e volto della compagnia ha sempre fallito, ergo un'altra faida importante vinta gli servirebbe poco. Mi aspetto del buon brawling.

Winner: James Storm

ChristiaNexus: La faida tra i due è inziata in occasione del mini-torneo per decretare il #1 Contender al titolo mondiale svoltosi nella puntata di Impact successiva a Sacrifice; infatti, nel match tra Gunner e Mr. Anderson, quest'ultimo è stato involontariamente attaccato dal Cowboy (che mirava alll'ex-marine), perdendo il match e l'opportunità di sfidare EY. Mr. Anderson si è poi vendicato qualche settimana dopo, sfidando James Storm ad un beer drinking contest nel quale sembrava che l'alcool avesse appianato le divergenze tra i due, salvo poi scoprire che il fu Mr. Kennedy si era limitato a bere birre analcoliche, per attaccare brutalmente il Cowboy, completamente ubriaco. Mi aspetto una contesa molto fisica, senza troppi fronzoli e tecnicismi, con sessioni di puro brawl; quanto all'esito, James Storm viene da una lunga serie di sconfitte contro Gunner, mentre Mr. Anderson è uscito vincitore dalla precedente faida con Samuel Shaw, e credo che emergerà vittorioso anche in questa occasione (purtroppo per il Cowboy).

Winner: Mr.Anderson

 

The Von Erich family to appear

Marco Giannelli: passerella per i Von Erich guardando sia al passato, che al futuro visto che i giovani della famiglia avranno un match. Sarà poco interessante se gli avversari saranno i BroMans, molto di più se andranno subito per i titoli di coppia.

ChristiaNexus: Semplice omaggio a una leggenda texana, membro della più sfortunata famiglia del mondo del wrestling, i Von Erich, con i figli di Kevin che faranno il proprio debutto televisivo a livello nazionale contro un tag team non meglio precisato (la butto lì: Bromens?) 

 

A new name into the Hall Of Fame inducted by Kurt Angle

Marco Giannelli: difficile fare un nome, il primo che ho in mente dal 2012 è Jeff Jarrett (o il padre) e ci starebbe tutt'oggi. Altrimenti gente come Daniels e Styles meriterebbero ma sono lontani e un pò arrabbiati con Carter e soci. Christian Cage sarebbe un bel nome, dipende dalla WWE. Faccio anche un nome a stronzo: Rhino.

ChristiaNexus: Kurt Angle, attualmente ai box per un grave infortunio al ginocchio, annuncerà il terzo membro della TNA Hall Of Fame, che annovera già Sting e lo stesso eroe olimpico. Se si proseguirà sulla falsariga degli anni scorsi, cioè guardando solo al roster attuale, i candidati più papabili sono Samoa Joe, Bobby Roode e James Storm; se, invece, ci saranno possibilità anche per lottatori che non sono più sotto contratto con la TNA, i primi nomi che vengono in mente sono quelli di AJ Styles e Jeff Jarrett, ipotesi difficilmente realizzabili, però, a causa dei rapporti tutt'altro che positivi in cui si sono lasciati questi ultimi e la dirigenza di Nashville.

 

PPV

Marco Giannelli: penso sempre che un King of the Mountain match non sarebbe male, visto che è la stipulazione madre di Slammiversary, ormai inutilizzata da 5 anni. La card è interessante ed è stata costruita discretamente. Fuori dal PPV, a meno di interventi clamorosi, Bobby Roode, Gunner e la Managerie, tra i nomi più importanti. Mi aspetto anche un incontro per i titoli di coppia. Sicuramente saliremo di livello rispetto a Sacrifice e Lockdown.

ChristiaNexus: Slammiversary è il PPV che segna i primi dodici anni di vita della TNA e, a mio parere, la card è degna dell'occasione; infatti, nonostante i tanti addii degli ultimi mesi, il roster presenta ancora tanti lottatori capaci dentro e fuori dal quadrato, che saranno pronti a regalarci grandi emozioni in quel di  Dallas. Principali motivi di interesse saranno sicuramente i match legati alle due faide principali, ovvero quello tra Bully Ray e EC3 e i vari match che coinvolgono, da un lato, la stable di MVP e, dall'altro, Eric Young, Samoa Joe e Austin Aries, senza dimenticare l'annuncio del nuovo Hall Of Famer da parte di Kurt Angle. L'assenza in extremis del Director Of Wrestling Operations dal main event ha ovviamente stravolto i piani; tuttavia, ciò contribuisce ad alimentare l'attesa e la curiosità attorno a questo evento che, in un modo o nell'altro, sarà sicuramente in grado di sorprenderci con qualche colpo di scena inaspettato.